Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

VI PREGO, AIUTATEMI! QUESTI SONO GLI ESAMI CHE DOVRO' EFFETTUARE IL 28 MAGGIO; CDT - EMOCROMO COMPLETO CON FORMULA - TRANSAMINASI - GGT ED INFINE ESAME TOSSICOLOGICO SULLE URINE (UNA DETERMINAZIONE)

Buongiorno cari, 

mi servirebbe una graaaande mano, poi vi giuro che non vi rompo più..

Mi hanno sospeso la patente, quindi purtroppo Il 28 Maggio dovrò effettuare le seguenti analisi;  

CDT - EMOCROMO COMPLETO CON FORMULA - TRANSAMINASI - GGT ed infine 

ESAME TOSSICOLOGICO SULLE URINE (Una Determinazione)

NON BEVO da 54 giorni (TOTALE astinenza!)

Quindi facendo un calcolo, il giorno 28 Maggio saranno esattamente 94 giorni di totale assenza dall'acool

(Non bevevo tutti i giorni, ma quella volta massimo 2 volte a settimana con gli amici non ci andavo leggero, reggevo moooolto l'acool, soprattutto quando andavo a ballare/serate mi ''sfondavo'' come si suol dire..  infatti mi hanno ritirato la patente per un tasso alcolemico di 2,15 g/l, quindi fate voi)

DOMANDE:

- Secondo voi bastano 94 giorni per smaltire ogni eventuale traccia d'alcool dal mio organismo? 

Invece per quando riguarda l'ESAME TOSSICOLOGICO (Una Determinazione)

Fumo da un bel po di anni, prima era una vera routine, cioè arrivavo anche a 10 canne al giorno... poi nell'ultimo anno e mezzo mi sono limitato a fumarne 3/4 prima di addormentarmi tutti i giorni però.. 

Ho smesso di fumare (Cannabis/ Hashish) precisamento l'8 Aprile fino ad arrivare al

13 Aprile (Facendo 2 tiri) contati

e il giorno dopo, il 14 Aprile (Invece 4 tiri) con un totale di 6 tiri 

Poi nuovamente ho smesso il giorno dopo (sarebbe il 15 Aprile, questo Lunedì),

quindi facendo un calcolo.. arrivando al 28 Maggio (GIORNO DELLE ANALISI) sarebbero 43 giorni di TOTALE assenza da Cannabis (senza contare quei 5 giorni di assenza precedenti perchè il week end, cioè il 13 Aprile ed il 14 purtroppo ho fatto qualche tiro quindi non li inserisco nel conto... o dovrei?)

Voglio precisare che pratico palestra, e da quando ho scorperto che serve molto per eliminare il THC, (sudare, bere molta acqua ecc..) ho deciso di effettuare attività fisica tutti i giorni, fortunatamento sono anche in peso forma

DOMANDE:

Secondo voi 43 giorni ( + 5 giorni (se vogliamo contarli) con ricaduta di qualche tiro nel 6° e nel 7° giorno) bastano per ripulirmi dal THC?

Cosa potrei fare oltre all'attività fisica e bere molta acqua per eliminare il THC dal mio corpo? 

SOPRATTUTTO vorrei sapere cortesemente anche cosa significa (UNA DETERMINAZIONE) affianco all'esame tossicologico??

 

So che sono tante domande, ma mi farebbe molto piacere se rispondeste a tutti i miei dubbi per farmi stare tranquillo... Grazie mille!!!!

 

Commenti

se continui a stare calmino (astinenza totale, neanche in locali dove hanno fumato devi sostare), fare attività fisica, bere molto e saune ce la fai tranquillamente

Il THC lo smaltisci senza problemi, se continui come fai adesso.
Per quanto riguarda l'alcool, anche quello no problem: 94 giorni sono molto più che sufficienti.
<><><><><>
Comunque un tasso alcolemico di 2,15 è veramente alto. Se ti sei messo alla guida con un tasso del genere, hanno fatto bene a sospenderti la patente: anzi, dovevano fartela a strisce, secondo me. Il padre di un mio amico è morto per colpa di un coglione come te che, sbronzo fradicio, gli è andato addosso con la macchina. Sinceramente, comprensione zero per quelli come te.

