Back to top

Aiutatemi

Aiutatemi a fare 1 programma d scalaggio Metad da 70mg a 3 .. per quest'estate voglio toglierlo anche che sia a agosto .. vi prego . Anche con l aiuto di farmaci .. ora prendo 70 e 1 xanax 0,50 la sera e la mattina alle 7 mi sveglio con il pensiero di prende sto cazz di farnaco .. non riesco a sta più di 24 ore che mi viene una rota pesante .. aiutatemi .. al sert a Napoli nn aiutano . Ho fatto uso da 10 anni di eroina crak e cobret mai in vena . Sempre tirandola o fumandola  

Commenti

Hey ciao! Scusami, non voglio

Hey ciao! Scusami, non voglio sembrare pessimista... Ma il metadone, dopo che è in circolo da un po di settimane, è un farmaco che se a dosaggio corretto ha un'emivita di almeno 24 ore. Ripeto, dopo l'accumulo solitamente anche qualche ora in più. Non è che al scoccare della 25 esima ora il corpo degenera, non so ss mi spiego.. Questo vuol dire che i 70 che prendi a malapena ti coprono... E tu vorresti scalarli , per lo più in tre mesi?? Tanto varrebbe che riprendessi il pippotto in mano, quante possibilità di successo credi di avere con un piano del genere? Dobbiamo essere realisti, ci siamo scioccati 15 anni ora tutto quel tempo, impegno ed energia bisogna metterla nel proprio percorso terapeutico. Non te la cavi con tre mesi, ma neanche con due anni a mio avviso.. Poi al di la dei farmaci, ma nessuno ti ha parlato di fare un lungo percorso terapeutico?  sarei sorpresa se si, i nostri sert sembrano dimenticarsi che abbiamo un cervello e un'anima da guarire, riducono il tutto a + o -...comunque capisco il perché vuoi toglierti tutto e come ti senti,fidati. Tanti auguri per tutto

Ciao mi sono stufata credimi

Ciao mi sono stufata credimi di alzarmi la mattina dal letto solo se prendo sto metadone e se non lo faccio sembra che ho un grande male cioè non so davvero ... adesso mi trovo a 66 e siamo il 19 aprile ... per settembre non c'è la faccio ?? 5 mesi non c'è la faccio con uno scalaggio decente ? 

Se vuoi sentirti dire che ce

Se vuoi sentirti dire che ce la farai te lo diciamo, "ma certo che ce la farai, basta solo la buona volontà" In realtà concordo con il commento sopra, come puoi pensare di farcela? O meglio, puoi anche farcela ma il prezzo da pagare saranno mesi si sofferenze e depressione sia durante lo scalaggio che i mesi successivi a quando avrai tolto tutto. Il sito è pieno di post a riguardo, ne hai mai letto uno? Tutti vorremmo mettere una pietra sopra e dimenticare la dipendenza, ma per farlo ci vuole tempo e costanza, altrimenti ci si ricasca in pieno. Viste le tue esperienze passate dovresti saperlo benissimo eppure sei ancora a chiedere false rassicurazioni dagli altri utenti. Per farti contenta te lo dirò anch'io, andrà tutto bene ce la farai entro settembre e sarai libera e felice

*scusate il mio trip, la

*scusate il mio trip, la parte completamente  astratta e dove non si capisce un cax*o finisce poco dopo la metà..facciamo dopo 2/3 va. * Ciao, sono quella del primo commento, qua viaggiamo tutti in incognito a quanto pare e ci si può confondere facilmente. D'altronde non è che importi granché effettivamente. C'è una differenza tra quello che teoricamente potresti fare e quello che è più giusto fare. Ci sono persone che si fanno l'astinenza a crudo, sul pavimento cementato di una galera. Altre che non hanno terapie sostitutive disponibili, gratuitamente, nel loro paese e si fanno una, due, cento astinenze l'anno. E lo fanno perché ne sono obbligati. Tu che hai il diritto alla libera scelta, cerca di capire veramente ciò che questo vuol dire per te. Anche per rispetto e solidarietà di chi non ha questo privilegio. Noi td siamo egoisti, per lo meno lo diventiamo. Anche i più empatici di noi. Potrebbe farci del bene pensare a cosa vorremmo, come vivremmo il nostro percorso se non avessimo la possibilità di averne uno. Queste persone probabilmente sognano ciò che noi abbiamo a livello di terapia farmacologica seguita e monitorata da un dottore. Facciamo un passo indietro da ciò che noi percepiamo come la nostra realtà attuale, questi sentimenti intensi di volere/non volere. Cosa ci consiglierebbe una versione 20 anni più grande di noi stesse? Cosa osserviamo oltre il puntino nero del domani, c'è un quadro più completo e colorato del quale ambire? Se si dobbiamo certamente iniziare dipingendo il primo punto. Ma i nostri colori devono già essere li pronti, a nostra immediata disposizione per quando ne avremmo bisogno. Dobbiamo avere gli strumenti adatti e sapere come utilizzarli per fare qualcosa di cui siamo fieri. Tradotto, scusate il trip, ti stai ponendo le domande sbagliate. E cruciando su una cosa che in realtà non è il focus, non sono i ml ed in quanto il punto. Finché non ti vivi bene uno scalaggio, e ci vuole un percorso con tutta una serie di presupposti per arrivare a quel punto, non è uno scalaggio liberatorio e salutare. A mio umilissimo avviso. Ripeto, ti capisco. Pure io ho la tendenza a Focalizzarmi ossessivamente su cose superficiali a cui però attribuisco un'importanza eccessiva. Parlane con qualcuno della tua équipe, sperando ti trovi bene con almeno uno di loro. Dato che sei qua, o volevi altre opinioni o non ti affidi e fidi di chi ti ha in cura al 100% suppongo. 

Guarda ho letto ora il tuo

Guarda ho letto ora il tuo altro post.. Come non detto, fai come credi. Cosa ti aspettavi io non lo so, e se su dieci persone che hanno risposto dieci hanno detto pressoché la stessa cosa forse due domande me le farei. Ma tu sicuramente conosci te stessa e la tua storia meglio di noi, sono solo cose che ho sentito dire, pensato e vissuto di mio innumerevoli volte. Ti auguro che vada come te l'aspetti, veramente. 

Ti ringrazio . Si sono

Ti ringrazio . Si sono seguita da 2 dottori è una psicologa x adesso . Lei mi dice che devo andare in comunità .. ma avendo questo sbatti del lavoro non posso andarci e se andrà male di certo non perderò questa esperienza che dovevo fRe già tanti anni fa .. 

