Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 52741 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Novità tutte le sostanze, Articolo

Contenuto Redazionale INDiCI: Intervento per Nuove generazioni Digitali Consapevoli e Informate

 
É on line INDiCI: Intervento per Nuove generazioni Digitali Consapevoli e Informate un progetto rivolto a giovanissimi che si propone di fornire informazioni utili per un uso non rischioso del web e dei social network soprattutto riguardo al panorama dei nuovi stili di consumo di sostanze psicoattive.  Nel sito troverai, un questionario realizzato a cura del CNR che esplora i comportamenti comuni e i rischi nell’utilizzo del web e dei social net incluse le parti meno conosciute come il Deep Web e il Dark net. Il questionario che ti invitiamo a compilare garantisce l’anonimato in modo completo e sicuro.

Troverai a seguire una sezione dedicata ai programmi di self management, più utili per realizzare un automonitoraggio dei consumi e ottenere aiuto attraverso strumenti speciali. Alcuni di questi programmi frutto di un’accurata selezione, non sono in italiano, riteniamo però che costituiscano strumenti utilizzabili dalla maggioranza degli utenti interessati.  Una piccola presentazione ti guiderà al loro uso.

La sezione NEWS ospiterà una selezione di notizie interessanti su questi temi a cura della redazione, mentre invece una parte specifica sulle informazioni relative ai rischi specifici di sostanze di nuova e vecchia generazione, integrerà gli strumenti che ti offriamo per la consultazione. Nella parte dedicata al contatto diretto con lo staff di operatori che il progetto mette a disposizione sarà possibile portare le tue esperienze specifiche, e anche pubblicarle se vuoi ma soprattutto potrai inviare una domanda via mail e/o fissare una chat per parlare direttamente con una persona competente.  Il progetto è attivo in stretta collaborazione con SOSTANZE.INFO


 

 

Contenuto Redazionale Lo stigma del drogato uccide ancora

 

Claudio Cippitelli scrive sulla tragedia del giovane suicida di Colle Fiorito di Guidonia per la rubrica di Fuoriluogo per il manifesto del 13 marzo 2019.

 

di Claudio Cippitelli, Fuoriluogo - Colle Fiorito di Guidonia, Città metropolitana di Roma Capitale, 7 marzo: un 17enne, sgridato dai genitori per il possesso di un bilancino e un tritaerba , si suicida gettandosi dal quarto piano. La gran parte delle testate, online e stampate, aprono le cronache utilizzando termini da giornalino di Gian Burrasca: sgridare, ramanzina. La Repubblica: ”Sgridato per il fumo si uccide a 17 anni. Morire per una ramanzina. Morire d’adolescenza, giù dalla finestra dopo una sgridata inevitabile”. Davanti a tale tragedia, vale ripetere quanto scriveva Christian Raimo in merito ad un episodio analogo, avvenuto in provincia di Genova due anni fa: Non c’è mai nulla di intelligente da dire su una tragedia famigliare come quella di Lavagna”,  occorre allargare lo sguardo “a tutto ciò che sta fuori dalla famiglia (…) la società, la politica”. E quella di Guidonia  non è solo una tragedia familiare, ma anche una tragedia sociale e politica. Qualche giorno prima, il 4 marzo, un blitz dei Carabinieri nelle case popolari a due passi dall’abitazione del giovane suicida, aveva portato in carcere 15 persone per spaccio e identificato 105 assuntori segnalati al Prefetto. Il sito romatoday.it titola: “Colle Fiorito come Scampia, smantellata banda di pusher, 15 arresti”.  Evidentemente il vissuto del 17enne non era determinato solo da una ramanzina, ma anche dall’abitare in un quartiere definito come Scampia. Ecco la descrizione del luogo dal sito montecelio.net: Colle Fiorito che, come spesso accade per altre cittadine, diventa agli occhi delle istituzioni, e degli abitanti, un vero e proprio Paese Dormitorio, senza storia e passato e quindi senza alcuna speranza di miglioramento presente e futuro. Uno sguardo a Google Maps disvela questo eden a una trentina di km da Roma: Il Mc Donald’s c’è. Dove giocare d’azzardo pure, e poi poco altro. Una giovane amica che lo abita, descrive Colle fiorito come un quartiere che ai ragazzi appare triste, sentimento condiviso dalla  maggioranza dei giovani della sconfinata periferia romana a cavallo del Grande Raccordo Anulare. E allora, forse, abbiamo una chiave per comprendere come la “riduzione della domanda di droghe” non può esaurirsi nelle solite, esauste politiche repressive, oggi rilanciate ventilando pene tanto sproporzionate quanto del tutto inutili; se l’obiettivo è l’integrità fisica e psichica dei giovani, la politica di cui abbiamo urgenza non è la sicurezza urbana, ma le politiche urbane.

