Back to top

Lasciare andare o no?

+
-143
-

Salve, sono qui perché vorrei raccontare la mia storia.. o meglio, quella del mio compagno. 

E vorrei davvero un aiuto o un parere su cosa sarebbe meglio fare .. partiamo da qualche annetto fa (3-4) dove io e lui non stavamo ancora insieme. Siamo giovani entrambi 25 enni, lui ha sempre piu o meno fatto uso di qualche sostanza, in alcuni periodi la cosa era breve in altri invece più lunga... poi un paio di anni fa per 1 anno è stato pulito (per scelta) ed era contento, gia da tempo mi raccontò che non lo faceva piu stare bene e che comunque voleva smettere..anche per un fattore economico , e anche mentale.. dopo quell'anno di assenza di sostanze ci ricasco' e da li un po'riprese. fino a mollare quando abbiamo iniziato ad uscire... lui è sempre stato uno che parla e racconta come si sente.. spiega come vede le cose eccetera.. dopo circa 5 mesi di relazione purtroppo ha avuto una ricaduta dove io lo ho scoperto e abbiamo avuto un grande litigio siccome io ovviamente sono contraria a quel tipo di cosa. (Nonostante in passato ne ho fatto uso saltuario) adesso non ne voglio sentir parlare. (Crescendo si cambia idea!!) E sapeva benissimo che comunque mi avrebbe persa perché tutto ha un limite! E la cosa  fastidiosa personalmente è il nascondere anche sese posso capire. Ma comunque Ho deciso di stargli accanto perche so cosa significa uscire da quelle cose..e molte volte non è facile.. e oltretutto lui si è dimostrato disponibile a farmi tornare fiduciosa a susseguire col tempo comprando test , a darmi prove in occasioni dove io potevo aver dubbi..tranquillizarmi o comunque spesso ne parlavamo.. insomma io sono una persona che guarda oltre a quello che succede e prova a capire la persona e come si può sentire e molte volte non lo fanno apposta per farci del male..è solo colpa di quella merda che ti prende un giorno e basta... Comunque per sei mesi successivi è andato tutto bene lui si sentiva meglio ed era sicuro che ne era fuori grazie anche al mio aiuto. Ma anche alla sua volonta di dir di no. Fino a qualche giorno fa! che  una sera, forse per colpa delle persone circostanti e della situazione ,ci è ricaduto. Pentendosi. Perché sapeva che per sei mesi ce l'aveva fatta ,ma anche perche avevamo ricostruito il nostro rapporto in due. Lui dopo si aprì con me e mi disse che non ha ragionato, non sa come è potuto accadere si è fatto prendere dalla situazione e dalla voglia , che comunque credeva che non sarebbe piu successo siccome erano 6 mesi puliti. Ne era convinto.. ed è come se fosse deluso da se stesso... È giu di morale da giorni..e ha deciso di parlare con una persona (psicologa) e la ha chiamata praticamente immediatamente... e ha detto che a lui lo aiuterebbe molto parlare con me se dovesse trovarsi nella situazione, che se provassi a calmare la voglia lui si sentirebbe decisamente meglio e piu calmo..Perché comunque dalla mia parte ha sempre avuto un muro su quell argomento.. quindi resoconto, dopo svariate volte di bugie e cose nascoste , cosa faccio? Cosa fareste voi? Non me la sento da una parte di mollare tutto quando davanti ho una persona che ha la volontà di smettere. E ci era riuscito praticamente. E oltretutto adesso andrebbe da una psicologa. Ma dall altra ce sempre la paura ovviamente.

Parlando mi disse che lui sa benissimo che la luce infondo al tunnel ce. Perché c'era anche prima. Appunto perché erano mesi e mesi fermo . E che la psicologa sarebbe forse l'aiuto finale. 

Quindi Help , che dite?

Commenti

Secondo me hai tralasciato un

Secondo me hai tralasciato un dettaglio importante: il tipo di droga usata.

Ovviamente nessuno può dirti cosa fare, sai tu cosa è meglio per te, io penso solo che una coppia solida per definirsi tale deve affrontare le difficoltà insieme. Il fatto che sia costretto a dirti bugie mi fa pensare che non ci sia un buon dialogo tra voi, invece dovrebbe sentirsi libero di condividere con te anche gli sbagli, senza la paura di essere lasciato o giudicato.

SE invece di cadere nella droga fosse caduto in depressione avresti avuto lo stesso dubbio nel proseguire la storia?

