Back to top

Il laboratorio batte la raffineria e la piantagione, la molecola batte il seme.

 

Pietro Colaprico, DRepublica -  Siamo arrivati al sorpasso dello sballo chimico sulle droghe “tradizionali”. Al primo posto resiste la cannabis (un classico), ma gli stimolanti in stile anfetamina sono diventati la sostanza illecita più usata. L’Office on Drugs and Crime dell’Onu (Unodc) spiega l’incremento anche in base a criteri aziendali: “Queste sostanze possono essere prodotte ovunque, con un piccolo investimento iniziale”. Se nel 2008 erano state 32 milioni le pillole di metanfetamina sotto sequestro, siamo arrivati l’anno scorso a 133 milioni. I produttori investono e gli spacciatori hanno ormai un kit che va dall’eroina all’ecstasy. Si muovono lungo il percorso delle discoteche perché i nuovi consumatori sembrano voler fare pochissima fatica nella vita, molta meno dei padri. Aspettano che il servizio sia a domicilio, come per la pizza o la spesa. Che cosa c’è di meglio di convocare il droga-express proprio dove si va a bere? Non è raro che, quando carabinieri e polizia identificano gli spacciatori, scoprono che sono ragazzi in trasferta da altre città. Se al mattino latitano i treni e i bus per i lavoratori pendolari, nella notte aumenta e fiorisce il pendolarismo della pasticca. Non ci faremmo caso se al risveglio, sentendo un tg, non venissimo bombardati dalla propaganda di un governo che sostiene di essere stato il più efficiente dal dopoguerra. Pensiero noir: chissà che droghe prendono nei ministeri.  

Commenti

Re: Il laboratorio batte la raffineria e la piantagione, la m...

"gli spacciatori hanno ormai un kit che va dall'eroina all ecstasy" perchè fino a qualche anno fa il mercato era forse così diversificato?mah.. "..i NUOVI CONSUMATORI sembrano voler fare poca fatica nella vita...aspettano che il servizio sia a domicilio, come per la pizza o la spesa" da che io ne ho memoria il pusher a domicilio esistono almeno dagli anni 80...

Aggiungi un nuovo commento