Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 52714 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.
Mostra: tutti i tipi | articoli | esperienze | siti segnalati | immagini | videoOrdina per: data | punteggio

Tabacco è il termine con cui si fa riferimento ad un genere di piante a foglia corta appartenente alla famiglia delle Solanacee originarie del continente americano. Tuttavia il nome tabacco viene comunemente utilizzato riferendosi alle foglie raccolte ed essiccate di queste piante, con lo scopo di fumarle.

Il 12 ottobre 1492 Cristoforo Colombo approda sulla spiaggia di San Salvador. Gli indigeni gli offrono frutti, lance di legno e foglie di tabacco.

Nel 1518 Juan de Grijalva osserva l'usanza di fumare sigari da parte dei nativi dello Yucatan. Il primo testo che menziona il tabacco è la "Historia general y natural de las Indias," di Gonzalo Fernandez de Oviedo y Valdes. Nel 1556 Andre Thevet porta per la prima volta il tabacco in Francia dal Brasile. Nel 1559 viene coniato il termine "nicotina," per definire il tabacco stesso, in onore di Jean Nicot,...

I consumi di tabacco in Italia hanno conosciuto un inarrestabile incremento nel periodo che va dal 1900 al 1985 quando, per la prima volta, si è verificata una significativa riduzione delle vendite: il consumo pro capite annuale è passato da 1,82 Kg/persona nel 1985  a 1,62 nel 1990*.

I fumatori oggi sono il 26,2% della popolazione adulta, e si tratta del minimo storico da oltre mezzo secolo. In 5 anni, dal 2002 al 2006, i fumatori sono 2,5 milioni in meno. Di contro decresce l’età con cui si viene a contatto con questa sostanza e circa il 20% ha...

Novità tabacco, Esperienza

Depersonalizzazione

Salve ho 17 anni e fumo hashish o marijuana da quando ne ho 14 praticamente ogni giorno ma nonostante ciò sono sempre stato un ragazzo intelligente , pieno di curiosità , di voglia di cambiare il mondo che mi circonda in qualsiasi modo mi sia possibile ; amo anche scrivere poesie ed ascoltare della buona musica che magari sappia trasmettermi delle emozioni poichè da tempo immemore vivo la mia vita a tratti , spesso seguendo quasi una seconda personalità che solo ora accetto o impulsi sessuali che nemmeno percepisco . Sono veramente stufo di vivere come fossi un'automa , di riconoscere i miei errori senza poterli cambiare anche se ciò dipende da me . Proprio per questo ho grandi problemi anche con i miei genitori e i coetanei , mi sento in colpa per non essere abbastanza empatico o risultare addirittura cattivo dimostrando freddezza assoluta in situazioni delicate . Mi piacerebbe confrontarmi o ricevere consigli pee uscire da questa merda . Grazie

Considerazioni "astinenza" da marijuana e nicotina...

Buonasera a tutti lettori!
Vi vorrei raccontare la mia esperienza:
Ho 23 anni e fumo sigarette e "canne" (hashish e erba da strada di qualità medio-bassa) da circa 8 anni, con una cadenza di 2/3 canne al giorno, spesso in compagnia ... Durante la mia esistenza sono sempre stato un ragazzo normale che non pensava troppo alle conseguenze, dunque mi sono sempre abbandonato a vizi smodati... Propio 1 mese fa ho smesso di fumare sigarette, e 10 giorni fa ho fatto l'ultima canna... Ho deciso di smettere come prova di forza con me stesso, e punto numero due perché è un periodo particolare con l'università, dato che vorrei finire in tempo... Da quando ho smesso di fumare sto vivendo la realtà "diversamente", nel senso che alterno momenti in cui sono supersocial a momenti in cui mi viene da piangere senza un apparente motivo... Mi sento molto teso per gli esami che dovrò affrontare, per la scelta di una magistrale, per conciliare lavoro e studio, per una relazione "segreta", che non può essere svolta sotto gli occhi dei miei amici... Dunque in certi momenti mi sento davvero boh... Non sento l'esigenza di fumare, o per lo meno in modo psicotico... Per sento l'esigenza di fumare poiché riconosco che non fumando la mente viaggia, e mi fa stare giù in certi momenti... Che avrei potuto colmare fumando...
Volevo sapere dunque le vostre esperienze, come ne siete usciti, anche perché io non l'ho mai considerata come una droga... Però se il non fumare mi porta allo stremo, forse 1 canna ogni tanto non farebbe male.... Ah dimenticavo, praticamente ho smesso di colpo... Grazie a tutti per l'attenzione, proprio questo è uno di quei momenti un po' così...

