Back to top

Fuori dal serd in un mese....consigli

Ciao a tutti, sono in terapia al serd da circa 6 anni, iniziata da 16 mg ora sono a 2 mg di suboxone al giorno da un annetto circa.

Con il mio medico avevamo concordato uno scalaggio molto lento in maniera da ridurre i sintomi d'astinenza il piu possibile (premetto che non uso piu eroina da tantissimo tempo). Uso spesso alcol soprattutto negli ultimi mesi pur non essendone dipendente.

Purtroppo ora il mio dottore si é ammalato ed è stato sostituito da uno nuovo che trovando tracce di alcol nelle urine mi ha proposto di rialzare la terapia ad 8 mg di suboxone al giorno oppure (parole sue) mi sbatte fuori in un mese.

Io non avendo intenzione di tornare ad 8 mg ho accettato la seconda opzione.

Ora mi trovo a dover scalare 2 mg al giorno nell'arco di un mese: Per 3 settimane 2 mg a gg alterni sotto la lingua e 1 settimana(l ultima) 2 mg a gg alterni ingoiandola (il "protocollo" è questo dice).

Mi ha anche tolto le urine da fare per cui anche impegnandomi a non bere piu non cambierebbe piu niente a questo punto.

Gli ho chiesto piu volte di prolungare lo scalaggio ma niente da fare, mi vuole fuori.

Boh a me non sembra una situazione molto normale; il vecchio medico che mi ha conosciuta e seguita per anni mi ha sempre detto di scalare lentamente e se necessario anche dividere la pasticca da 2 mg il piu possibile.

Che ne pensate?Che potrei fare?Cambiare sert?Se cambiassi sert mi accetterebbero considerando che sto a 2 mg a gg alterni e sono pulita da roba da anni?

Commenti

Ciao io credo che un dottore

Ciao io credo che un dottore del genere non sia molto professionale... primo sbattere fuori dal sert non so nemmeno se possa farlo... secondo toglierti le urine sul finale di scalaggio è un po come buttarti in mezzo ad una strada...  anche io pulita da anni ero a 2mg di suboxone x 8 anni...  stanca di prenderlo ho fatto uno scalaggio rapido diciamo in 3 settimane... da 1 pastiglia a mezza da mezza a un quarto...x quanto sia stato possibile suddividere quella maledetta che è microscopica già di suo intera...  ho fatto così perché conoscendomi e avendo già 8 anni prima scalato il subutex ancora più gradualmente cioè in due mesi avevo cmq sentito sintomi di astinenza...stavolta ho visto che ho avvertito a mezza ho avvertito a 1/4 e ho pensato che già avrei dovuto star male a togliere definitivamente sinceramente non avevo voglia di star già male 10 giorni prima con meno di un quarto... ero molto decisa a finirla...  però lo scalaggio è stato nulla rispetto a quello che mi aspettava dopo senza suboxone!  È una questione di testa più che fisica ok ... però devi avere un controllo medico... anche solo per un consiglio o per tranquillizzarti... da sola non è impossibile però sarà un periodo super vulnerabile perché quando ti ritroverai senza capirai che il tuo essere stata pulita lo devi più in parte al suboxone che a te stessa... e da li dovrai farcela con le tue gambe! Ad oggi io sto molto bene...è passato 1 anno e 2 mesi...tanta forza di volontà...tante lacrime tante paranoie...paura di non uscire da quel loop di tristezza e ansia... ma poi è passato... ho cmq frequentato il sert fino allo scorso aprile facendo le urine e andando ai colloqui con la psicologa finché mi hanno stretto la mano e augurato buona fortuna! Io posso dire di aver trovato persone serie e attente ai miei bisogni... se mi avessero detto un mese o sei fuori avrei cercato un altro sert... 

Ciao,

Ciao,

la cosa che ti sta succedendo ha dell'assurdo, e di certo non dovrebbe capitare mai. Purtroppo anche i medici sono esseri umani, e capita di trovare persone totalmente incapaci a ricoprire il loro ruolo, e in questo caso direi anche con una tendenza all'abuso della propria carica.

Il mio consiglio è di rivolgerti immediatamente al difensore civico della tua ASL, e far presente il tutto.

Cambiare SerT non è purtroppo possibile, senza una valida motivazione, che deve essere preventivamente autorizzata.

