Back to top

La posizione italiana in relazione alle dichiarazioni della "Global Commission on Drug Policies" sulla legalizzazione delle sostanze stupefacenti



 DRONET - In relazione alle dichiarazione della Global Commission On Drug Policies sulla legalizzazione delle sostanze stupefacenti, il Dipartimento Politiche Antidroga, la cui delega è affidata al Senatore Carlo Giovanardi, ha redatto un documento ufficiale nel quale si evince che la posizione ufficiale del nostro governo relativamente alle politiche antidroga, ben espressa nel Piano di Azione Nazionale approvato dal Consiglio dei Ministri nell'ottobre 2010, riconosce prima di tutto che la tossicodipendenza è una malattia prevenibile, curabile e guaribile.
Pertanto, tutte le politiche e le strategie sono impostate a riconoscere che tale condizione costituisce, oltre un problema sociale e di sicurezza, anche un serio problema di sanità pubblica che riguarda non solo la salute delle persone dipendenti dalle droghe, ma anche terze persone che possono venire danneggiate dai loro comportamenti a rischio mediante, per esempio, la guida di autoveicoli o lo svolgimento di lavori che comportino rischi per terzi. L'assumere sostanze stupefacenti non può essere considerato come facente parte dei diritti individuali della persona, proprio per le conseguenze che questo comportamento può avere anche sui diritti degli altri.
Il documento prosegue con una serie di approfondimenti in materia che è possibile scaricare dai siti istituzionali:www.politicheantidroga.it,www.dronet.org,www.droganews.it


Posizione italiana in relazione alle dichiarazioni della Global Commission on Drug Policies

“Versione inglese” Italian position about the Global Commision on Drug Policies declaration on legalization of narcotic drugs

 

Sunto leggibile sul sito di Aduc Droghe

Aggiungi un nuovo commento