Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 53409 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Novità tutte le sostanze, Esperienza

HO PAURA DI MORIRE DOPO CHE FUMO ERBA

Ho 17 anni, ho iniziato a fumare a 13 anni, e seriamente a 14. Praticamente, col fumare ho sempre avuto anche il fardello dell'ansia e della tachicardia, avvolte veniva avvolte no, e probabilmente avvolte veniva lo stesso ma non mene accorgevo perché stavo in compagnia in giro. Ho fumato molto negli ultimi anni (sia canne che sigarette) nell'estate dei 15 anni (e anche dei 14 perché sono di Luglio) fumavo dalle 5 alle 8 canne al giorno, avvolte anche di più, mentre dopo quell'estate diciamo che era alla stessa cosa, ma più discontinua, perché ho lasciato il gruppo con cui stavo e uscivo con un solo mio amico quindi non avevo sempre molti soldi (anzi li mettevo quasi sempre io). Con questo qua invece sono uscito per un anno e mezzo, ma è stato un bruttissimo periodo della mia vita sia perché sono molto tendente alla malinconia sia perché stare con questo tipo mi aveva cambiato in negativo ed io non sapevo più chi ero e mi sentivo perso, quindi mi facevo un sacco di fisse e pippe mentali, e il fumo avvolte aiutava avvolte no (comunque per anno di fila tipo o fumato solo fumo, tanto per dire). Dopo quell'anno e mezzo ci litigai amaramente perché era ed è un infame pezzo di merda, e per un periodo non sono più uscito e sono rimasto a casa, a farmi le bombe (anche perché per uscire con sto qua ho accennato tutti i miei amici e quindi mi sono ritrovato senza nessuno poi, e ne sto ancora pagando le conseguenze), ma diciamo che la mia tolleranza era diminuita, sarà per un fattore mentale o che ne so, andavo fatto e (soprattutto in quel periodo) in paranoia con un attimo, e con poco. I primi 15 minuti erano all'insegna della tachicardia, quindi per un po' diciamo che fumare mi faceva più male che bene, e c'erano anche volte che buttavo le canne dicendo di smettere, ma poi il giorno dopo mi riveniva voglia, ed era frustrante perché a me piace fumare. Ah poi tipo avvolte mi succedeva che mi veniva la tachicardia, allora giravo in tondo per la stanza oppure mi si restringevano le vene (ma quello anche con l siga). Poi, dopo un po'avanti così, decisi di provare dei farmaci che mia madre usava per la depressione (cipralex) che però erano sconsigliati a chi soffriva di aritmie o aveva problemi al cuore e robe simili, ed io quel periodo ero particolarmente convinto di avere qualcosa che non andasse al cuore, ma nonostante tutto le presi lo stesso, e fu tutto un dire perché oltre che pensavo mi facessero, quando era tutto effetto placebo, avevo anche paura di sentirmi male per via del cuore, quindi (avevo già diminuito le canne che mi facevo a solo una la sera massimo 2) anche perché le canne mi facevano stare male, ogni tanto andavo al pronto soccorso per paura di sentirmi male, fino a che una volta proprio disperato non decisero di darmi il diazepam, consigliandomi di prenderlo su bisogno. Non l'avessero mai fatto, il giorno dopo, dopo due pasticche di cipralex a scuola presi 4/5 gocce di diazepam a casa, e subito dopo mezza canna. Finita la mezza canna arrivo mia madre dicendo di accompagnarla dalla suocera, io già avevo l'ansia e la tachicardia di ogni volta che inizio a fumare, e quando sono entrato in macchina inizia a sentirmi male, con dolore al petto, supplicando mia madre di portarmi in ospedale, lei mi aveva detto di stare calmo e che mi avrebbe portato non appena saremmo andati dalla suocera, non appena arrivati (5 min dopo) sceso dalla macchina, svenii, sentivo come se avessi le orecchie attappate e vedevo le cose a tratti, come avessi chiuso e riaperto gli occhi più volte, e ogni volta c'era più gente attorno a me, erano tutti medici dell'ospedale per disabili mentali o roba del genere che si trova davanti casa della suocera. Mi misurarono la pressione che era bassa, infatti il cuore andava pianissimo, mi misero su una sedia a rotelle e mi portarono dentro, e quando ero a terra gli dissi tutto quello che avevo preso, impanicato com'ero. Mi fecero un elettrocardiogramma dove risultavo sano, poi aspettarono che mi riprendessi. Ovviamente io pensai tutto il tempo che sarei morto. Poi mi dissero di andare ad un pronto soccorso in un altra città ma non ci andammo perché era distante, era tardi, e lì la fila può essere anche di 7 ore, quindi andammo a casa, io ancora mezzo impanicato, e mia madre abbastanza scossa e stressata. Dopo 5 giorni provai a rifumare, sentendomi male tra ansia panico e tachicardia pensando di morire. Ah, poi qualche giorno prima di svenire, ho letto da qualche parte che l'erba porta alla morte per ipertensione e aumenta il rischio di infarto e robe simili quindi ero super impanicato. Comunque, dopo quell'ultima canna, i sintomi non mi si scollarono più di dosso, stavo male e avevo panico anche senza fare niente, non riuscivo neanche a fumare sigarette, ne a prendere l'autobus, il treno, o fare cose da solo senza avere paura di morire. Infatti diventai ospite fisso al pronto soccorso di dove vivo, che oltre ad un elettrocardiogramma non possono fare nulla, e ogni volta usciva che non avevo nulla. Ora la situazione va un po'meglio, riesco a fare diciamo tutto senza stare male anche se ho comunque il pallino fisso di sentirmi il cuore sempre perché ho sempre un certo dubbio sulla mia incolumità, infatti quando cammino tanto e ho il battito veloce se mi lascio portare dall'Asia impanico. Quello che mi piacerebbe sapere da voi, e se anche voi avete questi problemi con l'ansia e la tachicardia, se sapete come sconfiggerla, e se anche a voi è successo qualcosa di simile. Vorrei continuare a fumare, a volte faccio due tiri e niente, altre volte faccio due tiri e mi sento male. Probabilmente è tutto nella mia testa, ma non so proprio come farmela passare. Poi questa è una storia molto lunga e sicuro ho soltanto qualche cosa, quindi in caso aggiungerò poi. Spero di trovare l'aiuto che mi serve, grazie in anticipo e ciao!

