Back to top

ADOLESCENZA E DROGHE

Voto 
+
-1
-

Salve, sono una ragazza di 17 anni e vorrei raccontare la mia esperienza. Da ormai 2 anni consumo quotidianamente cannabis, ho avuto diversi problemi a riguardo nell'ambito sociale, scolastico, familiare e introspettivo ma non ho mai dato la colpa alla cannabis infatti non ho mai smesso. Sono andata da molti psicologi per risolvere la mia vita e ora come ora non credo di avere un problema con la cannabis perchè ho imparato a gestirla, ad utilizzarla quando non ho altro di importante da fare e solo in specifici casi. Però ammetto che da quando sono entrata in questo mondo sottovaluto ogni tipo di droga, infatti la prima volta che mi sono trovata davanti degli amici che tiravano coca (febbraio di quest'anno), ho tirato anch'io. Così anche per l'MD. Ho iniziato gradualmente ad assumere anche queste due droghe ma solo in occasioni di festa e sempre fuori dalla mia città.

Durante l'estate per fortuna non avevo accanto persone che mi portavano a fare queste cose, dunque mi sono limitata al consumo di alcool e cannabis, ma purtroppo in una vacanza a fine agosto ho riprovato l'MD e la coca, stavolta trovandomi da sola sia per reperirla sia per consumarla. Eppure sono state esperienze che, nonostante non ricordo lucidamente, mi trasmettono ancora sensazioni positive se le ripenso, sopratutto perchè in quelle situazioni ho associato anche la musica techno che oramai adoro. Dopo essere tornata nella mia città, ho cercato di non assumere droghe pesanti ma anche qui ho trovato la compagnia che mi porta a farlo. Dunque anche qui ho iniziato a reperire cocaina, che ormai ho assunto più di 10 volte, MD che ormai ho assunto in tutti i modi possibili e ho provato anche la ketamina che però ho sempre disprezzato, infatti si è trattato solo di un utilizzo. 

Siccome quest'anno mi diplomerò e siccome sto facendo diverse scelte nella mia vita che richiedono una certa serietà da parte mia, vorrei non lasciarmi più trasportare dagli amici e dai vantaggi provvisori che la droga ti fa credere di avere. Non vorrei arrivare alla decisione drastica di non frequentare più queste persone, piuttosto aspiro ad un maggiore controllo personale della mia salute indipendente dai fattori esterni. Come fare ad acquistare questa consapevolezza? E soprattutto come fare a mantenere il pensiero "da lucida sono meglio" che subentra troppe poche volte? Basta un momento "down" o una presa a male per farmi prendere brutte decisioni e buttare la mia vita all'aria, non voglio più essere così fragile.

Commenti

Gioia scusa se mi permetto ma

Gioia scusa se mi permetto ma per 10 volte che pippi cocaina dovresti stare shalla. Non hai nessuna dipendenza. Un conto è se avessi ormai iniziato una dipendenza li si che ti potresti porre queste domande, ma a quanto ho capito non ti fai tutti i giorni e risulta anche abbastanza difficile reperirla da sola, tant e che usi solo con gli amici. Io ti direi di ridurre le strisce di coca, non di non fartela ma diminuire un po', magari che so bevi un po' più d'alcol. Però se non senti di avere controllo allora potesti soffermarti un po' più su te stessa, vederli magari solo nel weekend se proprio ci tieni a vedere i tuoi amici. Fare una scelta drastica non è mai facile. Fammi sapere, baci 

Ciao,

Ciao,

le persone che frequenti nella vita sono molto più importanti di quanto tu creda.

Se continui a frequentare gente che utilizza droga, continuerai ad usarla anche tu.

Scegliti una compagnia sana, e vedrai che i tuoi "problemi" con la droga svaniranno.

Ciao, scusami se mi permetto

Ciao, scusami se mi permetto di darti del tu in quanto potresti essere mia figlia. Ti scrivo per dirti di lasciar perdere le droghe e tutto quello che ti porta a pensarle e quindi usarle. Una delle caratteristiche più infami delle droghe, almeno di quelle pesanti, è di far abbassare la soglia di "pericolo" e dannosità ad ogni utilizzo. Se non l'hai mai fatto, il tuo cervello ti dirà di starne lontano. Dopo che l'hai provata alla prossima occasione il tuo cervello di dirà :"effettivamente è un veleno, fa male, etc però una volta all'anno non fa nulla!" e lo farai. Insomma, man mano i tempi tra un' assunzione e l'altra si accorciano e la mente si racconta sempre più cazzate per motivare l'assunzione. Te lo dice uno di 50anni infognato tutt'ora con le droghe è che ha avuto tanti danni. Scansata solo la galera ma per pura fortuna. Adesso so che da quei pseudoamici mi sarei dovuto allontanare. Reputeresti un amico una persona che ti invita a bere del veleno?

Ti auguro di fare le giuste scelte