Back to top

Assumere sostanze per una persona soffre di diabete comporta rischi maggiori?

Risposta 

La risposta è sicuramente sì.
Chi soffre di diabete è più vulnerabile di una persona che non soffre di questa malattia, da vari punti di vista.
Innanzi tutto il diabetico ha una vulnerabilità allo stress in generale. Lo stress infatti provoca un’ alterazione della glicemia, in particolare un suo aumento, agendo quindi proprio sul punto debole di un diabetico.
L’uso di sostanze stupefacenti spesso espone ad infezioni. Il diabetico ha una bassa difesa immunitaria ed è, quindi, più vulnerabile a qualsiasi infezione batterica e virale, con ovvie conseguenze.
Un diabetico può spesso avere problemi cardiovascolari (ischemia, ipertensione….). E tutte le sostanze (praticamente tutte le droghe lo fanno - agendo sul sistema cardiovascolare) creano problemi nei diabetici. Pensiamo ad esempio agli effetti eccitatori della cocaina sul cuore e sui vasi: in questo caso il rischio di infarto o ischemie o emorragie è estremamente più alto in una persona affetta da diabete.

Commenti

Re: Assumere sostanze per una persona soffre di diabete compo...

Il diabete è una malattia generalizzata dei tessuti. Sono colpiti in particolare i vasi sanguigni. Il diabete giovanile è particolarmente pericoloso. Importantissimo quindi è che la cura sia seguita rigorosamente (compresa la dieta) e lo stile di vita sia il più sano possibile. L'assunzione di sostanze, compreso il thc, può provocare una minore attenzione alle cure, alla dieta e allo stile di vita. Con tutte le ovvie conseguenze. Inoltre le sostanze utilzzate per preparare la cannabis non possono essere conosciute e quindi non se ne può conoscere la possibile pericolosità.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Assumere sostanze per una persona soffre di diabete compo...

Mi sembra una risposta poco ragionata , visto che se e' cannabis non e' altro , a meno che non ci siano analisi sicure che l'erba e'addizionata ad altro , le bugie hanno le gambe corte , non incutiamo terrore dicendo che la cannabis e' pericolosa , lo diventa nel attimo che e'vietata
In se puo'anche aiutare il metabolismo
E sono veramente stufa di cio' che vorreste imporre ,

Ahahahahah pericolosa?

Ahahahahah pericolosa? Diabete di tipo 1, più a rischio....ma di cosa parla sto pseudo dottore? Io sono diabetico, e da quando non fumo più ho valori super sballati e assorbimento di insulina insufficente...
Quali studi?....cosa ne potete sapere, se addirittura la precedente ministra diceva che nella cannabis ci sono gli oppiacei, quindi non mi meraviglio delle cavolate che state dicendo...sicuramente l'eccesso non è una buona cosa (come in tutto....provi a bere acqua in esagerazione, ne può causare la morte) quindi basta con ste pippe, e dite le cose come stanno (che non sapete na beata ceppa)....inoltre alcuni tipi di erba favoriscono a differenza di altre le ipoglicemie, per cui mangiando regolarmente e facendo uso di insulina in modo corretto si vive benissimo....ma poi abbiamo voi che siete scienziati e promotori do pillole e farmaci generici....pronti a far vendere e guadagnare per il proprio torna conto...
Solo voi in Italia vi inventate ste cavolate!!!! Si informi lei non noi!!!
E credo che dopo sta lettura di ste menate che dite, potete andare a lanciare gli aereoplani di carta all'asilo, altro che dotori!!!!

Le riporto un'articolo su uno studio fatto in America:
 

I consumatori regolari di marijuana hanno livelli di insulina più bassi del 16 per cento rispetto a chi non la assume, secondo una ricerca apparsa sull’American Journal of Medicine.

L’uso di marijuana può avere effetti positivi nel controllo del diabete  secondo gli esperti. Lo studio ha infatti rilevato che i consumatori regolari di marijuana avevano livelli più bassi di glicemia  a digiuno con una minore insulino resistenza. Questo è rimasto vero anche per i pazienti con il diabete mellito. 
 

Un gruppo di ricerca multicentrico ha analizzato i dati ottenuti dal National Health and Nutrition Survey (NHANES), fra il 2005 e il 2010. Hanno studiato i dati provenienti da 4657 pazienti che hanno risposto ad un questionario sull’uso della droga. Dai questionari risulta che  579 erano consumatori effettivi di marijuana, 1.975 avevano usato la marijuana in passato e 2103 non aveva mai ingerito o inalato la marijuana. Ai partecipanti sono stati poi misurati i valori relativi all’insulino-resistenza e ai valori di glicemia attraverso l’analisi del sangue.

I partecipanti che utilizzano la marijuana nell’ultimo mese avevano livelli più bassi di insulina a digiuno e di insulino resistenza e più elevati livelli di colesterolo ad alta densità lipoproteina (HDL-C). I consumatori regolari hanno livelli più bassi del 16% dei i insulina dei partecipanti che non hanno mai consumato la marijuana nella loro vita.

In questo studio sono state rivelate anche associazioni significative tra l’uso di marijuana e il giro vita.

“Precedenti studi epidemiologici hanno trovato tassi di prevalenza più bassi di obesità e di diabete mellito nei consumatori di marijuana rispetto alle persone che non hanno mai usato marijuana, suggerendo una relazione tra cannabinoidi e processi metabolici periferici, ma il nostro è il primo studio ad indagare il rapporto tra l’uso di marijuana e insulina a digiuno, glucosio e insulino-resistenza “, ha spiegato il ricercatore Murray A. Mittleman, della Cardiovascular Epidemiology Research Unit del Beth Israel Deaconess Medical Center di Boston.