Ma poi come fa a venirti una

Ma poi come fa a venirti una rota pesante dopo 24h? Mica sparisce improvvisamente dal corpo alla 25 ora, soprattutto se lo prendi regolarmente da anni. Per me è la testa che ti fa stare così male

"mi sveglio con il pensiero

"mi sveglio con il pensiero di prende sto cazz di farnaco .. non riesco a sta più di 24 ore che mi viene una rota pesante .. aiutatemi"

l aiuto che ti consiglierei per questo problema è aumentare il  metadone, tu parli di scalaggi veloci. inoltre come gia detto non hai nessun buon motivo per scalare rapidamente, lavoro al nord compreso.

sei venuta qui per sentirti dire quello che volevi, ma la gente ti dice quello che pensa. però va bene, siamo noi che non capiamo, sono sempre gli altri che non capiscono.

ciao. Stupefatto

Non ho detto che nn capite ma

Non ho detto che nn capite ma che  pensate che siamo tutti fatti con lo stampino..Non siamo tutti uguali .. ogni mente è diversa , ogni corpo è diverso e ogni motivazione . Non lo voglio aumentare. Se aumento più di 70 /80 ho troppa sonnolenza , apatia e non riesco ad andare in bagno .. ho dei problemi e non lo voglio aumentare. Te lo detto mi serve più un aiuto psicologico 

Ragazzi,

Ragazzi,

come scrisse una volta Sugar, la TD è come una scala, di cui bisogna percorrere tutti i gradini.

Quel che le è stato detto sono tutti consigli saggi, ma lei evidentemente ha ancora da percorrere alcuni gradini prima di comprenderli, come è giusto che sia.

Io anche ho provato a disintossicarmi da solo numerose volte, e ogni volta tanti (anche qui), mi dicevano che era solo una sofferenza inutile, ma in quel momento non lo capivo, e ci credevo davvero in quel che facevo.

Col senno di poi mi sarei evitato tanta fatica e sofferenza rivolgendomi subito a medici competenti.

Ma d'altronde, col senno di poi, non avrei nemmeno iniziato a drogarmi.

Lasciamo che faccia il suo percorso e i suoi tentativi, e come sempre, spero di sbagliarmi e che tu ce la faccia davvero.

In bocca al lupo

ok ma alla fine mi pare che

ok ma alla fine mi pare che qua detto meglio o con piu tatto diciamo tutti la stessa cosa: prova e vedrai. il punto secondo me non è il fatto di provare: io dico sempre non solo che provare va fatto perche a qualcuno riesce, ma proprio perche come dici tu è parte del percorso. però scusa, faccio un esempio tanto per capirci: è come uno scalatore bravo che prova l everest e non arriva in cima, rispetto a mio nonno. va bene provare, però se uno che prende 70! di metadone dice palesemente di avere una dipendenza dallo stesse enorme perchè alle 24:01 sta male, che scalaggio veloce vuoi fare? 

che poi io a dire la verità in parziale dissenso con altri, non lo ritengo nemmeno uno scalaggio cosi rapido se fatto in 4 mesi, anche perchè ha 10 anni di TD ma non di metano di file, insomma per me non è impossibile in generale. il problema non è tanto la rapidità, è tutto il resto che scrive con una leggerezza incredibile.

io lo so che da fastidio alla ragazza leggere questi commenti, ma parte del percorso per me non è solo provare e non riuscire, ma anche sentirsi dire quello che da soli non si vuol vedere. ad ogni modo anche io resto qui sperando davvero che tra qualche mese torna e mi manda affanculo bella pulita e col lavoro! Stupefatto

Comunque riguardo al

Comunque riguardo al potercela fare per settembre: secondo me è assolutamente possibile, continua lo scalaggio come stai facendo e per settebre potresti essere pulita. soprattutto, se davvero trovi lavoro al nord, prendi l occasione che si ha quando ci si trova a poter ricominciare da capo, conosci nuove persone che ti portino sulla giusta strada, concentrati sul lavoro e su tutti gli sbatti e le fatiche enormi che la nuova vita in una citta nuova e lontana richiede all inizio.

sinceramente non capisco il passaggio al levometadone, quando uno deve scalare un 4 mesi: in particolare quando dici che col metano fai scalaggi di 3 mg che col levo sono mica facili.

se scali verso i 20/30, visto che devi fare veloce e non starai benissimo, il passaggio al sub invece potrebbe essere da prendere piu in considerazione.

altri consigli non ce ne sono: attività fisica, mangia bene, le solite cose insomma che pure sono importanti...la clinica per togliere veloce gli ultimi 20/30 mg non so se puoi permettertela.

ciao, in bocca al lupo! Stupefatto

Cosa mi consigli per sentire

Cosa mi consigli per sentire di meno l'astinenza di fare attività fisica ? Hanno detto che anche le saune possono aiutare .. ogni volta che ho tolto il metadon lo fatto sempre d'estate perché dicono che con il caldo non si accusa molto .. per questo colgo quest opportunità di qst anno che siamo chiusi dentro ho le vie tagliate ci sono controlli a manetta non c'ho un euro e ne macchina devo trarre  questo a mio vantaggio come sto facendo x non andare a drogarmi .. abito in un piccolo paese eh qua non c'è niente ci si deve spostare come minimo 70/100km per prende qualcosa .. 

Vedi, è Questo il problema!!

Vedi, è Questo il problema!! Se uno non si droga x le circostanze che lo riguardano (lontananza, no mezzi, non conoscere nessuno, malattie, ecc) prima o poi si ridroghera'. E io col metadone ero come te, completamente intollerante se non allergica perché ho avuto una serie di reazioni mooolto indesiderate. Quindi ripeto, ti capisco. Ma i presupposti per smettere definitivamente non credo ci siano ancora. Se fosse facile per te prenderla, probabilmente la prenderesti. O no?? 

E onestamente non

E onestamente non raccontiamocela dai, puoi sudare via 8 kili al giorno, ma l'astinenza la sentirai. Soprattutto se fai tirare la corda al tuo fisico senza lasciarli un attimo per capire da che parte è sballottato. 

