Back to top

Meraviglie della farmaceutica: droghe buone per un cervello sveglio? Ora la scienza dice sì

Anche se copiare ai compiti in classe sembrerebbe il modo migliore per avere successo a scuola, un'alternativa c'è: prendere droghe! Droghe intelligenti, ovviamente! Alcune di queste droghe furbe girano già da un po', ma vengono comunque viste come tutte le altre droghe presenti sul mercato.

Ora sempre più cervelloni e scienziati difendono il doping cerebrale. Studi recenti dimostrano che quasi il 25 per cento degli universitari americani compra al mercato nero dei "rinforzi", ovvero droghe come il Ritalin o l'Adderall per migliorare la memoria e la concentrazione. Gli scienziati stanno quindi spingendo la ricerca per verificare il loro reale funzionamento per poterle mettere sul mercato e se sono abbastanza sicure da poter essere prese con regolarità. Quelle che verranno etichettate come sicure ed efficaci saranno benvenute.

"Non è come gli steroidi nel mondo dello sport... 'rinforzo' non è una brutta parola come il doping" ha detto Henry Greely della Stanford Law School.

 

www.asylumitalia.it

Commenti

Aggiungi un nuovo commento