Back to top

Meno psicoterapia più pillole

:Nonostante molti studi abbiano dimostrato la scarsa efficacia della sola terapia farmacologica per combattere i disturbi dell'umore, gli americani stanno sempre più abbandonando l'approccio psicoterapeutico in favore delle pillole della felicità. E saranno quindi forse contenti di sapere che presto potrebbe arrivare un farmaco molto più potente di quelli classici: la ketamina, già usata un veterinaria, come anestetico pediatrico ma anche come sostanza d'abuso. Due studi recenti hanno infatti dimostrato che essa agisce in poco più di mezz'ora e, stando ai dati disponibili oggi, senza evidenti effetti collaterali, favorendo la formazione di nuove connessioni nervose. Il primo, pubblicato sugli Archives of General Psychiatry, riporta quanto ottenuto su 18 persone con disturbo bipolare resistente ai farmaci trattate tra il 2006 e il 2009: il 71% ha risposto, contro il 4% dei controlli. Nel secondo lavoro, su Science, viene spiegata l'efficacia del farmaco: la sua capacità di agire sull'enzima mTOR, che controlla la sintesi di proteine utili per la sinaptogenesi. La ketamina potrebbe quindi presto aggiungersi agli altri farmaci, il cui uso esclusivo è salito, tra il 1998 e il 2007 al 57% dei pazienti, secondo l'American Journal of Psychiatry. Nello stesso periodo la percentuale di persone che si sono sottoposte all'approccio combinato farmaci più terapia è sceso dal 40 al 32% e quello di coloro che hanno cercato aiuto solo dallo psicoterapeuta è passato dal 16 al 10 per cento.

ilsole24ore.com

Aggiungi un nuovo commento