Back to top

la coca mi ha rubato tutto

Ho solo bisogno di sfogarmi. Sono incazzata con me stessa, perché nonostante la vita mi abbia più volte servito su un piatto d'argento le occasioni per riprendermi e migliorarmi io non mi sono mai impegnata abbastanza. Credevo fosse più facile, non avevo ancora del tutto capito quanto stessi scherzando col fuoco e quanto pericolosa fosse la cocaina. Adesso non so più chi sono e non ho più punti di riferimento. Ho deluso tutti, la mia famiglia e il mio ragazzo. Mi sento persa e ora mi sembra tutto difficile. Ho paura di tutto, di ricascarci ed esaurirmi completamente. La cocaina mi ha cambiata, non riesco più a guardarmi nello specchio perché non mi riconosco. Avrei mille cose da fare ma l'unico interesse, fino a prima che la mia condotta fosse scoperta di nuovo, era inventare bugie per farmi. 

Ero contenta, quindi mi facevo, felice per una buona notizia e quindi mi facevo, triste e quindi mi facevo ancora. 

Uno dei motivi che mi ha fatto perdere di nuovo il controllo è l'amore. Mi sento disperata senza il mio ragazzo, era la mia guida. E adesso l'ho deluso e lui non sa più cosa fare con me. 

Mi vergogno di tutto quello che ho fatto e vorrei non uscire mai più di casa. Sono attualmente due giorni che non tocco niente e non so più da dove iniziare a riprendermi. Sono stanchissima e ho uno smodato bisogno di dormire. Sto buttando all'aria i sacrifici di una vita: studio, soldi, relazioni. Ho paura di non farcela da sola, non so più da dove attingere le forze. Dopo il primo tentativo di allontanarmi dalla cocaina stavo decisamente meglio, ero più sicura di me e mi fidavo nelle mie capacità. Poi non so cosa sia successo. Avevo bisogno del mio ragazzo e lui non c'era. Ho scelto la coca che mi ha messa in un loop infinito di paranoie.

Mia madre credeva che bastasse allontanarmi da casa per poco più di un mese per riprendermi. Non voglio giustificarmi, ma una dipendenza non si risolve nascondendo la polvere sotto il tappeto. 

Non voglio mollare, ma mi sembra tutto troppo difficile

Commenti

Ciao sono la moglie di un

Ciao sono la moglie di un uomo perso come te. Dico perso perché penso che da qualche parte lui ci sia, quel LUI che ha gli occhi più belli del mondo è su cui ho scommesso tutto. Troppe scuse, troppe bugie, troppi alibi e ora? Ora c'è il rimpianto di chi come me si sente scemo e tuo o suo, fa lo stesso di chi poteva fare meglio ma che alla fine ha fatto peggio che poteva. Non lo voglio vedere perché so che non so tutta la verità tranne quella che sono riuscita a carpire tra le crepe, da azzerato il conto di sua madre, ha derubato me e lei dei gioielli più cari vendendoli per una dose. Ora voi vi sentite distrutti, giudicati? Ti spiego una cosa, se chi come te ducesse la verità sarebbe compreso, magari non fino in fondo ma sarebbe aiutato. L'ho dovuto cacciare fuori perché avevo paura, perché i troppi litigi alla fine fanno male e ad un certo punto ha preso un coltello e mi ha minacciata. L'ho fatto tornare a casa quando dopo tre giorni l'ho trovato che perdeva le urine e il sangue dal naso, ma avevo paura, troppa paura quando una sera ho sentito un ticchettio in cucina e di soppiatto sono entrata e ho trovato una striscia bianca sotto la narice. Ho paura ancora di più perché non so quello che ancora non so. E so che c'è altro. Se mi chiamasse e mi dicesse che mi dice tutto, ma proprio tutto lo schifo dove è arrivato forse non avrei più paura è lo aiuterei, ma lui non lo fa e quindi ho paura che in realtà la persona che amavo non esistesse neanche. Vai da lui, se lo ami, digli tutto. 

Ciao,

Ciao,

l'unica cosa che puoi e che devi fare adesso è chiedere aiuto a dei professionisti, per uscire da questo tunnel e riprenderti la tua vita.

Vai al SerD, e inizia un percorso di cura. Non sarà facile, nessuno ti regalerà niente, dovrai metterci tutta te stessa e anche più per uscirne.

Però, se posso darti un consiglio da chi ci è passato ( o forse meglio, ci sta ancora passando), non farlo per "lui", non farlo per nessun altro, fallo unicamente per te stessa. Le persone deludono, oggi ci sono e domani potrebbero non esserci più, tu invece rimani sempre lì con te, e se lo fai per te stessa, sei sicura che lo farai per l'unica persona al mondo che non ti abbandonerà mai. Tutto il resto và e viene, gli amori finiscono e poi rinascono, ma tu sei la costante perché tutto ciò avvenga, perché la tua vita abbia lo sviluppo che merita.

Un saluto

Ma perché proprio tu che hai

Ma perché proprio tu che hai sempre negato prima di avere dei problemi, poi che i tradizionali metodi di cura funzionassero con te, non fai altro che commentare la stessa frase e/o concetto all'infinito ormai? Sembrano messaggi automatizzati, dove sono finite tutte le tue sfumature di colori? Eri un arcobaleno, ora sembra che vai avanti sempre con la stessa tonalità di grigio. Non che tu non debba commentare ciò che vuoi, ma una volta eri bravo a distinguere che metodi comunicativi usare con chi. Ora davvero ti leggo monotono. Spero tu sia più felice di un tempo, che io stia scambiando monotonia per equilibrio. Me lo auguro, davvero. Buona giornata a tutti. 

Aggiungi un nuovo commento