Back to top

Voglio smettere

Voto 
+
-248
-

Ciao, sto fumando la stagnola da un anno anche un po' meno, ora vorrei smettere perché se non fumo per 2 GG non ho voglia di fare niente è sono sfatticato. Voglio iniziare una cura con il subutex,ma non voglio che la cura dura una vita . Voglio iniziare,.poi scalare è togliermi questa merda di dosso e non toccarla più. C'è la posso fare ? Qualche consiglio ? Grazie buona giornata a tutti.

Commenti

fumi da così poco tempo che

fumi da così poco tempo che ti consiglio assolutamente di infognarsi con i sostitutivi, ho avuto la stessa esperienza a 16 anni mia madre mi ha chiuso in casa per una settimana con prescrizione di Valium e Muscoril al bisogno e fisicamente non avevo nessun sintomo assistenziale dopo 7 giorni. Sfrutta il fatto che sei all'inizio perché se entri nel vortice dei farmaci sostitutivi diventerà molto molto molto più complicato smettere, Ti consiglio vivamente di farti affiancare dalla o dal psicologo o psichiatra del Sert, o privato, dipende Com'è la tua situazione. Avrei voluto fermarmi lì anch'io prendi la palla al balzo. Buona fortuna

Ciao,

Ciao,

Ti consiglio di rivolgerti al SerT e seguire le loro indicazioni. E' l'unico modo per uscirne davvero, le disintossicazioni casalinghe e fai da te portano praticamente sempre ad una ricaduta.

Il tempo che ci vorrà dipende da come risponderai alla cura, se riuscirai a non usarwe più alcuna droga vedrai che durerà poco, visto che è da poco che utilizzi.

Un saluto

Questo é vero, ma fino a un

Questo é vero, ma fino a un certo punto. Se le persone dipendenti fossero perfettamente in grado di discriminare fra i due poli, verosimilmente non esisterebbe il problema. Invece la dipendenza implica essere molro condizionabili e "oscillanti".

Fidati che la maggior parte

Fidati che la maggior parte delle persone che vanno al SerT, ci vanno unicamente perché non hanno più la possibilità di avere la quantità di eroina giornaliera necessaria, e cerca un modo per continuare a drogarsi senza avere astinenza quando mancano le risorse. 

Chi vuole veramente smettere potrà avere delle ricadute, ma verrà aiutato a superarle e riuscirà, chi prima chi poi, ad uscirne. 

Chi rimane a vita al SerT è unicamente perché non vuole smettere.

Questo naturalmente per quel che riguarda la dipendenza da oppiacei, per altre dipendenze funziona diversamente.

Sono perfettamente d accordo.

Sono perfettamente d accordo. per chi vuole uscirne il sert è un aiuto fondamentale: ci sono poi sert/operatori migliori e peggiori, ma quello che conta sempre è la volontà del singolo di farsi aiutare ad uscirne piuttosto che appoggiarsi li a vita.

le terapie possono essere tutt altro che perfette. resto dell idea che anche i pazienti debbano vigilare sul fatto che le terapie che gli vengono proposte non siano date con troppa leggerezza, per evitare di cadere dalla padella nella brace: non si puo pero partire sempre dal presupposto che lo scopo sia creare schiavi a vita. dando la giusta fiducia ai medici, pur mantenendo la capacità di pensare con il proprio cervello, credo che restare invischiati a vita nei sert sia imputabile solo ai pazienti stessi.

Stupefatto

Ciao Stupefatto!

Ciao Stupefatto!

Come hai detto giustamente tu, perché la cura funzioni bene, il paziente deve fidarsi del medico, e dall'altra parte il medico deve essere attento e prestare attenzione alle esigenze ed ai dubbi del paziente. Purtroppo non tutti i SerT hanno personale all'altezza del ruolo che ricopre, ma questo purtroppo capita in tutti settori del pubblico, non solo nella sanità, aihmè.

I dosaggi bassi nella fase iniziale non servono a nulla, occorre che il paziente si stabilizzi e non abbia craving, per poi, piano piano e coi dovuti tempi, scalare e togliere tutto. Aver paura di infognarsi col metadone, per uno che già è infognato con l'eroina, fa ridere, se ci pensi.

