Back to top

SALUTE: DIP. POLITICHE ANTIDROGA, NON USARE KETAMINA COME ANTIDEPRESSIVO

(ASCA) - Roma, 16 giu - ''Affinche' non vi siano malintesi e confusioni e' utile chiarire molto bene che la sperimentazione a basse dosi di ketamina in pazienti affetti da depressione maggiore, rientra nella ricerca scientifica controllata per uso strettamente medico di tale sostanza. Va quindi precisato molto chiaramente che questo studio, del tutto preliminare, non puo' giustificare in alcun modo, ancorche' auto-somministrato, l'uso di droga da strada a base di ketamina''. Lo precisa, in una nota, il Dipartimento Politiche Antidroga in riferimento alle recenti notizie sull'effetto antidepressivo della ketamina scoperto dal gruppo di ricercatori di Anita.E. Autry e pubblicato ieri, il 15 giugno sulla rivista Nature.

''Varie sostanze stupefacenti - spiega il DPA - trovano un uso medico, ma va ricordato che le sostanze utilizzate per uso medico vengono prodotte con modalita' estremamente controllate dalle aziende farmaceutiche e nonostante portino lo stesso nome di alcune droghe di uso comune, sono prodotti estremamente diversi (sia per la sicurezza che per l'efficacia) da quelle vendute in strada. Il DPA mette in guardia tutte le persone sofferenti di depressione a non utilizzare in alcun modo ketamina per tentare un' auto-cura assolutamente sconsigliata, non ammessa ne' opportuna per sintomi o condizioni quali la depressione''.

''Allo stesso tempo - conclude la nota del DPA -, va ricordato il forte potenziale neurotossico della ketamina che e' in grado di produrre gravi danni al sistema nervoso centrale e forti alterazioni neuropsichiche che possono mettere seriamente a rischio la vita dei pazienti se utilizzata fuori da un severo ed esclusivo controllo medico''.

Commenti

Aggiungi un nuovo commento