Back to top

Buprenorfina, domanda tecnica (anche per gli operatori)

Buongiorno gli operatori del mio sert mi dicono che la buprenorfina a differenza del metadone non si accumula nell'organismo essendo che é idrosolubile anziché liposolubile, però cercando online risulta il contrario, loro vorrebbero farmi abbandonare il farmaco al dosaggio di 4 mg perche dicono che la molecola è molto grossa e si comporta meglio se non viene scalata ulteriormente.

Asseriscono inoltre che in 10 giorni si risolve tutto, io in passato l'avevo tolta però ero arrivato a 0.5 mg tenuti per un mesetto prima dello stacco, l'astinenza fu effettvamente una passeggiata per via della mia forte motivazione.

Cosa ne pensano gli operatori di questo sito della filosofia del mio sert loro dicono che è tranquillo levarlo a 4, io sono scettico, ditemi gentilmente la vostra opinione.. 

La molecola é idrosolubile?

Prendo il farmaco da 3 mesi. Ho 26 anni

Commenti

Ciao! Seguo la discussione...

Ciao! Seguo la discussione... Io sono a 8 mg, ho chiesto di scalare. Ero arrivata a 16, un'esagerazione secondo me. Vorrei levarmela del tutto ma al mio sert sono refrattari quando si tratta di scalare. Così ho deciso di farlo per conto mio, per due settimane 6, poi per altre due 4 etc.. vedremo se sentirò astinenza forte. In ogni caso, sono disposta a star male pur di levarmela. 

Ciao Full!

Ciao Full!

Che piacere rileggerti, dopo tanto tempo! Come stai, tutto bene?

Allora, provo a risponderti secondo le mie conoscenze, esperienze dirette con la buprenorfina non ne ho, non avendola mai assunta in vita mia per disintossicarmi, se non per un breve periodo in forma di cerotto, ma per il dolore.

Secondo me interrompere da 4mg è da pazzi, è vero che lo prendi da poco tempo e sei giovane, quindi sicuramente non avrai una grande astinenza dolorosa, ma sarà comunque molto fastidioso.

La buprenorfina non so se sia idrosolubile, ma so che qualunque farmaco a lunga emivita crea un accumulo, quindi anche la bpn. In particolare so che questa molecola viene metabolizzata dal fegato molto lentamente, e per questo alti dosaggi creano effetto tetto, e possono addirittura esser triplicati e assunta una volta ogni 3 giorni: perché "l'accumulo" non passa dal fegato, che appunto può impiegare anche fino a 3 giorni per smaltirla. Spero di esser stato chiaro.

Io fossi in te pretenderei uno stacco molto più graduale, arrivando fino a 0,5 mg al giorno, per poi passare a 0,5mg ogni 2 giorni, ed infine staccare da li.

Ciao ed in bocca al lupo per tutto.

 

 

 

Ok grazie a  tutti per le

Ok grazie a  tutti per le risposte in effetti anche a me pare strano, ma come mai lo dicono?

La dottoressa lavora li da 20 anni, mi trovo davvero molto bene in questo sert, gli operatori sono eccezionali sul piano umano, vogliono sempre aiutarti e pretendono di essere chiamati per nome per favorire un clima di vicinanza emotiva

Cmq essendo molto colpito da questa cosa, ho chiesto se effettivamente nella loro esperienza clinica altre persone avessero fatto lo stacco a quel dosaggio, e loro mi dicono di si..nel senso si prendono 4 mg un giorno si e uno no e poi si leva

Non so sinceramente io vorrei provare, dato che sono il tipo che l astinenza la passa andando a correre e poi vorrei chiudere abbastanza in fretta perché sto attraversando una fase di grandi cambiamenti. 

Se qualche medico del sito rivela la sua opinione e qualche sua considerazione in merito é assai gradito!

Grazie!! 

Per quanto tempo ti fanno

Per quanto tempo ti fanno prendere 4 mg un giorno si e uno no? Anche a me pare strano, però sei giovane e la prendi da poco tempo.. Sono curiosa anch'io di avere un opinione di un medico del sito

Un medico non ti risponderà

Un medico non ti risponderà mai sconfessando un altro medico di una terapia data in un altro Sert , non sarebbe corretto , neanche ti conoscono . Se leggi gli interventi della redazione comunque in passato ti dicono una cosa sola per smettere devi fare una riduzione lenta e graduale e al dosaggio più basso possibile , e se ci pensi e pure logico , meno assumi e meno sarà l' astinenza , io ne ho fatte diverse purtroppo in 46 anni  e da 4 mg rischi di non farcela la botta e grossa , comunque tutto e fattibile e non e che ti devi fidare di un mezzo tossico come me .ciao

Grazie per il tuo commento..

Grazie per il tuo commento.. Comunque se dicono anche gli operatori la loro opinione su questo caso specifico mi fa piacere..

E interessante, sono più che altro curioso magari si apren un dibattito.. L'obbiettivo non è sconfessare ma la conoscenza.

Grazie! 

buonasera a tutti

buonasera a tutti

vi scrivo perchè ho un disperato bisogno di sapere:

Il mio compagno, assume subutex da 10 anni.

In attesa di entrare in una clinica a bologna ha ridotto l'assunzione a 0,5 al di.

Ora è li e l'astinenza è parecchio forte.

Gli stanno dando catapresan e muscoril e per dormire tavor.Ieri sera però ha avutouna crisi fortissima e non passava con nulla (è li da 7 giorni) ed i dottori gli hanno fatto assumere subutex da 2mg!!!!!

Ma io dico: è li per didintossicarsi dal subutex e glielo danno (in quantità maggiore rispetto a quando è entrato) per calmare l?astinenza!!!!! Ma che senso ha????

 

Lo trovo assurdo dal momento

Lo trovo assurdo dal momento che lui è in clinica per togliere quella roba

La dottoressa gli ha anche detto che al bisogno può prenderla senza problemi.

Aiutatemi a capire pervhè sono molto preoccupata

evidentemente, come ti ho

evidentemente, come ti ho scritto sopra, la crisi d'astinenza era troppo forte, e allora hanno deciso di dargli un po di buprenorfina.

Sicuramente si allunga il tempo di disintossicazione, ma lo si rende più lieve.

Nulla di anormale, fidatevi dei medici.

Io assumo Subutex da quando i

Io assumo Subutex da quando i Sert hanno iniziato a somministrarlo, anno 2003, e da qualche anno sono fermo a 6mg al giorno. 

Lo scorso settembre mi sono ammalato, una sospetta polmonite che poi si è rivelata essere una "Spondilodiscite", un'infezione di natura batterica alle vertebre 4 e 5 dorsali. Il 17 dicembre sono stato operato d'urgenza al Maggiore di Bologna, mi hanno impiantato 2 placche ed 8 viti, e ho rischiato seriamente di perdere l'uso delle gambe. In tutto questo tempo ho continuato ad assumere il Subutex anche se in maniera discontinua. Certi giorni assumevo 2mg, in certi addirittura niente e devo ammettere di non avere avuto sintomi d'astinenza. Il tuo compagno è sceso a 0,5mg (ovvero un quarto di compressa da 2)? Mi sembra strano abbia sintomi d'astinenza, e una quantità davvero minima.

