Back to top

Interessante articolo su com'era la cura della Tossicodipendenza negli anni 70/80 e quante vite si sarebbero potute salvare

+
-206
-

Commenti

Per tutti quelli che si

Per tutti quelli che si lamentano di esser schiavi e chiamano il metadone "droga di stato". Probabilmente avessero vissuto le battaglie e le morti per negligenza dello Stato verso l'uso di questo farmaco negli anni 70/80, la penserebbero diversamente.

A occhio e croce un migliaio

A occhio e croce un migliaio (scarso) di vite drogate salvate ogni anno (mentre per alcol e tabacco sembra se ne perdano circa 100.000, sempre su base annua). Questa più o meno è la differenza fra i morti per overdose prima del ricorso "generoso" alle terapie sostitutive e dopo. Se nel frattempo i recuperi completi siano diminuiti o meno non lo sappiamo. Come non sappiamo quante migliaia di malati di altre patologie letali potrebbero giovare in modo decisivo del miliardo di Euro e passa assorbiti dai SerD. Certo è che di sale opperatorie, pronti soccorso e altre strutture sanitarie di altro genere, se ne potrebbero fare più di qualcuna, con un miliardo l'anno.

 

Con migliore approssimazione

Con migliore approssimazione circa 1.150.000.000 l'appannaggio annuo dei serD. 

Quelli sulla spesa sanitaria complessiva sono dati di facilissima reperibilità. A mio avviso i dati non consentono di sbandierare vanto agli occhi dei cittadini non coinvolti nella questione delle dipendenze, ma con seri problemi di salute. Personalmente sono fiero di essermela cavata senza gravare sulla sanità pubblica. Diciamo che lo 0,2% della popolazione (la fetta tossica "istituzionale") gode di tutti i servizi della sanità pubblica, più un bonus esclusivo, esente ticket, pari all'1% della spesa sanitaria complessiva (una specie di appannaggio particolare, che dunque viene a mancare agli altri cittadini (anziani e bambini compresi) e da cui peraltro spesso discendono anche costi e danni supplementari, da misuso e diversione, sempre sulle spalle dei contribuenti). A me non sorprenderebbe che qualcuno prima o poi cominci a gridare allo scandalo. 

Diciamo che, a spanne, per ogni "vita drogata salvata" spendiamo più di un milione di Euro. Cioè l'equivalente di circa tre anni di degenza in terapia intensiva ad alta intensità di cura (che verosimilmente significa CENTINAIA di "vite salvate", in relazione a varie e gravi patologie. Parallelamente dei drogati guariti al di fuori dei SerD (ma anche da quelli gestiti in proprio) non sappiamo nulla. Ufficialmente non esistono. Verosimilmente decine di migliaia di fantasmi. Che, se si dovessero materializzare, per molti penso che costituirebbero un vero e proprio incubo.

Forse si potrebbe proporre la

Forse si potrebbe proporre la campagna "Adotta un Drogato". Uno per ciascun medico di base (magari anche incentivato). E parallelamente le risorse umane, strutturali e finanziarie dei SerD redistribuite a favore di tutti i cittadini. 

Non tierni conto che nei SerD

Non tierni conto che nei SerD non ci sono tossicodipendenti, ma anche alcoolizzati ( e sono un gran numero), dipendendi da gioco d'azzardo, tabagisti, dipendenti da internet e varie altre.

Inoltre la spesa totale della sanità pubblica annua è di circa 120 Miliardi di Euro. Quindi, visto che la matematica non è un'opinione, i SerD influiscono sulla spesa per meno dell'1%.

Senza contare che probabilmente lo stipendio dei portaborse dei politici ci costa di più, ma non divaghiamo.

Il fatto che tu ce l'abbia fatta da solo (cosa che dubito visto che non sei assolutamente chi dici di essere, ma tralasciamo e lasciamoti il giochino), è motivo di grande vanto, anche io avrei voluto farcela da solo, ci ho provato tante volte, ma non ce l'ho fatta. Bravo, te lo meriti.

Tolto ciò, per me e credo per tante altre persone di buon senso, destinare meno dell'1% del bilancio per salvare migliaia di vite. 

Inoltre non sono l'unica categoria "privilegiata". Io sono andato sotto i ferri 3 volte in vita mia, sempre per motivi ortopedici, per incidenti in moto. E non ho mai pagato 1 lira ( se non per fisioterapia e visite ortopediche private).