Chissà se associo qualche

Chissà se associo qualche farmaco tipo seroquel quelli potenti che come lo prendi ti stende se riuscirei a scalare più veloce ? Ho chiesto al sert dicono che è inutile xké metto un altra dipendenza e già sto scalando lo xanax con il metatdone .. ora sto a 65 mg con il metadone e a 0,25 con lo xanax 

Beh sei onesta con te stessa,

Beh sei onesta con te stessa, questo è positivo. E buono anche che ti trovi bene con le psicologhe che ti hanno in cura, anzi ottimo direi. E per niente scontato. Hai svariati presupposti che sembrano girare in tuo favore al momento, sfruttali più che puoi. E pensa bene, ma bene bene, alle tue priorità. Anche annacquare un poco il met può aiutare a 'truccare' la mente.. Non spiego oltre che non voglio essere ripresa dalla redazione per dare consigli fai da te, anche perché non è mia intenzione darne. Ma non è troppo difficile capire cosa intendo. Man mano che scali implementa dei piccoli escamotage per renderti la vita più facile, elimina più trigger possibili. C'è chi non può avere denaro contante per le mani, chi si mette il limite di pochi euro giornalieri allo sportello, ecc ecc. Lo sport, saune, sesso (con se stesse vale tanto quanto)self care, mangiare cose che ti fanno sentire bene e quasi sicura, sono tutte attività che possono giovare in una disintossicazione perché rilasciano endorfine e serotonine più che per gli effetti prettamente fisici ad es la profusa sudorazione che può conseguire una corsa. Il dare un ritmo al proprio essere, avere una routine giornaliera che può essere fatta anche solamente di una o due cose se non è un periodo dove ti senti particolarmente bene. aiuta il meccanismo di ricompensa che noi tossici conosciamo fin troppo bene. Questo per dire, non è realmente il fisico sul quale dobbiamo impuntarci. È la mente. Torna praticamente tutto la, e anche se sembra la cosa più ovvia intervenire per aiutare il corpo durante uno scalaggio, vedrai che puntare su mente e anima ancor è la chiave per trovare la propria costanza e serenità. Sembrano stronzate, forse per altri lo sono per carità. Io, troppo tardi, mi rendo conto che non sono solo parole. 

Io davvero non so come fa la

Io davvero non so come fa la gente a non farsi più da anni .. sai che cra ing che ha .. non voglio neanche immaginare è una sofferenza psicologica assurda . Ma dobbiamo farcela perché si sa 2 sono le cose o si è dentro o fuori .. ogni tanto non esiste .. 

Ma sì certo va bene anche le

Ma sì certo va bene anche le saune, va bene tutto quello che è sano, che ti da forza, soprattutto che ti tiene occupata e ti stanca dandoti soddisfazione. certo devi invertartele pure tu le attività (tipo la corsa, le passeggiate, tagli la legna, dipingi i muri di un colore al giorno...) visto che vivi in-culonia, senza offesa eh lo dici tu: gia sarebbe difficile normalmente, per te deve diventare una necessità, ma anche indipendentemente dallo scalaggio in generale.

però cerca di capire che miracoli non li fa niente, ci sono cose che servono di base come l alimentazione, ma nulla che sia risolutivo e miracoloso manco per le palle: le saune men che meno, certo aiutano, perche aiutano a stare bene in generale. il caldo aiuta? si boh, fa ancora meno miracoli, ma meglio avere il sole tante ore al giorno per il morale, meglio non alzarsi la mattina con il pacco gelato ecc. 

la clinica si avvicina gia di piu a un miracolo, l unico per togliere il metano (perche cose troppo brevi tipo cura del sonno sono sempre soldi buttati, ma cmq durano pochi gg e van bene per la roba). le cliniche durano qualche settimana max, quindi possono andare bene per togliere gli ultimi 20/30 mg. quali? boh devi informarti tu, io sono dall altra parte del paese. di cliniche ce ne sono tante: anche queste pero guarda che non sono una passeggiata e poi quando esci mica sei un fiore. pero costano eh...chiedi al sert, chiedi in giro, in internet, io non so come trovarle al sud.

pensaci bene: vuoi davvero andare a lavorare al nord a settembre? sarai in nuova citta, senza aiuto, potrai muoverti e cercare la roba che ora ti sembra cosi lontana, ti serviranno le forse per affrontare tutto. non ha piu senso arrivare la stando bene piuttosto che essere un cadavere? che problema ce, fare il trasferimento di sert è facile, se sei gia nel giro è praticamente immediato: prova a chiedere al tuo sert, ma anche solo per avere supporto psicologico nel caso dio scendesse in terra e tu scalassi arrivando al nord pulita. 

ciao. Stupefatto

Comunque il mio sert mi ha

Comunque il mio sert mi ha sempre detto che per avere un effetto tangibile sull'umore ed il fisico, si dovrebbe aumentare o scalare 20% del totale per volta. Ovviamente più vai giù, più lentamente si fa. Inoltre puoi richiedere che ti scalino senza dirtelo. Nel senso, concordate una soglia entro la quale rimanere (non sotto i 45 ml ad esempio), e loro ti scalano a loro discrezione, senza dirti quanto stai assumendo. Così non hai condizionamenti psicologici e non ti fai influenzare da un numero. Non so se mi spiego. Con certi ha funzionato bene questo tipo di approccio, altri invece sentono molto la necessità di controllare ed avere le redini in mano ad ogni passo del proprio scalaggio quindi ovviamente non fa per loro questa metodologia. Dipende proprio. 

la cosa del 20% ha senso,

la cosa del 20% ha senso, cosi come il non sapere quanto ti scalano. immagino che intendessi 45 mg, non ml.

secondo me pero è difficile che un medico da 70 o 66 che sia, ti mandi giu secco del 20%, in ogni situazione anche se dovesse ritenere che hai poca dipendenza dal metadone.

diciamo che il 20% vale forse se uno scala da solo, purtroppo da soli non ci si puo non dire di quanto si scala.

Stupefatto

Nono, parlavo di come

Nono, parlavo di come aumentano o scalano al mio sert.. No fai da te. Lo psichiatra aumenta o diminuisce del 20% dicendo che è il minimo per avere un riscontro effettivo. Poi non so, ogni sert ed ogni dottore sembra avere un approccio diverso e a volte contrastante. Ma questo è quello che fanno da me. 

Le cliniche non sono tutte a

Le cliniche non sono tutte a pagamento, anzi quasi tutte hanno dei posti riservati ASL e dei posti privati.

In clinica ti può mandare il tuo SerT, gratuitamente, a patto che sia d'accordo sul fatto di toglierti tutto.

Concordo sul fatto che sia molto utile per togliere la parte finale, senza stare malissimo. 

Ma poi esci e sei solo con te stesso.

TPM hai ragione, pero per

TPM hai ragione, pero per andare in quelle dove si viene inviati dal sert di solito ci vuole molto tempo mi pare e in questo periodo ancora di piu. 

in ogni caso finche non si informa da sola, non sa quali possibilita ci sono, siano le cliniche al sud, al nord, o i sert al nord.