Fai una domanda agli

Fai una domanda agli operatori . Sinceramente sembra strano pure a me , magari un po' di metadone ma non sub che sta togliendo , strano proprio perché quando si riprende si torna indietro con la disintossicazione , comunque fai una domanda agli operatori e facci sapere.

Ho domandato agli operatori

Ho domandato agli operatori ma non ho ancora avuto risposta...anche perchè lui nel frattempo è tornato a casa ed assume benzodiazepine come fossero caramelle...

io non so cosa fare più davvero.

In casa ci sono due bambine oltretutto

Piu' che alla redazione o a

Piu' che alla redazione o a noi che leggiamo lo chiederei direttamente all' interessato che cosa stia succedendo.

Lui lo sa' di sicuro chi ha di questi problemi di solito puo' perdere di vista tutto tranne che quello che gli interessa di piu' e cioe' cio' che ha a che fare la sua dipendenza.

Su quello noi tossici siamo intransigenti li non ci freghi.

E' come un lavoro a tempo pieno, impossibile non essere a conoscenza degli strumenti del mestiere e su come usarli. 

A lui sicuramente prima di cambiare terapie avranno spiegato i motivi che poi invece lui li riporti ad altri con dovizia di particolari e' altro par di maniche soprattutto se ha qualche motivo per tenere qualcosa per se'.

Fosse anche solo vergogna o frustrazione  per fallimento o qualunque altra cosa possa essere.

Mi dispiace per la tua situazione ma soprattutto per le 2 bimbe 

io inanzitutto ti ringrazio,

io inanzitutto ti ringrazio, per me è difficile, non sono mai stata tossica ed ho scoperto solo a novembre che usava il subutex (da dieci anni) dopo due anni di relazione.

e adesso sono anche incinta anche se sto pensando seriamente di interrompere questa gravidanza.

Subutex non ne prende piu ma va giu di stilnox, En; antidolorifici e vino.Diche che ha ancora male alle gambe e non riesce a tenerle ferme e che vuole dormire.Questo mi ha risposto quando ho chiesto.Dice che appena finiranno le pastiglie non le prenderà più.Ma io s gia che non sarà cosi.E' uscito da una dipendenza e si è infilato in un altra.Sono stanca vorrei andasse via

Hai detto bene, è uscito da

Hai detto bene, è uscito da una dipendenza e si è infilato in un altra ugualmente grave secondo me. Togliere un appoggio importante come la buprenorfina per poi doversi stordire con farmaci e vino è forse la cosa peggiore.. Posso chiederti come mai ha deciso di toglierla proprio adesso? Perché sei incinta? Come avrai gia letto in altri post la disintossicazione non è indolore, purtroppo ci vogliono settimane se non mesi per riprendersi e il fatto che lui imbottisca di altre cose non è buona cosa.. se presi così a caso e in grandi quantità possono solo peggiorare la situazione. Come ha gia detto un altro utente purtroppo quando noi tossici non stiamo bene esistono solo i nostri problemi, tutto il resto viene in secondo piano.. L'unico consiglio che mi sento di darti è quello di proteggere i tuoi figli, secondo te  ne stanno risentendo di questa situazione? Se si fermati a pensare ad una possibile soluzione(anche drastica) non so dove abiti ma presumo che anche da te ci siano delle limitazioni per uscire di casa e vivere 24/24 con una persona che ha questi problemi è un dramma, soprattutto se ci sono minori. 

Dunque,ti spiego: Noi stiamo

Dunque,ti spiego: Noi stiamo insieme da due anni, l'ho conosciuto che aveva dei grandi problemi con l'alcool  che,insieme,abbiamo superato.Un giorno,a novembre del 2019 salendo sulla sua macchina trovo pastiglie di subutex (vuote)dimenticate li. Mi è preso un colpo.Mi è caduto il mondo addosso! Subito ho reagito male ma poi ho deciso di aiutarlo.Ne prendeva 2mg, ed insieme abbiamo scalato fino a 0.5 in attesa che la clinica (convenzionata con il sert)lo chiamasse.Il 5 marzo è entrato. A seguito di una forte crisi gli hanno dato subutex(2mg) ed insieme abbiamo deciso che non andava bene ed il 23 è tornato qui. Ho promesso di aiutarlo,lui voleva solo delle pastiglie per dormire perchè a suo dire non rusciva a tenere ferme le gambe, aveva fiatone perenne e mancanza di voglia.

Bene ne prendeva 3 o 4 a sera. Avevamo comprato delle tachidol in caso di dolore e lui in un giorno se ne è fatte fuori 9!

ieri ho scoperto tutto ed ho BUTTATO VIA TUTTO E GLI HO DETTO DI ANDARE VIA DA CASA MIA!!!Ma lui sembra non sentire...le mie figlie non si accorgono di nulla perchè le ho sempre protette da tutto.

Ora:non ha più niente da prendere, e qui non si può uscire e senza ricetta non ti danno nulla.Ho buttato via anche la ricetta.tutto quanto. E LUI LO SA.Eppure non se ne va.Dopodomani devo andare in ospedale x ecografia e chiedero di farm interrompere la gravidanza.

Non c'è speranza che lui smetta vero?

Ma dove le trova che qui non c'è più niente?

Che stia male in questi

Che stia male in questi giorni è normale, come scrivevo prima ci vuole un po' di tempo prima che i disturbi spariscono. È importante in questo periodo non abusare di altre cose proprio perché sarebbe solo un cambiamento di dipendenza. So che è difficile, ma l'ideale sarebbe prendere questi farmaci il minimo indispensabile per non impazzire. Purtroppo il periodo che state affrontando è davvero delicato e il fatto di essere tappati in casa non aiuta. Hai scritto che ieri hai buttato via tutto, oggi come va? Come sta fisicamente e di testa? Io ho affrontato due disintossicazioni dal metadone del mio compagno, la prima è stata drammatica, si imbottiva di farmaci, falsificava le ricette, un disastro. Non era ancora pronto probabilmente. La seconda sta andando molto meglio, prende farmaci solo all'occorrenza e anche il suo umore è molto più stabile. Ho stabilito delle regole ferree per non farmi trascinare di nuovo nella depressione insieme a lui. Ad esempio prima si lamentava tutto il giorno dei suoi acciacchi o di quanto è stato sfortunato nella vita e bla bla bla. Ora questi discorsi sono quasi vietati e in effetti ho notato che anche lui sta meglio, ci pensa di meno  e cerca di tenersi impegnato in ogni modo. Quando gli davo corda invece passava giornate intere ad autocommiserarsi e deprimersi, almeno adesso cerca di reagire. È difficile darti un consiglio... Togliere i sostitutivi non è facile e non è facile nemmeno per chi sta accanto, ci vuole molta pazienza. Finché prendeva il subutex andavano bene le cose tra voi? Forse non era il momento giusto per toglierlo, oppure lui lo ha fatto solo per farti contenta. Se lo assumeva regolarmente e non faceva uso di altre droghe non capisco perché questa fretta di toglierlo... ci sono persone che prendono i sostitutivi da anni e hanno un lavoro, una famiglia e la testa sulle spalle.