Certe cose non dovrebbero succedere, mai.

Grazie per le risposte...

Grazie per le risposte....sembrerà stupido ma mi aiutano tanto!!!E assurdo infatti...io sto in cura da 10 anni circa e mi sono trovata più o meno bene sia con medico, psicologo etc....con lui non si ragiona proprio!Ha detto che questo è il “protocollo”e basta (eh certo il sub andrebbe preso x qualche mese no 10 anni)!Ho pensato anche io di denunciare etc ma poi mia madre mi ha pregato di non farlo, ho quasi finito e non vuole casini (ne ho fatti tanti e lei poveraccia ha già sofferto abbastanza). Prossima settimana ho preso appuntamento con il direttore di un altro serd, vediamo che mi consiglia....anche se so che sarà difficile che mi prenderanno x qlche mese. Nel frattempo sto a prende 1 mg al gg (viviseziono la pasticca), ho sintomi sopportabili, ripenso alla roba dopo anni ma devo tenere duro!

Chica86 tu nn hai preso e prendi niente?antidepressivi, benzo etc?

Tirar puede matar sei un giusto ti leggo spesso

Ciao,

Ciao,

io sono dell'idea che denunciare (in questo caso ad una figura interna dell'ASL, non alle forze dell'ordine),sia sempre utile, se non altro per impedire che succeda ad altri la tua stessa cosa.

Per il resto, puoi provare a parlare al tuo medico di base, magari se è comprensivo ti fa qualche ricetta per i cerotti transdermici a base di buprenorfina o le temgesic, cosi almeno riesci a scalare in maniera corretta e senza aver troppi problemi.

Tienici aggiornati!

Un saluto

@droca no non ho preso nulla.

@droca no non ho preso nulla... perché quelle porcherie danno anch'esse dipendenza! È normale avere paura... è impossibile non averne x cui se aspetti il giorno in cui non avrai paura a lasciare il suboxone quel giorno non arriverà mai... è anche normale ripensare alla roba perché ti trovi ad un tratto scoperta e soprattutto dopo tanti anni come e capitato anche a me l'astinenza era solo un lontano ricordo... ma tra il pensare e il fare ce ne passa.. è solo una questione di tempo... io dopo 1 anno e quasi 3 mesi senza suboxone non penso alla roba non penso al suboxone sono fiera di me stessa... il tempo passa e starai meglio... devi essere forte però.. molto forte...e decisa ad avere una vita sana! 

Tu credi di non essere

Tu credi di non essere dipendente dall alcol , beh ti sbagli.Stai semplicemente spostando dalle sostanze all'  alcol.

Sei dipendente da tutto.

Alzare il dosaggio di oppiacei per diminuire l' uso dell alcol comunque neanche mi sembra un buon metodo.

Povero dottore che fa il suo tentativo,  povero tossicodipendente che nega la sua dipendenza,  il gioco infinito della non comprensione.

Molto triste.

 

Ma poi se hai voglia di usare

Ma poi se hai voglia di usare eroina cosa scaldi a fare...per acchittarti la ricaduta?

Con l alcol o l eroina fa poca differenza ... a me sembra che il dottore ha ragione il metadone o sub non lo devi togliere.

So benissimo di essere una TD

So benissimo di essere una TD e mi rendo perfettamente conto del rischio che corro di passare da una dipendenza all altra. Il fatto è che da 16 mg a 1 mg al gg non ho avuto problemi...credo che sia pure normale (non giusto o accettabile) pensare alla roba o all alcol quando dopo tanto tempo risenti i sintomi d astinenza e hai un medico che propone come unica soluzione di passare ad 8 di sub...

Concordo con Droca,

Concordo con Droca,

la motivazione di alzare il sub può avere un razionale, ma tra medico e paziente deve esserci dialogo, comprensione e fiducia, non deve esistere che un medico ti dica " o cosi o fuori".

Un medico capace sa capire i bisogni del paziente, e cerca di adattare la miglior terapia alle sue esigenze.

 

Non ti buttare nell'alcol

Non ti buttare nell'alcol però... che è la cosa più diciamo vicino alla roba ma legale... ci sta un aperitivo o le serate con gli amici ma bere ogni giorno no... già noi siamo inclini alle dipendenze...fai molta attenzione!