Stupefatto

Eh certo, un po' di tempo ci

Eh certo, un po' di tempo ci vuole, poi dipende da clinica a clinica. In quella dove sono andato io ho dovuto aspettare 1 mese circa prima di entrare.

Può darsi (anzi sicuro), che se vai a pagamento entri prima.

Certo io fossi in lei inizierei ad informarmi sul fatto di dove e se ci siano queste cliniche nella sua regione (so che al Sud ce ne sono meno, ma comunque possono mandarti anche in una clinica al nord, non ci sono vincoli regionali).

Ma soprattutto se il suo SerT è d'accordo a mandarla. Hanno solitamente pochi posti e li riservano ai casi che ritengono più utiil, non a chi di testa propria decide di togliersi tutto. 

Si può entrare anche con l'impegnativa del proprio medico di base però.

 

Ciao ma ti volevo chiedere

Ciao ma ti volevo chiedere visto che da come ho letto parecchi commenti già girato un po' di centri di comunità che metodiche usano quando entri con 30mg di metad e ne esci pulito ?

Io non ci sono stato, mi sono

Io non ci sono stato, mi sono solo informato generalmente, quindi TPM saprà meglio di me. Semplicemente ti seguono passo passo, dandoti benzo e farmaci a necessità a seconda di come evolve la situazione, oltre a seguirti nell alimentazione e simili, per fare in modo che lo scalaggio sia fatto in poche settimane e sia SOPPORTABILE, non una passeggiata nel bosco. E' evidente che, nel momento in cui non esistono magie per togliere gli oppiacei senza stare un po male se non altri oppiacei con ovvie conseguenze, le benzo e il resto servono per "anestetizzarti" mentre stai male, non per non farti sentire nulla di nulla.

Il grosso problema è poi usciti: o ti fai seguire quando esci, o ricadi, perchè quando esci non stai bene per forza di cose.

Ad ogni modo il tuo sert non ti puo mandare da nessuna parte se tu non chiedi e ti informi in prima persona: poi ripeto che i tempi saranno quelli che saranno e la decisione sara anche loro oltre che tua.

Stupefatto

Dipende da comunità a

Dipende da comunità a comunità. Certe non ammettono farmaci di alcun tipo, ti sostengono e ti monitarizzano durante l'astinenza. Altre usano approcci olistici abbinati ad uno scalaggio anch'esso ben monitorato. Poi ci sono cliniche di ibogania, microdosi, un tema a se insomma. Sono certa ce ne siano altre ancora che non conosco o che non mi vengono in mente al momento. Dato che dici di avere un buon rapporto con il tuo sert dovresti parlarne con loro. 

Ragazzi comunque vi dirò come

Ragazzi comunque vi dirò come sto e come starò e cercherò di essere sincera con voi .. almeno posso raccontare la mia esperienza anche se c'è da scrivere un libro davvero di quante ne ho combinate ..:)) non so può aiutare a qualcuno a me molti consigli sono serviti a capire è una buona cosa. 

Si ho parlato di mente in 37

Si ho parlato di mente in 37 messaggi che le ho scritto. Ma non credo le interessi, risponde solo a post che parlano di ciò su cui si è fissata. E per carità, non facciamo finta che sta fissa non prende almeno il 97%di tutti noi che stanno facendo un percorso prima o poi.. Fosse la prima.. Per quello è frustrante perché si può già predire il futuro quasi. Soliti pensieri, soliti ragionamenti. Nulla di nuovo. Credo sia una tappa mentale quasi scontata di una terapia, a questo punto. 

Ciao,

Ciao,

innanzitutto io parlo, e ti consiglio assolutamente di rivolgerti, solo a cliniche convenzionate e riconosciute dall 'ASL. Niente truffe come NarcoticiAnonimi, cliniche a Belgrado con Ibogaina o similari.

Semplicemente ti disintossicano nel più breve tempo possibile (di solito 30-40 giorni), poi chiaro che non puoi entrare con 100mg di metadone, di solito si va per gli ultimi mg, che sono poi i più difficili da togliere.

I farmaci che usano dipendono da clinica a clinica, in quella dove sono stato io ti imbottivano di flebo di valium e talofen ogni volta che stavi "troppo" male. Altre usano farmaci come il dimatex, ecc. Sei inoltre supportato psicologicamente.

Chiaro comunque che il percorso non finisce con la clinica, uscito da li ti mettono loro in contatto col SerT o con Psichiatri e psicologi privati, per proseguire il trattamento farmacologico (con antidepressivi) e psicologico.

La Comunità è una cosa diversa (anche qui parlo di comunità riconosciute ASL e non truffe a pagamento), ognuna ha le sue regole, farmaci o non farmaci, ma la base è che ti tengono in un ambiente protetto molto a lungo (anni), tenendoti impegnato mentalmente, nell'attesa che il craving passi o si attenui. Anche qui comunque non si esce e basta, ma occorre appoggiarsi a psicologi o gruppi come i Narcotici Anonimi, ancora per un po' di tempo.

Come vedi il voler uscire tutto e subito non è mai contemplato, e non perché piaccia tenere una persona vincolata al suo passato, ma semplicemente perché, in 50 anni di eroina, si è ampiamente constato come sia un metodo che semplicemente non funziona. Anzi, ha ucciso tanta gente.

Ad ogni modo, buona fortuna, e facci sapere come procede!

 

 

Non è vero che i Narcotici

Non è vero che i Narcotici Anonimi sono una truffa. 

Tra l'altro si partecipa gratuitamente e pariteticamente. Affermazioni contrarie sono diffamatorie senza motivo, oltre che prive di fondamento.

In generale è vero che ci sono strutture che speculano e si approfittano dei tossicodipendenti, ma è anche vero che esistono strutture private molto efficaci, di eccellenza. Sia di tipo clinico che comunitario, a pagamento o meno.

Come è vero, purtroppo, che a volte strutture a carico dei contribuenti si rivelano per nulla all'altezza.

La stuazione è molto varia, sia nel pubblico che nel privato, e poco si adatta a visioni preconcette. Ciascuno ha la sua strada, che in ogni caso richiede tempo e impegno.

Buona giornata

Sempre peggio, ormai non

Sempre peggio, ormai non comprendi più nemmeno un testo scritto.

Non ho mai detto che i Narcotici Anonimi sono una truffa, anzi ho detto che sono un valido supporto per proseguire il percorso psicoterapeutico una volta usciti dalla comunità.