Tu hai scoperto quello che

Tu hai scoperto quello che per lui era accettabile in quel momento che tu scoprissi.

E magari anche solo perche' costretto o per ottenere qualcosa in cambio fosse anche solo una presa di coscienza del fatto che ha un problema e spesso non si molla chi ha un problema ma lo si lega invece a doppio filo proprio in virtu' di questo.

Una specie di velato ricatto di cose lasciate intendere della serie se mi molli adesso che sai che sto male devi proprio essere unaMerda e sai come lo so, perche' ci siamo passati quasi tutti.

Anche provo a disintossicarmi per il bene della famiglia salvo poi fallire e riempirmi di altro e' storia vecchia.

Ad un certo punto non e' piu' la sostanza che prendi ma il bisogno di prendere qualcosa.

Usare i sentimenti delle persone, le loro debolezze e' quello che mettiamo in campo come strategia di sopravvivenza magari non lo sara' per tutti ma sicuramente lo e' per quasi tutti.

Quello che conta dovrebbe essere crescere le bimbe, che mi par di capire che forse neanche sono le sue, lontano da questo tipo di esempi. 

Ma anche per te stessa, che vita immagini ti possa attendere.

Si puo' anche cambiare, tutti possiamo farlo, certo che con due bimbe in casa ed uno in arrivo partendo da motivazioni come mi fanno male le gambe e vorrei dormire piuttosto che pensare a loro la dice da sola su come possa essere messo. 

Concordo in pieno, io ne sono

Concordo in pieno, io ne sono l'esempio. Non volevo lasciarlo perché sapevo che era in difficoltà, avevo paura di un suo gesto estremo e mi sentivo in colpa. Il risultato è che sono passati anni e piano piano sono finita anch'io nel baratro insieme a lui.. 

Mi dispiace molto per te

Mi dispiace molto per te credimi, ma io nella vita ne ho viste davvero tante purtroppo ed avrei avuto la possibilità più voltedi caderci ma ho sempre scelto di no.

Se lui vuole continuare che continui, io mi sono resa disponibile mossa dall'amore che provo per lui.

Ma sopra ogni cosa,ogni cosa, ci sono le mie bambine. Devo pensare a loro.

Hai ragione su tutto.Ieri ero

Hai ragione su tutto.Ieri ero talmente nervosa che ho vomitato.Ho detto a lui chiaramente cosa pensavo e che se ne doveva andare ma lui non dice una parola.una che sia una!

Ho buttato via tutto in casa, anche le ricette, TUTTO. Lui stamattina come se niente fosse è sceso in garage a fare i suoi lavoretti. 

Spiegami, che posso fare? Qui non si può uscire di casa e le chiavi della sua macchina le ho io..Non ha più nulla da potersi prendere. Si,le figlie sono solo mie ma si sono affezionate ed anche lui a loro. Ma si sa, un tossico è egoista e pensa a ciò che fa star bene lui.

Non ci rivolgiamo la parola ma lui comunque non se ne va. Dici che avrà qualcosa di nascosto? Come faccio a capirlo?

Scusami per le tante domande ma ho bisogno di capire....grazie

Hai ragione su tutto.Ieri ero

Hai ragione su tutto.Ieri ero talmente nervosa che ho vomitato.Ho detto a lui chiaramente cosa pensavo e che se ne doveva andare ma lui non dice una parola.una che sia una!

Ho buttato via tutto in casa, anche le ricette, TUTTO. Lui stamattina come se niente fosse è sceso in garage a fare i suoi lavoretti. 

Spiegami, che posso fare? Qui non si può uscire di casa e le chiavi della sua macchina le ho io..Non ha più nulla da potersi prendere. Si,le figlie sono solo mie ma si sono affezionate ed anche lui a loro. Ma si sa, un tossico è egoista e pensa a ciò che fa star bene lui.

Non ci rivolgiamo la parola ma lui comunque non se ne va. Dici che avrà qualcosa di nascosto? Come faccio a capirlo?

Scusami per le tante domande ma ho bisogno di capire....grazi

Magari una piccola

Magari una piccola possibilità daglila  no ? Aspetta una mesata che si riprende poi se continua lo cacci , se e uscito dalla clinica da poco starà a pezzi , ci sono passato ci vogliono settimane e settimane per tornare alla normalità e non si dorme per giorni e terribile la stanchezza ti distrugge , se lo ami una piccola possibilità non negargliela.ciao

Lui continua a fare finta di

Lui continua a fare finta di niente e tenersi imoegnato in casa...come se non avesse recepito il messaggio..ma oggi vi vorrei fare una domanda a cui sicuramente saprete darmi una risposta

E' possibile che abbia cominciato a prendere il subutex senza sapere cosa fosse (glielo ha proposto un amico 10 anni fa) perchè diceva che ti rilassa e scopi senza venire mai?

E' possibile mai una cosa del genere? Lui all'epoca faceva uso massiccio di cocaina e giura di non aver mai fatto uso di eroina..questa cosa vi sembra possibile o è l'ennesima cazzata?grazie

Ciao, ti ho risposto anche

Ciao, ti ho risposto anche ieri ma mi sa che non l'hai letto. Vorrei chiederti una cosa perché non ho ben capito, qual è adesso il problema? Hai scoperto che prendeva bupreforfina e tempo pochi mesi se l'è tolta, hai buttato tutti i farmaci e le ricette... che altro dovrebbe fare questo poveraccio per farti contenta? Non riesco a capire che cosa vuoi ancora da lui, e te lo dico non per fare polemica, solo perché davvero non mi è chiaro. Se tu non l'avessi beccato a novembre avrebbe continuato a prendere il subutex? Prima di questa scoperta il vostro rapporto com'era?  Intanto provo a rispondere alla tua domanda, mi pare strano che abbia iniziato direttamente dal subutex, tante volte chi fa uso.di coca soprattutto fumata poi fa anche qualche tiro di eroina.. potrebbe aver iniziato così ma magari ha paura di dirtelo perché teme una tua reazione ancora più negativa visto come hai reagito gia solo con le pastiglie.. 

ciao, rispondo alle tue

ciao, rispondo alle tue domande:

certo che se non l'avessi beccato avrebbe continuato a prendere il subutex, perchè lo prendde DA DIECI ANNI e non ha mai avuto intenzione vera di smettere.

Prima di questa scoperta combattevo con l'alcool perchè era anche un alcolizzato e pensavo fosse "solo questo" il problema.

IO ho reagito male alla scoperta perchè pensavo lui fosse diverso, ha sempre detto di essere sincero bla bla bla,per me che sono madre di due bambine sapere di aver fatto entRARE IN casa un alcolizzato cocainomane e tossico non è proprio quello che volevo.Sai..ci sono rimasta un po di merda.

