Back to top

Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun argomento simile. Ho sviluppato una dipendenza da depalgos.

effetti delle sostanze

A causa di un intervento chirurgico alla schiena, in seguito al quale non mi è stato prescritto un piano medico, ho sviluppato una dipendenza da ossicodone (depalgos), temendo l'overdose da paracetamolo, ho cominciato a tritare le compresse e fiutarle da circa 3 mesi. Ora ho un continuo dolore alla gola e al naso, quando non lo assumo per più di 2 ore, il dolore a naso e gola diventa insopportabile. Quali sono i danni che l'uso prolungato di questa metodologia può portare all'organismo? Avete accorgimenti o suggerimenti per smettere? Vi ringrazio in ogni caso.

Risposta 

 Il dolore alla gola dovrebbe essere causato dall'irritazione dovuta al fumo in associazione alla sindrome di astinenza che compare al momento in cui si riduce l'effetto del farmaco. Penso che per uscire da una situazione come la tua sia importante che tu ti rivolga ad un medico specialista della materia. Lo specialista potrebbe essere lo psichiatra. Ma probabilmente è meglio che tu ti rivolga al sert. Infatti potrebbe essere necessario una disintossicazione progressiva con un farmaco oppiaceo. In alternativa devi tenere conto che una sindrome da astinenza da un farmaco oppiaceo, pur essendo pesante, ha una fine spontanea nel giro di alcuni giorni. A questo scopo è sufficiente non assumere nessun farmaco oppiaceo, anche se la cosa può essere molto difficile e pesante. Dei comuni farmaci analgesici (non oppiacei) posso essere assunti per superare i momenti più difficili. Tutto questo discorso che ti ho fatto però non tiene conto della tua possibile dipendenza psichica. Di essa non ho notizie da te e quindi non posso dire niente.

Commenti

Re: dipendenza da depalgos.

Innanzitutto vi ringrazio per la velocità e i contenuti con i quali mi avete risposto.
Ho dimenticato di dirvi che assumo circa una confezione al giorno di depalgos, alcune per via orale, altre fiutate.
E' indubbio che io abbia una dipendenza psichica.
Mi sono rivolta ad un sert tempo fa, ma un medico ha liquidato il mio problema, derubricandolo come "un caso sanitario", e investendomi con quei toni sinuosi e umilianti tipici di chi non ha tempo per comprendere. L'esperienza non mi ha lasciato un buon ricordo. E' l'unico sert nella zona in cui abito, non vivendo in un grosso centro abitato e non avendo patente, con un figlio e il lavoro, non ho grandi possibilità di movimento.
Spero che queste informazioni possano risultare utili. Perdonate la mia riluttanza ad essere più dettagliata, dovuta solo ed unicamente al timore di rendere di pubblico dominio informazioni strettamente personali.
Grazie ancora, e se avete altri suggerimenti (come ad esempio quanto tempo mi resta da vivere se continuo di questo passo con il paracetamolo), sono prontissima ad ascoltarvi.

Re: dipendenza da depalgos.

Devo dirti che mi dispiace molto per la tua situazione e per l'atteggiamento del medico del sert. Certamente una tale assunzione di ossicodone e di paracetamolo a poco a poco potrebbe produrti dei danni. Una soluzione al tuo problema potrebbe essere quella di chiedere aiuto ad un reparto ospedaliero o universitario di Tossicologia. Un ricovero in ospedale potrebbe essere necessario. Esiste un reparto di Tossicologia a Firenze. Dell'esistenza di altri reparti non sono certo, ma prenderò delle informazioni per te.

Re: dipendenza da depalgos.

Ci sono reparti del genere anche in Piemonte, dove vivo. ma la permanenza in ospedale m'impedirebbe di occuparmi di mio figlio. La prima mossa devo farla io. Provando a cercare in altri sert. Grazie davvero per ciò che mi hai scritto. Sembra banale ma mi stai aiutando.

Re: dipendenza da depalgos.

C'è ancora una cosa che sto cercando di scoprire, avendo molta difficoltà a rivolgermi ad un medico. Che farmaco potrei utilizzare per attenuare il dolore alla gola o combattere l'infezione? Stavo pensando a degli antibiotici.

Re: dipendenza da depalgos.

Quando si è diventati assuefatti ad un farmaco oppiaceo, come è successo a te, per attenuare il dolore si devono utilizzare dei farmaci analgesici non oppioidi (aspirina, ibuprofene, ketoprofene, naprossene, diclofenac....). Per alcuni di essi è necessaria la ricetta. Tutti vanno usati con cautela perchè possono creare dei problemi. Penso però che, nonostante la tua difficoltà a farlo, dovresti chiedere aiuto ad un medico. Mi fa piacere esserti di aiuto, ma l'aiuto che ti posso dare non è molto.

Re: dipendenza da depalgos.

ti capisco perfettamente...prendo il depagos tutti i giorni e con la paura continua che mi possa venire qualcosa di grave al fegato...reduce di un intervento finito male ho iniziato col contramal poi il contramal è diventato acqua fresca,ti dico solo che ero arrivata a dieci al giorno senza che mi togliesse il dolore ora x paura che il dolore allucinante torni assumo ste pasticche di merda anche se nn ho niente...il fatto è che se nn mi dò una calmata ormai nessun farmaco fa più effetto..più di questo c'è solo l eroina e conosco benissimo le conseguenze..

Re: dipendenza da depalgos.

Salve ti scrivo per dirti che mia sorella di 46 anni il 29 settembre scorso ha perso la vita a causa del depalgos, attualmente il suo corpo e' sequestrato dal Pm per autopsia a causa di una mia denuncia data la prescrizione esagerata fatta dal suo medico curante. Ti sollecito a rivolgersi ad un medico competente e responsabile perché l' abuso di ossiacido porta dipendenza ma l' abuso di parancetamolo conduce ad una possibile epatite fulminante con decorso 5 giorni prima della morte, ciò che è' capitato a mia sorella....perciò ti prego fatti aiutare!!!!!

Re: dipendenza da depalgos.

salve condoglianze per tua sorella ;anche io faccio abuso di depalgos ,ho inizziato 7 anni fa che avevo 37 anni,poi l anno scorso ho chiesto agliuto al mio medico ,mi a mandato in un centro per dipendenza da droghe e farmaci ,la cosa miha sconolta andando li cerano tanti ragazzi dipendenti piu che altro da droga ,il medico mi ha dato delle compresse da sciogliere in bocca il (suboxone)ho inizziato a essere molto depressa passando 15 giorni e andata bene con l assumere il suboxoneli ho presi per circa un anno ;poi tre mesi fa ho inizziato ad avere dolore alla schiena come 7 anni fa ,senza dire niente al medico ho inizziato a prendere il depargos ,solo che questa volta una scatola mi dura un giorno e mezzo,anche io ormai cio la morte davanti a gli occhi ;scusami ma tua sorella per quanto li ha presi e quanto al giorno te ne sarei grata se mi rispondessi baci giusy appresto.

Re: dipendenza da depalgos.

Ignorante impara l'italiano scritto e parlato e non a scolvolgerti con Depalgos o Suboxone. Sei un tossico, xche' non ammetti che dopo l'eroina e il Sert e la Comunità hai trovato il modo di sconvolgerti prima con il Contramal poi Rivotril, Lexotan e via via sempre più arrotato sei giunto al Depalgos. Ipocrita e tossico

Re: dipendenza da depalgos.

Per me sei tu l'ignorante, come ti permetti a scrivere tutto ciò.... Devi solo vergognarti, se si chiede aiuto e si ha la possibilità di poterlo fare, allora ben venga, altrimenti taci e non insultare nessuno......

Re: dipendenza da depalgos.

