Back to top

terapie farmacologiche sert.

ciao a tutti ho alle spalle 15 anni di sostanze stupefacenti,iniziato dalle canne,arrivato a iniettarmi cocaina ed eroina.dal 2010 che non mi faccio piu'.l'eroina non la tocco piu' dal 210. nella seconda comunita' del 2012 sono entrato con 140 mg di metadone,depakin,xanax,seroquel.insomma con in corpo una bomba di farmaci. ero ingrassato a 115 kg. insomma ragazzi con tanta pazienza,mi sono tolto 140 mg di metadone in 15 mesi,astinenza di 10 giorni,gambe e braccia di pietra',freddo caldo,pero' grazie ad una doccia bollente,per sciogliere i muscoli,e subito nel letto con di xanax e non ricordo cos'altro,ho dormito tutte le notti.dopo 12-13 giorni mi sono ripreso,pero' avevo sensazioni strani,mi imbarazzavo improvvisamente,pensieri strani,buoni,cque un insieme di situazioni tenute bloccati dal metadone.cque dopo 17 mesi sono uscito dalla comunita'.ma il problema che non ci vuole niente (diciamo)a toglierti il metadone,ma a rimanerci senza. io mi sentivo vuoto,indifeso,mamma mia come stavo,sapete dove sono arrivato,che sono andato al sert,mentre ero in verifica a casa,e ho chiesto il suboxone,da 2mg adesso ne prendo 24 mg al giorno,sono ingrassato nuovamente,in piu' prendo xanax,seroquel e remeron al giorno,sono pieno di queste merde di farmaci,da solo e con il mio sert non riesco a togliermi le pillole,xche' ho gravi attacchi di panico improvvisi,pensieri strani,sto' inguaiato.pero' devo dire che le sostanze le ho abolite,xche' sono stato male l'utima volta che ho sniffato la coca 3-4-mesi fa'.quindi mi sono giurato di non toccare piu' niente.ma una cosa voglio e entrare in una struttura che mi aiutino a togliere pian piano questa grossa terapia che prendo.non voglio andare in una comunita' non seria,ma in un centro.qualcuno sa' consigliarmi una comunita' seria,dedica proprio alla diminuzione e al togliermi,sempre pian piano,tutti questi farmaci che ho come dipendenza?   rispondetemi grazie.

Commenti

Re: terapie farmacologiche sert.

Ciao Cisco,
purtroppo la tua situazione non è facile. Però, secondo me, dovresti prima di tutto cercare di inquadrare il problema. Questi tuoi attacchi di panico, ansia, pensieri negativi, sono causati da un precedente abuso di sostanze, e i farmaci che assumi servono a curare questi sintomi.
Tu però li vedi come il male assoluto e li reputi causa o parte della causa del tuo malessere, il che è un atteggiamento molto frequente in chi si disintossica.
Prova a cercare di vederli come una cura necessaria per i danni che il periodo di tossicodipendenza ti ha fatto, e magari appoggiati ad un bravo psicologo, esterno al Ser.T.
Vedrai che ce la farai!
Un saluto

Re: terapie farmacologiche sert.