Bad trip

Volevo raccontarvi la mia esperienza di un bad trip.
Abito in un paesino e come tutti i sabati cercavamo sostanze tipo ketamina lsd md e qualche spinello ovviamente e passavamo la serata così, una sera prendemmo a testa mezzo cartone ma non ci fece nulla li per li, quindi deluse a fine serata andammo a casa di una ragazza. Premetto che in quella casa ci passavo davvero molto tempo quindi per me era familiare. Un amica che era con me nel tragitto a piedi verso casa inizio ad avere le prime allucinazioni, pensava di essere in un videogioco sentiva rumori amplificati, io ero tranquilla e cercavo di tranquillizzare anche lei. Arrivate a casa il fidanzato di una nostra amica ci fece fumare del tabacco “strano”, non ho idea di cosa fosse e se fosse veramente una specie di droga, comunque dopo poco aver fumato questa canna inizio ha sentire un peso al petto e mancanza d aria e un senso di sconforto e ansia . Decido di andare alla finestra e mettermi seduta sul davanzale perche mi sembrava di stare meglio li e di non sentirmi rinchiusa nella stanza (piano terra) , dopo un po guardo fuori e vedo un bambino all angolo che mi guarda, ovviamente non c era perche era notte fonda. Da qui inizia il panico, senza dire nulla a nessuno chiudo, serro la finestra perché ho paura che il bambino ci voglia uccidere ,sento rumori come se volesse entrare e ho delle piccole allucinazioni visive forme colorate sui muri e una svastica verde. Mi metto in posizione fetale nel letto e sto zitta, non voglio mandare nel panico anche le mie amiche quindi faccio finta di nulla...passano le ore e non dormo e penso che rimarrò in questo stato per sempre, arriva giorno e piano piano l effetto svanice. Dopo quell esperienza non ho piu fatto questo tipo di sostanze per paura che possa accadere. In conclusione non so se sia dipeso dal cartone o da quel tabacco ma è stata un esperienza molto brutta che non dimenticherò. Volevo sapere se era successo anche a voi qualcosa di simile. Grazie