Ascolta io sono GIUSY ,spero tanto che ci passi pure tu ! Ma non come me ; ma peggio :così soltanto puoi capire cosa vuol dire ciò che sto passando io "le persone ignorante si possono permettere di giudicare.

Re: dipendenza da depalgos.

Xché devi puntare il dito contro chi nemmeno conosci, ha parlato di depalgos e subxone, poi arrivi tu è non avendo il coraggio di metter ti in gioco ( classico tossico vigliacco) punti il dito ma sotto sotto la storia che racconti e la tua. Dai non vergognarti su!!!!! E si educato tossico cafone ed ignorante

Re: dipendenza da depalgos.

Oh digraziato! Ma tu lo sai che la tossicodipendenza è una malattia vera e propria?! La trovi nel libro delle patologie mentali del DSM. Tu ti permetti di giudicare in modo così duro e doloroso persone che dentro di loro hanno un dolore che neanche lontanamente tu puoi immaginare cosa sia. Stai zitto, sei solo stato fortunato. L'ignorante qua sei tu, fatti un esame di coscienza

Re: dipendenza da depalgos.

Ciao ho letto un Po il problema ma non tutte le risposte ma l unica cosa che posso fare è raccontarti la mia esperienza.. ah premetto che ho fatto tutte ste cose in età da adolescenza e ora ho 21 anni. ho fatto 3 interventi togliendo un polmone e un rene e non ti dico come è cambiata la mia vita tra dolori e molte limitazioni ad esempio facevo 100 metri ero stanco morto e dovevo seguire diete e tantissimi farmaci. Mi stavo accorgendo che la mia vita tolto i due organi che mi davano danni non era molto cambiata dopo un Po ho sviluppato molte alte malattie per colpa dei troppi farmaci( rivoltril, contramal, ossicodone, gabapentin cerotti di lidocaina e chi ne ha più ne metta ahahaha mi ero accorto che la mia vita era una prigione e non potevo smettere di prendere farmaci perché se no i dolori ti giuro erano strazianti mi hanno aperto costole e reciso un nervo e ricucito 3 volte una cicatrice da 45 punti alla fine o soffrivo o mi chiuchiudevo nello schifo delle medicine al inizio pensai basta questa non è vita meglio finirla e volevo farlo ma poi ho ripensato non a me ma più a mia madre che stava sempre con me anche chiusi 6 mesi in ospedale per anni a mio fratello che si impegnava al massimo per darmi forza ai pochi amici ho pensato a loro e ho deciso di fare qualsiasi cosa per risolvere il dolore senza medicinali pesanti anche la più stupida. Yoga, corsi di autostima, sauna per eliminare le schifezze che prendevo, zenzero e u alsiasi cosa mi potesse aiutare tanti piccoli mattoni che facevano pocchissimo da soli ma insieme impegnandomi e soffrendo ora riesco a fare anche 1km di corsa ma ci è voluto 5 anni per arrivare da 100m a 1000m non ho mai mollato ne sgarrato e se ero tentato pensavo a loro e mi veniva forza dentro per lottare. Non è stato facile eh una volta ho passato 15 giorni senza dormire con dolore atroce ti giuro ma non ho mollato non ho preso niente continuavo con yoga corsi di autocontrollo facevo di tutto qualsiasi cosa è dopo 5 anni un ragazzo che era destinato al 80% a una macchina per respirare e una per il rene e diventato uno che fa 5 km di corsa come niente facevo piscina, yoga e sauna per aumentare la mia resistenza fisica e mentale e volendo potrei trincare un litro di birra senza star male. Ma ti dico ci sono voluti 5 anni 1825 giorni di sofferenza fisica e mentale che non scorderò mai e stato bruttissimo ma ora posso essere fiero di me stesso. Ma ti confido non l ho fatto per me di me non mi fregava ma per le persone che ogni giorno erano lì a darmi forza guarda tuo figlio tu fallo per lui l amore di una madre e più forte di ogni altra cosa lui sarà la tua forza perché dopo che avrai fatto il tuo percorso lunghissimo e doloroso ne uscirai di una forza incredibile che poi trasmettere a chi ami qua non centrano medicine o dolore c entrano se vuoi che tuo figlio sia orgoglioso di te o meno. Ho già scritto tanto se vuoi qualche consiglio su alimentazione, sport, esercizzi psicologici e tantissime altre cose di come ho fatto io a uscirne chiedi senza esitare. Perché lo so è brutto avere solo due scelte soffrire come un cane o vivere schiavo dei farmaci ma se vuoi e sei interessata scrivimi e io ti dirò tutto :) perché sono stati gli altri ad aiutarmi da solo non c è l avrei mai fatta quindi a me hanno Donato e aiutato io ricambio insegnando ciò che mi hanno insegnato. Ps ultima cosa ahaha chi mi ha aiutato sono gente grossa eh pugile campioni (insegnato autocontrollo e credere in me stesso , maestri di yoga (pazienza e posizioni per alleviari i dolori di una buona fama tutta gente esperta e se vuoi io ti insegno tutto quello che mi hanno insegnato. Perché è brutto soffrire e vedere le persone che ti amano che soffrono per te scusa il lungo messaggio ma era per farti capire che non è impossibile e complicato e doloroso ma non impossibile :)

Sarei interessata ad avere il

Sarei interessata ad avere il tuo aiuto, a che io ne ho passate tante in ospedale, sono 25 anni che sono malata ma sono stanca di essere succube di medicinali che nemmeno mi fanno più effetto. Vorrei uscire da questo circolo anche se ci ho provato più volte con risultati mostruosi, dolori fortissimi da allettarmi completamente e nemmeno riuscivo e riesco più a dormire.

Grazie per l'aiuto, sei molto gentile!

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

ciao , meno male che non sono l'unico! ankio ho sviluppato una dipendenza da sdepalgos...a causa di una patologia cronica di cui soffro ( ernie al disco) il mio medico mi ha prescritto il depalgos da 20 mg. ho cominciato con una pastiglia solo quando il dolore era insopportabile....poi le pastiglie sono diventate 3 , poi 4, 5, e cosi via....sono circa 7-8 mesi che uso e abuso di questo farmaco , sono arrivato ad assumerne , solo per via orale , 8-9 al giorno. anchi pur sentendomi bene fisicamente sono un pò preoccupato. sicuramente il dolore alla schiena il depalgos me lo fa passare , ma sono completamente dipendente dal farmaco. io l'astinenza la comincio a sentire dopo 4-5 ore che nn lo prendo. La mattina appena sveglio lo prendo prima di far c0olazione, perchè mi sveglio che sono completamente in astinenza e sto malissimo. io nn sapevo che si potesse prenderlo anche in altri modi e vorrei capire cosa intendi per sbriciolare le pastiglie e fiutarle. ciao

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

È molto importante che ti rivolga al tuo medico per spiegargli la situazione. Deve essere trovata una terapia al tuo dolore. Esistono dei medici specialisti nella cura del dolore che possono aiutarti. L'assunzione del farmaco tramite la via consigliata dall'altro lettore provocherebbe un rapido aumento della dipendenza e delle dosi necessarie. Sarebbe sbagliato quindi utilizzarla.
G. Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

beh allora siamo in molti perche io pure sn nella stessa situazione.. ernia al disco, inizio con depalgos da 5 mg ed ora prendo 5,6 pastiglie di depalgos ada 20 mg.. da circa 2 anni.. anche io mi sveglio al mattino in astinenza ed ogni 3 ore la devo prendere.. nn fa neanche piu l'efftto bello ke faceva all'inizio ma ne sn schiava.. ho prensato di rivolgermi a una comunità.. voi ke dite?

