Back to top

USO MODERATO DI ALCOL - RAGIONAMENTO SU DIPENDENZA

Buongiorno

sono un ragazzo di 36 anni, ho fumato sigarette e poi canne dall'età di 16 anni per almeno una decina di anni, anche in modo abbastanza pesante, sono una persona molto egocentrica, esosa, non mi accontento mai.
Quindi coscientemente ho deciso di non provare mai altre sostanze per fortuna, se non qualche volta il popper per scherzo e un paio di volte ho leccato o fumato tramite un bong la coca, ma proprio solo 1 volta o due nella mia vita.
Ora ho smesso tutto da almeno dieci anni, ogni tanto ho fumato qualche sigaretta e provato l'erba "legale" ma niente mi soddisfa e quindi ho lasciato perdere. Dico soddisfa perchè comunque ho sempre una certa nostalgia di quel sapore e quello sballo che avevano le canne, ma per fortuna sono riuscito in qualche modo a trattenermi dal farlo, soprattutto per questioni legate alla paura di controlli stradali e per non incorrere a multe o sanzioni varie rovinando la mia reputazione e il rapporto con la mia compagna e i miei genitori.
Quindi diciamo che il capitolo droghe e sigarette per ora, e spero per sempre, sia chiuso.

Rimane appunto un altro problema o pseudo problema legato all'alcol, so che vi sembrerà poca roba, ma tutti i giorni bevo un quartino di bianco a pranzo e un quartino di bianco a cena, minimo, a volte anche mezzo litro, dipende un po' dalla serata e/o dalla cognia, inoltre la sera mi concedo anche un bicchierino di grappa.
Fuori pasto non bevo mai, salvo ovviamente le eccezioni di feste o aperitivi dove do sempre il meglio di me.

Ora so che sono quantità basse, peso 80kg non sento più nemmeno lo sballo del vino, bevo per piacere, per gusto, però il ragionamento che volevo fare era appunto sulla dipendenza.
Leggo il forum perchè leggere le brutte storie sulla droga mi fa riflettere e mi fa del bene, mi permette di non ricascarci, per questo ringrazio davvero tutti, però riflettevo sul fatto che appunto il consiglio principale è di evitare l'uso di qualsiasi sostanza, mentre l'alcol viene visto, essendo legale, come una cosa passabile, una cosa gestibile, tipo "smetto quando voglio" etc... Questo però leggendo le vostre storie è il pensiero più sbagliato che uno possa farsi quando inizia o utilizza da tempo una sostanza, e credo che l'alcol non sia una sostanza da prendere alla leggera.
Quindi vi chiedevo se secondo voi l'alcol a queste quantità è davvero gestibile oppure se anche qui bisogna tenere alta la guardia e cercare di uscirne per evitare conseguenze gravi etc...
Grazie in anticipo per le vostre risposte, approfitto per dare coraggio a chi è in difficoltà, un abbraccio.

Aggiungi un nuovo commento