Ciao mi presento subito come

Ciao mi presento subito come un tossico che ha frequentato con fasi e "fortune" alterne diversi Serd nel corso di circa 30 anni dove praticamente non c'e' sostanza che non mi sia stata quantomeno proposta.

Ma essendo un metadonico  per convinzione e costituzione ho sempre puntato esclusivamente su quello.

Almeno nel pubblico, poi nel privato e' un altro discorso, li ho compensato con il rimanente andando di coca, alcool, ero, pasticche, temgesic un po' di fumo ogni tanto e tutto l'ambaradan.

Quindi di stati d'animo almeno forse qualcosa posso immaginarlo. 

Dopo 6 anni (o 10 non si capisce bene) di Serd hai voglia di "scalare lentamente" sembrerebbe piu' un paziente del tipo a mantenimento, come tanti altri ma almeno parliamoci chiaro.

Di questo passo forse perche' non e' neanche detto viste le compensazioni  a 60 anni chissa che lo scalare non ottenga qualche risultato.

E con certi pazienti a mantenimento e' come avere delle armi spuntare da parte dei medici del Sert.

Ti capisco perche' quando ho smesso con roba e meta sono passato dritto dritto all' alcool quasi per naturalezza prendondomi una altra dura lezione quindi figurati se posso biasimare qualcuno per questo.

Pero' e' una strada che ho pagato a caro prezzo, questo si che posso dirlo.

Potessi tornare indietro e non potessi fare diversamente non essendo si vede ancora pronto a seguire un certo percorso sceglierei a occhi chiusi di alzare la terapia che gia' conosco piuttosto che compensare di alcool, non dovrebbero neanche fare la fatica di chiedermelo.

E tu, fattelo dire, da come ti proponi si sente che sei ancora troppo spaventata, il medico c'entra solo di striscio non sei pronta hai ancora probabilmente bisogno di trovare i tuoi giusti tempi, lo scalare giusto nel modo giusto che non sembrerebbe adesso e non cosi.

 

Grazie per la testimonianza..

Grazie per la testimonianza...sono 10 anni in tutto ma diciamo che i primi 4 anni non ho seguito bene la terapia (continuavo a farmi saltuariamente). Ho già fatto una detox e sono stata 6 mesi pulita. Poi purtroppo, non avendo modificato niente nella mia vita (convivevo con il mio ex che continuava a farsi), sono ricaduta. Oggi è diverso; faccio psicoterapia, cambiato frequentazioni e ambienti, però hai centrato il punto....Ho paura!

la prima detox è stata veramente un inferno x me quindi i inconsciamente ho paura, il mio medico non c è più purtroppo ed aldilà del dosaggio del farmaco non mi sento capita, ascoltata e supportata in un momento abbastanza delicato per me....

Devo trovare una soluzione al più presto!

P.S. Negli ultimi 2 anni sono stata a 2 mg di sub al gg (dicono non sia dose da mantenimento) senza problemi

E' come la ricetta del

E' come la ricetta del tiramisu, ciascuno ha la sua sempre diversa una dall'altra ma tutti in qualche modo intimamente convinti che la loro sia la migliore.

Ma alla fine e' una questione di gusti diversi piu' che di ricetta.

Proprio per paura del solito fallimento ho smesso di dire devo assolutamente smettere facendone un dogma ma ho cominciato un giorno a dire oggi non mi faccio e cosi il giorno dopo e quelli dopo ancora tenendo botta giorno per giorno tra mille fatiche e paure senza pensare e chissa domani e ancora oggi dopo oltre un anno sono ancora qui pensando all' oggi non mi faccio domani ci pensero' domani.

Spesso e' la paura di non raggiungere un obiettivo a lungo termine cosi sfibrante che ci sfinisce in partenza ma se questro obiettivo lo spezzetti  puoi anche accorgerti che forse diventa tutto in qualche modo piu' semplice.

Piu' semplice nel senso di meno ansioso ma da non confondersi con piu' facile.

E il giorno che ho cominciato questa fase della mia vita e' coinciso, direi non casualmente a questo punto, proprio con il giorno in cui ho litigato (non ricordo neanche per cosa, probabilmente le solite cose da SerD, come te) con il personale del Sert che frequentavo da anni in quel periodo ed allora mi sono detto ma la mia vita deve sempre essere legata in qualche modo ai tiramenti altrui quando  ho gia' i miei che non mi danno pace.