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Scusa per la risposta con qualche giorno di ritardo.
Ci vuole una struttura dove sia presente un medico qualificato in grado di farti una disintossicazione attraverso uno scalaggio progressivo o una sostituzione.
Devi quindi rivolgerti ad un servizio come ad esempio al Sert della tua città.
Valuterete insieme poi l'eventualità di un periodo in una struttura residenziale oppure un ricovero in una clinica. Oppure potresti rivolgerti ad un reparto ospedaliero di Tossicologia (a Careggi, Firenze, ce n'è uno).
Non fare da sola e non seguire ricette “fai da te”. Non si tratta di uova e farina ma di sostanze stupefacenti ed è necessaria la prescrizione e il monitoraggio di persone qualificate.
Se mi fai sapere qualcosa in merito all'esito del trattamento, sono qua.
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

quello che posso dirti è che ci sono altri farmaci oppioidi che nn contengono paracetamolo. Ad esempio l'oxycontin da 40 mg, contiene solo ossicodone e nn paracetamoo, copre di più del depalgos , a mè arriva a coprire fino a 10-12 ore, potresti provare con questo. non sentiresti l'astinenza e staccheresti almeno un pò con il depalgos , non servirà cmq a risolvere la tua situazione ma almeno toglieresti di mezzo l'inutile dose di paracetamolo che quotidianamente assumi. Ma come fai a procurarti una scatola al giorno di depalgos? chi te la prescrive?? Devo cmq dire che l'oxycontin non fa quel piacevole effetto quando sale . Sale più lentamente , ma come ho detto copre di più , ha un'emvita più luga.sono curioso, se nn sono tropppo indiscreto, cosa intendi per fiutare le pastiglie, grazie.ciao

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

il metodo menzionato consisterebbe nel fatto che, essendo il paracetamolo poco solubile in acqua mentre l'ossicodone è molto solubile in quanto cloridrato, fiutando la pastiglia tritata verrebbe assorbito dalle mucose nasali soltanto l'ossicodone. in realtà è un gravissimo errore: a parte il fatto che un po' di paracetamolo passa attraverso le mucose, quando la pastiglia tritata scende giu attraverso la laringe, viene ingerito tutto il paracetamolo!!!
Se si vuole eliminare il paracetamolo non è necessario rinunciare all'assunzione orale. Basta tritare la pastiglia, scioglierla alla bene e meglio in un bicchiere di acqua calda, lasciare raffreddare per bene il bicchiere. La posa in fondo è tutto paracetamolo + eccipienti mentre l'ossicodone è nell'acqua. Filtrare il liquido. Buttare la posa conservando il liquido. Bere il liquido.

PS:
COMUNQUE NON E' VERO NULLA CHE L' OXYCONTIN CONTIENE MORFINA!!! QUELLO E' L' MS-CONTIN!!! l'OXYCONTIN CONTIENE SOLO OSSICODONE A LENTO RILASCIO!!!! come fa a fare certi errori la redazione??? e poi è chiaro che il dolore al naso dipende dal fatto che una pastiglia contiene pochi milligrammi di ossicodone mentre le pastiglie pesano centinaia di milligrammi con decine di sostanze e le mucose della paziente sono superirritate... se ella vuole continuare fiutando tanto vale che segue il metodo dell'acqua e della decantazione di paracetamolo+eccipienti, poi evapora l'acqua fino a riottenere una (piccolissima) quantita di ossicodone in polvere e fiutare quello...

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

salve, sto assumendo depalgos 20 mg da un mese dopo aver subito un operazione. l anestesista mi ha prescritto 3 pastiglie ogni 6 8 ore ma non ho piu effetti e i dolori mi attanagliano, sono stato operato nella zona anale e ho dei setoni per spurgare una raccolta a ferro di cavallo, non dormo da mesi e solo all inizio avevo giovamenti con questa posologia . il dottore mi continua a dare pastiglie aggiuntive per provare a calmare il dolore ma senza successo,,, ora mi ha dato il lyrica 75mg ma non sento ne benefici ne effetti,, ho bisogno di dare una tregua al mio fisico ,,, come devo fare,,' ? se incrementassi la dose di dealgos,,? due alla volta? o aumentare il numero delle pastiglie durante la giornata diminuendo il tempo fra un assunzione e un altra.? un altro farmaco'? anche se penso che il dottore dovrebbe conoscere il suo mestiere, ma a mio dire nn ha molto chiara la mia situazione ne iol cosa fare. grazie del tempo dedicatomi

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Mi rendo conto della situazione difficile in cui ti trovi e, anche se il tema che poni non è di stretta competenza del nostro sito, provo lo stesso a risponderti. Penso, da quello che racconti, che al momento sia sbagliato l'approccio al tuo dolore. Mi sembra che al momento non sia prioritario trovare "l'analgesico giusto" ma rimuovere la causa del dolore. Penso che dovresti richiedere una visita presso il chirurgo che ti ha operato e far valutare a lui la situazione. Infatti dopo tutto questo tempo ci dovrebbero essere dei miglioramenti notevoli e il dolore non dovrebbe più esserci, o almeno essere meno intenso. Al contrario affrontare soltanto il problema del dolore non sarebbe utile. Ti raccomando poi di non gestire la terapia analgesica da solo o in base a consigli trivati su internet.
Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Ricorda che Nonostante molti di noi, io compreso ho aumentato le quote di
ossicodone in maniera špaventosa, he oggi a circa 3 anni e mezzo di distanza , sono arrivato a120/ 150 mg die, e sono in attesa do un ricovero in clinica sperando che entro la meta' di maggio io possa approdarvi . Oral non riesco piu' ad avere una vita normale o apparentemente tale. Non voglio farla lunga e credo di avere recitato il mea culpa Nel momento in cui ho chiesto aiuto.ricordati sempre, comunque e dovunque che siamo solo vittime.di quella che ormai si chiama:"mala sanita'" e che I dipartimenti di terapia antalgica non sono altro che la fabbrica delle tossicodipendenze. In bocca al lupo. Kicco.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

salve
sono un medico e mi occupo di trattamento del dolore da più di 20 anni. purtroppo la problematica delle dipendenze da farmaci analgesici oppioidi è una tematica estremamente attuale e potenzialmente devastante data la estrema diffusione di tale terapia per dolori cronici. Negli states questo problema è esploso già molti anni fa e qui da noi lo sta facendo.
sono d'accordo sul fatto che la prescrizione di analgesici debba essere attentamente pensata e che debbano essere proposte alternative terapeutiche ai pazienti, cosa che non tutti i centri di terapia antalgica fanno (anzi purtroppo la minoranza). è colpa anche di molti Colleghi aver fatto passare il messaggio che con i farmaci oppioidi è possibile controllare tutti i tipi di dolore o quasi e tutto questo senza rischi di dipendenza. purtroppo non è la realtà, specialmente quando si va a curare pazienti che non hanno malattie tumorali e quindi hanno una lunga aspettativa di vita.
è fondamentale invece che le terapie antalgiche con farmaci oppioidi vengano proposte ai pazienti, specie se in età non avanzata, con un razionale e che vengano viste come un trattamento "temporaneo" in attesa di una definizioen di una più precisa diagnosi sulle cause del dolore e trattamenti specifici, se è possibile ovviamente, dato che nè la medicina nè i medici sono onnipotenti.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Caro collega, che piacere aver ricevuto questo tuo commento.
Io mi sto occupando dell’argomento da più di 1 anno e ho scritto un articolo che dovrebbe apparire prossimamente su una rivista medica.
Sono assolutamente d’accordo con quello che scrivi e mi piacerebbe confrontarmi con te.
Se puoi scrivermi qua nella posta riservata del sito
http://www.sostanze.info/contact
possiamo approfondire l'argomento
Laura Calviani medico sostanze.info/ser.t. 10 Firenze

si può

intanto grazie anticipatamente per la disponibilita e spero nella celerità della risposta. son da poco operato per una bonifica di fistola a ferro di cavallo con setoni nell ano
i dolori sono lancinanti e perenni volevo sapere se posso mischiare oxyccotin e depalgos
facendo cosi
alle 8 oxycontin 40mg
alle 14 depalgos 20mg
alle 21 22 oxycontin
se necessario alle 2 o 3 depagos 20mg per riuscire a dormire
vi prego in una risposta celere grazie

Re: si può

La risposta non può che essere uguale a quella che ti ho già dato alcuni giorni fa. Fatti visitare dal chirurgo che ti ha operato. Il dolore potrebbe essere provocato da un problema nella sede dell'intervento. Non fare terapie fai da te.