Dalla foga di denigrare gli altri non comprendi manco più cosa leggi.

Porello.

"innanzitutto io parlo, e ti

"innanzitutto io parlo, e ti consiglio assolutamente di rivolgerti, solo a cliniche convenzionate e riconosciute dall 'ASL. Niente truffe come NarcoticiAnonimi, cliniche a Belgrado con Ibogaina o similari"

Qua dici testualmente "niente truffe come Narcotici Anonimi".

O hai sbagliato o ti contraddici.

Puoi rettificare.

Capita di sbagliare, non te la prendere.

Ciao.

Chiedo scusa, hai ragione,

Chiedo scusa, hai ragione, all'inizio della mia risposta ho citatto Narcoticianonimi ma l'ho fatto erroneamente, in realta volevo scrivere Narconon.

Mi scuso per l'errore, NarcoticiAnonimi è una realtà seria e concreta, che da un validissimo aiuto.

TPM credo intendesse con il

TPM credo intendesse con il primo NarcoticiAnonimi Narconon. Infatti poi scrive del loro positivo supporto una volta tolta la terapia. 

Ecco sì in questo caso trovo importante, vista la foga di voler togliere in fretta, far presente di nuovo che quando si dice che non esistono miracoli, non vuol dire che ci siano molti che i miracoli dicono di farli: il risultato poi è una ricaduta che a livello mentale è anche piu pesante del solito, per i soldi spesi, il posto dove lhai preso ecc...

"vero che esistono strutture private molto efficaci, di eccellenza. Sia di tipo clinico che comunitario, a pagamento o meno." assolutamente, pero per trovarle serve sbattersi, come sempre nella vita del resto, senza farsi prendere dalla soluzione che al momento ci sembra la piu facile.

Stupefatto

Comunque in tutta sta

Comunque in tutta sta confusione di messaggi ha detto onestamente ed esplicitamente che se la roba fosse disponibile senza tutti i problemi che ha per trovarla se la farebbe. Ogni altro discorso relativo a scalaggi farmacologici va fuori dalla porta a sto punto. 

Si ma quando dici che vuoi

Si ma quando dici che vuoi andarei al nord a lavorare, intendi che vai a far pascolare le vacche in montagna? No perché qui la roba ce come al sud credo, ma i collegamenti sono migliori. Credi basti non conoscere nessuno dove vai?

Stupefatto

Dovrò fare un lavoro

Dovrò fare un lavoro abbastanza impegnativo . Cercherò di tenermi lontana dalle sostanze se è per questo cercherò di fare tutto il contrario di quello che ho fatto al sud. Cioè cercherò di conoscere persone che non fanno uso , mi dedicherò a qualche sport serale , e userò i soldi no per prendere droga ma x cose più necessarie dato che in questi 10 anni ho speso un capitale di piu di 300 mila euro tra oro che avevano dentro casa soldi che ho trovato e rubato sempre a casa vari lavori che ho fatto ecc ecc ho speso tutto quello che avevo i soldi li facevo uscire tt i giorni tra spaccini vari ecc ecc quindi più di questo amico mio che ti devo dire .. la roba oramai si trova pure sul dark web e te la spediscono a casa le migliori qualità ci sono se uno vuole ma io non voglio cerco di tenermi lontana . 

nono, onestamente mi chiedevo

nono, onestamente mi chiedevo perchè le sue risposte non mi sembrano appartenere alla maturità di una 29enne..pensavo fosse piu giovane, tutto qua. io sono dell'88, non è poi molto di più. 

E tengo a precisare, il dire

E tengo a precisare, il dire la mia età e aggiungere che non sono molti anni di più rispetto ai suoi non era assolutamente mirato a paragonare le nostre maturità, anzi! Era solo in risposta a tpm che ci ha dato dei vecchi, tutto qua;) 

comunque spero che oggi sia

comunque spero che oggi sia una giornata un po meno impegnativa per te TPM. non va inosservato il tuo commento sul tuo attuale stato danimo. ti auguro di sentirti più sereno e tranquillo al piu presto.

No, purtroppo è proprio un

No, purtroppo è proprio un periodo che non sta andando bene.

Perché il craving mi si fa sentire prepotente. Ma per adesso sono ancora astinente.

Grazie per l'interessamento. 

Ciao tpm ti posso capire ..

Ciao tpm ti posso capire .. non so la tua storia ma da come ho capito sei più grande di me quindi sicuro ne hai passate e ne sai di più . Non so la tua storia se hai famiglia figli lavori non so ma il consiglio che ti posso dare continua così se c'è l hai fatta fino ad adesso puoi continuare a farcela . Cerca di dimenticare la sostanza fai finta come se non esistesse e dedicati ad altro tanto come dico sempre l'esperienza l'abbiamo fatta ci siamo divertiti e fidati meglio noi con la testa di cazzo che quelle persone che nella vita non se ne sono viste bene e non hanno fatto le nostre esperienze . Noi siamo più forti perché siamo emersi dal basso con questa schifezza e non è affatto semplice . In bocca al lupo 

Ti ringrazio.

Ti ringrazio.

Si ho un lavoro, che mi sono sempre tenuto stretto nonostante tutto. Non mi hanno mai regalato nulla, mi sono laureato viaggiando ogni giorno in Treno 2h andata e 2h ritorno. Poi mi sono specializzato. E tutto questo sempre drogandomi.

Non sono poi tanto più vecchio di te, ho 35 anni.

Ora sono a un punto del percorso che fino all'anno scorso avrei creduto incredibile, totalmente astinente da tutto. Giusto qualche sigaretta ogni tanto (ma quanto è difficile smettere con le sighe?), ma ho ancora tanta strada da fare.

Non avere fretta, a volte il cambiamento arriva più veloce di quanto potessimo immaginarci. Il brutto è che non succede mai se lo si programma. :-)

No, non ti credere, mi sono

No, non ti credere, mi sono rovinato la vita anche io, relazioni amori matrimoni famiglia...anche se il rimanere legato al lavoro mi ha sempre aiutato, questo è vero.

Ma io non sono certo fiero di me per la vita che ho vissuto.

Siamo perfezionisti .. l

Siamo perfezionisti .. l'essere umano di se x se cerca sempre la perfezione. Nessuno è contento di se o di qualcosa ..  a volte bisogna  accontentarsi di ciò che si è ..prendere i lati positivi .

No, 

No, 

io sono tutt'altro che perfezionista, credimi.. :-) 

È che gli oppiacei mi hanno distrutto la vita. Ormai quel che è perso è perso, guardo avanti e lo faccio come è mio carattere con ottimismo.