Bella vita di merda

Salve a tutti, scommetto che avrete già letto una storia simile a questa, ma io vorrei chiedere consigli se li avete, se non li avete va bene lo stesso, scialli. Inizio col dire che a 16 anni ho iniziato a farmi di spinelli, e mi piaceva troppo, sono arrivato a fumarne 10 al giorno,tipo mi alzavo alle 2 di mattina per fumare . Lo facevo perché finalmente stavo in gruppo, avevo amici (si adesso voi penserete che fumavo per farmi vedere, anche questo è vero), ma sono stato bullizzato da sempre praticamente, mia madre mi pestava giorno e notte, e allora mi sono arreso alla droga. Poi mi sono fatto di md, ed è stata la mia disfatta, anche se devo dire che sono state le mie 5 ore più belle della mia vita. Avevo paranoie a non finire, ansia, paura delle altre persone, dormire era impossibile, voci, eccetera. Ma io non la smettevo di drogarmi an he se stavo male, tipo bere e fumarmi spinelli mi mettevano ancora più ansia, crisi mentale, tutto disconnesso. Ero entrato in un tunnel pazzesco, e per non finire mi sono fatto di cocaina, ma sono stato malissimo allora non mi sono fatto più di cocaina. Ma continuavo con i spinelli e a bere. Un giorno mi sono talmente disfatto che stavo per morire, non vi racconto cosa è successo perche fa veramente schifo.Ho anche iniziato a tagliarmi e mi piaceva un casino. Poi ho conosciuto una ragazza che mi ha fatto uscire dal giro, e devo ringraziare mio fratello perché era una sua amica, non riusciva a vedermi in quello stato. Allora ho conosciuto uno psichiatra che mi finalmente mi ha fatto uscire dal tunnel, dandomi olanzapina teva 10mg 2 al giorno, e ho iniziato a stare meglio, anzi di meglio. Poi ho trovato lavoro lontano da casa, e sono stato bene, ho lavorato per una stagione come cameriere, ho guadagnato bene e poi sono tornato a casa, e mi sentivo più o meno come una volta,senza pensieri, senza paranoie, voci. Ma la nostalgia mi ha fatto ritornare dal mio vecchio amico e mi sono rifatto di spinelli, un'altro errore. E adesso che ho 20 anni, sono con le paranoie, voci, paura di tutto. Ho smesso di incontrare gente drogata, non mi drogo da un anno ma sono senza emozioni, ogni pillola che mi danno non fanno effetto forse perche per 3 volte ho cercato di suicidarmi con le pillole. Vorrei andare in comunità ma i miei non hanno abbastanza soldi per mandarmi, vorrei andarci perché sono diventato agorofobico e ovviamente per stare meglio. Proprio adesso sono fuori di casa e penso che dormirò fuori perché non riesco a stare a casa. Cosa mi consigliate di fare?

Si non scrivo bene, sono sempre stata una frana in grammatica.