Re: si può

Dal chirurgo e dall'anastesista sono visto settimanalmente ma penso che dato il bigottismo di alcuni medici che preferiscono farmi sentire il dolore e tenere dosaggi minimi x evitare conseguenze come probabili dipendenze,, che si possono affrontare se si dovessero riscontrare. io è da otto mesi che sono ridotto cosi e non ce la faccio piu nell ulltimo mese ho perso 5 kg e piu, dormire è una chimera. io ho bisogno di dare una tregua al mio corpo, devo dormire per recuperare una stabilita fisica e mentale e avere una tregua dal dolore che mi attanaglia perennemente, oltre provare a ricominciare a avere una vita sociale minima.
secondo me tenere questi dosaggi è inutile perche assumo farmaci e non sento benefici, alllora perche li assumo?, dov è il benessere che dovrei ottenere,,
la prego di darmi un seggerimento, perche nn so piu cosa fare.
cosa devo fare prendere una dose d eroina per dormire,,, o soffocarmi dagli psicofarmaci,,, io sto cercando di curarmi ma nel mentre non posso continuare a soffrire cosi.
grazie

Re: si può

Ora la tua situazione mi è più chiara. Dalle prime tue domande non si capiva che eri già stato visitato dal chirurgo. Purtoppo esistono dei medici bigotti, come dici tu, però non è detto che la mal riuscita del trattamento antalgico sia causata da un pregiudizio ideologico dei medici che ti curano. Non tutti i dolori sono curabili con successo ed aumentando i dosaggi nel modo in cui pensi di fare tu non è detto che non possano prevalere gli effetti collaterali. La tua situazione non mi sembra che sia di quelle risolvibili con un consiglio su internet. Ci sono dei medici specialisti nella cura del dolore. Loro non solo dovrebbero essere esperti della materia, ma non dovrebbero nemmeno avere dei pregiudizi ideologici. Il consiglio che posso darti è quindi quello di rivolgerti ad un medico specialista algologo.
Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Il fatto non è che non voglio risponderti. Il fatto è che non penso che il tuo progetto terapeutico possa esserti utile.
Mi rendo conto della grande difficoltà in cui ti trovi e mi dispiace.
Però una situazione come la tua non è correttamente affrontabile in un contesto come internet.
Richiede invece un rapporto diretto e profondo tra medico e paziente.
Un ultimo suggerimento che potrei darti è provare a chiedere aiuto ad un altro specialista algologo, visto che quello che ti cura non riesce a trovare la giusta soluzione per te.
Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Ciao sn una ragazza di 37 anni.Mi hanno confermato di essere affetta da FIBROMIALGIA CRONICA ormai da 10anni.Questo solo xkè lavoravo in ospedale,altrimenti chissà quando.Purtroppo a forza di 2 ricoveri l'anno in Reumatologia,sn arrivata l'anno scorso a dover lasciare il mio lavoro ospedaliero e tornare a casa dei miei.Perchè da sola ormai nn ce la faccio andare avanti,nn potendo lavorare.Passo periodi 2per 3 allettata o stampellata.Quando sn fortunata riesco a stare sulle mie gambe senza problemiLa mancanza di DEAMBULAZIONI, o di ALGIE. Si manifestano agli arti superiori e/o inferiori.Sono seguita da un Neuropsichiatra,Medico di base e unitamente anche da un Reumatologo.NON CI CREDERAI ma dopo avermi creato una terapia,formata da: TEGRETOL CR 200 x2Volte al dì.CARBOLITHIUM 300cp 3Volte al dì. LIRICA150cp 3Volte al dì. LANSOPRAZOLO30mg 2Volte al dì.FLUOXEREN20mg 1Volta al dì. RIVOTRIL gtt 5x3Volte al dì. lAROXILgtt 20alla sera. FLEXIBAN 2cp la sera. Sono riusciti a dirmi dopo aver visto una RM CERVICALE.Dove riscontri un restringimento all'altezza del midollo spinale.A dirmi che loro alzavano le mani.Perchè non sapevano più come curarmi.Dopo che ogni specialista da cui tornavo,mi sconvolgeva le terapie.Quindi di comune accordo.Dato che vivo sul confine tra xxmiglia e francia.Di mandarmi attraverso un ricovero,per diminuirmi farmaci non utili.E soprettutto essendo L'ospedale di S.MARTINO DI GENOVA,un osp. anche universitario e di RICERCA.Far si che dopo uno studio su di me.Riuscissero a trovare l'imbocco di una strada giusta.Che i miei medici sotto loro consiglio.Sarebbero riusciti a intraprendere.Per potermi finalmente curare nella direzione giusta,senza strafare continuando a usarmi come cavia.METTENDO E LEVANDO SEMPRE FARMACI DIVERSI.DEPRESSIONE?Certo, sarei bugiarda a dire il contrario.Ma sfido chiunque a nn esserlo,non avendo mai risposte.Peggiorando fisicamente e ogni volta trovarmi sempre cn meno risposte e SPERANZE.MA TI HO SCRITTO X ALTRO E SPERO TU MI POSSA VERAMENTE AIUTARE...DA QUANDO SN USCITA DAL S.MARTINO.OLTRE A NN AVER SCREMATO FARMACI CM RICHIESTO...HANNO AGGIUNTO ALTRI.COME: DEPALGOS 5mg cp. Bene ero a 80 e piano piano sn arrivata a 25mg.La posologia era 15mg.Ma in accordo con i miei Doc. ho deciso di VOLER ARRIVARE A 0.PER IL SEMPLICE MOTIVO CHE DOPO 2 MESI,L'EFFETTO CHE AVREBBE DOVUTO SECONDO LORO AVERE,NN L'HA AVUTO. MA AL CONTRARIO ORA SN SCHIAVA DI UN'ASTINENZA,CHE A ME FA SCHIFO DA MORIRE.OLTRE I PROBLEMI CHE HO,DEVO PURE AVERE QUELLI CHE UN FARMACO COSì,NON PRESO,MI CREA FACENDOMI STAR MALE????Ecco perchè ho voluto dirti tutto. SPERANDO MAGARI DATE LE RISPOSTE NEGATIVE IN OGGETTO AVUTE DAI MIEI DOC.SU COME LEVARLO SENZA STARE MALE. O ALMENO MINIMIZZARE IL DOLORE. SPERO CHE LA RISPOSTA TU ME LA POSSA DARE RILEGGENDO LE MIE TERAPIE QUOTIDIANE.E MAGARI SCOPRIRE CHE ALZANDO DI PIù UN FARMACO GIà IN LISTA,CE LA POTREI FARE...TI PREGO AIUTAMIIIIIINELLA MIA SITUAZIONE NN CE LA FACCIO PIù.SE PUOI ALLEGGERISCIMI ALMENO STA ELIMINAZIONE DEPALGOS,CHE TANTO AVEVO GIà COMINCIATO.NN LASCIARMI SOLA PURE TU!!!BACI Dark Ladies

