Back to top

Senza più forze per ricominciare.

Voto 
+
-100
-

Ciao a tutti, sono un ragazzo toscano, di quasi 32 anni, seguo questo portale sin dalla mia prima astinenza a secco da eroina, avevo 23 anni grosso modo, quindi quasi dieci anni fa, tempo che mi ha portato alla rovina totale. Inizialmente era tutto un gioco, discoteche, ragazze ed eccessi, sono sempre piaciuto e il mio stile di vita piaceva, ero ricercato e ne andavo fiero. Senza rendermene conto oggi mi ritrovo vuoto, chiuso in casa senza amici, come è possibile una cosa del genere? L'eroina ti porta a questo! Sto marciendo dentro, non lavoro, non faccio niente dalla mattina alla sera, vado avanti alternando farmaci oppiacei, eroina e ogni tanto un po di cocaina, mi faccio veramente schifo, pensare come ero prima, ecellevo in sport e lavoro, ma quello che più mi fa rabbia è che nonostante tutti questi motivi, nonostante riesco a stare setimane pulito, poi puntuamenteci ricado, proprio nel momento che non ha senso, quando sono completamente ristabilito,  cerco quello sballo per quella notte! Non ho più parole per esprimere la mia tristezza , non ne posso più di nascondere i miei sentimenti, di dire bugie, di annaspare per così poco. Ho pensato anche al suicidio, beh sono una merda anche in quello! Ma cosa devo fare? Ho anche pregato molto, sono ricorso alla comunità per due anni e mezzo, ma non è servita, il Sert non mi ha aiutato, colpa mia principalmente. Certo pensare a 32 anni di non veder l'ora di morire non è un bel pensiero, ma cosa posso fare? Non ho voglia e fare niente, mi rimane tutto pesante, anche in famiglia cominciano a stufarsi di me, così mi trasferisco di casa in casa dai familiari, fiche non si stufano! Ma è vita questa? 

Commenti

Ciao,

Ciao,

mi rivedo molto nella tua esperienza. All'inizio era un bellissimo segreto, come avessi scoperto una verità assoluta, che però era solo mia, la panacea in grado di curare tutti i mali.

Però poi il demone ha mostrato la sua vera faccia: non ti accorgi subito di essere diventato tossico, ma piano piano inizi a svegliarti sempre più in astinenza, e a correre sempre più velocemente a prendere la tua dose.La sera arrivi a fine giornata spossato, anche se non hai fatto niente, inizi a spendere sempre più soldi, e a stare sempre più chiuso in casa, da solo con lei.

Le bugie per nascondere il tuo segreto aumentano, fino a quando tutto ti crolla addosso. A quel punto hai due possibilità: o ufficializzare la tua condizione di tossico,rimandando l'uscita a tempi futuri o uscirne subito con l'aiuto di altri.

In ogni caso avrai perso una parte di te stesso, perché la droga ti chiede indietro sempre più di quanto ti ha dato.

Tu come stai ora? Sei seguito dal SerD?

Un saluto

non ti arrendere mai e poi

non ti arrendere mai e poi mai calcola che io sono in questo momento in casa a disintossicarmi dal metadone e sono a pezzi non riesco a fare 10 metri che mi stanco e ho solo 2 settimane per tornare a lavoro , ho 46 anni , ma ho dei progetti , non a lungo termine ma giorno per giorno cerco di rimanere pulito e appena sto meglio e posso uscire di casa ho deciso di frequetare i  narcotici anonimi . butta numeri di cellulare non frequentare più amici tossici , meglio soli che maleaccompagnati , ricercati un lavoro per far crescere la tua autostima , mettici pure del tuo tira fuori gli attributi altrimenti non ne usciamo vivi . Ti faccio un sincero augurio e cerca di farti aiutare da altre persone se possibile , qui si può fare ben poco . ciao

ho visto pochi uscire dall

ho visto pochi uscire dall'eroina e ci sono riusciti solo quelli che hanno tirato fuori i coglioni e tutta la loro forza di volonta'. Se riesci a stare lontano da quella merda (e devi farlo) lottando con tutte le tue forze crescera' sempre di piu' anche la tua forza di volonta' e stima di te stesso.Non allontanarti dalla tua famiglia,l'unico modo che hai di salvarti e' questo,tira fuori le palle e scofiggi quella merda,la vita ti aspetta.