Ciau

Ciao TPM,

Ciao TPM,

eh no infatti i dosaggi devono essere adeguati, altrimenti si finisce nel circolo del "prendo 30 di metadone che mi toglie ogni scoppia e intanto uso tutti i giorni". certo è un controsenso rimanere sotto alla roba per paura di restare sotto al metadone, ma alla fine credo che per molti sia una scusa +o- inconscia per continuare ad usare.

Saluti. stupefatto

Esattamente. Il primo

Esattamente. Il primo problema per ognuno è l'autoinganno, magari si vuole davvero smettere, ma si inizia a dire proviamo cosi, magari riesco facendo cosà, ecc ecc. Ma la verità è che se si vuole uscirne veramente, si deve andare al SerT e seguire alla lettera quello che dicono i medici. Poi se si nota una scarsa attenzione da parte del servizio, ci si può lamentare, ma non certo perché vogliono dare dosaggi alti. 

Tu come stai?

 

Non è sempre detto,io sono 30

Non è sempre detto,io sono 30 anni che vado al sert smesso da 30 anni con eroina .Metadone per 10 anni ed adesso 20 anni di buprenorfina,famiglia ,3 figli azienda ed un ottima posizione ,nessuno tranne mia moglie sa che vado al sert ,prendo 1 mg da moltissimi anni ,se provo a smettere mi viene la depressione e non riesco più a lavorare ,i danno collaterali sono stati sino ad adesso praticamente zero,ho decedo di prenderlo a vita ,un po' come un diabetico usa l'insulina .il danno maggiore e ' il pregiudizio ..

Quando cominci ad avere

Quando cominci ad avere problemi di vene non riesci a prenderti hai problemi di trombi inizia a domandarti che cazzo c'è di bello in sta merda di droga che ci sta uccidendo tutti mi sono drogato per vent'anni e ho 37anni e sono distrutto Basta ragazzi il vero sballo è essere sani puliti senza dover fare la marchetta quotidiana dal moamed o dal Mimmo di turno per farci un buco di che? Di merda brucia la robba brown perché va fumata e non iniettata  la tailandese la gialla è fentanyl la coca per quanto sia buona che nella fiala quando la sciogli è limpida c'è benzina acido insomma ci stanno ammazzando gli diamo i nostri soldi e gli diciamo anche grazie  Svegliammoci

Toh, guarda chi si vede: i

Toh, guarda chi si vede: i tossici in modalità dottore o "eco del dottore". Pochi riescono a uscire dal pantano dei farmaci. Una gabbia meno lurida e pericolosa di quella criminale, almeno questo sì. Buona fortuna.

Nulla è il classico commento

Nulla è il classico commento inutile da sfigato che pensa di aver detto una cosa figa quando in realtà ha solo sparato una cavolata inutile. In realtà per quanto mi riguarda i consigli che mi hanno dato in passato quelli che lui definisce "dottori" sono stati utilissimi x la mia ripresa, molto più dei commenti stupidi pseudofilosofici di altri utenti. Se non li avessi ascoltati ora sarei ancora qui a distruggermi tra una disintossicazione e l'altra continuando a blaterare che i farmaci sostitutivi sono il male assoluto.. Se uno vuole può tranquillamente fare un percorso al serd e venirne fuori, chi rimane ingabbiato per anni è solo perché si è adagiato assumendo dosaggi alti o continuando a farsi. 

Naa, è il solito minorato

Naa, è il solito minorato mentale che crede sia da intellettuali andar ad insultare i "tossici" qui sul forum, e dire la solita scemenza sulla terapia di mantenimento. Come se a qualcuno importasse.

Poi nel mondo reale prende bacchettate sulle gengive dalla vita, ogni volta che prova a far qualcosa.

Non val manco la pena considerarlo.

 

Ma infatti poverino, da

Ma infatti poverino, da quando l'hanno buttato fuori dalla bocciofila non sa come passare i pomeriggi. Me lo immagino seduto al parco da solo mentre con una mano da da mangiare ai piccioni e con l'altra scrive sui vari forum in modalità prete/moralizzatore. Almeno qui può sfogarsi e per un attimo sentirsi migliore degli altri, lasciamolo scrivere povera stella

il gioco delle bocce ha

il gioco delle bocce ha antica tradizione e potrebbe costituire un ottimo complemento per attività di recupero di tipo psico-sociale:

https://www.federbocce.it/la-federazione/storia.html

Parallelamente la cura dei piccioni potrebbe rivelarsi utile spunto ergoterapico, per una fase di consolidamento emotivo, in alternativa agli scombussolamenti farmacologici o post.

