Back to top

Bupropione dipendenza

effetti delle sostanze

Scusate sono quello che si sta disintossicando in clinica dall'ossicodone e che si sniffa ora il bupropione. Volevo chiedere:ma come è possibile che un semplice antidepressivo mi dia certi effetti piacevoli! Questa non mi ci voleva proprio. Sento anche qua che devo aumentare la dose per sentirne gli effetti! Ho paura a riferirlo al medico perché è una terapia che mi fa stare bene (prima la prendevo per bocca) e non voglio che me la tolgano. Insomma perché questo antidepressivo si comporta quasi come un oppiaceo? Addirittura qua in clinica mi hanno visto così euforico che mi hanno fatto il test tossicologico!! Grazie per la risposta!

Risposta 

 In effetti questo farmaco è un antidepressivo diverso sa quelli più in uso (ssri). La sua azione farmacologica avviene su mediatori diversi. Questo è uno dei motivi per cui io preferisco non prescriverlo.

Commenti

Re: Bupropione dipendenza

Posso chiedere come sta andando avanti da gennaio? Sono curioso perchè sto programmando la terapia anche io dopo che un mio amico me ne ha parlato ma lui dice che si trova solo la formulazione a lento rilascio che dice non sia possibile assolutamente sniffarla. Tu stai pippando quella?

Re: Bupropione dipendenza

Si Pippo quella! Lento rilascio! Ho smesso da un pezzo e ti sconsiglio vivamente di farlo. Veramente non farlo. Da un assuefazione altissima io sono arrivato a 6 pastiglie al giorno. È molto polverulenta quindi quando la tiri ti va tutt'a nei polmoni con conseguente tosse e soffocamenti vari. Io un giorno l'ho sniffata dopo aver assunto del tramadolo e non ti dico quanto sono stato male. Non potevo dirlo ai miei e non riuscivo ad andare all'ospedale perché ero in uno stato di svenimento. Sudori freddi. Tachicardia. Tremori. Ho pregato tanto dio di non farmi morire perché davvero mi sono visto la morte in faccia quel giorno. È stata una cazzata che non rifarò più!! Quel farmaco è una porcheria. Io ho smesso di prenderlo anche per bocca. Basta non lo voglio più vedere. Apparte il giorno in cui sono stato male come ti ho scritto ero arrivato a 6 pastiglie Io sono davvero vivo per miracolo. Non lo tocchero mai più quelfarmaco. Nel frattempo mi sono rintossicato con l'ossocodone.

Re: Bupropione dipendenza

Il bupropione è chimicamente simile alle amfetamine da un punto di vista della struttura molecolare. In effetti agisce, similmente alle amfetamine, quasi esclusivamente sui recettori dopamminergici. È un antidepressivo atipico è trova impiego quando altri antidepressivi falliscono o quando vi è una precisa indicazione come nel caso della fase depressiva in un disturbo bipolare. Potrebbe diventare una sostanza d'abuso per cui tienila sotto controllo e non superare il dosaggio che ti viene prescritto ma soprattutto NON SNIFFARLO!

Re: Bupropione dipendenza

dicevo, non sniffarlo perché le compresse sono formulate per avere un rilascio prolungato e se le frantumi cambi la farmacocinetica provocando un'assunzione notevole di farmaco in breve tempo. Questo potrebbe provocare agitazione estrema, ansia, tachicardia e moltissimi effetti spiacevoli!

Re: Bupropione dipendenza

Sì, il bupropione ha una struttura chimica che ricorda quella delle amfetamine, la sua azione riguarda non tanto la serotonina, come la maggior parte degli antidepressivi, ma la dopamina e la noradrenalina e questo determina la sua azione stimolante e la possibilità di diventare, nei soggetti vulnerabili, un farmaco “addictive”.
Hai sviluppato dipendenza e lo stai usando come una droga.
Non era la terapia adatta a te, ovviamente.
Rivolgiti ad uno specialista che ti aiuti a sostituirlo con un farmaco adatto
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Bupropione dipendenza

Io sicwramente il bupropione o wellbutrin o elontril o zyban lo prendo tranquillamente e devo dire che dopo un mese leffetto anfetaminico e del tutto acomparso. Rimane solo quel live senso di up recettoriale. Un buon farmaco

Condivido. Ottimo farmaco.

Condivido. Ottimo farmaco. Preso per una depressione causata da stress post traumatico prolungato, mi ha gradualmente riportata alla vita. Ora lo sto scalando (senza alcuno scompenso, tra l'altro). Non tutto funziona per tutti. Ma una cosa è certa: gli psicofarmaci vanno usati BENE, altrim il caos è dietro l'angolo, a prescindere dalla specifica molecola. 

Aggiungi un nuovo commento