Dunque togliamo anche ortopedia? Non gridiamo allo scandalo per il fatto che per colpa di deficienti che cadono in moto, e tanti altri che si spaccano le ossa per loro negligenza, non possiamo mantenere in terapia intensiva migliaia di persone? Anche perché, anche se non sono informato sui numeri, che ortopedia pesi molto di più sul bilancio dei SerD.

Inoltre Dietologia e cura delle patologie annesse all'obesità. Perché io devo pagare per curare qualcuno che si sfonda di cibo spazzatura e continua nonostante sappia che si sta uccidendo?

E potrei continuare cosi all'infinito.

Io mi auguro sinceramente che ai SerD si dedichi maggiore attenzione e si progredisca nelle cure e nelle terapie, come già succede da anni in tanti paesi Europei.

Poi se ti fa contento, per me possono anche mettere il ticket, in base all'ISEE, come per le altre prestazioni mediche ospedaliere.

Un saluto

E' normale che la

E' normale che la destinazione delle risorse comporti confronto tra punti di vista.

La stragrande maggioranza degli utenti SerD è costituita da tossicodipendenti da sostanze illecite. Se non ricordo male nella misura del 75%.

Uno dei problemi è proprio questo, che non intercettano, come era nelle (pie) intenzioni, il grosso del bersaglio. Che sono alcolisti e tabagisti e molto raramente entrano in carico ai SerD. Casomai ad altri servizi.

Non so quale sia il rapporto

Non so quale sia il rapporto tra dipendenti da sostanze illecite e lecite.

Comunque credo sia plausibile che i dipendenti da sostanze illecite sia maggiore.

Tuttavia ci sono anche tantissimi alcoolizzati che passano dal SerD, se non altro tutti quelli che non riescono più a gestire la dipendenza. Sappiamo bene come purtroppo sia l'alcoolismo che il tabagismo siano molto tollerati dalla nostra società, fino a quando non diventano meramente eccessivi.

Tanto per farti un esempio, io vivo fuori città, in un piccolo paese in campagna. Qui quasi tutti gli agricoli, dai 25/30 anni fino a oltre 70/80, quindi ormai in pensione e non più lavoranti, si bevono tranquillamente un pintone (2L) di vino al giorno, mangiando e durante il lavoro. Tutte queste persone sono alcoolizzate, ma sono accettati e supportati dalla stessa famiglia.

Inoltre al bar sotto il mio ufficio, quando vado a far colazione alle 7.30 di mattina, vedo sempre 2/3 vecchietti col bicchiere di bianco davanti.

Per questo sono meno al SerD dei tossicodipendenti, semplicemente perché la società li tollera e loro non vedono quindi la cosa come un problema.

Ma tutti i danni fisici che l'alcool gli provoca, gravano sulla spesa della sanità pubblica. Ritengo anche in misura molto maggiore di quanto gravi la spesa del SerD sul bilancio annuo della Sanità.

Per non contare i tabagisti. In Italia la prima causa di tumore ai polmoni è il fumo. E le cure (tra l'altro costosissime) di queste persone, chi le paga?

Ma perché sei su un sito di

Ma perché sei su un sito di td a stra parlare dei servizi? Parlane con chi tu creda possa farne qualcosa se ne sei così appassionato. Ma figurati, tutta fuffa e una malattia della personalità che non inquadro ancora bene. 

"...e una malattia della

"...e una malattia della personalità che non inquadro ancora bene. " eh si perdonami ma sono proprio d accordo, e da anni lo sono. e abbiamo pure il diritto di dirlo, visto che qui ammettiamo tutti di avere problemi, problemi che tu ci ricordi come fossero solo nostri e mai stati tuoi...

al di la che questa tua battaglia sia giusta o no, come e dove la affronti non è normale...mica ci vuole uno psicologo per capirlo

Bellissima questa ipotesi di

Bellissima questa ipotesi di inversione della malattia, che non si capisce dove sta e neanche se esista...!

Comunque credo che la stima del 75% di tossicodipendenti da sostanze illecite nei SerD sia errata. Qui a pag. 203 si nota che gli alcolisti e i tabagisti nei SerD non vengono neanche considerati, se non in relazione alla sostanza d'abuso secondaria. Giocatori patologici e altre forme di dipendenza non sono neanche considerati.

http://www.politicheantidroga.gov.it/media/2984/relazione-annuale-al-par...