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Cara lettrice certamente è pesante vedere i medici che ci hanno in cura arrendersi. L'idea di provare a chiedere aiuto in Francia potrebbe essere buona e, forse, dare dei buoni frutti. Relativamente al Depalgos mi rendo conto che la sensazione di essere dipendente da un farmaco che, oltre tutto, non ci è d'aiuto, non è piacevole. E giustificato mi sembra il desiderio di uscire da questa dipendenza. A questo proposito ti consiglio di parlarne con i medici che te lo hanno prescritto e concordare con loro modi e tempi per riuscire ad abbandonarlo. In genere il modo migliore è un progressivo e lento abbassamento della dose fino a zero. Spero che tu riesca a stare meglio e che riesca a trovare un benessere che ti consenta di avere una vita serena.
Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Carissimo D.Scelfo Gioacchino.Dico carisssimo xkè forse è l'unico medico nella cerchia di Dott. che mi hanno seguito in questi 10anni,che nn sia così scocciato di seguirmi.OE soprattutto il 1°anche tra quelli cn cui ho lavorato(tranne il magnifico e cn un cuore particolare cm lo Spett. D. VERONESI,QUANDO LAVORAVO IN ANATOMIA PATOLOGICA IN ROMAGNA.E lui venne per dei Convegni).Compresi PRIMARI, la cui risposta al sentire "FIBROMIALGIA".Rispondevano"IO SONO IGNORANTE IN MATERIA".E declinavano pazienti cm me,all'ala Verde 2,piuttosto ke al loro ambulatorio es. Ala verde 1.Pur di non saper cosa fare con il paziente davanti.e per colpa di soldi NON stanziati dal governo,x lo studio di questa malattia del nuovo millennio.Ormai diffusa.Non avendo neanche farmaci d'urto in P.S. se nn CONRAMAL,ANTIBIOTICO,CORTISONE,EN E copertura gastrica,via E.V.Giusto x rimettere in piedi il paziente o ricovero in MEDICINA INTERNA DI REUMATOLOGIA.O addirittura dover affermare di ESSERE IGNORANTE O NON AVERE MEZZI.O ANCOR PEGGIO CM STATO FATTO A ME,e ancora adesso ad altri.Tirare a caso DIAGNOSI MOMENTANEE,TIPO:TUNNEL CARPALE,REUMATISMI,ARTROSI Etc..Quando purtroppo riscontri di avere tre di queste che formano un unico blocco,che colpisce anche sfera emotiva.E che NON AVENDOTELO DETTO IN TEMPO,ORA CHE SAI è ORMAI DIVENTATA CRONICA.Qualsiasi specialista vada,sembra mi facciano una colpa,xkè ora è difficilissimo trovare la banda della matassa.ANCHE PEGGIO SE POI TI DICONO CHE LA TUA è MOLTO PARTICOLARE E COMPLESSA,LEGATA ANCHE A DELLE ARTROSI DEFORMANTI.Capisci xkè tutto questo sfogo?Se prima ero io a accudire invalidi,ammalati,o primi soccorsi.Mi ritrovo allettata o se va meglio stampellata.Senza poter dire quando tornerò al mio amato lavoro.Ne se ci...o se mai tornerò almeno a respirare aria diversa dal mio appartamento,xkè finalmente tornerò sulle mie gambe.PENSARE KE RIDOTTA AL PEGGIORAMENTO,E' SUCCESSO SOLO 10 MESI FA.E NESSUNO SA COSA FARE DI PRECISO.Almeno questo Depalgos,che erroneamente x la mia persona mi è stato dato dall'ospedale.D'accordo con i MIEI MEDICI DI ARRIVARE A 0 XKè,ALTRI FARMACI ALL'INTERNO DEL MIO ORGANISMO,KE NON SERVONO.MA MI HANNO DATO SOLO PROBLEMI SIN DALL'INIZIO.NON LI VOGLIO!!!!!!MA DATO IL CASINO DI PAROLE CHE TI HO SCRITTO E QUINDI SICURAMENTE TI HO INCASINATO PIù DI 1000 CONTATTI.FORSE NON HAI CAPITO BENE CHE.....I MEDICI SONO D'ACCORDO,MA RISPOSTE ALL'USCITA DIQUESTA SCHIFOSA ASTINENZA CHE SI POTEVA EVITARE.NON HANNO DI CERTO TEMPO X AIUTARMI A TOGLIERLE NEL MODO MIGLIORE.MA DA BRAVI MACELLAI.DICONO SOLO CHE SIA IMPOSSIBILE CHE IO STIA MALE X DEPALGOS.TUTTE SENSAZIONI!!!E DATO CHE SONO SOLO 2 MESI CHE LO ASSUMO,E TRA UNA SETTIMANA DEVO ESSERE PULITA,AIUTANDOMI MAGARI CON INTERNET,DATO CHE IL DOSAGGIO DI ADESSO SONO 3cp DA 5mg,RISPETO ALLE 16cp da 5mg di 2mesi fa.al limite AGGIUSTARMI TRA LIRICA 150 O RIVOTRIL +PARACETAMOLO DA 1000.INSOMMA ARRANGIARMI CON LA TERAPIA CHE GIà ASSUMO,ALZANDO IL DOSAGGIO DI QUALCHE FARMACO,CHE SENTO MI PUO AIUTARE."IN FIN DEI CONTI,LORO(DICONO)MI AVEVANO AVVISATO DI NON SAPERMI CURARE.NON PER QUESTO ANCORA ADESSO ASPETTANO REFERTI DI VISITE SPECIALISTICHE O ULTERIORE RICOVERO,FORSE TRA 1 MESE.ORA CAPISCE PERCHè SOLO VOI POTETE AIUTAMI A LEVARE ORMAI 15mg DI DEPALGOS.KE PER ME è DIVENTATO DIFFICILE ESSENDOSI ORMAI CREATA UN ASTINENZA.LA LISTA DI FARMACI DA CUI ATTINGERE PER AUMENTARLI,AL FINE DI AIUTARMI ORA.E TUTTO FINITO I DOSAGGI GIORNALIERI TORNERANNO NORMALI.VI PREGO NON LASCIATEMI SOLA ANKE VOIIIIIIIIINON CHIEDO TERAPIE NUOVE.MA SAPERGIOSTRARE IL TUTTO CON QUELLE CHE GIA FAN PARTE DI ME.Non si giudica,ma non so proprio come poveri ragazzi vivono ogni giorno da dipendenze +grandi di questa.A ME SE NON NE ESCO,E CHI MI FA LE RICETTE,LA SCADENZA NN TORNA MAI CON I MIEI DOSAGGI.E QUESTA è L'UNICA COSA DI CUI IL DOC. SI PREOCCUPA SE ARRIVA UN CONTROLLO.Per stare così che ti sentiuna merda,al contrario della vita che avevi.......EBBENE SI,NON MI VERGOGNO...STAR COSI MEGLIO MORIRE....AIUTAMI TI PRECO(Rientra tutto nel regolamento di ciò che voi Medici on.line potete fare.RICORDA,SOLO DIRMI COSA AUMENTARE E COSA BILANCIARE.Alla fine è ciò che hanno detto i Doc. di aiutarmi da sola,xkè loro nn sanno.ASPETTO CON ANSIA UNA VOSTRA O TUA RISP. KE MI FACCIA RITORNARE LA VOGLIA DI REAGIRE,LEVANDO L'INTRUSO,KE NON FA PARTE DI TUTTO CIO DI ME KE è GIà UN CASINO...LA FIBROMIALGIA!!!NON BASTA DICI!!!IO DICO SI!! UN ABBRACCIO,una sottoCOLLEGA

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Non so più a chi rivolgermi,vi prego aiutatemi!!!!!!sono 3 anni che prendo depalgos,mio dottore le ha prescritto perché avevo dolori delle ossa per colpa del osteoporosi.chiedo al mio dottore di aiutarmi perché non ce la faccio più,lui mi dice si si non va bene,però continua a prescrivere questo depalgos....sto male,mi fa male lo stomaco,la testa,gli occhi...dormo male e quando mi sveglio mi fa male dappertutto...aiutatemi,non so più cosa fare...

