Back to top

Come aiutare un tossicodipendente

informazioni sui servizi sociali e di recupero
problemi legali

Buongiorno,

sono l'ex ragazza di un tossicodipendente che si è chiuso a riccio, con me non comunica più ed ha scaricato responsabilità delle sue malfatte su di me. Inizialmente sospettavo problemi psicologici, alla fine ho realizzato che trattavasi di tossicodipendenza - gravi preoblemi gastroi-intestinali, improvvisi cambi d’umore, bugie, comportamenti anomali, incapacità di gestire la rabbia, decadimento fisico, sparizioni, urgente e improvvisa necessità di grosse somme di denaro, comportamenti illeciti (evasione fiscale totale, emissione di fatture false, lavoro senza autorizzazioni adeguate, falsi profili social con cui spesso danneggia persone con cui ha litigato, costruzione di un sito di revenge porn per compenso economico), totale negazione dei problemi e minacce nei miei confronti quando confrontato.

Per cercare di aiutarlo ho contattato le forze dell’ordine- dove spesso il problema è stato visto come “almeno un altro tossico in meno” oppure come “ordinario sclero tra ex fidanzati”, un SERT- dove mi è stato consigliato di lasciarli toccare il fondo e in caso di ulteriori illeciti nei miei confronti denunciarlo. Quando e se tornerà di essere dura con lui e dargli l’ultimatum.

La situazione è dolorosa, sto cercando di distanziarmi e farmi aiutare con l’aiuto della psicoterapia, gruppo FA e informandomi più possibile. Seppur so che non sono responsabile delle sue condotte mi rimane una forte sensazione che si stia semplicemente abbandonando a se stessa una persona che è in grossi guai e a causa dell’abuso di sostanze è incapace di ragionare.

Ho avuto la sensazione che a momenti si rendesse conto dei problemi, anche legali ma ha paura di chiedere aiuto perché convinto che nessuno possa aiutarlo o che la mafia possa ucciderlo (delirio?). Sospetto ci sia sotto anche un vero e proprio disturbo psichiatrico, ma è difficile scinderlo dalla cocaina. Ci sono attualmente altre strade da percorrere? Qualcuno da contattare per affrontare il problema in maniera più sistematica prima che vengano danneggiate altre persone o prima che lui faccia un gesto estremo? Qualche modo legale per avvisare e coinvolgere la famiglia? Grazie della risposta.

Risposta 

tutte le cose che hai messo in atto e che ci hai dettagliatamente descritto sono più che sufficenti per riuscire ad aiutare una persona tossicodipendente. Tutte cose utili però ad una sola condizione: che la persona che si vuol aiutare accetti di essere aiutata. Cosa che non ci sembra stia accadendo.

Non c'è molto altro da fare, se non quella - ed è la cosa che ti consigliamo caldamente - di proteggerti il più possibile, mantenendo le distanze da una situazione che può rilevarsi molto pericolosa. Soprattutto per te.

Commenti

Sei andata dalla polizia?! Ma

Sei andata dalla polizia?! Ma tu sei fuori, sbagliatissimo sotto mille frangenti.. Oltretutto parli di un potenziale pericolo e tu lo senza saperne nulla rischi di mettere in seri guai la gente. Poi un td ha la necessità di fidarsi del rapporto che instaura con la persona che gli sceglie di stare a fianco durante il suo percorso (non necessariamente romanticamente), deve ricostruire fiducia in se stesso e col mondo e questo è il modo migliore per allontanarlo. Ma non solo, farlo creando pure dei danni. Polizia, ma siamo fuori.. Fatti la sua vita che lui si farà la sua, letteralmente. E se invece intraprende un percorso con volontà propria e il destino lo vorra, vi ri avvicinerete in tempi migliori. Al sert puoi chiedere come possono supportare te invece che focalizzarti su di lui. E il fatto che un sert raccomandi di contattare polizia lo trovo alquanto dubbioso, va contro ogni etica professionale del LORO ambito. Io ho solo e sempre visto sert proteggere, e tanto, chiunque si cacciasse nei guai. Sono sincera mi sembra un messaggio alquanto peculiare, ho visto tante testimonianze da affetti di td, ma il tuo tono e le cose su cui ti focalizzi sono ambigue. Auguri