Non esiste ancora, ma si dibatte a proposito di "ergastolo della patente", in certi casi. Chissà se verrà introdotto.

Forse un ergastolo sarebbe troppo, c'è sempre la possibilità che una persona rinsavisca e si renda conto delle cazzate che ha fatto, ma sicuramente una revoca con impossibilità di riprenderla per almeno 5 anni ci starebbe (magari anche di più).
Qua non stiamo parlando di persone che bevono un bicchiere di vino in più a cena con amici, ma di persone che escono col preciso intento di bere fino a disfarsi, fottendosene alla grande dei morti e feriti che potrebbero causare... e che poi magari fanno il piagnisteo dicendo che la patente gli serve per lavoro. (Che è anche vero, ma se sai che per te la patente è fondamentale per il tuo lavoro, non la metti a rischio facendo il cazzone).

Direi che questo non è proprio il posto giusto per emettere giudizi sugli altri.
Anche perché tutti quanti qui dentro non sono esattamente dei cittadini modello.

Sono d'accordo, non è questo il luogo per emettere giudizi.
A quelli devono pensarci i Tribunali e gli altri organi giurisdizionali, quando vengono investiti di vicende dolorose e illegali, quali gli omicidi stradali, ad esempio.
Però devo dire che non mi sembra affatto improprio definire “cazzone” il comportamento stigmatizzato da Lysander. D'altronde non mi è sembrato di leggere una condanna, da parte sua. Anzi, l'esatto opposto: l'invito a valorizzare le proprie risorse personali verso modalità di comportamento più confacenti alla civile convivenza. A questo proposito noto che Lysander non imputava a Francesco Rinaldi di “essere” un cazzone. Bensì di “fare” il cazzone. E in ciò io leggo, lo ribadisco, piuttosto che una definitiva condanna, un fiducioso atteggiamento rispetto alle risorse dello stesso e un positivo invito a valorizzarle in modo adeguato, in funzione della sicurezza stradale che tutti auspichiamo.
D'altronde penso che non esistano “cittadini modello”, ma che sia opportuno orientarsi a vicenda in senso positivo, anziché indulgere in comportamenti che mettono a repentaglio la propria integrità e quella altrui.
Poi Lysander mi correggerà se ho male inteso il senso del suo intervento.
Buona giornata a tutti.
Placido

Diciamo che mi riferivo più a questa frase: "Il padre di un mio amico è morto per colpa di un coglione come te che, sbronzo fradicio, gli è andato addosso con la macchina. Sinceramente, comprensione zero per quelli come te.".

Beh, direi che il dolore per l'assassinio di una persona cara rende comprensibile l'uso di termini un po' così... Sono emozioni forti. C'è chi le anestetizza e chi le esprime.

Non lo metto in dubbio, ma rimane il fatto che non sia questo il posto per esprimerle.
Ripeto che qui dentro non mi pare giusto emettere giudizi sul comportamento di altre persone, visto e considerato che TUTTI avrebbero di che esser giudicati.

Sinceramente non lo so cosa è opportuno o meno esprimere qui.
Ma, senza volere entrare in disquisizioni filosofiche sul “giudizio”, in cosa consisterebbe quello “emesso” da Lysander?
La frase sopra virgolettata mi sembra più che altro la narrazione di una vicenda dolorosa.
Ha inoltre espresso un proprio stato d'animo in base al quale non riesce a comprendere chi si mette alla guida con un tasso alcolemico elevato.
L'unico termine che potrebbe far pensare a un “giudizio” è la parola “coglione”, riferito a una persona che guida con un tasso alcolemico di 2.15
Ma non intendo fare l'avvocato di Lysander, che magari vorrà meglio spiegare il significato di quanto espresso.
Buona giornata