Per ultimo,non deve far contenta me perchè io gli sono stata vicino sempre ho digerito e mandato giu..ma che lui continui a prendermi per il culo anche no!Quindi per me non deve fare niente..se nenache il figlio che ho in grembo lo fa cambiare beh,,per me può andarsene,anzi doveva essere già via.

Grazie per aver risposto alla mia domanda

Ok ho capito, quindi il

Ok ho capito, quindi il problema sono le bugie e quindi la mancanza di fiducia. È una situazione davvero delicata, da una parte è vero che togliere i sostitutivi è dura, dall'altra  un figlio in arrivo è un'enorme responsabilità e capisco le tue paure per il futuro non potendoti fidare di lui. Concordo con quello che ha scritto Tpm sull'interruzione della terapia, ma è vero anche che con due bambini in casa non si possono accettare certi comportamenti. Mi dispiace per voi ma in effetti il rischio di trovarti sola con 3 figli e un tossico da curare è piuttosto alto... 

Si e' possibile ma che

Si e' possibile ma che significa che allora va tutto bene perche' da fatto scopa da Dio?

E, fidati, dura fin che dura perche' alla fine tutto questo scopare senza mai venire o venire quando lo decidi, meglio, si paga caro nel senso che alla distanza di scopare non se ne parla proprio piu' manco ti si rizza altro che scopare come non ci fosse domani. 

Il rischio e' di ritrovarsi  con un tossico e per di piu' doppiamente frustrato perche' impotente.

L' altra invece e' probabilmente proprio una emerita cazzata

Uno normalmente non prende il subutex come fosse la dolce euchessina e nemmeno frequenta gente che lo prende senza essere a sua volta coinvolto in qualche modo, se poi ha anche esperienza di cocaina allora proprio da cazzata diventa supercazzata.

Una o piu' possibilita' si possono dare a tutti anche se sembra che non tutti le sappiano mettere a frutto.

Se e' uscito dalla clinica o magari sara' anche uscito di sua volonta' senza disintossicarsi ma continuando a prendere altre sostanze che si fa', dipende da quanto lo ami ma soprattutto da quanto lui ama voi oltre che se stesso e se ne vale la pena.

Tutti usciti da una clinica siamo stati male per giorni o anche mesi, e' vero, ma non tutti ci siamo messi a prendere pasticche e vino con figli a casa altrimenti tanto valeva restarci o ritornarci in clinica senza perdere e far perdere tempo.

Che non sia una cosa semplice e' risaputo.

Altrimenti giustifichiamo tutto e avanti, poverino, sta' male.

Ti fanno male le gambe hai difficolta' a dormire quindi ti imbottisci di pasticche e vino con  a casa 2 figlie piccole ed uno in arrivo piu' una compagna sfinita che hanno bisogno di te,  ma te le sego da sveglio quelle gambe cosi smetti di trovare cazzate e pensi davvero alle cose serie, gli aiuti bisogna anche provare a meritarseli.

Cara Ema0811,

Cara Ema0811,

io credo che il vero problema di tutto sia tu, non lui.

Lui si stava curando assumendo un farmaco regolarmente prescritto. e tu glielo hai fatto togliere. Hai provato prima a parlare coi medici del SerT per sapere come procedeva, com'erano le sue urine, sapere a che punto del percorso fosse?

Perché questa sarebbe stata la cosa giusta da fare, farti magari inserire nelle persone a cui i medici possono rivelare le informazioni, ecc ecc.

Invece, a quanto ho capito, tu hai cercato subito la clinica per fargliele togliere, senza pensare veramente a come lui stesse.

A volte, sai, per far piacere a qualcuno che amiamo fingiamo di avere una forza che in realtà non abbiamo. Togliere il subutex deve essere una cosa da fare quando ci si sente estrememente pronti, non quando altri vogliono che lo siamo.

Lui ha patito tutto questo, e adesso lo vuoi buttare fuori di casa perché ha finito una scatola di dividon, si sfonda di EN e beve vino? E cosa ti aspettavi che facesse? Anzi, è già tantissimo che non sia tornato a farsi.

Il TUO approccio in questa situazione è stato profondamente sbagliato, hai forzato una persona seguita da un servizio e sotto terapia a uscirne, quando invece avresti dovuto affiancarti ai servizi per comprendere la situazione ed aiutarlo.

Se adesso lo butti anche fuori di casa,tanto valeva fargli una pera d'eroina mentre dormiva.

Scusa se le parole che ti ho detto sono dure, ma sono la verità, almeno secondo il mio punto di vista.

Ti saluto

Gentile TPM spero

Gentile TPM spero comprenderai che qualcuno possa anche non essere d'accordo.

Sono stato in clinica diverse volte a volte perche' l' ho deciso io altre invece "per far piacere ad altri"  ed immagino che fin qui sia abbastanza comune come cosa.

Ed ogni volta magari a distanza di tempo indipendentemente dalle motivazioni mie o di altri  ci sono ricaduto.

Quindi e' dura per tutti ed anche questo lo sappiamo anche troppo bene tutti.

La differenza e' venuta fuori pero' quando la mia compagna mi ha detto di aspettare un figlio perche' fin che ero per conto mio era una cosa ma se le tue cose coinvolgono anche altri il minimo che puoi provare a fare e' stringere i denti e provare a spaccare il mondo e non invece continuare ad imbottirti di minchiate.

Sono 10 anni di subutex di occasioni per provare a smettere  forse qualcuna volendo la si trova in 10 anni hai voglia di "essere pronti"

Leggere che il problema sia la compagna perche' non lo comprende che si e' mossa male e che sia tantissimo che lui non sia tornato a farsi quando lei ha sul groppone gia' 2 figli uno in arrivo con un compagno che si sfonda e tutta una riga di chissa che altri problemi che non possiamo neanche immaginare (Io sono incasinato con 1 solo figlio ed una compagna che non si fa') ammetto che esuli dalla mia comprensione. 

Cioe' se non ti dai da fare con 2 figli e mezzo e tutta una serie di problemi allora davvero e'  meglio fargli una pera mentre dorme e cosi ci togliamo il pensiero. 

Ciao,

Ciao,

il fatto è che essere in terapia non è assolutamente una cosa che compromette la vita di coppia, e le capacità genitoriali.

Semmai è il fatto che si attenga o meno alla terapia che le può compromettere. La prima cosa da capire sarebbe dunque dovuta esser questa, dopodiché la terapia si toglie quando LUI è pronto e deciso, e se la nascita di un figlio non lo rende pronto (cosa comunque comprensibile, visto che può essere un periodo di stress), la terrà e la toglierà in seguito. 

Il fatto che dopo esser stato OBBLIGATO a toglliersela in quattro e quattrotto ( Tra l'altro in una clinica poco seria, ti assicuro che se vai a Verona o a Modena quando esci non hai nessun problema fisico) si sfondi di benzo e vino, lo trovo perfettamente normale.

TPM quello che forse hai

TPM quello che forse hai frainteso è che io NON HO OBBLIGATO NESSUNO. Ognuno nella vita fa le sue scelte,ha scelto lui di andare in clinica e di smettere.Io ho aiutato nello scalaggio.