“E’ possibile che l’associazione inversa dei livelli di insulina a digiuno e dell’insulino-resistenza vista tra i consumatori di marijuana potrebbe essere in parte dovuta ai cambiamenti nei modelli di utilizzo rispetto a quelli con una diagnosi di diabete, cioè, per esempio, a quelli con il diabete potrebbe essere stato chiesto di smettere di fumare. Tuttavia, dopo che abbiamo escluso i soggetti con diagnosi di diabete mellito, l’associazione tra l’uso di marijuana e i livelli di glucosio, insulina, circonferenza della vita e il Colesterolo-HDL è rimasta statisticamente significativa”, afferma Elizabeth Penner, un’autrice dello studio.

Anche se le persone che fumano marijuana hanno più alti livelli medi di apporto calorico rispetto ai non-consumatori, l’uso di marijuana è stato associato ad un più basso indice di massa corporea (BMI) nelle due precedenti indagini. “I meccanismi alla base di questo paradosso non sono stati determinati e l’impatto del consumo di marijuana regolare sull’insulino-resistenza e sui fattori di rischio cardiometabolico rimangono sconosciuti”, ha spiegato il coautore Hannah Buettner.

Secono Joseph S. Alpert, Professore  presso la University of Arizona College of Medicine, a Tucson, “queste osservazioni sono notevoli e sono supportate, come gli autori fanno notare, da esperimenti scientifici di base che sono già giunti a conclusioni simili.

Cambiate mestiere!!!!!!

Sono un ragazzo di 16 anni che fa uso di sostanze stupefacenti come cannabis e hushish da molto tenpo e non ho avuto nessuna controindicazione

Re: Assumere sostanze per una persona soffre di diabete compo...

sono un ragazzo di 19 anni e fino a 2 settimane fa mi facevo le canne. una settimana fa avevo l'acidità e poi mi sono sentito male..portandomi in ospedale mi hanno detto che ho il diabete di primo tipo. adesso vorrei sapere se potrò farmele di nuovo,ogni tanto, senza correre nessun rischio oppure se mi conviene non farmele più.

Re: Assumere sostanze per una persona soffre di diabete compo...

Il diabete è una malattia che richiede molta attenzione.
Se non ben curato può creare dei problemi importanti.
Richiede anche una vita molto sana.
Il thc in quanto tale non ha interferenze specifiche.
Non possiamo sapere questo però delle altre sostanze presenti in quello che si acquista. Quindi il consiglio è di evitare.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Assumere sostanze per una persona soffre di diabete compo...

Sono un ragazzo di 18 anni ultimamente ho fatto uso di marijuana e non ha avuto alcun effetto negativo su di me anzi sembrava come se la glicemia si fosse stabilizzata. Chiedo solo se facessi di tanto in tanto uso di marijuana (sempre non assumendone troppa) non si corre alcun rischio?? Ho letto varie cose sulla marijuana e dice che almeno sul 70% dei casi aiuta a regolarizzare il diabete, vorrei sapere solo se sono vere queste voci. Attendo risposte sincere

Re: Assumere sostanze per una persona soffre di diabete compo...

Sinceramente non mi sembra ci siano evidenze cliniche su effetti benefici del THC sul diabete. Ma è vero anche che non ci sono evidenze che un uso occasionale interferisca con il diabete. Dal punto di vista medico mi verrebbe comunque da consigliarti di condurre uno stile di vita più sano possibile
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Assumere sostanze per una persona soffre di diabete compo...

la riflessione che mi viene da condividere leggendo questo dibattito è:consiglio ai ragazzi che a quanto scrivono sono in età giovane e,deduzione mia,piacevolmente presi dalle trasgressioni normali che si iniziano a quell' eta o prima,di leggere tra le righe le risposte che i medici interpellati vi/ci hanno dato.premesso che l abuso di sostanze che provocano alterazioni di qualunque tipo a lungo andare comporta rischi,sapete per certo che la cannabis,marijuana e l hashish che si rimedia in giro è sempre alterata da altre numerose e ben più deleterie sostanze..per forza di cose un medico alla vostre domande cosa può rispondere se non quel che giustamente consigliato?al contrario,e qui mi rivolgo ai due medici di cui ho letto sopra,non avete affermato che il thc senza alterazioni possa far peggiorare la situazione clinica di un diabetico.tralasciando le mie informazioni sui benefici del thc in uso medico,si aprirebbe un dibattito al di la dell argomento trattato,e non potendo assolutamente consigliare ai ragazzi la produzione in proprio di marijuana cosi da evitare il rischio di fumare qualcosa di sostanze dannose,perchè contro la legge in questo paese,,,mi limito a domandarvi:potete dirmi cosa consiglireste a un ragazzo che ad esempio,vive in colorado,diabetico.di eta tra i 19 e i 40 che fuma marijuna prodotta in proprio e quindi non alterata in nessun modo: se vi chiedeste se smettere o no nonostante i benefici avuti nel tempo da una stabilizzaione del livello di glicemia e un equilibrio in generale del suo diabete?sicuramente è un caso fortuito come i 7 su 10 consumatori di marijuana di statistiche attendibili.invece vorrei una risposta esauriente e specifica da voi per quanto riguarda i rischi dell assunzione di cocaina nei diabetici e l effetto su una persona che sta assumendo il farmaco lyrica per un dolore acuto nervo sciatico causato da ernia del disco..scusate la lunghezza concludo dicendo che e possibile fumare marijuana e fare una vita sana e non sedentaria,trascurando diete o attività fisica che aiuta di certo il diabetico.luna non esclude l altra

Aggiungi un nuovo commento