Back to top

JOVANOTTI: il proibizionismo non ha mai funzionato

La nuova ordinanza messa a punto dal Comune di Milano, che prevede sanzioni per chi consumera' droga nei luoghi pubblici, non convince Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti.

Secondo il cantautore romano, che ha premesso di non sentirsi la persona piu' adatta a rispondere a questa domanda ("perche' non sono un politico e non mi drogo, per cui e' come se mi si domandasse dell'ippica") il "proibizionismo non ha mai risolto niente". "Non ho mai pensato - ha detto Jovanotti a Milano, a margine della presentazione della personale di Sergio Pappalettera alla Triennale - che uno spinello sia un fatto grave. Personalmente credo ce ne siano di piu' gravi. Magari bisognerebbe chiedersi per esempio perche' la cocaina e' cosi' diffusa. Mi sembra ci sia la volonta' di nascondere le cose sotto il tappeto: non e' arrestando uno che ha uno spinello in mano che si risolve il problema della droga".

Aggiungi un nuovo commento