ciao MATAR. si secondo me questi miei attacchi di panico sono causati da una vita che ho vissuto,facendo uso di tante sostanze,dalla cannabis,alla cocaina,dalle pasticche,all'eroina.il mio operatore,ricordo in comunita',mi disse devi costruirti la tua personalita'.xche' nella mia vita mi sono ancorato alle sostanze,alla mia debolezza,alla mia timidezza,rispondevo facendo uso,specialmente dell'eroina.le mie ultime 3 ragazze,prima facevo uso di eroina ee poi ci uscivo insieme.allora invece di essere me stesso,facevo vedere un'altra persona,brillante,disinibito,simpatico,che con l'eroina mi sentivo sicuro.poi hai ragione MATAR,dal 2010 che non tocco piu' l'eroina,mi sono venuti questi attacchi di panico.e' ho incominciato il mio percorso con xanax.prima di andare al pab la sera,mi prendevo uno xanax,dicevo,cosi' sono tranquillo,ma il fattaccio e che ,dopo di 1-2 ore che ero coperto,passava subito l'effetto e mi sentivo peggio,non capivo piu' nulla,davanti ai clienti mi sentivo male,mi spaventamo molto,e queste situazioni brutte non volevo averci a che fare.quindi mi sono imbottito di stabilizzanti d'umore,al farmaco per gli attacchi di panico,al farmaco per dormire,e adesso sono pieno di questi farmaci.pero' sono cresciuto,mi vengono tuttora gli attacchi di panico,sono un ragazzo che ha paura di tutto,quindi invece di affrontare la vita,non vivo,mi ritiro,non ho una vita sociale,non ho amici per uscire,xche' da solo mi sento piu' tranquillo. pero' quando mi faccio un esame di coscienza,rendendomi conto che la mia situazione e' questa,sto' male,xche' mi prendo questi farmaci,il lavoro non posso trovarlo xche' con i soldi in mano posso essere pericoloso.i farmaci,se' provo a togliermi qualcuno,ho paura .sono in questa situazione di merda.

Re: terapie farmacologiche sert.

Ti consiglio di andare da un bravo psichiatra,esterno al Ser.T.
Non sarà facile, ma vedrai che se tieni duro, ce la farai!
Anche venire qui a sfogarsi ogni tanto, e ricevere qualche parola di conforto, può essere d'aiuto.
Un saluto

Re: terapie farmacologiche sert.

Stavolta sono daccordo con Tirar,toh.Vieni qui a scrivere e condividere cio' che provi anche se la tua situazione certamente da qui e' impossibile risolverla.Probabilmente non ci racconti tutta la verita' pero', perche' una volta ripulito non puoi passare di nuovo al sub fino a 24 mg senza farti di roba (What?!?) sembra un tantinello improbabile.Ovvio che con tutti i medicinali che assumi anche una pippata di coca ti manda in paranoia,getta la spugna.Vai da uno psicologo con le controballe e spiegagli la tua storia,i tuoi disagi,tanto le medicine mi sa che non te le sai gestire,hai bisogno di un supporto che ti aiuti a regolarti e che ti indichi la strada.Nulla e' perso,tu sei ancora qui a combattere,e fallo!

Re: terapie farmacologiche sert.

"......una volta ripulito non puoi passare di nuovo al sub fino a 24 mg senza farti di roba"
___________
NO STEFY
scusami ma e' possibilissimo e lo capisco bene bene
lui era vuoto, sentiva mancanza di oppiacei e non avendo null'altro, e' tornato al sert e, er ragioni che via Internet non si possono certo capire, da soli 2 mg i medici lo hanno gradualmente alzato fino a 24 mg

si tratta di assumere sostanze in modo compulsivo
certo che
REMERON
SEROQUEL
BUPRENORFINA
XANAX
.......diventa davvero molto problematica la cosa,
e bisognerebbe capire come mai i medici del suo Sert, da pulito, lo hanno ripreso a 2 mg. e gradualmente aumentato la terapia fino a 24mg.....ecco, questo e' davvero sintomatico del fatto che probabilmente, hanno visto un paziente da "saturare"
.
io capisco bene questo bisogno di riprendersi i "suoi oppiacei".......e senza necessariamente ripassare dalla roba di strada
...
Sugar

Re: terapie farmacologiche sert.

