Back to top

GOVERNO RIVEDRA' LINEE GUIDA SU METADONE

Roma, 30 ott. - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Il Governo si e' impegnato a rivedere le linee guida che regolano l'affidamento a casa del metadone come terapia sostitutiva per i tossicodipendenti. La decisione, rivela all'ADNKRONOS SALUTE Giovanni Serpelloni, capodipartimento per le politiche antidroga della presidenza del Consiglio dei ministri, e' maturata subito dopo aver appreso della morte a Sutri del bambino che aveva ingerito il metadone destinato al papa' della vittima. "Dopo aver appreso la notizia ne ho parlato immediatamente con il sottosegretario con delega alla droga Carlo Giovanardi. E abbiamo concordato la necessita' di studiare nuovi regolamenti per l'affidamento della terapia farmacologica sostitutiva per le persone con problemi di tossicodipendenza. Le modalita' di assegnazione di farmaci come il metadone - spiega Serpelloni a margine del convegno sugli emoderivati, promosso dall'Osservatorio sanita' e salute - oggi dipendono da Regioni, Asl e dipartimenti delle dipendenze''. ''Dobbiamo congegnare criteri di esclusione dall'affidamento a casa del metadone per tutte quelle categorie di persone che non ne abbiano una reale e assoluta necessita' dovuta a malattia oppure orari di lavoro. E in ogni caso - aggiunge - stiamo pensando di evitare la possibilita' di portare a casa il metadone per quanti vivano con minori".

Aggiungi un nuovo commento