Ma a volte è dura quando ci si guarda indietro. Che poi per certi aspetti posso dire di essermi goduto la vita a 3000... volendo guardare gli aspetti positivi, di certo non ho avuto un'esistenza monotona  :-)

ps: se ti va iscriviti a un famoso sito per psiconauti, mi trovi anche con lo stesso nik, e abbiam più libertà di parlare di questi argomenti nostalgici,senza disturbare chi giustamente è qui per smettere, e può non gradire alcune divagazioni  ;-)

Ti capisco e credimi non solo

Ti capisco e credimi non solo a te . Tutto ciò che abbiamo perso possiamo riaverlo.. si può porre rimedio a tutto .. solo a una cosa no .. quindi come si dice volere è potere nella vita. Hai raggiunto traguardi che le persone sognano .siiii fiero di te e vivi la vita con il sorriso che siamo dei ragazzi assolutamente recuperabili .. ho letto delle esperienze ieri sera qui di persone che ne sono uscite ( almeno così dicono ) e facevano uso da più anni di noi e in diverso modo .. sulla vita che hai vissuto bene posso dire che anche io come te di alcune cose non me ne pento assolutamente..mi può fare solo che piacere grazie ;)

La roba al nord ( e penso sia

La roba al nord ( e penso sia uguale nel resto d'Italia) è ovunque, basta fare un giro in qualsiasi bosco o area verde per incontrare spaccini e clienti  L'altro giorno ce n'era uno intento a preparare le palline tranquillamente seduto ai lati di una pista ciclabile frequentatissima anche da famiglie con bambini. Città grandi, piccole, comuni sperduti in montagna..  roba e coca sono ovunque e bisogna farci l'abitudine perché le troverai sotto il naso ovunque andrai. Senza contare i posti di lavoro, dove anche il collega più insospettabile si fa di qualcosa e spesso devi lavorarci fianco a fianco mentre lui è fatto e tu pulito e lucido.. Quello che voglio dire è che bisogna prima venirne fuori con la testa, altrimenti i nostri problemi ci seguiranno ovunque e si ripresenteranno puntuali alla prima occasione

Ciao :) mi credi che dove

Ciao :) mi credi che dove abito io si trova solo fumo e massimo metadone ? Il resto non si trova neanche se lo paghi a caro prezzo . La gente esce per cazzi loro e si fanno x cazzi loro .. tanti anni fa tipo 10 c'era chi spacciava i pezzi di roba è crak poi hanno arrestato a tutti essendo paesini si sapeva tutto si tutt e chi è morto chi se ne andato da qua chi è in galera da anni chi si fa x cazzi suoi senza portare nulla a nessuno .. te lo detto più del fumo non si trova .. o devi vedere chi esce e ti fa il piacere ma succede poco xké si badano tutti i fatti loro 

Io ti credo,

Io ti credo,

che tu ci creda o meno vivo anch'io in un paesino molto simile al tuo come giro di droga, e per trovare qualcosa (che fa schifo tra l'altro), bisogna spostarsi di 100km fino a Torino.

Questo però non mi aveva mai impedito di trovare la roba.

Anch'io uguale eh lo so

Anch'io uguale eh lo so figurati la mente fa fare cose incredibili per quella sostanza .. andavo a Napoli dal mio paesino anche 2 volte al giorno .. cose da pazzi cioè in tutto sono più di 400km perché andata e ritorno sono 200km se lo fai 2 volte ..... eh se ci ripenso dico chi cazzo me lo faceva fare ma ero in uno stato davvero pessimo quindi non pensavo a nulla .. pensavo solo a farmi 

Già così solo a fumarla e

Già così solo a fumarla e pipparla e fumare il crak stavo infognata figurati se provavo la pera .. aeee non voglio neanche immaginare .. dicono che una volta provata non si torna indietro perché lo sballo è nettamente superiore e poi crea una dipendenza 10 volte peggio .. a me t dico la verità mi hanno frenato cioè ho avuto a che fare co persone che nn si facevano in vena altrimenti non so secondo me avrei provato anche quella .. oltre alla roba è crak quindi coca fumo erba ho provato md ketamina pasticca e basta .. funghetti acidi non mi passa manco per la testa mi fanno schifo non sono per me .. mai provati mai li proverò .. 

Si, fai benissimo, tieniti

Si, fai benissimo, tieniti sempre lontana dall'utilizzo in vena. Oltre a maggior infogno causa danni fisici enormi: ascessi, flebiti, trombi, endocardite, ecc ecc.

Io anche non mi sono mai iniettato nulla.

Il Crack è secondo me peggio ancora della roba, e sta falciando le nuove generazioni. Col fatto che costa poco e non da dipendenza fisica lo usano anche ragazzini di 13 anni ormai. Un disastro.

Anche io non sono amante dei trip o dei funghi. Provati poche volte ma non è la droga che fa per me.

Diciamo che dipende anche dal

Diciamo che dipende anche dal carattere .. io preferisco la roba il metadone le benzodianz l oppio diciamo tutto cio che t calma .. il crak nn mi ha mai fatto impazzire .. lo facevo giusto prima della roba ma se non c'era quella il crak non lo mai preso a furia di ritirarmi senza nulla .. non mi piace l effetto che da .. poi è buona la prima fumata del resto è inutile .. poi mi rende più lucida di prima cioè è na droga inutile come la coca .. la robba è la droga perfetta se non fosse x l'astinenza che provoca .. 

Magari fosse così anche qui (

Magari fosse così anche qui ( abito in Brianza ) invece ci sono spaccini ovunque, dal momento in cui decido di farmi a quello in cui ho in mano la sostanza passano massimo 20 minuti talmente è di facile reperibilità. Per non cedere ad eventuali tentazioni esco sempre con il portafoglio vuoto perché anche solo andando a fare jogging è molto probabile imbattersi in un drug shop ambulante.. Per non parlare di quelli che ricevono i clienti sotto casa mia, ogni settimana ne devo cacciare uno diverso, un vero disastro per uno che sta cercando di smettere

Chiedo scusa per il mio

Chiedo scusa per il mio messaggio di prima, e per i toni usati verso il "solito provocatore" (lo dico in tono ironico ;-) )

L'errore era mio e non me ne ero accorto, lui ha fatto un intervento di correzione più che giusto, e infatti dopo ho retificato.