Mixangelocustode

Ciao,mi chiamo x e ho 17 anni.
Ultimamente sto avendo un percorso al sert per il motivo di aver abusato di sostanze stupefacenti diverse gli ultimi mesi.
Ho fatto uso di marijuana e fumo per circa un anno o poco più,e l'anno del 2018/19 è stato il disastro totale cambiando il corso di formazione da barman che non potevo più andare a meccanico ho ritrovato 4 ragazzi che fanno l'uso della cocaina e anche delle pastiche,in particolare uno che secondo lui non ha la dipendenza ma la realtà è diversa.
Ho provato con tanta ansia ma non paura la cocaina e mi sentivo diverso però sempre spento,ne volevo sempre di più e stavo andando fuori strada .
Sto in casa famiglia e le regole sono ben chiare e precise, ho rischiato di essere mandato in Trentino (montagna) perché l'ambiente dove sto e piuttosto pericolo per me .
Ho conosciuto i psicofarmaci (cipralex) in cui il massimo giornaliero che potresti fare e 20 mg (milligrammi).
Ho abusato per una settimana intera prima 10 poi molto velocemente 20 ad arrivare a 30 milligrammi al giorno .
Il mio mix è stato diciamo "pericolosissimo" per il motivo in cui potevo avere un attacco cardiaco.
Coca,erba+fumo,psicofarmaci,in più i antibiotici che facevo per motivi di salute .
Perciò con le difese umanitarie così base e con questo mix ho cominciato di avere le paranoie .
Circa 3/4 canne al giorno e 2 massimo 3 righe al giorno di cocaina .
Mi sono sentito il mondo addosso,e ho deciso di consultarmi con gli operatori della struttura ,mi hanno aiutato un sacco e ora sono 1 mese che sono chiuso in casa e 2 settimane per 1 volta a settimana al sert.
Soffro ogni giorno la sofferenza di stare chiuso in casa ma la protezione è l'unica carta che ho.
La salute è molto importante eppure non ci pensavo neanche .
Al sert la psichiatra mi raccontò che in 15 anni delle sua vita non ha mai sentito un mix del genere e che pensa di parlare con una persona che doveva essere morto.
Mi sto ripulendo del tutto grazie alle persone in torno a me e grazie alla mia forza di volontà .
Sto meglio però sempre triste perché pur avendomi offerte cose che fanno male sono pur sempre i miei amici .
Cercherò di farli smettere almeno quelle persone che ragionano e non sono in dipendenza totale ma sempre in tempo a farlo.
Ringrazio di nuovo il sert che mi ha ospitato e aiutato tantissimo e auguro a tutti di smettere perché la salute e la vita è una,ho capito che non devo essere il vizio di una droga oppure di una cosa che in realtà non ho bisogno
Buona giornata a tutti,e credetemi che è meglio essere lucidi,pregate tanto e usate tutte le vostre forze ❤️

Ottavo giorno senza sigarette/tabacco/fumo. A contatto con nicotina

Con piacere posso confermarvi che ho smesso di fumare sigarette e qualsiasi altro tabacco da 8 giorni. Ammetto, ogni tanto faccio qualche svapo di elettronica (senza nicotina e base neutra) ma non soffro più di tanto.Gli unici problemi che ho avuto duranti questi giorni (a parte qualche respirata di fumo passivo passandro in zone dove c'erano fumatori) sono stati:

- l'imbecille del negozio di siga elettroniche che mi ha dato da testare una sigaretta con liquido con nicotina 16 (due tiri brevi).- cercando di riempire la siga elettronica comprata a mio papa mi sono sporcato le mani e ho annusato per qualche minuto il liquido nicotinoso 4 (ed era terribilmente disgustoso).Io comunque non ho più alcuna intenzione di fumare ma vorrei sapere secondo voi se questi contatti con la nicotina mi hanno danneggiato il corpo e quindi è rientrata la dipendenza e tutte le sostanze tossiche o sono io che mi faccio troppe menate? Grazie