Che poi la clinica fosse poco seria chi poteva saperlo? E' stato il sert che l'ha mandato li. In dieci anni se vuoi in un modo o nell'altro smetti, lui non ha voluto e va bene. Io l'ho scoperto e lui ha detto che non poteva perdere tutto e DA SOLO ha scelto di smettere. Ora: ognuno è responsabile e sceglie per sè. 

Io ci sono stata sempre ma adesso devo scegliere per me, ed uno che non fa altro che lamentarsi ed imbottirsi io in tutta onestà ed anche con dolore, scelgo di non volerlo. Tutto qui.

Nessuno obbliga nessuno siamo tutti adulti e vaccinati.

Io prima di essere la sua compagna (presa x il culo da due anni) sono anche la madre di due bambine che si cresce da sola e lavora...e semplicemente mi sono rotta le palle! Avere le palle non vuol dire essere maschi necessariamnte

Scusa, ma continuo forse a

Scusa, ma continuo forse a fraintendere. 

Tu scrivi ". Io l'ho scoperto e lui ha detto che non poteva perdere tutto e DA SOLO ha scelto di smettere". Quindi le alternative erano o perdere tutto o smettere? E ti sembra una scelta ponderata e soprattutto personale questa?

Comunque certo, il rapporto è vostro e puoi decidere di lasciarlo quando vuoi, ci mancherebbe.

Ciao, forse sono io che mi

Ciao, forse sono io che mi spiego male...

quando ho scoperto tutto è vero ho reagito male..poi l'ho aiutato nello scalaggio visto che lui diceva "ho provato a toglerlo più volte ma non ci sono riuscito,da solo non ce la faccio" (solo oggi so che queste sono cazzate) ed io l'ho aiutato. Poi lui di sua iniziativa si einformato con il sert per una clinica e cosi ha fatto...Solo dopo ho saputo che nel frattempo continuava con la cocaina. Allora li, quando ho saputo, ho detto "o la finisci o per me puoi andare (vista la mia situazione famigliare).va in clinica e torna peggio di prima. Io a questo punto non lo voglio più in casa. Spero di essermi riuscita a spiegare bene...

Ora però vorrei farti una domanda: Come si può diventare dipendenti da subutex visto che non ti sballa senza aver mai fatto uso di eroina?(cosi dice lui). Mi potresti spiegare questa cosa?

Ecco, brava Ema ottima

Ecco, brava Ema ottima domanda fattelo spiegare da TPM anche se qualche idea ce l' avrei.

Non entro nel merito perche' ho preso tutte leMerde di questo mondo ma il subutex mi manca quindi non ne ho esperimentato direttamente gli effetti anche se mi sono stati riferiti ma non e' la stessa cosa.

E vero che ci sono persone che possono andare avanti praticamente tutta la vita con sostanze sostitutive prese al Serd vivendo una vita all' apparenza normalissima e persino appagante ma che personalmente almeno non e' normalissima per niente.

In pratica diventa un "in mancanza di altro..."

Serve a tener buona la bestia.

Fai lo switch da una dipendenza ad un altra ma dipendenza rimane diciamo che la porti  "ad un livello superiore" almeno nel senso di accettabilita' sociale.

Piuttosto che riconoscersi e farsi riconoscere come tossico sfigato del tutto almeno uno sfigato pseudo legalizzato per qualcuno e' un passo avanti. 

Parlo per me perche' dopo c'e' sempre quello che magari trova spunto per fare l' offeso e partire a testa bassa.

Non mi pare cosi normale dover dipendere dal Serd o da uno spacciatore, non potersi recare all'estero, portarsi appresso un foglietto che  giustifichi perche' ne sei in possesso e quanto  aver terrore quando guidi un mezzo, nasconderlo per non farsi beccare soprattutto se in casa hai figli minori che lo possono trovare e berselo, e se lo perdo e se me lo rubano dover pensare prima di fare una cosa di prenderlo perche' cosi sei sicuro di farla come si deve,  pensare e se domani succede qualcosa come faccio e tutta una serie di altre seghe mentali che praticamente ti riempiono l' esistenza diventando il pianeta intorno al quale gira tutto.

Tu e la tua sostanza, gli altri, tutti, vengono dopo.

Se non sei dipendente da

Se non sei dipendente da eroina le prime volte di sballa e come , dopo un paio di settimane che lo usi lo sballo sparisce e se non smetti puoi diventare dipendente , non so se e il suo caso ma potrebbe essere benissimo , altrimenti usava eroina.ciao

ha giurato di non aver mai

ha giurato di non aver mai fatto uso di eroina. Ma l'ha preso inconsapevolmente da un amico..che gliel'ha dato dicendo che rilassa...lui faceva uso di coca. (sempre a quanto dice lui).

Ma se dopo poche settimane non sballa piu..come si fa ad esserne dipendente da 10 anni?

Ciao;grazie

Ema mi pare molto strano,

Ema mi pare molto strano, anche perché 10 anni di sert senza aver mai toccato eroina è davvero anomalo..a meno che si faceva di ossicodone o simili ma è più raro. È molto più probabile che ne abbia fatto uso subito dopo la coca e piano piano ne è diventato dipendente. Quindi al sert non state più andando? Bastava chiedere a loro (con il consenso di lui) la sua storia clinica, ti avrebbero dato qualche info in più sul suo percorso. Come ti ho gia scritto sopra mi pare che il problema principale sia la totale mancanza di fiducia dato che ti ha raccontato tante palle. E come darti torto?  Ci sono in mezzo dei bambini e capisco benissimo le tue paure.. Non so cosa tu abbia deciso in questi giorni, ma se vuoi continuare a stare con lui secondo me sarebbe meglio tornare al sert e parlare del suo percorso insieme ai medici che l'hanno seguito, almeno puoi capire se è uno stronzo bugiardo o una persona che in buona fede sta cercando di venirne fuori. Ovviamente ci vuole il suo consenso, altrimenti non ti dicono nulla. 

Dyana

Ciao Ema,

Ciao Ema,

allora diciamo che lui sicuramente ha sbagliato a non esser sincero con te fin dall'inizio, e credo che continui a non esserlo.

Il subutex è un oppiaceo, e in teoria si può diventare dipendenti anche iniziando ad usare solo quello, anche se è molto difficile.

Di solito si diventa dipendenti prima da oppiacei più "divertenti", come eroina e similari, e poi si passa al subutex per curare la tossicodipendenza.

Se posso permettermi, lui ha sbagliato a non esser sincero con te, tu ( in buona fede) a mettergli pressione per togliersi tutto ( anche se non glielo hai chiesto, il fatto di vedersi scoperto e vedere te felice nel toglierselo, è come fosse stata una imposizione).

Le strade a mio modo di vedere sono due: o vi lasciate ed ognuno per la sua strada, oppure vi sedete ad un tavolino, gli fai dire per una volta tutta la verità, gli dici che è meglio se riprende il percorso al SerT col subutex e tu lo affiacherai e parlerai coi dottori, che ti informeranno di tutta la situazione e delle sue analisi periodiche sui tossicologici.