Intendevo dire esattamente quello che ho detto.
Chi si mette al volante distrutto dall'alcol fregandosene di tutto e di tutti, da parte mia ha zero comprensione.
Il discorso sarebbe stato diverso se nelle parole del post originale fosse emersa una comprensione della cazzata fatta, la consapevolezza di aver messo a rischio delle vite per pura idiozia, e la volontà di non farlo più. Invece, tutto ciò che ho letto è il tipico "oh raga, sono nei guai perché mi han tolto la patente perchè mi han beccato al volante sbronzo fradicio, come faccio a riaverla? Maledetto sistema & burocrazia annessa che ci tormentano!". Zero comprensione di ciò che è successo, zero rimorsi, nulla, solo sempre un continuo "io, io, io", e il solito dare la colpa alle istituzioni per le cazzate fatte.
Non ho mai espresso giudizi su nessuno da quando sono su questo sito, ma stavolta sì: i soggetti che fanno che fanno come il tizio del post, che mettono in pericolo le vite altrui ma non se ne rendono conto, e poi quando vanno nelle beghe anziché rifletterci continuano a pensare a se stessi, proprio non li sopporto.
(P.S.: vero, qua dentro non sono tutti cittadini modello. Ma credo sia dovuto al fatto che "cittadini modello" non ne esistano)

Il fatto è che lo scopo del forum non è ottenere la tua comprensione, né quella di alcuno.
Se non sopporti certi comportamenti o atteggiamenti puoi andare oltre, senza esprimere giudizi sulla persona.
Cittadini modello ne esistono eccome, ma di certo non lo siamo né io né te.

Posso andare oltre, o "devo" andare oltre?
In un forum si può esprimere la propria opinione: può non piacere, può non essere gradita, ma si è liberi di farlo. Questo tuo "puoi andare oltre" suona molto come un "se leggi un post che non ti piace, non devi rispondere". Non so quanta esperienza tu abbia su internet, ma non è proprio così che funziona in un forum, eh. Raccontare la propria esperienza espone all'opinione degli utenti, che può essere positiva o negativa, a seconda. Oltretutto, il mio dargli del coglione è legato al fatto che si è messo ubriaco fradicio alla guida, non è un giudizio sulla sua persona a tutto tondo, che non conosco.
Cittadini modello non ne ho ancora visti, personalmente. Se mi parli di "cittadini modello" nel senso che non fanno uso di sostanze allora sì, ma io parlavo in senso più ampio.

Ciao filosofo,
ovviamente il termine filosofo non è legato al fatto che esprimi i tuoi giudizi, ma è annesso alle tue risposte infondate sul mio conto, non è per la tua persona a tutto tondo, che non conosco eh, che sia chiaro
ahahah sto a morì

Caro Lysander,
per i finti buonisti come te, comprensione zero.
Non sai chi sono, non sai nemmeno come è andata la vicenda, non mi conosci, non sai il mio passato, non credo che abbiamo avuto la sfortuna di conoscerci, quindi automaticamente NON ti permetto di giudicarmi!
Soprattutto usare determinate parole sul mio conto, ma chi sei?
Vienimele a dire in faccia queste cose :)
Vieni in privato, così possiamo accordarci sul dove vederci, e parlarne davanti ad un buon caffè, io ristretto e magari tu lo prendi corretto, così evito di essere giudicato da persone come te.
Coglioni come me (IO POSSO DEFINIRMI COSì, SICURAMENTE NON TU) non possono avere il diritto di esprimersi su questo forum come cazzo vuole?
Invece di giudicare senza un senso logico sulla mia persona, informati prima :)
Il discorso sarebbe stato diverso se nelle parole del post originale fosse emersa una comprensione della cazzata fatta sicuramente, ma ho evitato di emetterla perchè come il coglione (RIBADISCO che io posso definirmi tale, NON TU) mi son messo alla guida di un motorino senza averlo mai guidato e involontariamente ho tamponato una macchina in grande parcheggio, ho fatto la cazzata, questo sì, e mi prendo la responsabilità, ma non potevo mettere nessuno in pericolo, perchè era molto tardi e sopratutto non c'era un anima viva, potevo mettere in pericolo proprio me stesso, forse me lo meritavo, siccome da come scrivi, persone come me dovrebbero andare al rogo
''Non ho mai espresso giudizi su nessuno da quando sono su questo sito, ma stavolta s'' forse era meglio che rimanevi al tuo posto anche adesso, perchè è un conto esprimere un giudizio ed un conto offendere una persona
Ti saluto tesoro :)

Niente da correggere, il senso del mio intervento era proprio quello.
L'aggettivo che gli ho appioppato non è un giudizio a tutto tondo sulla sua persona, ma in relazione al comportamento che ha tenuto.