Mister Depalgos e i suoi fratelli

Ciao a tutti, scrivo per condividere la mia esperienza e magari fare chiarezza dentro di me. Sono stato dipendente da eroina dal '99 al 2010 con in mezzo una comunità nel 2003/2004, un' esperienza in parte fallimentare, infatti sono ricaduto dopo breve tempo anche perché mi ero fatto durante il percorso. Dopo casini vari e alti e bassi, diciamo più bassi che alti sono rientrato in comunità il 15 luglio del 2010, la mia ultima "pera" di eroina è del 13 luglio 2010 quindi quasi nove anni fa. Il percorso è stato buono, qualcosa in me e' maturato, all epoca avevo 33 anni e sentivo che avevo necessità di cambiare. Sono riuscito a reinserirmi piano piano nel mondo e a trovare anche un lavoro più o meno decente che mi permette di andare avanti. Nel frattempo ho scoperto di avere una passione per il teatro che a livello amatoriale mi ha dato qualche soddisfazione. Fino a qui tutto bene. Ma un ex tossico in realtà non è mai ex. La guardia comunque deve stare alta. Per farla breve, un anno e mezzo fa a gennaio del 2018 ho fatto la conoscenza di mister Depalgos, di suo fratello mister Oxy e pure di mister Contramal che per un ex tossico che ex non è non sono proprio un trio affidabile. Diciamo che l' uso ad oggi si limita a qualche giorno a settimana a dosaggi veramente bassi, 15/20 mg di Depalos e 50 mg di Contramal, mai mischiati ma sempre alternati. Ultimamente anzi ho scalato diciamo a massimo 15 mg di Depalgos. Sono fortunato diciamo così perché ho una tolleranza bassa, o alta dipende dai punti di vista ma mi rendo conto che sto facendo un gioco pericoloso. Il problema in questo momento è che non sono fuori ma non sono nemmeno dentro. Mi sento in una sorta di limbo dal quale però è difficile uscire. Il venerdì o il sabato non prendere la pastiglietta magica mi crea un disagio psicologico e quindi alla fine la prendo. Non mi sento però neanche di tornare al SERT anche perché non ho una dipendenza fisica. Che fare? Grazie se qualcuno vuole dare un consiglio e scusate eventuali errori o incomprensioni di testo.

Ho paura, mi sento strana

Ciao ragazzi,

Sono Rebecca, ho 20 anni e vivo a Londra, Domenica sono andata a un festival e ho preso metà pasticca di ecstasy e dopo 2 ore ho preso un quartino, la serata è stata fantastica mi sono divertita molto. E' da martedì che mi sento stordita, la mia testa continua a girare e non riesco focalizzarmi su tutto ma solo su qualcosa, come se tutto dietro fosse sfocato. Questo mi fa fatto venire l'ansia, pon ho mai sofferto di ansia in vita mia e adesso quando esco ho paura di morire o di svenire in infarto. Ho paura, spero di stare meglio, non sono una persona che fa uso di droghe, raramente. Questa era la seconda volta in vita mia che prendevo l'ecstasy e non mi era mai capitato prima d'ora di stare male. Cosa dovrei fare? aiuto. Ho deciso di tornare in Italia domani se tutto andrà bene e se riuscirò a prendere l'aereo, vorrei solo essere a CASA. Vorrei il parere di qualcuno, non so a chi rivolgermi.

Ritornererò come prima? Questa sensazione è momentanea? Cosa dovrei fare?

 

Grazie.

MDMA - Ultima assunzione

Ciao a tutti. Volevo condividere con voi la mia ultima esperienza con MDMA, perchè mi sono un attimo preoccupato.

Da ormai due anni assumo droghe, anche se non in maniera continuativa (a volte passano 3/4 mesi o anche 6 fra un'assunzione e l'altra). Ho già assunto MDMA quattro volte, l'ultima volta é stata domenica mattina. Questo weekend é stato abbastanza festaiolo rispetto al solito, perchè venerdì sono stato a ballare fino alle 8 del mattino e ho assunto anche una riga di speed, mentre sabato sono tornato a ballare e vi sono rimasto fino alle 9 di domenica mattina. In quest'ultima occasione, verso le 6 del mattino ho assunto un quarto di pillola di MDMA, di cui stranamente non ho quasi percepito effetti. Nel frattempo ho bevuto anche qualche birra (circa 4), ma ho bevuto anche molta acqua. Ovviamente la domenica ho passato la solita giornata abbastanza in coma, e mi sono sforzato di mangiare la sera perchè non avevo molta fame. Purtroppo nella notte fra domenica e lunedì ho avuto difficoltà ad addormentarmi e anche ieri sono ero abbastanza spossato, in più anche se ho fatto colazione, pranzo e cena, continuavo a non sentire troppa fame. Ieri notte ho avuto di nuovo problemi a dormire, ho sudato tantissimo, ma oggi mi sento finalmente bene. L'unico problema é che continuo a non avere molta fame. Mi é già successo di avere lo stomaco chiuso per un paio di giorni dopo MDMA la penultima volta, e anche quando ho assunto keta mesi fa la prima volta. Siccome però oggi ancora non sento molto la fame, volevo sapere se dovrei preoccuparmi e consultare un medico secondo voi, o se credete che sia un effetto normale. In ogni caso, ho deciso che per un lungo periodo smetterò con ogni tipo di droga, perchè questa volta mi sono davvero preoccupato.