https://lavoce.hr/reportage/allevare-piccioni-e-una-questione-di-cuore-e...

mi macavano davvero queste

mi macavano davvero queste "discussioni", un po di caciara a me piace sempre. 

dico una cosa seria: gli insulti ricevuti in questi modi patetici per essere un TD, purtroppo non mi fanno solo ridere e li trovo patetici, ma mi portano sempre piu a pensare che alla fine meglio drogarsi che finire cosi...poi giustamente ci penso e dico: va beh, non è che guradare al peggio del peggio vada bene per giustificare il proprio schifio, la cosa giusta è non drogarsi senza poi cadere in qualche setta o qualche mallattia psichiatrica piu i meno definita, però almeno mi tiro su di morale un po che mi dico "va beh mi drogo, pero di gente che non di droga che sta davvero male ce nè parecchia!".

Stupefatto

Dai su, non rosicare troppo,

Dai su, non rosicare troppo, Stupefatto. Ci sono molte menti malate in giro, poveracci, ma non è il caso di farsene un cruccio. Anche perchè non è che, da parte loro, i drogati facciano molto per rendersi simpatici. Comunque questa dei pennuti e delle bocce sembra da ridere, piuttosto che offensiva. Si legge di eccessi e divieti anche a proposito del gioco delle bocce. Una ludopatia specifica, si direbbe.

"... La grande diffusione del gioco creò problemi di ordine pubblico e diede fastidio ai potenti. Le cause erano il lavoro trascurato, le scommesse e, a volte, le furibonde liti che scoppiavano durante accese partite. Scattarono così i primi divieti che limitarono fortemente il gioco per lunghi secoli. Dissero no alle bocce il francese Carlo IV il Bello (editto del 1319), Edoardo III d'Inghilterra (1339), Carlo V il Saggio (1369 in Francia) e i re inglesi Riccardo II (1388), Enrico IV (1401) ed Enrico VIII (1511) ..."

Sembra proprio la storia della droga e del proibizionismo.

Magari io mi fossi fermato

Magari io mi fossi fermato così presto! Ti consiglio di andare al sert e farti aiutare, ma rimani viglie su quello che fanno, se ti sembra che ti diano farmaci con troppa leggerezza, non mollare, parlane con loro. Non arrivare a 37 anni distrutto dagli oppiacei e dalla cocaina, fermati sei in tempo!!!!!!

Ciao

Ciao

in realtà esiste anche un integratore alimentare che può darti una mano sostanziale a disintossicarti.

Ma occorre perseveranza e tenacia altrimenti non ce la farai.

Ahahahah!!! Ci mancava l

Ahahahah!!! Ci mancava l'integratore dei miracoli! Già i social si sono riempiti di guru che hanno trovato il metodo per stare lontano dalla droga e lo vogliono vendere agli altri, ci mancava solo il venditore di pozioni. Ma non c'è un modo per segnalare direttamente alla redazione queste baggianate?

20 anni di stagnole, da 2

20 anni di stagnole, da 2 senza. Ho smesso senza sostitutivi e l.ultima e definitiva è stata più che altro una rota da Metadone che prendevo al mercato nero (pessimo errore l automedicazione). Dopo 7 giorni di astinenza vado al Sert ma arrivato a quel punto nn ho voluto nulla, solo farmi seguire psicologicamente. È una cosa lunga ma nulla in confronto alla vita... io mi aggrappavo ai miglioramenti, che ci sono, ma il click l ho avuto quando ho cominciato a chiedermi ma soprattutto ad ascoltarmi cosa mi sarebbe piaciuto fare! Cosa MI Piace fare? Cosa mi faceva stare bene prima di tutta questa merda? Anche la più inutile stronzata che per me potrebbe nn avere senso è importante se lo ha per te... cercala... vai indietro con la mente, se serve fino a quando eri un bambino, i bambini si entusiasmano tutti. Ricerca quando provavi quell entusiasmo. Dobbiamo sempre occuparci del lavoro della famiglia alla società e spesso perdiamo di vista che per primi dobbiamo occuparci di noi stessi. La vita è la tua occupatene come ti pare. Se ti da soddisfazione tirare freccette spuntate su un muro nel tuo tempo libero...fallo! Butta la vita facendo quello che ti piace nn buttare via la vita con questa merda.

Aggiungi un nuovo commento