Ti saluto e spero tu faccia la scelta giusta per voi.

Ciao, mi avete fatto pensare

Ciao, mi avete fatto pensare molto...dunque lui è seguito da un sert di un'altra regione (si è trasferito qui da un anno a non ha ancora residenza) era in appoggio solo per ritirare il subutex ogni due settimane, aveva l'affido. Quando è sceso a parlare con la sua dottoressa del sert per clinica e abbasso dosaggio (due volte) io mi sono sempre proposta x andare con lui a parlare insieme con la dottoressa. per far vedere loro che lui non era solo ma c'ero io...ecco.lui non ha mai voluto. La prima scusa che ha usato è che io non dovevo entrare in quei postacci secondo lui ed era una cosa che riguardava lui, la seconda scusa fu che presentarsi con me avrebbe significato che non era abbastanza motivato a smettere e sostiene che a dirglielo fu proprio la dottoressa e l'infermiera del Sert. (la stessa infermiera che successivamente ho scoperto che si scopava).

Ora mi è chiaro perchè non ha mai voluto che andassi con lui..quindi come faccio a sapere? Ovviamente per privacy non mi dicono niente...cazzo! Dopo avergli buttato tuttto giorni fa credo non stia più prendendo nulla, ma sono anche sicura che nel garage dove lui si rintana abbia nascosto qualcosa...ieri ho trovato cartoni di vino ovviamente finiti. Mi sembra strano che da un giorno all'altro magicamente stia bene non prendendo più nulla! Qui come ovunque ce il divieto di uscire..lui ieri ha preso la macchina ed è andato via per mezz'ora...alla mia domanda :"dove sei andato?" lui risponde "a fare un giro in macchina"...devo scoprire se ha qualcosa nascosto..consigli? E vorrei anche scoprire la sua storia clinica..ma come faccio senza il suo consenso?

A fare un giro in macchina =

A fare un giro in macchina = sono andato a prendermi qualcosa... È la scusa che usavo io e che credo usino tutti quelli che hanno una dipendenza da tenere nascosta. Ci metterei la mano sul fuoco. In mezz'ora vai, prendi, fai e torni

I pusher si fanno trovare

I pusher si fanno trovare anche dietro casa se vuoi,  è il loro "lavoro".. il fatto che sia uscito nonostante i divieti dovrebbe farti riflettere ancora di più. Quando siamo in astinenza o comunque ci manca qualcosa che ci permetta di rimanere normali (non impazzire) siamo capaci di qualsiasi cosa, la testa perde ogni ragione.. Anche perché hai detto tu stessa che in questi giorni sembra stare bene, non credo sia avvenuto un miracolo improvviso.  Magari ha recuperato qualche pastiglia di subutex o è andato in farmacia a prendere tranquillanti, tutto può essere. Non puoi vivere sempre nell'ansia, se volete rimanere insieme dovete chiarire le cose una volta per tutte. Come ti ha gia scritto Tpm anche secondo me la cosa migliore da fare è tornare insieme al serd e parlare della situazione. Ti fai firmare l'autorizzazione ad avere le informazioni sui risultati degli esami così non c'è più niente da nascondere. Visto che è fuori regione dopo che hai parlato con loro e ti sei informata su tutto potete chiedere il trasferimento ad un serd più vicino, così siete più comodi. Intanto puoi comprare dei test da fare a casa a sorpresa in modo che lui sia controllato almeno i primi tempi. So che può sembrare brutto ma non puoi continuare a vivere nell'ansia date poi le tue condizioni... Questo è il mio pensiero, io mi sono rovinata la vita per un uomo, sto male solo al pensiero che capiti a qualcun altro. 

D.

Non mi pare cosi normale

Non mi pare cosi normale dover dipendere dal Serd o da uno spacciatore, non potersi recare all'estero, portarsi appresso un foglietto che  giustifichi perche' ne sei in possesso e quanto  aver terrore quando guidi un mezzo, nasconderlo per non farsi beccare soprattutto se in casa hai figli minori che lo possono trovare e berselo, e se lo perdo e se me lo rubano dover pensare prima di fare una cosa di prenderlo perche' cosi sei sicuro di farla come si deve,  pensare e se domani succede qualcosa come faccio e tutta una serie di altre seghe mentali che praticamente ti riempiono l' esistenza diventando il pianeta intorno al quale gira tutto.

Tu e la tua sostanza, gli altri, tutti, vengono dopo.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Non sono assolutamente d'accordo. 

La tossicodipendenza è una malattia, e come altre malattie richiede farmaci. 

Anche un malato di cancro, o altre patologie croniche,ad esempio, dovrà prendere farmaci oppiacei a volte per tutta la vita, e la vita si può benissimo vivere allo stesso modo.

Non è poi assolutamente vero che non puoi andare all'estero, e non hai bisogno di circolare con nessun foglietto, al limite se ti trovano in possesso possono richiedere all'ASL se è vero che sei autorizzato all'assunzione.

Inoltre i rischi per i bambini ci sono con qualunque farmaco, potrebbero benissimo bersi una boccetta di tachipirina, o di sciroppo per la tosse, e morire. Dunque è buona norma fare in modo che i bambini non accedano mai agli armadietti dei medicinali.

Se te lo rubano o lo perdi fai denuncia e te ne danno altro.

Non ci vedo nulla di cosi estremo o "da sfigati". Piuttosto la vita come tu descrivi la fa chi si droga illegalmente, non chi segue una terapia prescritta.

Vedi che allora e' stato un

Vedi che allora e' stato un bene precisare che parlavo per me :)

Si  TPM, immagino che per certe cose la pensiamo diversamente, leggendo i vari commenti alla fine si intuisce chi la pensa in un certo modo e chi in altro, fa' parte della normale diversita'  tra persone che filtrano le loro esperienze attraverso il proprio vissuto che probabilmente e' diverso per ognuno.

E meno male altrimenti teniamo il nostro diario personale e ci mettiamo dentro tutto quello che va bene per noi. 

Io che ho preso sostiuti fino a ieri l' altro ho vissuto questo rapporto in un certo modo tu probabilmente in modo diverso ci puo' stare.

Personalmente a lungo andare l' ho vissuta come una enorme sfiga e in quanto tale mi sono identificato come uno sfigato (malato per me e' un' altra cosa) c'e' poco da girarci intorno.

E sentirmi sfigato piuttosto che ammalato forse e' stata la chiave di volta per uscirne, per me ovvio.

Insomma, se prendi questo tipo di "medicina" per 10 anni per es. oltre che malato scusami se penso e credo che uno possa essere anche un tantinello sfigato, sempre per come la vedo io. 

Per me non e' tanto una questione di quello che si possa o non si possa fare, il cancro, l' estero o i bambini, quella e' una fase per provare a far passare un certo step che abbiamo tutti e che con un po' di ingegno diventa risolvibile, sono d' accordissimo con te,  non piu' almeno, ma di solo doverci dedicare energie al pensarci, trovare arzigogoli per svangarla e soprattutto al perche' ci debba pensare.