Purtroppo non si possono più modificare i messaggi una volta inviati, quindi ribadisco, per chi leggesse: NarcoticiAnonimi sono un istituzione validissima, gratuita, e che svolge un ottimo lavoro, tra l'altro molte volte appoggiati dalle stesse strutture pubbliche. NarcoNon sono una banda di truffatori che speculano sulla disperazione delle famiglie e vanno evitati.

Perdonatemi ma, come tutte le persone, anch'io ho alti e bassi. Ultimamente sto avendo parecchie giornate no.

Un saluto a tutti

 

Tranq errare è umano capita a

Tranq errare è umano capita a tutti . Infatti cioè mi ricordo che chiamai a questi narcon e mi dissero che ci volevano almeno dai 20 mila euro in su per un programma .. poi senza metad... usano solo cose naturali .. lessi un commento di uno che disse ragazzi evitare la narconnn io ci sono stato ed è stat l'esperienza più brutta della mia vita .. quindi ho detto e chi ci va .. 

Un'esperienza molto ben

Un'esperienza molto ben raccontata su Narconon la puoi trovare nel libro di Christiane. F. "Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino".

Lei ci andò negli anni '70 e nel libro sono raccontati i metodi, i costi, e la totale inutilità, se non per spillare soldi. E se poi riescono a farti diventare membro di Scientology, non ti lasciano più nemmeno le mutande.

Ma ai tempi (fine anni '70) stavano nascendo i primi "SerT"(in Italia si chiamava NOT, in Germania non lo so), non si sapeva ancora molto sulla dipendenza da eroina, e c'erano pochissimi posti per la cura con metadone e tantissimi eroinomani.

Doveva essere un vero inferno essere un tossicodipente in quegli anni.

ah davvero? lho letto tanti

ah davvero? lho letto tanti anni fa e non mi ricordo di quello che dici.

altra testimonianza simile, a mio personale parere, è Sanpa su Netflix. anche li il contesto, i primi anni nei quali dilagava un fenomeno che non si sapeva come fermare, lasciava molto piu spazio a santoni e imbroglioni. Il documentario credo sia fatto benissimo prima di tutto perche presenta semplicemente i fatti, è una raccolta di testimonianze e materiali dell epoca, senza nessuna precisa volonta di idolatrare o condannare. ognuno alla fine è libero di interpretare come vuole: io ci vedo uno schema in buona parte simile, un uomo che viene considerato e si considera un semi-dio, tanti soldi che girano, una massa di disperati pronti a credere a tutto. Insomma per me il San Patrignano originale in fondo in fondo era una setta, certamente molto meno improntata alla religione e anche per questo forse piu difficile da riconoscere come tale, così come per il fatto che il leader in questo caso davvero non aveva inizialmente intenzione negative, il tutto purtroppo è frutto proprio del contesto e della situazione disperata e ancora troppo nuova per giudicare correttamente. 

il filo comune è sempre la debolezza delle persone, che sia dovuta ad anni di TD o altro.

Stupefatto

Mmmh su S.patrignano io la

Mmmh su S.patrignano io la penso un po' diversamente. Si ho visto anch'io la serie Sanpa e la trovo molto ben fatta.

Io credo che Muccioli fosse una persona buona, ma come tutte le persone avesse anche dei lati negativi.

Non so se alla fine si sia fatto prendere la mano dal guadagno, e credo che questo lo possa sapere solo lui, e nemmeno se sia davvero morto di AIDS. Però credo che fosse una persona che amasse profondamente i suoi ragazzi, e che bisogna contestualizzare la situazione. All'epoca, alla fine degli anni '70, i servizi di sostegno statali ai TD praticamente non esistevano, il metadone era visto malissimo dalla società, che lo considerava una "droga di Stato" e veniva centellinato. I medici vedevano i tossici come persone viziose e non come persone con una patologia medica da curare, dunque prevaleva il concetto di doverli punire per redimerli.

C'era tantissima ignoranza sull'eroina, sia da parte degli stessi tossicodipendenti, che da parte dei medici e dello Stato.

Col senno di poi è facile condannare i suoi metodi, fatti di incatenare le persone, rinchiuderle negli scantinati,o dargli qualche sberla, ma ai tempi probabilmente era vista come l'unica cosa in grado di salvar loro la vita. Dunque non lo condanno per questo.

L'unica vera ombra è stata l'omicidio di Maranzano, quello si che è da condannare, sia per chi ha materialmente compiuto il pestaggio, sia per chi sapeva e non ha parlato.

Ad ogni modo credo che essere tossicodipendenti in quegli anni, dovesse essere un vero inferno. Da un lato girava roba di altissima purezza e qualità, dall'altra se non trovavi i soldi per farti ogni santo giorno andavi in astinenza. Nessuno ti aiutava con metadone o cure per disintossicarti senza soffrire.

Penso di poter comprendere chi, pur di uscirne, fosse anche disposto a farsi incatenare e prendere a sberle.

 

Si ho letto anche il secondo,

Si ho letto anche il secondo, "La mia seconda vita". Parla di come è proseguita la sua vita dopo che è diventata famosa e con un sacco di soldi. Facilmente immaginabile :-D

Belli tutti e due ma il primo è un must.

Tpm, traspare che sei una

Tpm, traspare che sei una persona profonda, sensibile ed empatica. Sei intelligente e ben informato. Forse è proprio il tuo intelletto e la tua umanità che ti rendono un pò insofferente verso la vita. Ma sei una persona per la quale la società può andare solo che fiera. E più importante ancora (chi se ne importa degli standard, spesso superficiali, che la società ritiene necessari per attribuire valore ad una persona e la vita che ha vissuto), tu dovresti imparare ad essere fiero di te stesso pian pianino..darti la clemenza che doni ad altri. Perdonarti. Forse lo hai già fatto, me lo auguro e scusami se le mie riflessioni sono basate su supposizioni e non ti ci rispecchi. Ma mi dispiace leggere certi tuoi pensieri, per quanto fa piacere che tu li condivida eh..

Ti ringrazio molto per le tue

Ti ringrazio molto per le tue parole,

mi hanno colpito profondamente e te ne sono grato. È incredibile come su forum anonimi come questo, si riescano a stabilire feeling e anche vere amicizie, che sarebbero altrimenti impossibili nella vita reale, per via delle maschere che portiamo.

Io ad esempio sono un "insospettabile", nessuno che mi vedesse sia sul lavoro che fuori, sospetterebbe mai il mio passato da tossicodipendete. Sono un TD 2.0, insgamabile, perfettamente inserito nella societá e nell'ambito lavorativo, un fantasma per il Sert. E come me ce ne sono tantissimi, credimi.