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Il depalgos non ha gravi effetti suul'organismo a livello generale, sicuramente minori rispetto ad altri analgesici, ovviamente se non se ne abusa. E uno dei rischi maggiori con questi farmaci è proprio l'abuso. E' vero che 3 anni di terapia sono tanti, forse troppi e che forse adesso l'efficacia di questo farmaco è diminuita. Sarebbe importante riuscire a diminuire e poi a cessarlo ma purtoppo forse il tuo medico è in difficoltà perchè non sa se ricompariranno i dolori di cui andrebbe accertata meglio la causa. Prova a chiedergli di dedicarti un pò di tempo per affrontare questa problematica. Potreste insieme provare a fare una riduzione graduale e vedere cosa succede. Se i dolori fossero insopportabili potresti pensare di rivolgerti ad un centro che si occupi di terapia del dolore. Però sono d'accordo sull'affrontare il problema e non continuare così ancora a lungo
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

PERFAVORE SN + DI 2 GIORNI CHE ASPETTO ANSIMANTE,KE O IL DOC,HO QUALCUNO SPECIALIZZATO DELLO STAFF MI RISPONDA.HO ANKE QUASI FINITO LE ORE DELLA KIAVETTA.VI PREEEEEEEGO,AIUTATEMI!!!!!!HO BISOGNO DI TORNARE A VIVERE.HO BISOGNO DELLA MIA LAURA DI PRIMA......O NN AVREI + MOTIVO DI VIVERE,SE NN RIESCO A TROVARE LA MIA LAURA.CN LA SUA VITA PIENA DI EMOZIONI.POSITIVE E NEGATIVE.MA ANKE DEI MIEI "BAMBINI"DA DOVERGLI STARE VICINO.OGNIUNO IN MODO DIVERSO,NEL MIO LAVORO IN OSPEDALE...A SECONDA DEL REPARTO!!!ALLORA CI SIETE X ME O NO?????GRAZIE LA FIBROMIALGICA,Dark Ladyes......ora capite xkè devo dare un altro nik name?.SPERO SENTIATE I MIEI ULTIMI GRIDI D'AIUTO.PRIMA DI NN AVERNE PIU'.Baci

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

IDEM, unica soluzione: metadone a scalare, tutti ci riescono, il metodo a scalare non comporta astinenza. Se poi il problema è psicologico dipende da ognuno di noi. Oppure, aspettando 24 ore dall'ultima asunzione di un oppiaceo subuxone, cioè buprenorfina; farmaco che sta rimpiazzando il metadone, perchè una volta preso copre per 24-36 ore ed è un'antagonista degli oppiacei quindi anche se si fa uso di droghe o farmaci oppiacei non si sente alcun effetto. Ci sono soluzioni, basta rivolgersi ai SerT.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Esistono i cerotti di fentanil se non volete rovinarvi il fegato. io ho tolto in 2 giorni tutto oxy ontin 100mg al giorno ne prendevo. ho passato 2 giorni con dolori allucinanti ma la mente comanda il corpo 2 giorni di dolore non sono niente rispetto a come sto adesso con i cerotti non hai l'euforia dell' ossicodone ma almeno,sopportando un po di dolore, non ho più il fegato intossicato

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Tutti i farmaci antidolorifici derivati dall'oppio e gli analoghi sintetici hanno il medesimo sito di azione che sono i recettori mu e k ed il loro cronico utilizzo riduce il livello di endorfine naturali.Il solo sistema che esisterà mai per disintossicarsi è quello di una graduale (mesi a volte anni) riduzione dei dosaggi giornalieri sino ad arrivare a 0.
Si deve dare il tempo al proprio corpo di tornare a produrre da solo le endorfine.
E' un cammino lungo e doloroso,una lotta mente corpo, una lenta uscita dall'inferno e non esistono scorciatoie.
Firmato: Un dannato come tanti

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

ciao anke iomi trovo in questa situazzione .,sono dipendente del depargos ,ne assumo avvolte 17 al giorno.,il mio medico me ne pscrive 2 scatole da 10 ml,ora o poblemi con lui mi a detto ke non me ne puo pescrivere piu ,e x giunta mi a umiliato davanti a tutte le persone dello studio e aggiunto ke mi potevo cambiare medico .,io mi cambiero medico ,ne sono certa ma mio marito intente denunciarlo x come mi a umiliato.,io volevo un informazzione il medico di famiglia quanto depargos a settimana puo pescrivere.!grazzie appresto

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

salve sono la ragazza che assume 17 depargos al giono ! vorrei fare di tutto per non prenderne piu., ma quanto penzo di allontanare il farmaco ne prendo di piu .,a da 6 anni che lo prendo ,adesso desidero ardentemente di smettere senza che dica niente al medico ,ci sara qulcosa da prendere per tenermi calma e allontanare il depargos., x favore ditemi cosa posso drenermi per dimenticare questo farmaco.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Sono d'accordo sulla scelta di disintossicarti dal farmaco anche perchè , come ti sei già accorta, via via che il tempo passa la situazione peggiora. Potresti tentare di fare uno scalaggio progressivo da sola: magari facendoti aiutare da qualcuno di cui ti fidi che ti aiuti a regolamentare l'assunzione. L'alternativa è rivolgerti ad un centro specialistico e fare una disintossicazione guidata in ambulatorio o, se fosse necessario, con l'aiuto di un breve ricovero
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

i dolori che sento probabilmente sono etichettabili in Fibromialgia. Oggi sono stato dal dottore che mi ha prescriitto DEPALGOS da 5mg, due al giorno eSTILNOX 10 mg, ina prima di dormie.
Adesso pero' dopo aver letto i vostri commenti ho paura a prendere Il DELPAGOS non vorrei poi avere problemi di dipendenza.
Cosa mi consiglia ? grazie

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Le tue perplessità sono uguali alle mie. Io penso che gli analgesici oppiacei sia meglio usarli (a prescindere da malattie terminali e dolori acuti di breve durata come quelli postoperatori o traumatici) quando gli altri analgesici sono risultati inefficaci. Il motivo principale di questo mio parere è la tendenza degli oppiacei a dare dipendenza. E questo può essere un problema. Prova ad esprimere le tue perplessità al medico che ti ha fatto la prescrizione: chissà che non cambi idea....
Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

anonimo. prendo depalgos 20mg da circa 4 mesi e posso dire solo che i dolori alla schiena si sono ridotti, pero resta il probblema che adesso senza depalgos quando non lo prendo sto malissimo umore e ansia e senzo di malessere,qualcuno sa come ora disintossicarsi io sto impazzendo, non riesco a fare a meno di depalgos,il dottore mi ha preschitto exristar, lo prendo da 1 mese ma senza risultato.praticamente senza depalgos non riesco a vivere.... e possibbile che non esiste nessun farmaco che elimini dipendenza da depalgos...grazie, qualcuno mi puo aiutare...grazie.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Caro lettore, tante volte sul sito abbiamo trattato questo problema. Certamente la tua situazione non è semplice, ma non disperata. La riduzione progressiva del dosaggio è il metodo migliore, come per tutti gli oppiacei. Ti consiglio di parlare con il tuo medico (o con quello che ti ha fatto la prescrizione) per concordare con precisione le modalità. Certamente da solo non puoi farlo.
Gioachcino Scelfo medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

grazie,di avermi risposto.volevo dirle che il mio medico e quello che me li ha prescritte e dice che con exristar 90mg dovrei risolvere il probblema, ma come le avevo detto e da 1 mese che li prendo e sto peggiio a causa degli effetti collaterali di exristar che da. possibbile che non ci sia qualche altra cura oltre alla riduzione progressiva del dosaggio che mi potrebbe aiutare....magari 1 farmaco che da gli stessi effetti di depalgos,e fa meno male..o qualche altra cosa.grazie...