Nella tua esperienza ci

Nella tua esperienza ci ritroviamo un poco tutti, la trafila di solito e' quella.

E' sempre tutto sotto controllo fino a quando piu' niente e' sotto controllo e non potrebbe essere diversamente.

Quando sento parlare anche qui di autocontrollo lo capisco perche' chi non lo ha creduto possibile altrimenti non avremmo neanche iniziato probabilmente ma mi vengono i brividi, quelli che si fanno ogni tanto usando la testa, e allora penso che o non ci sono ancora dentro del tutto o non sanno di cosa parlano, delle due l' una.

Buttare i numeri di telefono e le conoscenze e' un buon inizio ma tieni presente che se e quando uno dovesse decidere di farsi all' inizio si mangia le palle per averli buttati ravanando nella monnezza per tirarli fuori,  regolare, ma se e quando vuole ne trova altrettanti e anche di piu'.

Quando ci ricadi, e succede hai voglia che succede altrimenti non saresti un tossico,  una cento piu' volte fino a perderci il conto anche a distanza di mesi o anni o vivi la cosa con disperazione fino a pensare anche agli atti piu' estremi perpetuando all' infinito questa angoscia che ti porta ancora piu' in basso  oppure accetti la cosa provando magari a lavorarci sopra ognuno a modo proprio e con i propri tempi.

E se possibile facendosi aiutare, la via maestra rimane quella spesso parlando di sostanze e' la troppa fiducia in quel che crediamo di essere e come gestirlo da soli che ci ha portato dove siamo.

Vedere nero quando ci sei dentro e' un filo comune che ci distingue tutti in peggio ma gia' il fatto di pensare ad un possibile riscatto e crederlo possibile in qualche modo e' di stimolo ma bisogna lavorarci duro rinunciando a quella parte di noi che ci riesce piu' semplice e che ci porta  a perpetuare la fattanza come la via piu' semplice. 

Personalmente non posso dare altri suggerimenti altrimenti li userei per me.

Leggo le esperienze degli

Leggo le esperienze degli altri e vedo che siamo tutti tristemente uguali....

ho smesso per la seconda volta " a secco" e si sa quanto é dura oramai sono passati due anni ma ancora oggi se mi si proponesse non sono certa che riuscirei a dire no. E sicuramente penserei la solita cosa ma si sono abbastanza forte, é una questione di volontà etc etc parole solo parole per mentire a se stessi... e lo sappiamo benissimo tutti quanti. É che il crowing ( l'insensata voglia di farti) é la bestia nera di tutta questa storia. Purtroppo siamo tossici a vita come gli alcolisti. Uno serio ti dirà che lo si rimane a vita, e l'unica cosa che puoi fare e lavorare su te stesso ogni volta che ti capita. Perché la voglia ci sarà sempre. Metadone? Mah o i miei dubbi 

Leggo le esperienze degli

Leggo le esperienze degli altri e vedo che siamo tutti tristemente uguali....

ho smesso per la seconda volta " a secco" e si sa quanto é dura oramai sono passati due anni ma ancora oggi se mi si proponesse non sono certa che riuscirei a dire no. E sicuramente penserei la solita cosa ma si sono abbastanza forte, é una questione di volontà etc etc parole solo parole per mentire a se stessi... e lo sappiamo benissimo tutti quanti. É che il crowing ( l'insensata voglia di farti) é la bestia nera di tutta questa storia. Purtroppo siamo tossici a vita come gli alcolisti. Uno serio ti dirà che lo si rimane a vita, e l'unica cosa che puoi fare e lavorare su te stesso ogni volta che ti capita. Perché la voglia ci sarà sempre. Metadone? Mah o i miei dubbi 

Aggiungi un nuovo commento