Buona giornata...!

 

Inversione della malattia?

Inversione della malattia? Davvero non ti rendi conto di essere più bacato di noi? Tu non passi le giornate a drogarti, o a proseguire nel tuo percorso di astenerti. passi le giornate sulle piazze digitali dei drogati. A cercare la tua dose giornaliera di egocentrismo, la gratificazione che a quanto pare provi quando blateri ai quattro venti. Non è normale. Poi cambiare il proprio racconto di volta in volta? Inquietante al meglio. Ripeto è come se una persona senza problemi che ne so di alimentazione, andasse su forum di anoressiche a predicare come dovrebbero ringraziare per il cibo perché altri non ce l'hanno e che se scelgono di continuare a non mangiare col cazzo che le aiutiamo, le lasciamo morire di disidratazione e collasso degli organi mentre prendiamo appunti vestiti da piccoli scienziati nel mentre. Bambini che giocano a impersonare professionisti. Capito sto qua entra in un osteria con tt umbriaghi e sarebbe capace di uscirne sentendosi dio per aver predicato in piedi davanti a tutti. È evidente un disturbo psicologo e/o di personalità. Ed è inquietante te lo assicuro. 

scusate maaaaaaaaaa: lavorate

scusate maaaaaaaaaa: lavorate nella sanità? e nella sanità dove ci lavorate? no perchè vorrei farvi presente che tirare fuori numeri, trovati in interner, su una materia che è a dir poco complicata per i pochi che lavorano davvero su questa materia ECONOMICO/sanitaria/POLITICA/SOCIALE, è come se io adesso mi mettessi a parlare con uno della Nasa di come usano i loro soldi dopo che ho letto qualcosa in internet. 

le opinioni ritengo vadano sempre bene, ognuo ha diritto e anzi deve avere una propria opinione su tutto (magari basata su un minimo di esperienza sarebbe meglio!): pero bisogna anche ammettere che in campi come questo, cioe tantissimi, sapere davvero di cosa si parla è concesso ai pochi che lavorano in quel campo o almeno ci studiano (ma studiano davvero, non in internet, dove in particolare le info su questo tema sono ovviamente molto frammentarie). io lavoro in un campo specifico dell economia: pensate davvero di poterne capire qualcosa senza averlo studiato da persone che lo conoscono davvero, o lavorandoci direttamente?

facile sparare numeri a caso qua, completamente futile inoltre visto che si sa benissimo che qui nessuno li conosce e quindi con chi si sta parlando? se si parlasse con uno che ne capisce della materia, in 3 secondi li smonterebbe facendosi 4 risate di fronte alla banalizzazione di un problema ampio come questo.

lo so che è brutto ammetterlo, ma è la verità: per essere esperti di qualcosa servono anni, ma anni di studio/lavoro serio. il resto è fuffa

Bhe, i dati sulla spesa

Bhe, i dati sulla spesa sanitaria annua sono disponibili in rete sul sito dell'ANSA.

Dove abbia tirato fuori la spesa dei SerD non lo so, ma non ho motivo di metterlo in dubbio, anche perché di solito, per quanto si possa differire dalle sue posizioni, non dice mai cose errato riguardo i dati. Inoltre mi sembra un dato plausibile, seppur da profano di economia.

I discorsi poi sono puramente teorici, nessuno parla di gestione di bilanci o similari.

 

Moralizzatore, Tirar, perché

Moralizzatore, Tirar, perché non vi aprite un vostro forum o vi scambiate la mail così potete continuare a litigare senza annoiarci a morte? Sembrate due anziani che litigano al bar mentre giocano a carte. Mi dispiace scrivere così perché Tirar hai sempre dato buoni consigli a tutti, ma secondo me stai troppo dietro a questo maledetto troll che da mesi infesta il forum. Ho sempre trovato sfogo e aiuto qui dentro, ma oramai è impossibile scrivere qualcosa senza che sto trollone bigottone intervenga con i suoi discorsi assurdi. Peccato che un frustrato che odia i tossici abbia rovinato l'unico forum dove si poteva parlare e confrontarsi liberamente

Bhe, io credo che un

Bhe, io credo che un confronto sia sempre costruttivo.

Poi quando si esagera, come puoi notare in altri post, non proseguo più con le risposte,ma sono altri anonimi, a proseguire.