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Veramente, un farmaco che riduce gli effetti collaterali degli oppiacei (tolleranza, assuefazione, dipendenza) esiste eccome, solo che non interessa le case farmaceutiche ANZI... Per questo non è approvato in nessuna farmacopea e i (pochi) trial intrapresi al mondo, sono stati sospesi in maniera sospetta nonostante i risultati incoraggianti e le migliaia di testimonianze della sua efficacia. SI CHIAMA IBOGAINA, ha effetti che variano, a seconda del dosaggio, da antidepressivi, ad afrodisiaci, a eccitanti, ad allucinogeni. E' usato tradizionalmente nel Gabon sia come medicinale che come sacramento religioso. Una dose massiccia, assunta dopo la comparsa dei primi sintomi di astinenza, blocca la crisi, riduce la tolleranza fino al 100% in poche ore ed in più, dato l'effetto visionario-introspettivo, affiancando una consulenza psicoterapeutica alla "seduta" si può avere un effetto "catartico" che riduce la dipendenza psicologica ed il craving aiutando a prevenire le ricadute. Ho visto con i miei occhi un ragazzo che prendeva 120 mg di metadone al giorno da 6 anni (uno sproposito come saprete, altro che depalgos...) passare nel giro di 48h a 7mg eliminati nella settimana successiva. Adesso è completamente "pulito" da 2 anni. Si risvegliò dalla trance indotta dalla ibogaina definendosi "cambiato", "guarito", "migliorato"... E il suo comportamento nei mesi successivi sembra dargli davvero ragione... L'ibogaina è usata regolarmente in cliniche "underground" e da gruppi di autoaiuto. In Slovenia è usata "ufficialmente" e la terapia costa circa 1500 euro. In Olanda c'è un terapeuta che ha studiato l'uso di erbe presso vari popoli cosiddetti "primitivi" e da lui la terapia costa solo circa 200 euro. In Messico c'è una clinica di disintossicazione per VIP basata totalmente sull' ibogaina che prende ben 25000 euro per 2 settimane di ricovero...
In Italia, dove per fortuna l'ibogaina è legale, non essendo inclusa in nessuna tabella della legge 309/90 (nella infame attuale versione "Fini/Giovanardi"), ci sono solo gruppi di autoaiuto e di solito si sceglie di andare in Slovenia (io lo sconsiglio, la persona che se ne occupa lì mi sispira poca fiducia) o in Olanda (il terapeuta prende pochissimi soldi, è molto professionale, molto disponibile per informazioni, delucidazioni e consigli e spesso viaggia in Italia per tenere conferenze e workshop ed incontare i candidati pazienti).
Non è mia intenzione dare false speranze, vendere cure o dare consigli terapeutici. Sto solo dando la mia testimonianza. Io grazie all'ibogaina (e con l'aiuto di altri farmaci esotici, naturali e. soprattutto, da assumere saltuariamente ed episodicamente) ho interrotto di colpo una dipendenza da oppiacei radicata e cronicizzata che durava da quasi 20 anni. Facevo uso di eroina e di qualsiasi altro oppiaceo o oppioide mi capitasse fra le mani. Oltre all' eroina (di cui arrivai, nei momenti peggiori ad assumere fino a 5 grammi endovena nelle 24h), ho fatto uso di. morfina, tramadolo, ossicodone, idrocodone, idromorfone (dilaudid, opana), fentanyl, petidina, etorfina, oppio grezzo, tchandoo, decotto di paglia di papavero ecc. ecc. Il metadone datomi dal SERT è stata la mia rovina, cronicizzando la mia assuefazione, alzando alle stelle la tolleranza e rendendo l'astinenza insopportabile e assolutamente INAFFRONTABILE.
Quando ho usato l'ibogaina è andata così:
Mi è stato detto di sospendere l'uso di oppiacei morfinici da almeno 24 e il metadone da almeno 72. Alla comparsa dei primi segni di astinenza (sbadigli, lacrimazione irrequietezza alternata a debolezza e colpi di sonno) sono entrato nell' "ambulatorio", pigiama, letto, bagno, insomma mi sono sistemato come paziente... Alla comparsa dei sintomi maggiori (spasmi muscolari, conati di vomito, dolori ossei e muscolari ecc.) è iniziata la terapia vera e propria: mi è stata somministrata una prima dose orale (2 capsule) e sono stato fatto stendere su un lettino, con l'"aiutante" che mi spiegava i dettagli del decorso della seduta, mi faceva domande e controllava spesso pulsazioni, pressione arteriosa e temperatura corporea. Ogni mezz'ora/ un'ora ricevevo un'altra capsula e mi è stato spiegato che si tarattava di una dose massiccia, commisurata al mio peso corporeo e all'obiettivo preposto. L'intera dose mi è stata somministrata nell'arco di 6 ore, con monitoraggi continui dei parametri vitali e dell'effetto del farmaco. Inizialmente mi sono sentito leggermente euforico, poi eccitato mentalmente ma lievemente sedato fisicamente. Nel frattempo i sintomi di astinenza erano gìà scomparsi. Quando l'effetto è cambiato, provocandomi nausea ed incoordinazione motoria, oltre che vista offuscata (gli oggetti in movimento lasciavano una scia persistente) mi è stata somministrata un'ultima capsula e sono stato accompagnato, sorretto da 2 persone (non riuscivo a camminare perché mi si piegavano le gambe) in una comoda camera da letto con la luce soffusa. Sono stato accomodato su di un letto matrimoniale e mi è stato detto che non sarei riuscito ad alzarmi dal letto con le mie forze per le successive16-18 ore ma in alcuni casi anche 24. Un badante si sarebbe occupato di me se avevo bisogno di andare al bagno. Quello che seguì è difficilmente narrabile a voce. Entrai in una sorta di viaggio visionario, una specie di sogno lucido estremamnete vivido e realistico ma molto coerente e che non aveva assolutamente le caratteristiche di un delirio. Il "sogno" era coinvolgente ed incredibilmente"forte" ma rimanevo calmo e, in un certo senso, razionale, come se una parte di me fosse rimasta "lucida" ad osservare e valutare quei fatti dall'esterno. Ogni tanto (mentre intanto continuava il "film" fantasmagorico) mi trovavo a constatre stupito che non soffrivo nonostante, per la prima volta in anni e anni, non assumevo oppiacei di sorta da più di 36 ore. Tutte le visioni erano significative e basate sulla mia vita e sul problema dipendenza e sui problemi esistenziali che mi avevano portato a quello. Non entrerò nei dettagli, molto intimi e personali. Basti dire che ricevetti la "visita" di parenti ed amici defunti, di persone importanti della mia infanzia ed episodi nodali e cruciali della mia vita. Riuscii ad alzarmi dal letto dopo circa 20 ore. Rimasi un po' scoordinato nei movimenti e con la vista turbata per circa 6-8- ore. Poi seguirono 3 giorni di insonnia quasi totale e lieve inappetenza e altri 4-5 giorni di lieve insonnia. L'insonnia non era affatto fastidiosa e compensata dall'euforia (incomparabile rispetto a quella provocata da qualsivoglia droga) causta dal realizzare che ero LIBERO. Piansi di gioia più volte...
Sono passati 4 anni e non ho mai più toccato un oppiaceo. Anche in generale il mio atteggiamento verso qualsiasi droga o farmaco ma anche nei confronti del cibo è diventato più equilibrato, attento e rispettoso.
Io sono testimone di ciò che ho vissuto e molte persone, la mia famiglia in primis, sono testimoni della mia cura.
Con tutta probabilità il successo è stato in parte dovuto alle mie motivazioni e alla mia "fortuna": non voglio dire che chiunque assuma il mio stesso dosaggio nelle stesse modalità debba avere i benefici eclatanti che ho avuto io né me la sentirei di consigliare tout-court tale pratica a chicchessia...
Certo, che l'ibogaina funzioni contro la dipendenza fisica... FUNZIONA!
In seguito ho perfino letto un articolo dove alcuni ricercatori affermavano di aver constatato il fatto che somministrando piccole dosi di morfina come analgesico, accompagnate da dosi minime di ibogaina (dosi non psicoattive, men che meno allucinogene) si evita l'instaurarsi della tolleranza e il paziente si giova per anni della medesima dose giornaliera di analgesico oppioide.
NON C'E' DA STUPIRSI DEL DISINTERESSE DELLE CASE FARMACEUTICHE nonostante l'ibogaina sia nota alla farmacopea occidentale dal 1800 e l'effetto "anti-morfinomanigeno" dagli anni '60 del '900 (se ne accorse, quasi per caso, un medico morfinomane negli USA, tale dottor Lotsof, che prese l'iboga per sperimentarne gli effetti psichedelici e poi si dimenticò della propria dose giornaliera di morfina accorgendosi, con gran stupore, di non soffrire sintomi di astinenza).

