Back to top

Sert

Salve. Vorrei chiedere se dal Sert puoi essere cancellato e se si come fare . Grazie

Commenti

Re: Sert

Puoi essere dimesso, chiedendolo direttamente a loro.
Cancellato no, nel senso che sui registri rimarrà per sempre scritto che tu sei stato iscritto per tot tempo, ma questo può vederlo solo un giudice in caso di indagini penali.

Re: Sert

Bhe, se i medici di base abbiano accesso ad un database sanitario dove possono vedere la tua iscrizione al SerD non lo so, ma sarebbe un'ottima domanda da fare agli operatori del sito.

Re: Sert

Io sono seguita dal csm, esempio. Hanno comunicato loro la mia presenza nel servizio semplicemente per alcune ricette. Non mi risulta abbiano modo di sapere determinate cose..

Re: Sert

Ciao, io ho approfondito con non poca fatica questo argomento ed ho scoperto che se non richiedi l’ oscuramento dei dati, la frequenza del Sert può essere vista anche nel dossier sanitario ( nell’ ambito della stessa Azienda Ospedaliera) e nel fascicolo sanitario ( a livello di altre Aziende Sanitarie in Regione ), nonché dal medico di base, se aderente a questi programmi informatizzati. Quindi l’ accesso può visibile a tutti gli operatori sanitari, anche di altre strutture.
Io ho dovuto negare tutti i consensi con appositi moduli e sappi che è tuo diritto richiedere anche un codice anonimo ( anche in caso di indagini giudiziarie es. per art. 75 ecc.) per effettuare i vari esami e non renderli visibili.
Addirittura sono visibili a qualunque CUP( dove si prenotano in generale tutti gli esami) tutte le richieste del Serd, finché non chiedi un codice anonimo e anche quando lo farai gli esami precedenti non possono essere cancellati e restano sempre visibili. I medici comunque non accedono a questo tipo di dati.
Informati, quindi, presso il Serd su come fare per rendere visibili solo a loro ( che ovviamente loro li devono vedere) i tuoi accessi, ma preparati a trovare parecchia ignoranza su questo argomento.
Io ho impiegato mesi per risolvere il problema privacy, e per fortuna che sono del settore e conosco bene l’ argomento

Re: Sert

hai ragione, ora che ci penso ogni qualvolta vado al pronto soccorso saltano fuori i miei "precedenti", con tanto di diagnosi, al csm.

Re: Sert

I medici di medicina generale non hanno accesso alle cartelle dei
sert.
Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Re: Sert

Grazie Dott. Scelfo.
Ma oltre a non aver accesso alle cartelle, non vedono neppure che sei iscritto al SerD?

Re: Sert

Magari non avranno accesso alle cartelle, ma come vedono gli accessi ai vari altri Reparti o Servizi possono vedere anche quello al Sert, se non reso anonimo.
E, ovviamente, vedendo l’ accesso il medico di base può sicuramente immaginarsi il motivo, che verosimilmente può essere l’ abuso di alcool o droghe.
E l’ utente ha tutto il diritto di poter tutelare la propria privacy anche verso il medico curante, al di là che sia opportuno o meno.

Re: Sert

A parte il fatto che al serd si può andare per tanti motivi, e non solo per alcool e droga.Anche se questo ipotetico medico dovesse "vedere il tuo accesso"(perché gli capita, non perché puo)stai certo che se lo tiene per se.

Re: Sert

Riporto il mio esempio per spiegarmi meglio: il mio medico di base è pure un mio amico, diciamo pure un collega, nonché medico di tutti i parenti e amico di molti comuni amici.. ecco nel mio caso non ritengo opportuno metterlo a conoscenza degli accessi al Sert, anche se se lo tiene per se.
Poi certo che al Sert si può andare anche per smettere di fumare, ma comunque si va per problemi di dipendenze di qualunque tipo, come dice il termine Sert o Serd stesso, non di certo per curare per esempio un’ insonnia dove prima eventualmente si passa dal medico di base ...
E comunque la privacy è un diritto del cittadino e le motivazioni non sono confutabili, ognuno ha le proprie rispettabili ragioni.

Re: Sert

In questo caso il problema è un pochino diverso.Specialmente se ti trovi in una piccola località provinciale e non in città.Molto probabilmente se vuole, non in maniera canonica, potrebbe arrivare a sapere gli affari tuoi, capisco ciò che intendi.

Aggiungi un nuovo commento