DENNY

Salve a tutti Raga  non vorrei passare per moralista o cosa..o 39 anni e voglio solo raccontare la mia esperienza ammesso che puo servire,,o iniziato a 12 a fumare canne per poi tutta la trafila premetto che sono Siciliano e negl anni 90 girava la migliore eroina non chimica come quella gira al nord che ti prendi una scimmia pazzesca in Sicilia erano i tempi della Bianca un tipo d eroina che appena la scioglievi era come la coca trasparente ,,un bel sballo vi ripeto o provato di tutto tra cui sono stato tossico per parte della mia gioventu mi sono fatto le pere per ben 22 anni ma oggi dopo vari collassamenti e salvato a pelo e dopo 2 programmi in Comunita sono qui a portar la mia esperienza e vi assicuro che ne o passate di tutti i colori dal Carcere alla strada anche in inverno ecc ecc con questo cosa voglio dirvi che nessuna di queste sostanze porta bene anche se oggi sento alcuni e vabe una cannetta che ti fa ...fa proprio questo che alcuni di voi parla attacchicardia paranoie ecc ecc per poi non andar oltre io mi accorgo su di me non posso star piu di qualche secondo concentrato su qualcosa non ricordo piu come prima e ne posso elencare questo e il risultato delle droghe in genere ammesso che rimangono come me ,,perche molti si sono giocati la bussola da noi si dice,,non esistono droghe che fanno piu male o meno male tutte una porcheria ,,,che poi la maria cioe l erba puo metterci piu tempo ok perche oggi e trattata anche quella sapete come con la morfina e poi essiccata e prnde pure meno volume tutto troppo chimico ,,poi fate voi la vita e vostra e proprio per questo godetevela io oggi sono sposato con famiglia o comprato casa o una bella moglie e un buon lavoro  tutto e possibile volonta e calma si ottiene tutto ,,io mi ero dato per spacciato eppur son qui auguroni a tutti...

Maledette canne

Salve a tutti, mi chiamo Nicola e vi scrivo per raccontarvi la mia storia (fortunatamente meno dolorosa di altre raccontate qui) e per ringraziarvi del vostro servizio, utilissimo per chi si trova a vivere in situazioni in cui nessuno (o quasi) ti può ascoltare senza dare giudizi. Ho cominciato a fumare sigarette a 13 anni, poi mi sono dato alle canne a 14 e da quel momento ho continuato quasi ininterrottamente per circa 10 anni. Ogni sera dovevo avere le mie canne poi sono arrivato al punto di non poter più aspettare sera e ho cominciato a fumarle in pausa pranzo e nei weekend anche al mattino. Per procurarmi il fumo o l'erba facevo di tutto, figuratevi che un giorno ho fatto più di 150 km in macchina per andare a cercare qualche canna perchè non fumavo da due giorni (ero in ferie)..durante questi anni sono stato fermato dalla polizia, sono stato schedato, mi sono ritrovato in situazioni molto brutte e spiacevoli, ho speso un sacco di soldi e tutto questo solo e solamente per fumare. Ero riuscito anche a smettere per un paio d'anni ma poi stupidamente ho ricominciato e peggio di prima, fumavo la mattina il pomeriggio e la sera, anche 10 canne al giorno più 7-8 sigarette...era insostenibile..così ho cominciato ad informarmi (non volevo ricaderci dopo poco) su come smettere, e ho trovato questo splendido sito pieno zeppo di storie come la mia...ne ho lette tante,tantissime,mi sono fatto coraggio, non volevo smettere con le canne per poi prendere qualche altra sostanza (tipo anti depressivi) e ho deciso..ho scelto un giorno, ho fumato l'ultima canna e poi ho smesso di colpo...i primi giorni sono stati difficili, le prime settimane ancora di più, avevo l'umore di una donna con le sue cose per 24 ore al giorno...era davvero meglio evitarmi...ma alla fine ci sono riuscito, non mi mancano assolutamente le canne e domenica saranno 6 mesi che non ne tocco una!! e nemmeno una sigaretta!! sono davveri felice, mi sento una persona nuova e il mio cervello ha ripreso a funzionare molto meglio di prima, mi sento più attivo e molto più sveglio...e tutto questo anche per merito vostro... dunque un GRAZIE infinito a tutti voi e continuate a scrivere le vostre storie in modo che anche altre persone possano capire che smettere con la droga (qualunque essa sia) è la cosa giusta da fare.

la mia esperienza nel mondo delle droghe

.

