Back to top

Relazione alcol Ministero della Salute

 

Consulta l’approfondimento sul sito del ministero della Salute e scarica la relazione (pdf 1,3 Mb).

Secondo quanto riportato nella settima relazione al Parlamento sugli interventi realizzati dal ministero della Salute e dalle Regioni in materia di alcol, trasmessa dal ministro della Salute ai presidenti di Camera e Senato in attuazione della Legge quadro in materia di alcol e problemi alcol-correlati, nell’ultimo decennio è aumentata la quota di coloro che consumano bevande alcoliche al di fuori dei pasti, con un incremento particolarmente significativo tra le donne.

In generale il consumo a rischio riguarda il 15,8% degli italiani al di sopra degli 11 anni, per un totale di quasi 8 milioni e mezzo di persone. Tra questi, circa 475 mila sono minori e quasi 3 milioni anziani.

La relazione si riferisce agli interventi effettuati nel corso degli anni 2008 e 2009, con aggiornamento al 2010, da parte del ministero della Salute. Alla sua realizzazione ha collaborato l'Osservatorio nazionale alcol del Cnesps, nell’ambito del progetto finanziato dal Ccm "Raccolta e analisi centralizzata di flussi informativi e dati per il monitoraggio dell’impatto dell’uso e abuso di alcol sulla salute in Italia, in supporto alla implementazione delle attività del Piano nazionale Alcol e Salute”.

I dati indicano l’incremento degli alcoldipendenti in carico ai Servizi con una crescita costante dei nuovi utenti 20-29enni e il parallelo aumento dei giovani che consumano bevande alcoliche fuori dai pasti (34,4% dei maschi e 22,8% delle femmine di età compresa tra 11 e 25 anni); nella stessa fascia di età sono oltre 1 milione e 400 mila i giovani che bevono per ubriacarsi.

 

Aggiungi un nuovo commento