Azz e lo hanno saturato per benino! Mah! Scusate io non ci credo! Non ci posso credere che da zero ha fatto il volo a 24 di sub senza toccare oppiacei.Allora e' meglio che non mi esprimo sul tuo medico del sert in Puglia altrimenti mi becco una denuncia.Si per me la prima guerra che devi fare Cisco a sto punto e' cambiare sert subito,purtroppo devi cambiare anche residenza nel caso.Da Roma in su,possibilmente e comunque informati su Villa Maraini a Roma ,potresti trovare un sostegno molto valido e senza scopo di lucro.Ciao Cisco.Quando vuoi siamo qui.
(Mbeh pure io ora sono scoperta da credo tre mesi piu' o meno dopo sei anni di sostituitivi ma piuttosto col ca**o mi andrei a rinfognare un'altra volta.Soffro,stringo la cinghia e vado avanti.E che si fa? Si gira sempre nello stesso cerchio e si soffre lo scalaggio per onorare lo spirito santo? No,amen.)
Allucinante!

Re: terapie farmacologiche sert.

IO STEFY RACCONTO QUEL CHE HO DENTRO,SENZA MISURE,MA RACCONTO IL VERO. io prendo sub. xanax,remeron e seroquel. in comunita' stefy,magnolia mi ha capito. dicevo,mi sono tolto 140 mg di metadone,questo nel 2012-2013, dopo un mese,mi sentivo,vuoto,indifeso,strano.sono andato in verifica 7 giorni a casa e ho avuto una ricaduta,ho pippato un giorno cocaina e bevuto un po' di metadone.ma l'eroina non la tocco dal 2010,che mi bucavo roba e coca,tanto al giorno,avevo a modena una societa' elettrica,guadagnavo molto,ma io el mio socio abbiamo fatto lo schifo.da li impoi ho incominciato ad avere attacchi di panico.ritorno alla verifica a casa,in comunita'. dopo quei giorni 2 o 3 che ero ricoperto di metadone.conobbi un ragazzo che mi disse io con 2 mg di suboxone,a mantenimento,riesco a vivere serenamente,nelle relazioni,nel lavoro e in tutto,mi disse che purtroppo non tutti riescono a stare nel malessere senza prendere niente.allora del metadone non volevo piu' sentir niente,mi feci dare dal mio psichiatra 2 mg di suboxone,poi ho avuto lo stesso regresso del metadone,da 10 sono arrivato a prendere 24 mg.e' pieno di storie di ragazzi che prendono 100,150 di metadone,e xche' stefy non puo' capitare con il suboxone? a me e' capitato.MAGNOLIA hai ragione,il mio sert,specialmente il mio dottore ti da' l'impossibile, prendi questo e quest'altro,poi piu'la mia debolezza o la dipendenza di trovare un rimedio a tutti i problemi,sono in questa situazione.ieri cio' litigato con il mio dottore,gli ho detto da oggi io non voglio avere piu' nulla a che fare con te,voglio passare dalla dott.ssa alb.... xche' ragazzi ho trovato un centro a roma che nei primi mesi sono concentrati nel disintossicare i ragazzi con terapie sostitutive,ma non mi ci vuole mandare,siccome lui e' il dirigente del sert,e ha questo "potere",mi dice che non si puo' pagare la retta in una comunita' fuori regione,i soldi devono rimanere in puglia.ed io sono nero xche' in puglia non ci sono comunita' che ti prendono per mano dalla a alla z.non ti danno un futuro. in questa comunita' di roma se' dopo 2 anni se' non sei pronto ci puoi rimanere quanto vuoi,e poi scusatemi pugliesi,qui al sud non c'e' lavoro,non c'e' futuro.io non ho trovato comunita' seriee. nell'ultima,se' volevi parlara,parlavi,nessuno ti stimolava a cercar dentro di te le doti ole potenzialita' che hai,dopo 2 anni ti ritrovi fuori senza un lavoro,senza un reinserimento sociale,no no ,qui e' cosi'. mi e' stato detto al mio sert che se' dimostro che in puglia non c'e' un centro come a roma o milano,allora posso avere una piccola possibilita',ma ragazzi sono sicuro che alla fine mi diranno,costa di piu' andare fuori puglia e che la mia domanda il responsabile non ha dato l'ok. cque a dir la verita' ho solo 1 obbiettivo ,eliminare i farmaci,ma ho bisogno di gente che ha i controcoglioni,ma anch'io devo metterci tutto me stesso,c'e' la faro'.la droga mai piu' e spero di riuscirci.ciao ragazzi

Re: terapie farmacologiche sert.