Grazie in anticipo.

Una sera in disco!

Ciao a tutti , sono dario vivo a Londra , lo scorso sabato mi hanno fatto prendere per la prima volta 1/4 di pasticca di extacsy non più di tanto , stavo ubriaco abbastanza , sono passati 5 giorni , ma io mi sento ancora stordito, depresso , senza forze , e come se il mondo mi crollasse addosso , sono un ragazzo che non fa abuso di sta roba in generale, ho pensato di aver preso la sindrome serotoninergica ma non ho avuto febbre , secondo voi cosa sarà ? Ansia che mi stia causando tutto stordimento ? O c’e Qualche effetto che la pillola ha creato nel mio cervello , mi sento depresso senza forze , e sinceramente ho paura !!

Ho bisogno d aiuto

Ciao avrei bisogno di un confronto.
Bevo 3 volte la settimana inizio la mattina alle 10 e finisco di bere quando sto a pezzi in media 2 litri di vino. Non divento aggressiva anzi tendo a mantenere il controllo ma qualche castroneria che mi fa salire l ansia il giorno dopo Be la faccio. Vorrei smettere di bere per il bene anche della mia famiglia.

Piccola esperienza di vita cocaina art75 carabinieri

Salve, vi voglio raccontare in breve la mia esperienza con la cocaina. Nella mia vita spesso è capitato di fare uso di coca, ma sempre molto molto limitato , tantissime volte l’ho anche rifiutata, ma nell’ultimo anno ci sono andato dentro di forte, mi ero lasciato con la ragazza, problema da colmare, un po’ per le amicizie e un po’ per sfuggire dai problemi, che poi sfuggi sfuggi ma sai benissimo che i problemi si moltiplicano. Credo che me ne facevo un 3 -4 grammi a settimana, andavo dal mio pusher ed iniziavo a prendere il bel 40, iniziavo di pomeriggio , soldi non me ne mancavano e questo é un male purtroppo. Ero diventato bugiardo, mi allontanavo dai miei amici perbene e inventavo cazzate per non vederli, stavo perdendo tutto, se penso tutto quello che facevo mi vergogno, bugie, la notte non dormivo e prendevo sonno le 7 del mattino, uscivo anche di notte per procurarmela, appena mi saliva l’ansia dovevo prenderne altra, di notte cercavo liquori vino birra per abbattermi. Penso tutte le volte che mi sono messo alla guida sotto effetto, mi appostavo e mi facevo una riga , giravo da solo in macchina come un coglione. SCUSATE SE SCRIVO SENZA MANTENERE UN FILO LOGICO,MA QUELLO CHE MI VIENE IN MENTE QUELLO SCRIVO. La cocaina mi faceva fare cose assurde, giuravo dicendo che sarà l’ultima volta ma senza successo, “che fallito”, poi finalmente arrivò l’ultima volta che feci uso di coca, giusto 7 mesi fa, tutto iniziò con “ SALVE, UN PO I DOCUMENTI? non potrò mai dimenticarlo, stavo salendo in auto, già sotto effetto di coca , sotto casa del mio pusher, e sento aprite le portiere di una macchina parcheggiata alle mie spalle, in quel momento sapevo che me la sono cercata, sapevo che i carabinieri gli stavano addosso, quindi la coca addosso lo sanno che ce l’avevo. Dopo varie domande del tipo che stai facendo qua , perquisizioni tasche scarpe , decido di cacciarla , mi portano in caserma , volevano che io confermavo il nome del mio pusher ma io gli dissi che non volevo avere problemi. Mi hanno fatto l’art75 , e fatto andare via. Io dopo mesi sono andando a ringraziarli in caserma, perché veramente con questa segnalazione ho capito tante cose, per me sono stati TRE ANGELI CUSTODI, da poco ho finito di fare il controllo urine al sert per non farmi ritirate la patente, è stata una gran rottura ,2volte a settimana per 4 mesi, ma cel’ho fatta,concluso positivamente. Ora sono felice , ringrazio veramente a dio che sono stato beccato, è vero sono segnalato con l’art 75 , ma meglio così :) la notte dormo , non ho gli sbalzi di umore, non mi isolo, la notte dormo una favola , SONO FEICE CREDETEMI. Vi auguro che voi smettiate di farne uso di coca con la vostra volontà . Ciao a tutti

