Back to top

Esperienze di chi ha smesso di fumare cannabis e sta bene

Salve, ho 53 anni e fumo da 15. Ho smesso e ripreso a fumare diverse volte, ma non sono mai stata più di 3-4 mesi senza farlo. Se da un lato la cannabis mi fa bene, calmando la mia ansia, dall'altro mi stanca fisicamente togliendomi la voglia di fare.  Una volta riuscivo a mantenere un equilibrio ma con il covid e le sue conseguenze (chiusure e  smartworking) ho passato troppo tempo  in casa perdendo il controllo del mio "vizietto" , fumando fin dal mattino. In poche parole sto mandando in vacca la mia vita: non faccio più niente, non ho più  interessi fuori da casa e vorrei darci un taglio, stavolta definitivo.  Smettere è sempre stato molto difficile, sto male per mesi, con insonnia ed episodi di agorafobia.  

Per favore aiutatemi con le vostre esperienze positive, ditemi che è possibile riempire quell'enorme vuoto emotivo lasciato dalla droga. grazie!

Commenti

Ho smesso di fumare dopo 24

Ho smesso di fumare dopo 24 anni praticamente ininterrotti. Ho smesso per noia, per la salute e per dimostrare a me stesso che potevo vivere senza quel costante morbido stordimento che doveva accompagnare qualsiasi momento e senza dover provare quella sottile ansia quando le scorte erano al lumicino e non sapevo dove rifornirmi. Non è stato facile all'inizio e mi sono concesso qualche ricaduta ma a poco a poco ho iniziato a dormire meglio e a rendermi conto che mi risvegliavo riposato e non mi ricordavo nemmeno cosa volesse dire. Sempre gradualmente si è stabilizzato anche l'umore: meno sensazione di noia mista ad ansia che generalmente pensavo di poter placare solo fumando e invece era generata proprio da quello ma soprattutto momenti di felicità e pace veri e non "indotti". Tutto questo dopo almeno 8 mesi/1 anno. Ora, dopo 3 anni, ricordo a malapena come ci si sentiva e non rinnego gli anni passati ma mi sento sicuramente più pronto e lucido nell'affrontare il quotidiano e le interazioni con gli altri.

Ciao,

Ciao,

io ho fumato per 21 anni, di cui gli ultimi 18 quotidianamente, senza mai interruzioni, ed ho smesso durante la prima ondata covid, nel 2020. Da allora non ho più ripreso, fumo saltuariamente e solo in occasioni "di festa".

Prima ricordo che stare anche solo un giorno senza fumare, il che succedeva molto di rado, quando magari andavo in vacanza ed ero impossibilitato a portarmela dietro, e il primo giorno non riuscivo a trovarla in loco., mi rendeva molto nervoso, e non riuscivo a dormire.

Invece durante il covid, è successo che nella mia città ( di medie dimensioni), non si trovasse più nulla di decente, e il poco che si trovava faceva schifo e costava carissimo, cosi ho esaurito piano piano le mie scorte, che erano abbastanza grosse ( ci sono andato avanti 2 mesi), e finite ho smesso senza quasi accorgermene, sarà perché comunque l'ho diminuita piano piano, perché cercavo di dosarmela per tirare avanti il più possibile, e quindi ho fatto una sorta di "scalaggio", ma fatto sta che non ho avuto né problemi di insonnia né nervosisimo.

Poi finita la pandemia tutto è tornato nella norma, ma io ho deciso di non riprendere a fumare, e sto benissimo. Se mi capita a qualche festa faccio due tre tiri, ma non fumo più a casa.

Quindi smettere si può sicuramente, ti assicuro che se ce l'ho fatta io può farcela chiunque, basta un minimo di motivazione.

Un saluto

grazie. E' vero che siamo

grazie. E' vero che siamo tutti diversi, che ogni storia con la sostanza è unica, ma fa piacere sentire da altri  che si può vivere bene senza.  Io ho dimenticato come si sta, eppure per la maggior parte della mia vita non ho fatto uso di sostanze e non ne sentivo il bisogno. 

Ho smesso da 3 anni ho

Ho smesso da 3 anni ho mandato a fare in c**o a tutte le amicizie tossiche e mi sono isolato senza fumare e ne sono fiero se mi faccio 2 tiri adesso mi sale l'ansia quindi non credo di ricominciare non ho fatto sert e nulla adesso mi bevo solo qualche birra in compagnia niente di più.