Grande Sisco, questa è la mentalità giusta.
Per quel che riguarda la Comunità di Roma, potresti provare a richiedere prima un trasferimento della tua pratica al Ser.T di là (certo vuol dire che ti devi trasferire anche tu, perché il sub poi te lo danno a Roma), e poi da li far partire la richiesta di ricovero in comunità.
Ciao!

Re: terapie farmacologiche sert.

ragazzi scusate
ma qui si sta parlando di fare un trasferimento, ossia cambio di residenza, per seguire certe strutture piuttosto che altre
CISCO, hai lavorato a Modena, quindi ricorderai come funzionano i servizi in quella citta', (a livello di Sert) rispetto a
.....
QUASI
.....
tutto il centro Sud; traferirsi, cambiare luogo dove si vive per accedere a diversi livelli di servizio sanitario, ha dei costi molto alti; molto alti davvero; dipende da caso a caso, le variabili sono tantissime
MA IO LA VEDO MOLTO ARDUA CAMBIARE REGIONE, PRENDERE CASA, STUPULARE CONTRATTO DI AFFITTO (per cambio-residenza occorre un domicilio, quindi una casa)
OPURE CI SONO LE COMUNITA' DA FIRENZE/BOLOGNA IN SU'.....
QUASI TUTTE VALIDE (quale piu', quale meno, ma da Bologna in su' tutto sommato funziona)
CISCO
se non si ha una discreta somma da investire la vedo dura stare dietro alla burocrazia italiana per accedere alle strutture pubbliche
_______
hai possibilita' di pagare 6 mesi in una comunita' del nord, a pagamento ??
metti in conto 15.000 euro di base.....IN CASO COSI' NON FOSSE IL PERCORSO PER SCALARE E TOGLIERTI QUEL CARICO DI FARMACI CHE HAI ADDOSSO, LO VEDO MOLTO ARDUO
parallelamente allo scalaggio dei farmaci occorre anche ricostruire una intera personalita' di un uomo adulto, che da troppi troppi anni bombarda il proprio cervello con farmaci davvero potenti
capisco bene quando scrvi di :
- attacchi panico
- ti trovi male in mezzo alla massa
- sei tranquillo quando sei da solo
......certo.....si arriva aun punto che davvero, il carico e' talmete grosso che il cervello e l'umore stanno in equilibrio quando si sta per conto proprio
Sugar

ps
ti ho mandato un messaggio privato

Re: terapie farmacologiche sert.

Ciao Sug,
certo non dico mica che sia cosi facile ma, purtroppo, come giustamente dici tu, o si hanno molti soldi da spendere per una comunità privata, oppure se non vuole andare in quelle in Puglia, è l'unica soluzione. E di certo costa meno di 15.000 euro, basta trovare una stanza in affitto (Roma ne è piena, prender residenza li e aspettare che ti mandino in comunità).
Però chiaro, se si riesce senza spostarsi, è ancora meglio.

Re: terapie farmacologiche sert.

Lo trovo giusto Sug,supportiamo questo ragazzo,per quel poco che possiamo.Sembra proprio barcamenato in un grosso groviglio,certo per avere un contratto d'affitto e fare un trasferimento non e' una cosa da tutti i giorni e poi ci vuole un gran cash da investire.Pero' a discapito del cash se fosse supportato da una struttura adeguata che non lo imbottisca e basta fino a scoppiare,se fosse aiutato a ricostruire il proprio io e non mollato a se' dopo la detox...se pure mantenesse giusto pochi mg di sub al giorno,riducendo al minimo gli psicofarmaci,quelli necessari,senza dover necessariamente togliere tutto....anche sarebbe un'ottimo traguardo.Se avesse poi la possibilita' di imparare un mestiere,sentirsi utile x se stesso e gli altri,riconquistare ego ed autostima,sarebbe davvero il top.Per quanto la Puglia sia una bellissima regione che adoro non credo che restando dove sei riuscirai a risolvere,sei seguito male ed hai bisogno di un aiuto valido.