Camminare sul filo del rasoio attaccata ad una bottiglia di crack

Sono una 32enne che cammina sul filo del rasoio. Buona famiglia, una situazione serena, eppure ho sempre fatto uso di sostanze anche se saltuariamente. Tre anni fa, dopo un periodo di sobrietà, sono ricascata a fumare crack e da due anni ormai lo faccio spessissimo, mai superati i 15 gg senza fumare. Mento in continuazione, agli altri, a me stessa. Sono arrivata a fare cose ridicole, pesanti, ad umiliare me stessa e devastare la mia autostima. Per poi sentirmi onnipotente quando sto fatta e non mi faccio mai beccare. Sto buttando all’aria le opportunità che mi ha dato la vita, ancora non tutto è perduto ma sento che andare avanti così non potrà durare a lungo. Mi sento incredibilmente sola con la mia schiavitù e ho paura che se chiedessi aiuto perderei tutto ciò che ho gelosamente tenuto a distanza dalla mia dipendenza. Tuttavia allo stesso tempo so che vivere una vita scissa in due non mi porterà molto avanti. Inoltre quando mi drogo ho amplificate paranoie di ipocondria che forse una fondatezza la hanno. Non so dove sbattere la testa, mi sveglio la mattina e il mio primo pensiero va al crack. Vado a dormire e il mio ultimo pensiero va al crack. Non ho più una vita autentica e pensare che sono un’ipocrita mi annienta.

L

Cambiamenti caratteriali

Salve, è da un pò di tempo che noto un cambiamento drastico nella mia vita che non riesco a gestire. Prenetto che fumo da circa un’anno, ma da quasi tre mesi che sto abbondando, infatti prima non la prendevo mai a male anzi stavo bene ora invece quando fumo con i miei amici la prendo malissimo svengo, ho paranoie, sudo freddo e non parlo con nessuno sono impassibile. Ma tutto questo diciamo va via in poche ore, il fatto è che sto cambiando io come persona non so se sia a causa della cannabis o sia qualcosa di mio personale. Prima ero molto aperta con tutti ridevo sempre con i miei amici facevo la “scema” sapendo di non essere giudicata o altro, ora anche se non fumo sono sempre molto chiusa, sulle mie anche con i miei parenti é come se molte volte odiassi tutto quanto, e mi spaventa perchè prima di cominciare a fumare molto non ero cosí, ero me stessa. Ho fatto molte ricerche e ho scoperto che questi sono sintomi che avvengono dopo diverse assunzioni di cocaina, si iniza ad odiare tutti si vede tutto brutto, ma io non ho mai assunto cocaina ne altri tipi di droghe al di fuori della cannabis. Questa cosa del mio cambiamento la stanno notando sempre più persone, all’inizio credevo fosse solo con persone con cui avevo poca confidenza, ma ora me lo ripetono tutti ormai, i miei genitori, i miei amici più stretti e quelli che non vedo da tempo... dicendomi “ti vedo spenta oggi” oppure “sei sempre giù impassbile” o battutine del tipo “ridi un pò”, non ho problemi sociali anzi mai avuti, ultimamente non ho problemi a scuola solo un pò in famiglia ma ormai sono abituata già da anni... non riesco a capire cosa mi stia succedendo, vorrei tornare la vecchia me, forse sto cambiando sto maturando dato che ho solo 16 anni, ma se è questo che sarò in futuro ho davvero paura. Se qualcuno può darmi una mano magari dandomi consigli ne sarei felice.

Condividi contenuti