Pensa che ho svolto delle mansioni professionali anche per diverse forze dell'ordine, del Tribunale, e perfino per l'ASL, Sert compreso :-D.

Comunque hai colto nel segno, ho sempre amato aiutare gli altri, ho fatto volontariato sia nelle case di riposo che nei canili, per tanti anni. Ma ho un vuoto dentro che ormai nulla riesce più a colmare, nemmeno l'eroina. E non riesco a perdonarmi per tanti sbagli e decisioni sbagliate prese per colpa sua. 
Ci sto lavorando su però. E Per adesso continuo ad essere pulito. Sono 3 mesi ormai. Certo prendo psicofarmaci e seguo un percorso psicoterapeutico che sarà ancora lungo.

Però Davvero, non ci avrei mai creduto fino all'anno scorso, che ce l'avrei fatta ad arrivare almeno fino a qua. E questo mi da una grande soddisfazione.

Anche se sono un rottame, non ho energie e ultimamente quando mi vengono questi "attacchi"'di craving si associano anche sintomi fisici come quelli dell'astinenza: mi cola il naso e starnutisco di continuo, sudo e ho brividi di freddo, le gambe diventano inquiete... Per questo sono spesso nervoso e sopporto meno qualunque cosa. 
Gia sul lavoro, non essendo nel pubblico né un dipendente, devo trattenermi tantissimo perché una risposta sbagliata data anche al più coglione dei clienti, ti può far perdere il cliente, e quindi il lavoro e le successive fatture.. :-)

Purtroppo tocca a voi sopportarmi.. :-D.

Quando finirà tutto vi inviterò tutti a cena.. Promesso! 

Buongiorno:) sono contenta

Buongiorno:) sono contenta non te la sia presa per qualche motivo, sei abbastanza intimo con le tue cose, per quanto onesto. Quindi ero in dubbio se poteva frustrarti leggere delle considerazioni su ciò che avevi espresso. Comunque si ti capisco. Avere una 'doppia vita', crearsi un'apparenza che dissocia un po dalla sostanza (scusate il gioco di parole,nkn intendo sciocche) può creare davvero moltissime contraddizioni interne. Ma tre mesi di sobrietà sono una conquista pazzesca, bravo bravo bravo!! Qualsiasi cosa succeda nessuno ti può togliere questo traguardo, anche se dovessi avere una ricaduta non cancellerebbe tutti gli sforzi che hai fatto per raggiungere un risultato del genere. Mi ricordo che scrivevi dei tuoi dubbi su che strada intraprendere un po di tempo fa .. NA, terapie varie, cercavi di districarti tra i vari servizi di supporto. sembrava fossi un pochino un'anima in pena, che faticavi a trovare un percorso che fosse in sintonia con le tue esigenze e la tua persona. E guardati qua dopo poco tempo con le redini ij mano, costante, sobrio! Hai trovato/avuto del supporto? Stai facendo tutto da solo? Ripeto, forse mi sbaglio e in caso mi scuso. Ma è fantastico, non importa tre giorni, tre mesi o tre anni, sei stato un vero guerriero e questa vittoria te la porti a casa, e rimane tua. non dirlo due volte che ti ritrovi una clappa di noi sotto casa con casse di analcolici, angurie e torte salate! ;) 

Ciao TPM.

Ciao TPM.
ti faccio i miei migliori auguri, con l'auspicio che le tue difficoltà si possano risolvere favorevolmente.
Ti dico anche che sono molto curioso, relativamente agli sviluppi della tua situazione personale. Non una curiosità fredda e asettica, da spettatore indifferente. Bensì da persona auspice in bene, seppur a volte provocatoriamente e in dissenso.
Dal mio punto di vista la tua è una situazione particolare. Sei molto coinvolto. Coinvolto "ideologicamente", direi, in particolari modi di considerare la questione di cui si tratta su questo forum. 
Non so fino a che punto questo sia un vantaggio o uno svantaggio.
Però vedo che, forse per la prima volta, parli (anzi scrivi) in modo piuttosto circostanziato della tua condizione personale, anche sotto il profilo esistenziale ed emotivo, piuttosto che argomentare di questioni teoriche e astratte.
Comunque è dura, si sa.
In bocca al lupo.
 

Vi ringrazio per le parole di

Vi ringrazio per le parole di conforto.

Si, sono seguito, gli esperimenti e i tentativi fatti da solo si sono sempre rivelati inutili.

Un passo da fare sui gradini della scala :-).

Non sto assumendo nessun farmaco oppioide, né agonista né antagonista, però.

La mia idea e i miei consigli, che do sempre basandomi sulla mia esperienze e sulle mie conoscenze, sono basate su ciò che a livello generale è più utile, per chi è tossicodipendente.

Poi sappiamo benissimo che ognuno è un caso a sé, c'è chi riesce a disintossicarsi e rimanere astinente solo con supporto psicologico e psichiatrico, chi invece ricadrebbe subito, e ha quindi bisogno di un percorso diverso, fatto di farmaci agonisti.

Poi ci sarebbe da aprire una parentesi enorme su come in Italia siamo anni luce indietro alle terapie sostitutive, rispetto ad altri paesi Europei, come ad esempio Svizzera, Germania, Austria.. dove hanno alternative a chi non riesce a smettere con metadone o BPN.

Ma non divaghiamo e fanstastichiamo troppo.. 

Un saluto

Di niente. Ribadisco l

Di niente. Ribadisco l'augurio di serenità e benessere.

Nel frattempo, Parentesi per parentesi, ne apro una anch'io. Per dire, senza nulla togliere a psicologi e psichiatri capaci, che molti recuperi avvengono anche per altre vie. Gruppi di auto-mutuo-aiuto, altri esperti dell'area socio-psico-pedagogica, ma anche persone che, pur non disponendo di specifiche qualifiche formali, mostrano comunque notevoli sensibilità,capacità di ascolto, di compensione e sostegno. Spesso si tratta di persone impegnate nel volontariato o religiosamente ispirate.
Poi ci sono anche persone che ne sono uscite e che si rendono disponibili, magari dopo avere rielaborato serenamente la propria esperienza.
Direi che anche la dimensione "socio", oltre e forse più che quella "psico", può costituire un'importante risorsa. Così avviene ad esempio nelle comunità e nei gruppi. In ogni caso tutto inutile in assenza di adeguate motivazioni e impegno personale da parte di chi è ancora invischiato con le sostanze. Viceversa, se c'é profonda determinazione, possono essere valorizzate le più varie forme di aiuto, secondo me.
Saluti

Aggiungi un nuovo commento