Re: terapie farmacologiche sert.

Ciao,
vorrei parlare della tua terapia farmacologica.
Io non so se ti hanno diagnosticato una patologia psichiatrica in comorbidità alla dipendenza da oppiacei.
Se la comorbidità esiste (e parlo specificamente di distrubo bipolare) il depakin è un farmaco che ti protegge dalle fasi maniacali ma non altrettanto bene da quelle depressive. In assenza di un disturbo dell'umore è un farmaco inutile.
.
Il Seroquel è un farmaco che trova un razionale importante sia perché riduce il craving da sostanze, soprattutto oppiacei, sia perché ti aiuta a migliorare il sonno e produce un significativo miglioramento dello stato d'ansia generalizzato.
Tuttavia gli effetti del seroquel sono dose-dipendenti.
.
Prendere il Remeron in aggiunta al Seroquel mi sembra abbastanza insolito. Sarebbe più efficace un SSRI per il disturbo d'anzia generalizzato e gli attacchi di panico.
.
L'uso sconsiderato di Xanax, infine, non è MAI una buona idea.
.
La tua terapia farmacologica mi sembra un vero pasticcio e non ne vedo il razionale.
Faccio mio il commento di Tirar e ti invito anch'io a contattare un altro psichiatra.
Un altro consiglio che posso darti è il seguente: tutti i farmaci che stai assumendo (tranne lo xanax) sono noti per essere associati a sindrome metabolica e iperfagia. Curare attentamente l'alimentazione quando si assumono certi farmaci è FONDAMENTALE. Meglio sarebbe se associassi un po' di sport a questa terapia.
.
Tienici aggiornati.
J

Re: terapie farmacologiche sert.

Attenzione questa terapia non è esattamente un
pasticcio In Re Ipsa
....
una mia cara amica del Nord Italia a pochi chilometri dal confine con la Svizzera in una comunità privata,assai costosa.........stata dentro per 30 giorni ed è uscita con la stessa identica prescrizione ossia
____
Seroquel
Buprenorfina
Xanax R
Remeron
.........clinica privata a 50 km dalla Svizzera
Davvero.......non mi pemetto di fare il professore di-nulla
....ma e' un concentrato davvero pesante
E SE LE 2 ORESCRIZIONI SONO IDENTICHE FATTE SALVE LE RELATIVE DISTANZE.......E I COSTI......mi vuene da oensare che sia cocktail di farmaci......attualmente "in auge"

Si xche' le terapie cambiano a seconda dei tempi.......passano gli anni e passano queste Terpie in favore di altre........e poi ne seguiranno altre ancora
......
Questo lo insegna la Storia che e' sempre Maestra di Vita
Riuscire a sostenere una vita sociale normale a livello lavorativo in mezzo a persone normali con un carico del genere
...
e ricostruire un uomo normale-adulto-senza ansie e paure
produttivo.........
Davvero a volte il rimedio......ti toglie dall'illegalita' ma ti inchioda a dipendenze legali davvero pesantissime
.....
Occorre molto lavoro......e sostegno personalizzato
Sugar

Re: terapie farmacologiche sert.