Da egocentrico convinto come spesso siamo noi tossici ho deciso di chiudere anche con la scappatoia del SerD basta con gente che in qualche modo anche in buona fede decida al posto mio cosa sia giusto o sbagliato per me provando a riprendermi in mano il presente per conto mio senza bisogno ne di sostanze ne di persone che per il tuo bene siano in qualche modo sostitutivi delle sostanze. 

Hai ragione!!!Anche L esempio

Hai ragione!!!Anche L esempio del tiramisù mi sembra azzeccato...ognuno di noi è diverso!Conosco gente che ha staccato la terapia anche a 6 mg di sub o a 5 cc di metano e salvo ricadute, in qlche modo c’è L ha fatta. Io mi conosco e non potrei mai riuscirci!La ricetta, almeno per me, è ridurre al minimo la dose fino all ultima briciola di sub... è quello che vorrei fare e che farò. L unico problema al momento è il nuovo medico che dopo 2 anni a 2 mg ha deciso di farmi finire in un mese il tutto!Io non parlo di anni ma almeno 2 o 3 mesi mi sarebbero utili per stabilizzarmi a dosi sempre più basse

Posso solo aggiugere che

Posso solo aggiugere che ovviamente piu' aspetti e di solito peggio e' se non altro per una questione fisica.

La mia prima vera grande disintossicazione "Forzata" l' ho fatta a 33 anni in Comunita' dopo 10 e rotti anni di ero e meta, questa ultima a 60 e la differenza si sente eccome.

La prima volta solo perche' ormai avevo fatta terra bruciata di tutto, soldi, casa, amici, genitori, matrimonio, lavoro, sbirri sempre alle calcagna cioe' era come se ormai non avessi avuto scampo.

La prima volta il Serd senza spiegarmi niente di come funzionava una volta dentro mi mando' in quella che' e' la piu' grande Comunita' italiana, senza fare nomi,  una attesa per entrare di 3 mesi durante i quali mi sarei dovuto disintossicare per entrare pulito ma come al solito ando' a finire che per l' ansia ed il solito rimandare mi ritrovai a farmi piu' di prima e cosi entrai completamente fatto.

Pensai mi avrebbero dato qualcosa invece mi dissero che non rientrava nella lora "politica" mi misero su di una brandina sul pavimento un secchio per il vomito sorvegliato a vista.

Avrei voluto scappare ma non avevo nemmeno le forze per parlare o lamentarmi altro che scappare.

Poco a poco dopo qualche mese almeno fisicamente mi ripresi ma vissuta cosi ormai era un incubo quindi dopo un annetto mi ritrovai fuori come e peggio di prima.

Morale se sei costretto a fare qualcosa perche' imposto probabile che serva a poco.

Questa seconda e spero definitiva volta ho scelto da solo ed e' tutta una altra storia nel senso che se possibile sono stato fisicamente anche peggio vista l' eta' e quindi il fisico ma almeno le motivazioni "mentali" erano totalmente le mie e queste mi hanno dato la costanza nel tempo che in passato mi era sempre mancata.

Ovviamente tra i 30 ed i 60 anni ci ho provato anche altre volte ma si vede che pur credendolo di volta in volta possibile non ero pronto che mancava quel qualcosa che poi ti porta sempre li.

Sarei falso a negare che ogni tanto ci penso e quella sensazione di calore che ti da' la roba quando sale e la successiva fase di rilassatezza nel avere tutto sotto controllo senza sbattimenti mi manca ma visti i casini che mi ha portato e' e deve rimanere solo il pensiero di un attimo.

Per quel che resta che me ne farei di una vita che senza sostanza non e' piu' vita.   

Ho letto e riletto il tuo

Ho letto e riletto il tuo post più volte... è pieno di dolore ma anche di fottuta forza; dopo tanti anni chi ci sarebbe riuscito?Credo che pensare (non ossessivamente) alla roba o a oppiacei vari sia, a meno che nn hai avuto una TD breve, sintomo di consapevolezza...ci combatti, sai che hai un problema e lo tieni sotto controllo.

La dipendenza in se si cura se si impara a conviverci.