Credo che la droga come la depressione siano un problema molto simile, il non riuscire ad affrontare la vita.

Ti auguro di fare la scelta giusta :)

Il tipo di droga è la coca. 

Il tipo di droga è la coca. 

Abbiamo molto dialogo e abbiamo sistemato tantissime cose grazie a questo. ma purtroppo su questo argomento un po'meno ...nel senso che ha timore a volte a parlarne..forse perché è a conoscenza del mio pensiero ! Il fatto che lui vorrebbe aprirsi con me di piu mi fa piacere e forse questo magari lo avrebbe aiutato in precedenza , ma soprattutto la cosa che non mi fa mollare è che capisce l'importanza di smettere e ha la volontà di farlo

> ha deciso di parlare con

> ha deciso di parlare con una persona (psicologa) e la ha chiamata praticamente immediatamente... e ha detto che a lui lo aiuterebbe molto parlare con me se dovesse trovarsi nella situazione, che se provassi a calmare la voglia lui si sentirebbe decisamente meglio e piu calmo.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cosa altro vuoi che dicesse, questo te lo poteva dire anche il primo che passava per la strada come si puo' credere davvero che per calmare certe voglie basti parlare o aprire le gambe o cosa  ancora se la cosa non parte dal diretto interessato.

Diretto interssato che 9 volte su 10 racconta solo quello che gli altri vogliono sentirsi raccontare e solo in certi momenti.

Accidenti ma adesso va' pure da una psicologa e ha la volonta' di smettere, cioe' praticamente quello che  prima o poi in privato a in un serD fa' la maggior parte di chi assume sostanze, vuoi mettere il cambiamento.

E probabilmente anche perche' messo sotto pressione.

Le frasi chiave ci sono tutte e sono sempre le solite abbia inizio l' elenco > Mi ha raccontato che vuole smettere; per un po' e' stato pulito; Purtroppo ha avuto una ricaduta e abbiamo litigato; Sapeva che mi avrebbe persa; E' colpa di quella merda; Colpa delle persone circostanti; E' pentito e non succedera' piu'.

Post del genere speculari ormai sono la quotidianita' femmine che per amore e/o per solidarieta' cercano speranza.

Angeli del focolare per vocazione.

Non riesco ad essere ne gentile ne comprensivo ed eventualmente me ne scuso perche' so che e' antipatico  ma  leggere di chi si incaponisce in certe situazioni del tipo appunto "C'e' una luce in fondo al tunnel"  toglie ogni disincanto ma per loro soprattutto.

Tra miliardi di persone vanno sempre a pescare quello piu' incasinato che le fa' soffrire di piu' e piu' dannato e' meglio e' quasi desse un senso anche alla loro di vita.

La luce se c'e'  prima  o poi  qualchevolta si raggiunge ma non passa nello psicanalizzare il partner volendo trasformare in una persona migliore che possibilmente sia lo specchio di quello che noi vorremmo che fosse, quello giusto per noi.

Sarà anche un po' atipatico

Sarà anche un po' antipatico quello che scrivi ma è la verità, ogni tanto spunta il post di qualche infermierina che vuole far smettere il compagno di drogarsi così può diventare il principe azzurro tanto sognato. Sto povero ragazzo ha avuto una mezza ricaduta (se così si può chiamare visto che non sappiamo se prima era dipendente o meno) e subito a dargli addosso come se il mondo fosse crollato e a farlo sentire ancora più in colpa. Ormai sono stanca anche di rispondere, tanto sono parole sprecate perché le dolci infermierine fanno sempre di testa loro, perché il loro compagno è diverso e con tanto amore ce la faranno. In questo caso poi non ho nemmeno capito se il ragazzo ha problemi di dipendenza o solo si fa qualche riga con gli amici, nel secondo caso mi sembra un'esagerazione farlo sentire una merda per una serata di sballo, può capitare mica ha ucciso nessuno. Se invece ha avuto problemi di dipendenza veri  consiglio all'autrice del post di fare una breve ricerca su questo forum, giusto per leggere cosa accade alle altre coppie. Mi dispiace essere anch'io così dura, parlo da donna che si è rovinata la vita per provare a "salvare" il suo amato. Non possiamo trasformare un uomo nel nostro principe ideale anche se ci piacerebbe e non possiamo salvarlo da niente se non è lui a volerlo fare. 

D.

 

Aggiungi un nuovo commento