Back to top

Intervista al dr. Giancane, ser.d. di Bologna, sui ragazzi uccisi dal metadone

+
-302
-

«Conosco bene la vicenda di Terni. Ho sentito alcuni meravigliarsi dell’ipotesi che pochi milligrammi di metadone possano aver causato la morte dei due ragazzi. C’è poco da meravigliarsi. La discriminante è sempre la stessa: se hai tolleranza, puoi berne quasi quanto ne vuoi e magari. Al massimo dormi due giorni. Se non hai tolleranza, è un farmaco subdolo e insidioso. Il metadone è di per sé tranquillo e maneggevole più dell’aspirina, ma va usato nei soggetti giusti. La tolleranza è la chiave di tutto». A parlare è uno dei massimi esperti di droghe e dipendenze in Italia, il dottor Salvatore Giancane, da oltre 30 anni medico del Sert di Bologna, intervistato da umbriaOn.

continua qua https://bit.ly/2AN0Mgc

Commenti

A me la vicenda ha sconvolto.

A me la vicenda ha sconvolto...15 e 16 anni...morire cosi...mi chiedevo infatti se la causa fosse stata la quantità, un problema da salute dei ragazzini o quale altra cosa possa aver causato la morte :(

Articolo interessante, in

Articolo interessante, in effetti anch'io ho pensato alla tolleranza. I ragazzi probabilmente non conoscono a fondo i farmaci che assumono e ne sottovalutano la potenza. Io stesso le prime volte che prendevo il metadone( fumavo gia eroina da un paio d'anni) ero felicissimo, bastavano pochi ml per essere beato, credevo di aver trovato la soluzione ad ogni problema. Ho peccato anch'io di ignoranza, ho assunto senza pensare a cosa andavo incontro e qualche brusco risveglio in piena apnea è capitato anche a me..mi è andata bene. Certo che anche il tizio che glielo ha dato... capisco la tentazione dei soldi facili, fuori dai sert spesso ci sono ragazzini a caccia di metano, ma non mi sognerei mai di dargli nulla anche per questo motivo.. sento i loro discorsi, parlano di xanax, benzodiazepine, codeina, beveroni vari. Quando li ascolto mi sento un vecchio dinosauro ma poi penso che alla loro età ero uguale, buttavo giù qualsiasi cosa senza troppe preoccupazioni. Mi dispiace molto per questi ragazzi, volevano solo un po' di sballo e hanno pagato con la vita 

Io non sono una veterana,

Io non sono una veterana, anche se a volte mi piace lasciarmi andare all uso di sostanze. La storia dei due ragazzini in effetti è veramente triste...poi anche io ho ricordato di quando alla loro età mi facevo di roip sciolte nel campari col gin o il tavor...ma mai avrei pensato al metadone. Il problema è che l'assunzione di farmaci per sballarsi viene sempre vista come cosa da poco...e una medicina, qianto male potrà farmi mai?? Poi per una come me con la fobia dell'ago o che comunque non ha mai apprezzato lo sballo degli eccitanti (la coca non mi ha mai attratta più di tanto) gli psicofarmaci ti danno quel sopore, quel rallentamento, quella quiete spesso ricercata. Anche ora che ne faccio uso a scopo medico non posso fare a meno di beverci sopra un po per poter amplificare l'effetto. Una storia comunque da brivido che dovrebbe farci riflettere. Due giovani vite in cambio di 15 euro...

Il metano specialmente se non

Il metano specialmente se non si usa eroina e molto pericoloso , è un farmaco molto potente soprattutto  il concentrato se non si sa come gestirlo come i due ragazzini ( della mia città ) ti fa secco , è come un overdose di eroina , giri gli occhi e muori di crisi respiratoria.

Questa triste storia è l

Questa triste storia è l'ennesima occasione persa della stampa di tacere e dar l'impressione di avere una qualche utilità.

Innanzitutto i ragazzini compravano il metadone da un soggetto in cura al SerT, che glielo spacciava per codeina, droga molto in voga tra i cantanti Trap, quindi non erano assolutamente nel "giro", ma erano due ragazzini che cercavano di imitare i loro idoli, nel modo più sbagliato, e hanno incontrato la persona sbagliata.

Altra cosa fondamentale, che la stampa si è "dimenticata" di far notare, è che alla dose di metadone i due hanno abbinato abbondante alcool. E' stata la combinazione di alcool e metadone ad averli uccisi, la singola assunzione di una sola di queste due sostanze, probabilmente non li avrebbe portati alla morte.

E siccome la vendita di alcolici ai minorenni è vietata, dovrebbero essere accusati di concorso di colpa sia il pusher, che i baristi che gli hanno venduto alcoolici, ma purtroppo sappiamo bene che le due cose non saranno messe sullo stesso piano, e la vicenda sarà utilizzata dai soliti politicanti per minare l'utilizzo medico del metadone.

Il dott. Giancane ha analizzato alla perfezione la situazione, come al solito d'altronde. Un grande professionista.

Un saluto

 

In realtà lo hanno assunto

In realtà lo hanno assunto con la sprite per fare la lean, di cui io non ero manco a conoscienza fino a poco fa. L'alcool potrebbero rimediarlo come rimedi il fumo o il metadone, non c'e bisogno di andare necessariamente a comprarlo nei negozi o nei bar. Sono stati uccisi dalla noia e dalla curiosità, la musica può influenzare fino ad un certo punto visto che da sempre ci sono cantanti che inneggiano alle droghe (ai miei tempi i prozac+, ma basta anche solo pensare a Vasco o a pezzi come Cocain). 

in ogni caso, sono da

in ogni caso, sono da condannare allo stesso modo chi gli ha venduto il metadone, e chi gli ha venduto l'alcool.

Purtroppo però, almeno mediaticamente, non sta avvenendo questo.

Come è strano questo farmaco.

Come è strano questo farmaco.  Sono 20 anni che assumo dosi di 60/120 mg. Giornalieri. E negli ultimi mesi  lo sento pochissimo, anche se aumento le dosi e uguale. La mattina già sto in ansia. E invece pochi mg.possono essere fatali.

Aggiungi un nuovo commento