Back to top

sempre più anoressia senza magrezza, 'esplosione' di casi

 L'anoressia cambia 'forma'. Sempre più spesso il problema riguarda adolescenti che non mostrano i segni dell'estrema magrezza tipica della malattia. Un fenomeno al centro di uno studio australiano pubblicato su Pediatrics e guidato da Melissa Whitelaw, del Royal Children's Hospital di Melbourne, in cui la studiosa registra un aumento delle adolescenti 'normopeso' ricoverati tra il 2005 e il 2009 , la cui proporzione si è moltiplicata nel periodo studiato per 6 volte.

"Ci ha sorpreso - ha spiegato la studiosa al quotidiano francese Le Figaro - vedere un numero così elevato di adolescenti anoressiche (9 volte su 10 si tratta di ragazze) con questo nuovo profilo, in un periodo di tempo così limitato". Nel centro australiano le persone 'normopeso' rappresentavano l'8% del totale ma, ora, sono quasi il 50%. Spesso, prima dell'anoressia, questi ragazzi e ragazze hanno qualche chilo di più.

I ricercatori raccomandano, nel caso di adolescenti prima in sovrappeso poi dimagrite rapidamente, di fare attenzione ai comportamenti alimentari e, comunque, di far seguire da un medico tutti i ragazzi che si mettono a dieta. Nessuno di quelli ricoverati nel centro australiano dove è stato eseguito lo studio era stato seguito da un camice bianco durante il dimagrimento.

I comportamenti alimentari, la percezione irreale del proprio corpo, il rapporto con il cibo sono gli stessi nei pazienti anoressici magri e in quelli di peso standard. E anche i rischi sono gli stessi. Per questo Melissa Whitelaw invita i pediatri e i medici ad una visione 'aggiornata' dell'anoressia, centrando la diagnosi in particolare sui comportamenti irrealistici verso il cibo e sulla percezione corporea, più che sul peso.

www.adnkronos.com/salute/2014/08/29/ricerca-sempre-piu-anoressia-senza-magrezza-esplosione-casi-inquieta_CXkoCKH1Cf08CuB5WVZIoO.html

Aggiungi un nuovo commento