Da ex crocerossina concordo

Da ex crocerossina concordo in pieno con la redazione, prendi le distanze o c'è il rischio di finire in un buco nero insieme a lui. Non puoi fare nulla per aiutarlo se lui non vuole, puoi solo consumarti dietro le sue follie finché non ce la farai più nemmeno tu..  Ho capito cosa intende il Sert, anche a me risposero così ma  nel mio caso ero obbligata a convivere per vari motivi, mi dissero di denunciarlo se avesse alzato le mani o fatto gesti estremi, per fortuna non ce n'è mai stato bisogno. Anche io ritengo inutile, anzi controproducente chiamare la polizia se non in casi estremi, cosa possono fare ad un adulto tossicodipendente? Gli tirano le orecchie e gli dicono di non farlo più? Mi dispiace per lui ma non penso che tu possa fare molto, troppe volte vogliamo aiutare qualcuno e finiamo per diventare soltanto il bidone dove scaricano tutti i loro problemi e le loro frustrazioni

Beh io l unica cosa che trovo

Beh io l unica cosa che trovo sbagliata nel contattare la polizia è la motivazione alla base: lo si DEVE fare per proteggere se stessi e gli altri, non certo per proteggere lui. concodo sul fatto che non lo si aiuta contattando la polizia, che si perde la sua fiducia: ma qua si tratta di uno che commette una infinita di illeciti e danneggiamenti altrui, queste cose devono finire e ci si deve riparare in tutti i modi possibili, la sua fiducia deve essere l ultimo dei problemi. 

Come gia detto dalla redazione e non solo: chi non vuole essere aiutato non puo essere aiutato, puo solo portare giu con lui tutti quelli che provano a farlo. aggiungerei onestamente che il fatto di continuare a volerlo aiutare di fronte a tutte le pessime azioni che commette, parte da un modo di vedere la situazione della TD che io non condivido per nulla: quello per cui il TD perde completamente la capacita di intendere e volere, pertanto tutto trova in qualche modo giustificazione nel fatto che inon è lui a compiere certe azioni ma è la droga che lo obbliga a farlo. io credo che la TD porti chiunque ad alzare l'asticella di cosa si è disposti a fare per trovare la droga: pero fino a dove si arriva dipende sia da che tipo di persona si era di partenza, sia da quanto si è disposti a mettere o meno del tutto da parte la propria dignita e la capacita di provare un minimo di empatia. rubare, minacciare, picchiare, violentare...: davvero credete che un TD regredisca a livello di una scimmia, che non sia piu in grado di capire quanto male fa agli altri? la verita è che lui se ne sbatte, probabilmente prima di diventare un TD gia se ne sbatteva ma non aveva necessita di farlo o non lo faceva in modo cosi palese. ed in ogni caso, mi pare evidente che certe azioni non possano trovare giustificazione, le si deve fermare e si deve fare di tutto per mettersi al riparo.

Stupefatto

Ma davvero sei Stupefatto?

Ma davvero sei Stupefatto? Mbah, allucinante. Senza sapere nulla su di lui presupponi che faccia 'un sacco di illeciti' guarda che la consumazione non è nemmeno un reato. Cosa credi che per forza ruba, vende prostitute o spaccia da Escobar? Ma ti prego, sprecare le risorse per stare dietro a uno che micro delinque al massimo, e nemmeno lo possiamo sapere. Che priorità assurde che date al sistema. 

Guarda che l'ha scritto l

Guarda che l'ha scritto l'autrice del post che commette illeciti, mica se lo è inventato stupefatto. Copio e incollo un pezzo del post iniziale visto che non sai leggere e comprendere un testo. 

- comportamenti illeciti (evasione fiscale totale, emissione di fatture false, lavoro senza autorizzazioni adeguate, falsi profili social con cui spesso danneggia persone con cui ha litigato, costruzione di un sito di revenge porn per compenso economico) -

A me sembrano reati eh, ma magari mi sbaglio

Pensa che stavo per scrivere

Pensa che stavo per scrivere un post analogo;

Come si fa a rispondere a Stupefatto in certi termini e sostenere che questi non sono reati gravi?! Bah...prima di usare certi toni, il minimo sarebbe accertarsi di aver letto e compreso il post di partenza...cose da matti

Aggiungi un nuovo commento