Personalmente mi trovo d'accordo con Lysander. Lui ha espresso un concetto a modo suo ed in base al suo vissuto. io trovo criminale mettersi alla guida strafatti. non dico "allegro" come dopo una birra, ma con quel tasso stai proprio pisto. A me è ovviamente capitato di esagerare ma ho sempre avuto la coscienza di non mettermi alla guida, anche a costo di dormire in macchina.
Ma da fatto non mi metterei MAI alla guida. MAI.

Non voglio premi. Che problemi hai visto che non mi sembra di aver offeso o accusato nessuno? Mi sembra di essere una persona pacata, comprensiva e ragionevole, ma la tua risposta mi pare assolutamente fuori luogo.
Non ho espresso giudizi sulla tua persona. Ho detto che mettersi alla guida con quel tasso alcolico o fatti È DA CRIMINALI. E strappare la patente in faccia sarebbe il minimo. E lo dice uno che non è un Santo. Bevo, fumo e mi sballo ma a 45 anni ho quel poco di senno che mi evita di fare danni alla guida.

Secondo voi 43 giorni ( + 5 giorni (se vogliamo contarli) con ricaduta di qualche tiro nel 6° e nel 7° giorno) bastano per ripulirmi dal THC? - Si, dovrebbero bastare, se ti fanno l'urina (comunque per sicurezza compra un test in farmacia e fallo il giorno prima). Però sei sicuro non ti facciano il capello?

Cosa potrei fare oltre all'attività fisica e bere molta acqua per eliminare il THC dal mio corpo? - Nulla. Nemmeno la palestra e il bere acqua servono a nulla, ma comunque male non ti fanno a livello generale.

Ieri sera finito il lavoro sono tornato a casa IN BICICLETTA dopo aver bevuto qualche birra al pub assieme ad un mio collega che lascera' il lavoro a breve, una cosa che era nell' aria da tempo quindi immaginavo come sarebbe andata a finire ma non avevo intenzione di sottrarmi anche perché non c'e' niente di male.
Era da tempo che non bevevo piu' di un paio di birre ogni morte di papa quindi mi hanno fatto un certo effetto, niente di sconvolgente ma diciamo che le ho sentite.
Poi una volta messo tranquillo mi sono imbattuto nei commenti di Lysander ed e' stato come mi avesse tolto le parole di bocca quindi ho evitato di aggiungere qualsiasi altro commento ritenendoli piu' che esaurienti.

Ho perso diversi amici piu' per incidenti stradali sotto effetto di sostanze che per overdose (L' ultimo pochi mesi fa', mattina presto, si e' probabilmente "assopito" andando al lavoro in auto, lui ci e' rimasto secco coinvolgendo l' auto di una mamma che portava la figlia a scuola fortunatamente rimaste quasi illese) ed in qualche occasione ho rischiato in prima persona di fare o ancora peggio di far fare ad altri la stessa fine quindi se qualcuno dovesse darmi esplicitamente del coglione gli potrei solo che dare ragione.
E visto che in faccia non puo' dirmelo anche su un forum va bene.
.
Sara' che quando hai figli e famiglia qualcosa di solito ti cambia, sara' che fin che non ti succede direttamente o che coinvolga chi ti e' caro possa sembrare esagerato, ma chi guida in certe condizioni e' e resta un coglione.