Un saluto

 

Sono d'accordo. Veramente uno

Sono d'accordo. Veramente uno scambio di mail e l'abbiamo finita. Cavolo ve lo chiede un sito intero, per cortesia. ma figurati se se ne fregano di qualcosa al di fuori delle loro chiacchiere da bar.. 

Scusate, ma io credo che qui

Scusate, ma io credo che qui siamo tutti ( a parte il moralizzatore) approdati perché abbiamo problemi di dipendenza.

Se io e lui discutiamo o ci confrontiamo, nulla impedisce a chi non è interessato ai discorsi di non leggerli e passare oltre.

Personalmente non sto facendo nessuna gara a chi ce l'ha più lungo, semplicemente rispondo a chi scrive.

Lo faccio con lui come con chiunque altro.

Inoltre sarebbe bello se tutti si loggassero col proprio nikname o perlomeno si firmassero. Perché qui ormai tra decine di commenti tutti anonimi, non si sa più con chi si sta parlando.

Inoltre faccio presente che TUTTI i miei commenti io li faccio da loggato, quindi appare il mio Nick. Se ci fate caso la gran parte delle risposte all'amico Moralizzatore sono dati da anonimi, quindi non sono io...

;-)

Ciao tirar buongiorno.

Ciao tirar buongiorno. Capisco quello che vuoi dire, ma stai dando corda a uno con problematiche serie. Più lo indulgi, più insisterà. Se viene ignorato in massa voglio vedere in quanto tempo si annoia. Sei partecipe, bisogna essere in due per conversare. Ed inoltre non credo tu debba dimostrare niente a nessuno. Se è quello il tuo intento, o parte di esso. 

Ci mancherebbe, non ho né

Ci mancherebbe, non ho né nulla da insegnare, né da dimostrare a nessuno.

Sono solo un povero idiota che si è rovinato gran parte della vita, e che sta cercando di recuperare il recuperabile.

Un saluto

Appunto, i dati ufficiali

Appunto, i dati ufficiali sono dati ufficiali, non si scappa. Che poi possano essere letti, interpretati, aggregati, confrontati, presentati in un modo piuttosto che in un altro fa parte della normale dialettica sociale e politica...

Ciao a tutti, scrivo qua,

Ciao a tutti, scrivo qua, perché di là non ho avuto risposta.

Ho pippato 10 grammi in 10 minuti l'altro giorno , ho un alta tolleranza direi, era 4 mesi che non facevo niente, una piccola ricaduta.

Tra 1 mese ho il copello, rischio qualcosa?

O sono a posto? 

Tirar, capisco bene che venga

Tirar, capisco bene che venga voglia di rispondere ma sono anche d accordo che l unica soluzione sia lasciar perdere. è come quando discuti con qualcuno che vuole solo litigare e/o dimostrare quanto ne sa di ogni cosa: o lasci perdere, o entri nel suo tunnel di incazzatura verso il mondo, solo che a te rode perchè ti interessa davvero quello di cui parli, l altro invece vuole solo litigare o accrescere il suo ego, non importa l argomento o se si contraddice, non ammettera mai nella sua vita di poter sbagliare...vuole solo che la discussione continui, finche non gli si dice che ha ragione. 

e poi come puoi aspettarti che quando uno prende una posizione cosi netta, per tanto tempo ed esponendosi tanto davanti a tutti, cambi idea di fronte agli stessi? è come se un giorno volessi capire se essere vegano fa per te: un conto è farlo per i zzi tuoi, un conto è iniziare a scrivere post su fb che vedono tutti quelli che ti conoscono e caricare video sul tubo visti da mln di persone...dopo come fai a fare come sarebbe sano fare per ogni persona, cioè darsi la possibilita nella vita di cambiare idea nel corso del tempo e sentendo altri pareri ed esperienze? inutile, non succederà qua...

ciao! Supefatto

intendo dire ovviamente: dopo

intendo dire ovviamente: dopo come fai se decidi che essere vegano non fa bene o non fa per te?

A parte ste vaccate cmq, perche alla fine questo sono, spero davvero tu stia bene. ciao Tirar! Stupefatto

Ciao caro Stupefatto!

Ciao caro Stupefatto!

Si io sto sempre uguale.. né bene né male diciamo :-D

Si hai ragione, ma io non mi arrabbio mica. Però se uno risponde, ed è l'unico tra l'altro, ad una discussione, mi viene da rispondergli. Poi sono il primo a smettere quando la discussione si arena.

Aggiungi un nuovo commento