Io sono Firenze

Tutto era già organizzato. Io dovevo passare a prendere Roberto, Francesco sarebbe venuto da sè in Tramvia. Era Giovedì e domani solo io non lavoravo. Festeggiavamo la vita perchè tutto il resto era gà stato festeggiato. Forse credevamo che festeggiando le cose sarebbero andate da  sè. Se sei il festeggiato hai tutti i suoi diritti e così non hai bisogno di farti tanti prblemi su ciò che ti è concesso fare o no. Arrivammo al circolino vicino a via Benci. Il centro della movida fiorentina. Tanti vestitini americani passano sotto i tuoi occhi, e al massimo gli appoggiavi il cazzo al twice da briaco 2 ore dopo.  Negroni a 3 euro, poter sfiammare i ciccini da seduto e fare anche qualche canna. Ricordo che a volte capitava tutto per caso. Se entravamo e c'eravamo solo noi. Il locale era nostro. Un po come nel west che il primo che arrivava ad un lotto ne diventatava auomaticamente il proprietario. Quello era il nostro lotto e pagavamo in cellule celebrali consumate in quel lì. 

 

approfondimento tabacco da rollare senza additivi

Fumo anch'io tabacco senza additivi, e precisamente il pueblo. Non sto qua a far una questione di gusti, anche perhcè gli altri tabacchi senza additivi sono pressochè simili. Ho visto che si è parlato molto di questo argomento, e volevo dire qualcosa in più.

Da tanere in considerazione che il "tabacco naturale senza additivi" è comunque trattato. Un po' di gente si lascia ingannare dal termine "naturale", ed è ovvio che prendono tabacco naturale, il marketing sa bene come valorizzare al meglio il prodotto. Questo trattamento credo sia praticamente d'obbligo infatti, non so se alcuni di voi hanno provato a fumare tabacco preso dalla pianta e lasciato seccare cosi' com'è: è fortissimo, ti lascia qualcosa di unto in bocca. Infumabile.

Dopo questa precisazione è bene parlarvi della mia esperienza con questo tabacco, paragonando alla situazione precedente che fumavo sigarette, 10- 15 circa al giorno. (ogni tanto cambiavo marca)

Ormai è un anno circa che fumo tabacco, e ci sono un paio di cose credo importanti da discutere e da dire:

- la prima è la di come sentivo il mio fisico rispetto a prima. Fumando sigarette, il mio fisico ne risentiva, soprattutto quando fumavo più del solito, tornavo a casa e sentivo il cuore un po' accellerato, il fisico un po' affaticato. Dal tabacco senza additivi non ho avuto problemi di questo tipo. Anche nelle serate di festa, bevendo varie birre e fumando varie sigarette, ho proprio sentito una differenza NOTEVOLE da sigarette a tabacco.

-l'altro punto, sempre dalla percezione del mio corpo, è la differenza di bisogno di sigaretta. Con li tabacco senza additivi il bisogno sia meno. Il perchè credo che sia per la quantità di sostanza inserite nella sigaretta che partecipano alla richiesta di bisogno. Credo che non sia solo la nicotina a dare dipendenza, ma anche altre sostanze. Infatti, ai fumatori di sigaretta, trovano insoddisfacente il tabacco senza additivi, e questo perchè la richiesta di sostanze sia maggiore. E difatti di  nicotina c'è nè forse di più che nelle sigarette. ( questo è successo anche a me i primi tempi, di sentire insoddisfazione)

Credo sia tutto. Mi piacerebbe sapere se anche voi avete trovato queste differenze. Ho provato poco gli altri tabacchi classici, perchè li sento pesanti come le sigarette. Sarebbe poi da capire bene quali cartine siano tra le migliori, che tipo e quale marca. ( non sto parlando di gusto ma di qualità) Vi ringrazio per l'attenzione

fumo di sigaretta

Ciao a tutti da questa sera ho deciso di smettere di fumare le sigarette, ho un passato di fumatore di cannabis, ma da circa tre anni sono schiavo delle sigarette, pensate che spesso compro un pacchetto da dieci e l'accendino e sistematicamente dopo la 6 o 7 sigaretta getto entrambi, per poi ricadere il giorno dopo nel riacquistarli entrambi che stupido. Il mio timore è che le sigarette che non fumerò più renderanno alcuni momenti meno speciali....mah vedremo.Vorrei intraprendere questo percorso da questa sera insieme a qualcuno di voi che come me lo a deciso o lo deciderà vi ringrazio per gli eventuali consigli che mi darete o semplicemente se vorrete raccontarmi le vostre storie un saluto da mattia uno stupido che ha iniziato a fumare a 35 anni ciao ciao

Condividi contenuti