Leggevo in un altro post che c è addirittura gente che dopo 20 anni puliti frequentano ancora gruppi NA...si tengono all’erta, hanno imparato a conoscersi, gestirsi e soprattutto non sottovalutano il problema.

purtroppo la TD nn viene accettata, da tutti, come una vera e propria malattia

insomma...se uno ha avuto un tumore anche diverso tempo prima, che fa?nn si controlla???!!!

 

Aggiornamenti....

Aggiornamenti....

Allora, sono stata in visita da un dott specializzato in TD da anni (pioniere in Italia di trattamenti con ibogaina e Uded) e per lui l’idea di scalare molto lentamente ed il più possibile (a dosi microscopiche) il sub nn è affatto male. Purtroppo però io tra 2 sett sarò fuori dal serd perciò non se ne parla; dovrei fare trasferimenti, incartamenti vari etc che x 1 mg di sub non vale la pena...

Mi ha fatto comunque una ricetta per quando sarò a zero (x circa 10 gg) a base di clonidina,  clorpromazina e ibuprofene.

Ho parlato finalmente con una persona oltre che umana anche molto preparata (che sa quello che fa insomma), come tutti i dottori dovrebbero essere; cosa che sappiamo non sempre accade.

Non so quello che succederà ma sono fiduciosa!!!

Per tutti quelli che si trovano nella mia stessa situazione, per tutti quelli che si sentono inascoltati numeri, per tutti quelli che si sentono cavie...Andatevene!!

I medici bravi esistono!Molti lavorano nei serd, molti altri fuori.

Ciao. 

Ciao. 

C'è qualcosa che non capisco nel tuo racconto. 

Sei a 2 mg di buprenorfina al giorno e devi scalarli in un mese? Oppure devi scalare 2 mg al giorno? Non è chiaro.

Cmq sia, nessun sert può sbatterti fuori così. Non possono se usi sostanze, figuriamoci per un adeguamento di terapia che tu non sottoscrivi.

Per essere chiaro, abbiamo sentito solo la tua campana ovviamente. 

Per prima cosa, io manderei una mail al sert esponendo la questione, chiedendo di nuovo un colloquio col medico che ti vorrebbe mandare via. Se non ottieni nulla, chiedi un incontro con il responsabile del sert per chiarire la situazione. Se neanche con lui ottieni risultati (e questo non capisco come sia possibile), vai direttamente in ASL competente del sert e parla col primo medico, denunciando tale situazione (meglio se hai della mail a conferma). 

In bocca al lupo

Ciao, attualmente sono a 1 mg

Ciao, attualmente sono a 1 mg al giorno (divido la pasticca)!So che è una situazione assurda e io per prima, se non fosse capitata a me, avrei avuto seri dubbi. So che dovrei denunciare se non altro affinché non succeda ad altri (cosa che credo a questo punto), ma non voglio/ posso l’ho già spiegato...Oltretutto mi sembrerebbe anche inutile visto che il direttore del serd non conoscendo personalmente i pazienti ovviamente si fida dei medici (anche se nuovi). Tu dici che “la terapia deve essere sottoscritta”, giustamente....ma se il paziente non la sottoscrive che succede????Che non ti danno la terapia!!!So che sembra assurdo tutto ciò ma sta accadendo....

Ripeto che fino ad ora sono stata seguita da un ottimo medico, quindi so perfettamente come dovrebbe comportarsi un professionista!

Ci ho parlato e riparlato implorandolo quasi in lacrime di non sbattermi fuori in 1 mese (x 2 anni sono stata a 2 mg al giorno e nell arco di un mese mi ha fatto scalare a zero) ma non è servito a niente se non farmi passare come una povera TD agli occhi dei colleghi ed infermieri. 

Questo è quanto....se qualcuno di voi ha già usato i farmaci che mi hanno prescritto x L astinenza fatemi sapere!!!!

L'astinenza è astinenza...non

L'astinenza è astinenza...non è un raffreddore... non si cura...si combatte... anche perché l'unica cosa che ti può far passare l'astinenza è proprio quella che ti causa l'astinenza... psicologicamente ti aiuta sapere che avrai qualcosa da prendere...ma senza sofferenza non ne esce indenne nessuno! Da quella sofferenza spero potrai ritrovare il piacere della libertà! In bocca al lupo e tienici aggiornati se ti va!

Aggiungi un nuovo commento