 

Ema guarda che molto spesso l

Ema guarda che molto spesso l' esperienza ci insegna che chi fa' uso di eroina siccome spesso  a torto o a ragione la stessa e'  percepita in assoluto come la droga peggiore chi ne fa' uso pensa di essere identificato come il peggiore, l' irrecuperabile e quindi tende a buttarla sul ma chi io? Ma per chi mi hai preso!

E a quel punto mette in campo tutte le facce possibili che possa fare uno che sia stato offeso nel profondo dell' onore.

Persino ammettere di far uso coca per alcuni diventa quasi un' ancora di salvezza basta che non si pensi che sia quella roba li per carita'.

Coca a modo suo e' gia' piu' accettabile e fa' quasi tirare un sospiro di sollievo al malcapitato una volta messo alle strette quasi come se l' avesse scampata bella.

Fiuuu, per un pelo, sono stato un grande a non farmi sgamare.

Magari non e' questo il caso ma e' una possibilita', insomma 10 anni di Serd fa' suonare un campanello. 

Scrivo qui alla fine della

Scrivo qui alla fine della discussione altrimenti rischio di impazzire a correre dietro alle varie risposte postate con il tasto RISPONDI, alla fine avanti indietro indietro avanti torna su torna giu' si perde il filo.

Ecco appunto mi sa che l' ho gia perso non mi ricordo piu' cosa volevo aggiungere e devo rileggere gli ultimi aggiornamenti per ricordarmelo.

Torna su...ok ci siamo.

Dipende dalle persone e da quello che gli frulla per la testa, ovviamente ci puoi provare ma non e' che puoi imporre alle persone di farsi fare analisi a sorpresa  a casa, di mostrarti le analisi del Serd, di condividere le presenze al Serd dove ti raccontino vita morte e miracoli cioe' se non ti ha mai voluto dare questo consenso prima difficile pensare che possa farlo ora.

Probabilmente ti dira' la stessa cosa che ha funzionato finora e cioe' che e' un postaccio che andare scortati e' come voler dire che lo si fa' per gli altri, che solo lui sa' come gestirla in quanto l' esperto e' lui.

Cose cosi se uno vuole davvero smettere e' lui stesso a proporle non hanno bisogno che siano altri a forzarli, parliamo di gente che ha dipendenze di almeno un decennio mica di pischelli che al limite puoi anche provare ad intortare.

Fare il tossico e' un lavoro e che lavoro  con il tempo lo perfezioni alla grande hai un bagaglio di storie e di scuse che nessuno potrebbe neanche solo immaginare.

Quello che non torna invece e' che dici che non parla il che e' assai strano per non dire impossibile per chi sia in astinenza o in riduzione da qualche sostanza soprattutto se incalzato come fai tu con lui.

In certe condizioni non riesci a stare calmo e buono nemmeno se ti prendono a  legnate in testa ma al contrario sei incazzoso come una biscia e scatti per niente soprattutto se ti senti assediato da certi discorsi che riguardano la tua dipendenza.

Non puoi avvicinarti ad uno in astinenza o che ha problemi di roba parlandogli di come sia bello disintossicarsi perche' e' come avvicinare un cerino ad una tanica di benzina rischi l' esplosione. 

Certo che non puoi obbligarlo

Certo che non puoi obbligarlo, ma mi pare l'unico modo per mettere le cose in chiaro e dimostrarle che si sta impegnando per uscirne. L'alternativa è continuare così, lui continuerà a fare le cose di nascosto e lei ad angosciarsi e soffocarlo di domande dove vai/cosa fai/fammi vedere gli occhi. Lui le dirà che sta smettendo, che non prende più niente e che tra poco starà bene e intanto passeranno gli anni.. Se c'è una cosa in cui siamo bravi e prendere in giro noi stessi e gli altri. Io gli darei l'ultimatum adesso, o così o fuori dalla mia vita, ho buttato nel cesso 10 anni inutilmente per stare dietro ad uno così, so già come andrà a finire, le nostre strorie purtroppo sono tutte abbastanza simili

"Fare il tossico e' un lavoro

"Fare il tossico e' un lavoro e che lavoro  con il tempo lo perfezioni alla grande hai un bagaglio di storie e di scuse che nessuno potrebbe neanche solo immaginare."

Concordo pienamente, nel tempo si affina la tecnica e si arricchisce il campionario di scuse per continuare a fare quello che si vuole di nascosto.  A mio parere cara Ema il tuo compagno ti sta riempiendo di cazzate su cazzate, non è certo pronto per affrontare la nascita e la cura di un figlio.

Hai perfettamente colto nel

Hai perfettamente colto nel segno infatti e' cosi che funziona e lo sappiamo perche' anche per noi e' stato lo stesso.

Sono pochissimi quelli che hanno smesso non per convinzione loro ma perche' costretti spesso controvoglia da altre situazioni, da ultimatum, se uno non e' pronto non e' pronto e basta puoi minacciarlo, pregarlo, provare a farlo ragionare fin che vuoi.

Al limite come qui stai zitto non dai sponda e intanto il mondo continua a girare e sai dove te lo puoi mettere il tuo ultimatum.

Che poi hai voglia di dare ultimatum per un tossico gli ultimatum sono come la colazione al mattino per uno qualsiasi, li spalma sul pane gli ultimatum.

Ci e' cosi abituato che ormai pensa sia solo uno dei tanti modi un tentativo disperato che mettono in campo gli altri per ricattarlo e per provare a tenerlo lontano dalla roba insomma ordinaria amministrazione acqua fresca per chi e' abituato a gestire ben altro.

Cioe' qualcuno ha la presunzione di poter argomentare ad un tossico cosa sia un tentativo disperato quando praticamente tutto il suo universo si nutre vive di tentativi disperati.

In fondo cosa e' piu' vitale per chi si fa' la roba o uno di quelli che col tempo diventa uno dei tanti ultimatum.

 Succede anche che uno pensi di essere pronto, hai voglia che succede, ma alla prova dei fatti non lo e' affatto insomma se non ci riesci vuol dire che manca ancora qualche pezzo del puzzle.

L' ho provato sulla mia pelle hanno provato di tutto per farmi smettere ho perso il conto di tentativi di tutti i tipi dalle preghiere alle minacce ma con scarsi risultati se non di rendermi ancora piu' disperato di quello che gia' ero.

Semplicemente ad un problema gia' grande se ne aggiungeva solo un altro.

Vorresti smettere che gia' la vivi come una cosa penosa che va' oltre ogni tua umana possibilita' e non ce la fai mentre ti sembra che nel frattempo gli altri siano li con un cronometro pronti a prenderti il tempo e a puntarti il dito per ogni tua debolezza, alla fine rischi di tirare il botto.

E ti dici. "Non capiscono, non capiscono, non capiscono"  e poi ti vai a fare, che altro potresti fare...

Sai che sarebbe la cosa giusta da fare ma non riesci a farla perche' fin che non parte da te continuerai a sbatterci la testa.

