Back to top

REGOLAMENTAZIONI UE SULLO SNUS

 

 

La vendita di snus nei paesi UE non è attualmente permessa, ad eccezione della Svezia e della Danimarca (in Danimarca solo snus sfuso).

Poiché lo snus è in misura del 60/90/99% meno dannoso del fumo ed è più efficace dei prodotti medicinali per smettere di fumare, ma l'UE sembra vietare.

In Scandinavia si consuma snug svedese da metà dell’800. Nel maggio del 1992, l’Unione Europea ha proibito l’immissione sul mercato di tabacco per uso orale (incluso lo snus svedese). Il divieto fu introdotto dalla Direttiva 92/41/CEE che modificava la Direttiva 89/622/CEE.1

L'articolo 8 asserisce che: “Gli Stati Membri vietano l'immissione sul mercato di tabacco per uso orale di cui all'art. 2(4)".

L’art. 2(4) definisce "tabacco per uso orale" "tutti i prodotti che siano destinati ad un uso orale, eccettuati i prodotti da fumare o masticare, costituiti interamente o parzialmente da tabacco, presentato sotto forma di polvere o di particelle fini, ovvero qualsiasi combinazione di queste presentazioni - in particolare quelle presentate in sacchetti/porzioni o sacchetti porosi - oppure sotto una forma che richiama un prodotto commestibile."

Alla base dell’interdizione del consumo di tabacco orale era il rischio reale che “…prodotti per uso orale fossero utilizzati soprattutto dai giovani, con il conseguente manifestarsi della dipendenza nei confronti della nicotina...” e che "...secondo le conclusioni degli studi del Centro internazionale di ricerca sul cancro i tabacchi per uso orale sono caratterizzati dalla presenza di quantità particolarmente elevate di sostanze cancerogene; che questi nuovi prodotti provocano in particolare tumori della bocca."2

Questa definizione del tabacco orale si basa sul modo in cui il prodotto viene utilizzato e non sulla qualità del prodotto o sul rischio associato. Proibisce lo snus svedese considerato tra i prodotti da tabacco meno dannosi, ma permette altri tipi di tabacco senza fumo, alcuni dei quali con profili ad alto rischio.

Tuttavia, vi sono alcune eccezioni degne di nota al divieto relativo ai prodotti del tabacco per uso orale all’interno della UE. L’uso dello snus in Svezia, ad esempio, è considerato abbastanza significativo da costituire una eccezione quando la Svezia entrò a far parte della UE nel 1995, benché un divieto venne posto all’esportazione dello snus verso gli altri stati membri della UE. In Danimarca lo snus “sfuso” costituisce un’eccezione poiché il prodotto viene considerato un “prodotto da tabacco tradizionale”.

snus.it/EU-rules-on-snus.php

Commenti

Eventualmente,  sarebbe

Eventualmente,  sarebbe possibile.portare dello snus dalla Svezia in Italia per uso personale? 

Non trovo da nessuna parte la quantità che potrei eventualmente portare con me

Ciao,

Ciao,

io credo che tu possa tranquillamente portartene dietro un po, sicuramente non a vagonate, ma in limite accettabile. Per la quantità dovresti provare magari a chiamare l'ufficio doganale o la guardia di finanza.

Il possesso non credo sia reato, in quanto la legge parla di commercializzazione, e il tabacco non è presente nella tabella delle sostanze stupefacenti.

Un saluto

Aggiungi un nuovo commento