Una recente ricerca (Parsec/SerD ROMA 2) ha raggiunto 2.671 studenti della ASL ROMA 2 (territorio in gran parte periferico) e un campione di controllo selezionato tra gli iscritti nei licei del centro di Roma: i risultati evidenziano come il consumo di cannabis coinvolga in uguale misura ragazzi del centro e ragazzi periferici. Ma ci sono differenze significative:  il 21% degli studenti delle scuole della ASL ROMA 2 dichiara di avere amici che consumano cannabis “tutti i giorni o più volte al giorno”, a fronte del 13,1% di quelli delle scuole del Centro;  alla domanda “Tra i tuoi amici quanti consumano cannabis subito prima della scuola?” il 4.5% dei giovani periferici risponde “quasi tutti”, contro lo 0,7% dei liceali del centro. A quartieri tristi,corrispondono consumi eccessivi, problematici. Chi può diversificare l’accesso al piacere, per collocazione economica e culturale, inserisce il consumo di cannabis in una gamma di opzioni possibili: chi abita a Colle fiorito, può giungere alla convinzione che per ricercare uno stato di benessere in quel panorama c’è solo uno spino, una birra, una slot, insomma quello che offre il mercato.

Art75

Caro Franx,

la tua domanda è sata spostata in "Domande agli operatori" dove comparirà non appena avremo risposto. Grazie e a presto,

la redazione

Quanto costa un ricovero privato

Ciao, 2 anni fa sono stata così stupida da ricadere nell’eroina dopo 10 anni di sobrietà. Mi sono raccontata che ormai, a 48 anni, il mio fisico era cambiato e non più in grado di reggere un’astinenzs di qualche giorno. Ho quindi ben pensato di raggiungere la vetta dell’imbecillita’ iniziando a prendere il metadone... Che ora è diventato il vero problema, dato che non mi faccio da mesi.
Purtroppo non posso andare al Sert della mia città perché ci lavora la sorella del mio compagno. Quindi lo sto comprando e sto facendo un “fai da te” che non finirà mai. Ho quindi pensato di rivolgermi all’ospedalle di Verona per una disintossicazione seguita ma, non avendo contatti con il Sert, dovrei fare tutto privatamente e a pagamento. Oppure esiste un’altra soluzione per un ricovero convenzionato?
Per ora prendo 15 mg al giorno. Qualcuno sa indicarmi dei prezzi e dei tempi orientativi? Grazie

Art 75 seconda segnalazione

Gentile Fredd,

la tua domanda è stata spostata in domande agli operatori, dove comparirà non appena avremo risposto.

Grazie, la redazione

Incidente con minori feriti + esame urine

Salve, sono un neopatentato e quest'estate mi hanno sospeso la patente per essere risultato positivo all'alcol test durante un posto di blocco, una volta ripresa ho imparato la lezione e non ho più toccato alcol prima di guidare. Qualche giorno fa però ho fatto un incidente in macchina non per colpa mia (la ruota è uscita improvvisamente dai cardini con conseguente perdita di controllo del veicolo e schianto contro un albero) e due ragazze minorenni che erano con me si sono fatte abbastanza male. Prima di guidare non avevo né bevuto né assunto alcun tipo di sostanza ma avevo fumato qualche canna il giorno prima con gli amici. Una volta in ospedale i carabinieri mi hanno fatto il test del sangue e delle urine dove al 99% risulterò positivo al thc. Quali conseguenze rischio in questo caso? C'è un modo per dimostrare che quella sera non fossi alterato al volante? Perché visto che la patente l'ho ripresa da poco sarebbe veramente fastidioso perderla di nuovo, soprattutto perché ne ho veramente bisogno. Attendo fiducioso una risposta, saluti

Articolo 75

Salve volevo sapere essendo che mi hanno ritirato la patente per 0.4 di coca e fra 30gg vado in prefettura a ritirarla, quando mi convocano per il colloquio se mi offro per il percorso anche se nn uso sta merda da anni e volevo fare una cazzata con i miei amici il fine settimana. La patente mi rimane e faccio il percorso grazie

patente c metadone

ho 54 anni sempre fatto l autista .causa metadone ho problemi con medico del lavoro prendo circa20 mg sono sempre riuscito a evitare ste controlli ma ora e inevitabile,di colpo sono senza lavoro,dovrebbero secondo me non fare guidare i camion oltre i 20 mg .per me non nha senso questa storia ed ora sono senza lavoro,conplimenti.se qualcuno sa darmi dei consigli li accetto molto volentieri idee consigli grazie...

art.75 terza contestazione

Buon giorno

circa 18 anni fa mi trovarono con dell'hashish e mi diedero un ammonimeto , nel 2006

in sardegna mi trovarono con della marjuana e mi contestrono per la seconda volta l'art75.

un mese di frmo patente.

L'altro giorno sono stato fermato in stazione mentre ero in macchina e mi hanno trovato 3 gr. di hashish, premetto che era molto tempo che non facevo uso di hashish, mi hanno contestato ancora sanzione amministrativa art75.cosa potrebbe succedermi dopo 13 anni dall'ultima contestazione?

Grazie mille

 

Positivo dopo 60 giorni

Salve fra un paio di giorni ho il test da fare per il lavoro è non tocco marjuana dal 12 dicembre ho fatto il test comprato in farmacia e risultò ancora positivo sono alto 1.96 E pesò 120 kg e possibile che dopo 60 giorno di astinenza dalla sostanza risulti ancora positivo grazie in anticipo

Sert

Salve. Vorrei chiedere se dal Sert puoi essere cancellato e se si come fare . Grazie

Condividi contenuti