Certo, hai ragione.
Cosi come chi si droga è e resta un coglione, che pesa sulla società, e con grande facilità mette a repentaglio la sicurezza e la stessa vita dei cittadini perbene, dato che non è che sotto l'effetto di droghe, a prescindere dal guidare o meno, si prendano delle gran belle decisioni.
La madre di un mio amico, in motorino, ha avuto un incidente perché un tossico le si è buttato addosso a piedi, mentre passava, probabilmente strafatto. Si è fratturata il bacino e ha subito l'asportazione della milza. Su quel motorino poteva esserci tua figlia/o o moglie, e quel tossico potevi essere tu.
Bello eh, quando giudicano te?
Ps: anche in bicicletta puoi causare incidenti, ed è vietato condurla, da ubriachi.

Beh, comunque nella vita capita di essere giudicati. Meglio per cose positive che negative, devo dire. Anche perché sono convinto che abbiamo la facoltà di scegliere come orientare il nostro comportamento.
Direi che mi infastidiscono i giudizi definitivi e le condanne inappellabili, ma personalmente non ne farei e non ne faccio un dramma dei giudizi che vengono formulati nei miei confronti.
A volte li ritengo fondati e li utilizzo per provare ad aggiustare il mio comportamento. Altre volte li ritengo infondati e lasciano il tempo che trovano. Altre volte ancora non so se sono fondati o infondati e ci rifletto su.
Cari saluti
Placido

Sarà, ma io continuo a ritenere che non sia questo il posto per darsi del coglione a vicenda, per i propri comportamenti.

Concordo... qui in quanto a coglioni si pesca a mani basse! Io per primo, eh, si chiaro!
Quindi o tutti o nessuno. Per mantenere civile la discussione, credo conveniate con me che qui NESSUNO è sopra le parti, NESSUNO è un Santo, NESSUNO può giudicare gli altri. Andiamo avanti, ora...

Idem.
Anche a me è capitato di essere giudicato per delle cazzate fatte, e riflettendoci a posteriori a volte avevano ragione, a volte no. Le volte che avevano ragione, ho avuto occasione di vedere le cose da un altro punto di vista, che prima non consideravo.
Giudizi definitivi e condanne inappellabili non esistono (se non nei tribunali): in casi come questo, dipende tutto dalla persona. Il giudizio che ho espresso sul tipo non è nè definitivo nè inappellabile, ma solo in relazione a quello che ha fatto.

Grazie per avermi informato su tutto quello che non mi interessa sapere.
Vallo a scrivere da altre parti, sicuramente non sotto il mio post :)
Ps. Prima di giudicare una persona, bisogna prima informarsi

Guarda che guidare ubriachi in bicicletta è per il codice della strada e penale equivalente a guidare un autobus carico di pellegrini sempre ubriaco, quindi la patente te la levano lo stesso.
Inoltre puoi sempre investire un pedone facendogli seri danni.

Se mi dovessero giudicare perché faccio qualcosa di sbagliato, soprattutto se coinvolge altri, tossico o meno, lo riterrei giusto e sensato piuttosto che bello.
Doveroso.
Come lo riterrei giusto se fosse viceversa, se altri coinvolgessero me con i loro errori.
Permetti forse ho frainteso, ma mi pare che il tema fosse guidare alterati non "A prescindere dal guidare o meno"

Io credo, lo ripeto nuovamente, che non sia questo il posto giusto per esprimere giudizi sui propri vicendevoli comportamenti.
Esistono delle leggi, dei sistemi giudiziari e penali che se ne occupano, e amici, parenti e conoscenti che provvederanno a giudicare il suo comportamento.
Qui se iniziamo a dare del coglione a tutti quelli che tengono un comportamento non consono alla pubblica sicurezza, non la finiremmo più di insultarci. E lo scopo del forum è decisamente un altro.

Meno male che ci sta una persona che ragiona qui, ti ringrazio per aver dato almeno tu risposte con un VERO senso LOGICO :)

ORA DIREI CHE CIASCUNO HA ESPRESO IL SUO, ALMENO 3 VOLTE su questa serata di questo ragazzo
tiremm innanz............ussignor
Sug