ciao ragazzi grazie per i consigli.purtroppo non ho la possibilita' di cambiar regione,andare a vivere da solo,facendomi mantenere da i miei genitori,qui ci si riesce a malapena a fare la spesa.si il mio dottore e' un incapace,la settimana scorsa gli ho detto di non voler essere piuì seguito da lui,xche' sono 7-8 anni che non si riesce a cambiare la situazione,ma attenzione la colpa e' pure mia,xche' ho continuato e non faccio nulla per cambiare,scalando qualche farmaco,ma se' non cambio vita,non vado da nessuna parte.cque ragazzi ho la pancia gonfia e mi fa' male il fegato.se' non riesco ad andare a roma,comunita' arcobaleno,cerchero' di entrare in una comunita',ma la mia paura e che qui al sud non ti aiutano molto,non ci sono strutture serie.io ho bisogno di essere preso per mano e consigliato,stimolato.e nell'ultima comunita' era un casino,nei gruppi se' volevi parlare,parlavi,ma non ho trovato un gruppo coeso,uno non ti credeva l'altro reagiva diversamente,insomma non veniva quasi nessuno a dire come stai,a cercar di farti capire che sei ancora valido,a stimolarti.e' questa la mia piu' grossa paura,siccome ho quasi 34 anni,voglio una comunita' che mi aiuti veramente,ed ecco xche' sto' lottando con il mio sert,per andarmi fuori puglia.ma il mio psichiatra e direttore del sert,deve far cuadrare i conti,e' contro di me.se' dimostro che il programma terapeutico di roma non c'e' in puglia posso avere delle chance,e lo spero.raga' male che va',sara' il mio primissimo obbiettivo,entro in una comunita' mi concentro solamente nello scalaggio e poi mi piacerebbe andare a sanpatrignano.ecco il mio sogno,sampatrignano ti da l'occasione per rivivere,nessuno ti caccia,puoi studiare imparare un mestiere,ma il problema e che devi entrare senza terapia farmacologica.cque nel mio sert c'e' il dottt. di sti coglioni e c'e' una dottoressa con i controcoglioni,sono anni che voglio essere curato da lei,lei il contrario,e' contro lo xanax e tavor, comunque io e mio padre la settimana scorsa ci abbiamo provato a cambiar dottore,domattina ci andro' con ancora la voglia di cambiare. ciao grazie a tutti voi dei consigli. e stefy e' andata proprio cosi'.SENZA TOCCARE L'EROINA SONO PASATO IN 3 ANNI DA 2 A 24 mg. un abbraccio a presto

Re: terapie farmacologiche sert.

Cisco di quale zona della Puglia sei? Io abito tra Bari e Taranto...e scusami se posso sembrarti dura ma credo che la tua sia una scusa per continuare a cullarti nella situazione in cui ti trovi anche se non è semplice. In Puglia ci sono ottime strutture, soprattutto quelle più piccole, che possono accogliere pochi utenti. Devi solo cercarle e soprattutto metterci del tuo altrimenti qualsiasi comunità non farà a caso tuo. In bocca a lupo

Re: terapie farmacologiche sert.

ciao dark. xche' credi che cerco scuse?ma secondo te,se' arrivo a scrivere determinate cose,prima xche' credo di parlare con ragazzi che mi possono capire,che nel bene e nel male hanno avuto contatti con le sostanze.io arrivo in questo sito x caso,scrivo il mio "dolore". sono determinatissimo per togliermi la mia terapia farmacologica.solo che avendo 33 anni,sono stanco di "fallire".si ho gia' una vittoria,quella di non bucarmi piu' dal 2010,eroina via,basta! mi rimaneva,il vizietto della coca,ma l'ultima volta stavo per avere un infarto,e se' mi dicono,to' ti offro e ti pago,rifiuto. si il creving avvolte viene prepotentemente,ma credo che c'e' l'avro' per il resto della mia vita. ritorno a te,sto' cercando una comunita',una struttura che mi possa aiutare,si c'e' ne' sono a migliaia,ma non voglio piu' fallire,quindi dopo tante ricerche in puglia,i programmi terapeutici,sono quasi tutti uguali,sto' aspettando il si del sert della mia richiesta di andare nella comunita' nuovi orizzonti,a roma, i primi 2 mesi sono in una struttura dedica al trattamento farmacologico,a scalare la terapia,la cosa mia principale richiesta,e dopo ti smistano nelle varie comunita' loro. se' non va' in porto,entrero' in una comunita' in puglia,determinato a ripulirmi da i farmaci. questo e' il mio obiettivo. grazie a presto

Aggiungi un nuovo commento