Poi forse un giorno se trovi le persone giuste (Che non facciamoci illusioni, sono rare come galline con le tette) o puo' essere che scatti un qualcosa qualunque cosa possa essere e allora ti mangi le palle per essere stato cosi idiota.

Ma sempre col senno di poi.  

Ciao, vi confessso che ho

Ciao, vi confessso che ho fatto una cosa di cui non vado fiera: ieri ho controllato il suo telefono mentre era in doccia..c'erano delle conversazioni con una tipa che è ancora in clinica dove era lui..lui gli raccontava che era libero e felice perchè non prendeva più niente. Le raccontava che quando ho scoperto che abusava di antidolorifici e vino gli ho rotto i coglioni ed infatti non ci parliamo ma che ne era fuori. Che ha difficoltà a dormire la notte e che non sempre è in forma ma che finalmente ne era fuori...non so...se la racconta da solo o è davvero cosi?

Con me ovviamente non parla perchè ci ignoriamo...non so. So che vi sto stressando e vi chiedo scusa per questo, ma in questo momento siete le uniche persone in grado di dirmi con oggettività quello che mi sta succedendo intorno. E di questo, vi ringrazio

E chi puo' dirlo, questo lo

E chi puo' dirlo, questo lo sa solo lui.

Ma soprattutto lo scoprirai tu nel tempo.

I buoni propositi non contano unCazzo perche' buoni propositi li abbiamo tutti e ce ne riempiamo la bocca tutti.

Anzi spesso per chi si fa sono come la roba essenziali per sopravvivere. se gli togli anche quelli gli togli tutto.

Chi affoga si aggrappa anche al piombo basta che passi di li'.

Ma tu pensa una cosa dopo 10 anni  un ricovero andato male passa cosi in qualche giorno, puff tutto lasciato alle spalle ma magari.

E poi cosa rompi le balle ad una che e' ancora in clinica e che stara' male dicendogli che ne sei fuori pensa forse di aiutare qualcuno cosi facendo?

Come se quella ci credesse o le cambiasse qualcosa.

Spesso invece queste cose le facciamo piu' per noi perche' abbiamo bisogno di sentirle nostre per convincere noi stessi piuttosto che per aiutare qualcuno.

Già...ma a suo dire era "solo

Già...ma a suo dire era "solo" dipendente da subutex da dieci anni e cociana...un mese di clinica e poi io che gli butto via tutto...non ne esco piu. Da una parte mi dico: guarda quante cose fa (nel suo laboratorio) non si trascina più e non ha l'affanno..lo guardo in faccia quelle poche volte e gli occhi sembrano ok...poi dall'altra dico: ma davvero basta un mese per uscire dal subutex? Ho letto di gente che è andata avanti per mesi con gli strascichi...

Qualche chance si dovrebbe

Qualche chance si dovrebbe dare sempre a tutti  perche' oltre che logico ed umano tutti ne abbiamo avute spesso piu' del lecito e anche quando non le abbiamo messe a frutto a qualcosa sono comunque servite.

Non si puo' generalizzare quindi inutile formulare ipotesi in queste storie ciascuno ha un suo cammino.

1 mesetto effettivamente e' poco ma da qualche parte bisogna pur partire e se e' vero quel che dice e' un risultato non da poco.

Poi le cose vengono col tempo intanto l' importante e' partire.

Anche questo periodo di divieto di circolazione a modo suo puo' aiutare anche se hai tentazioni alla fine te ne fai una ragione.

Il problema e' si fisico ma soprattutto di testa di abitudini e quello solo nel tempo potrai avere una risposta. 

Saprai gia' perche'  hai deciso di farlo che se ti metti con qualcuno che ha questo tipo di problematiche poi dovrai dormire tutta la vita e non 1 mese con un occhio solo.

Cara Ema,

Cara Ema,

fermati un attimo a pensare a come sarebbero adesso le cose, se tu non gli avessi scoperto le pastiglie di subutex quel giorno.

Saresti ancora felicemente con lui? Se la risposta è si, vuol dire che la causa di tutti i problemi, anche solo "mentali", sei stata tu.

Si può andare avanti una vita a prendere subutex, è un farmaco, non una droga.

Vediamo se parlando di

Vediamo se parlando di sostituti riesco a farmi comprendere meglio.

Ma si puo' stare, si puo' contare, puo' essere di esempio per i propri figli  e per chi gli sta' vicino una persona che per non farsi prende tutta la vita un sostitutivo.

Perche' e' per stare lontano dalla roba che uno di solito e' arrivato ai sostituti e non per scoprire nuovi orizzonti.

Di solito per non essere costretto a sentirsi uno come tanti tra persone come tante con tutti i loro casini.

Quando i figli dovessero venirlo a sapere possiamo dirgli che in fondo papa' per tirare avanti quindi anche per stare con loro ha bisogno di sostitutivi, papa' quando scopa con mamma ha bisogno di sostitutivi, papa' quando affronta il lavoro ha bisogno di sostitutivi, papa' non e' papa' se non prende i sostitutivi per tutto cio' che fa'.

Se dico che anche quando va' al cesso ha bisogno di sostituti chi ha provato sa che non e' una esagerazione.

Ma non preoccupatevi casomai c'e' pur sempre la mamma.

Non parliamo di chi ha malattie per cui se non prende un certo farmaco rimane stecchito ma di persone che potrebbero anche non prenderlo e vivere lo stesso certo che ci vogliono un poche di palle per viverci senza ma mi pare anche il minimo.   

 

 

Succede piu' di quel che

Succede piu' di quel che credi che il partener almeno inizialmente non sappia so che non ti e' di consolazione ma e' cosi.

Ma prima o poi succede e' inevitabile una cosa del genere col tempo nessuno riesce a nasconderla.

E puo' diventare davvero un gran problema dipende sempre chi ti trovi davanti.

La mia prima ex moglie per es. manco le passava per la capa ma eravamo giovani tutti e due e soprattutto neanche si pensava ai figli.

Salvo poi appellarsi persino alla Sacra Rota per annullare il matrimonio.

Le apparenze prima di tutto e manco era religiosa per dire.

Nessun rancore ero un testadiCazzo.

Nessun avvertimento un giorno tornando a casa semplicemente aveva fatto le valigie.

Ci siamo rivisti di sfuggita in tribunale davanti al giudice per la separazione.

Da allora on la vedo da anni e tutti e due abbiamo preso strade diverse rifacendoci una famiglia. 

E niente, ieri ho messo a

E niente, ieri ho messo a soqquadro il garage: Ho trovato subutex, altre pastiglie che non so e una scatola di En, quasi a metà.

Si è fatto mandare la ricetta. Ho provato a parlare con lui, con il cuore in mano,prima di dirgli che avevo trovato tutto, ma lui negava..negava e continuava a dirmi che per lui l'importante era stare bene con me..poi gli ho mostrato tutto quello che avevo trovato e lui non ha fatto una piega. Ha detto semplicemente che ne aveva bisogn.

Ora si sta preparando la roba per andare via ed io spero di essere ancora in tempo per interrompere la gravidanza.

ho la morte nel cuore

Aggiungi un nuovo commento