Claudio

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Ciao Claudio ho fatto anche io il trattamento con ibogaina ma forse perché ho assunto la dose tutta in una volta e nn frazionandola come hai fatto tu(ho assunto 1,5 grammi . meno di 20 mg x kg di peso corporeo ) , ho si avuto tutta una serie di visioni lucide a volte paurose a volte solo realtà deformi ed estremamente colorate , ma lo scopo per il quale avevo preso l ' iboga credo sia fallito perché ho sofferto ed ancora soffro dopo oltre un mese, tutti i sintomi della peggiore astinenza esistente ( quella da metadone ). Nonostante ciò credo nelle potenzialità di questa sostanza e chiedo a chi ha il dovere di fare una seria e scientifica sperimentazione su di essa partendo da volontari motivati presso i sert . Si può morire con la sola ibogaina? Per quanto forte se il monitoraggio di eventuali aritmie e la categorica esclusione di oppiacei durante il trattamento penso proprio di no! Si muore di chirurgia si muore di chemio si muore di malasanita' ma nn per questo si chiudono le sale operatorie , si sospendono i trattamenti anticancro o si chiudono gli ospedali no? Allora esiste qualcuno o qualcosa che metta al centro l' individuo e nn pensi solo alla riduzione del "danno" per la società che nn deve vedere , che giustamente deve essere protetta dal " lupo cattivo", che forse a pensarci bene è solo malato e curabile? Immagina se da domani davvero tutti quanti smettessero altro che crisi del dollaro questa si che sarebbe la crisi de secolo...quante famiglie sul lastrico... Dottori ditemi che nn è questo il motivo... Con affetto Roberto

Certo che esiste ma i medici

Certo che esiste ma i medici non la prendono nemmeno in considerazione forse per il bassissimo costo. Il farmaco è ORAMORPH gocce orali. Siccome il depalgos non viene venduto in gocce allora l'unica soluzione è quella di fare una rotazione degli oppioidi verso il più debole e poi scalare con quello. Parlo di semplice Morfina Solfato che dopo che ti viene data la dose equinalgesica per esempio se usi 20 mg di ossicodone e la morfina è 2 volte meno potente per via orale, la dose sarà 40 mg sempre in gocce ovvero 8 gt= 10 mg, 16 gt= 20 mg, 32 gt= 40 mg. Una volta stabilita la tua dose a questo punto si scala n.1 gtt ogni 7/10 giorni fino ad arrivare alla dose minima di 8 gtt o anche 4. In questo modo scali molto lentamente, assumendo comunque un oppioide (naturale e no semisintetico) ma che 1 non ha la caratteristica di dare euforia come l'ossicodone, 2 scali in maniera controllata grazie alle gocce, 3 la morfina da una dipendenza più leggera ed è meno "appetibile " anzi probabilmente per via della nausea sarai stesso tu ad accelerare questo scalaggio, 4 infine se proprio non vuoi minimamente patire l'astinenza puoi fare un ulteriore switch verso un oppioide debole, ovvero le gocce di contramal e lo stesso discorso vale con queste, scalaggio goccia dopo goccia e poi arrivato a 20 gtt ovvero 50 mg di Tramadolo, a questo punto puoi anche sospendere perché se sei riuscito ad arrivare a questo punto allora sei diciamo fuori. Ovviamente tutto quello che ti ho scritto non potrà mai essere accettato perché usare la morfina è ancora tabù ma è la soluzione più semplice e logica. Se avrai la fortuna di trovare un medico competente e se segui pedissequamente le sue istruzioni (anche perché occorre una ricetta, quella rossa per la precisione)non avrai particolari problemi. Ma ti ripeto,  usare la Morfina è considerata una sconfitta per la medicina moderna...ma questo è un altro discorso...

Auguri e in bocca al lupo!

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Quello che hai letto e mi riferisci è il caso opposto a quello su cui ti ho risposto. Quello di cui scrivi ora è il passaggio da un oppiaceo ad un altro quando il primo non è efficace.
Certo questa è una pratica normale che in molte situazioni può rivelarsi utile. Nella precedente risposta invece si parlava di disintossicazione alla fine del trattamento.
G. Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

un farmaco tipo dep.e'oxycotin k e'solo ossicodone da forte dipendenza come de.ma non c'e'paracetamolo(k non da dipe.ma e'deleteterio per il fegato).ti dico pero una cosa quando inizi coi farmaci op.devi fare le cose con criterio.cioe'o il tuo dolore puo scomparire prima che inizi astinenza(in generale 15g. Da 1 assunsione).poi se te vuoi levare il farmaco quando ormai e'entrata l astinenza e'un bel casino perche il tuo dolore sara all ennesima potenza.cosa fare?difficile a dirsi se non si conosce la persona.cmq chiedi il tempo stimato per la guarigione .passato quel tempo inizia a scalare il farmaco concordando insieme ad un doc(k lavora nel campo)modi e tempi.ciao e auguri

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

salve , ho trovato girando un po in internet,questa terapia .non so se funziona per l astinenza da depalgos, cosa pensate....Vitamina B12
Niacinamide 500 mg 3 volte al dì
Vitamina C 2000 mg nel corso della giornata
GABA Secondo le dosi prescritte
L-triptofano
L-glutatione ed L-litio Secondo le dosi prescritte
L-fenilalanina 1500 mg al mattino
L-glutamina 500 mg 3 volte al dì
L-tirosina 500 mg 2 volte al dì a stomaco vuoto
Liposomi Iniezioni
Bicarbonato di potassio
Calcio 1500 mg al dì
Magnesio 1000 mg nel pomeriggio

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

si e`come ti ho detto di sicuro ti aiutano a rieuquilibre il fisico ma l astinenza l senti eccome.digita wiki e nome della sostanza e trovi tutto.si il problema principale sono l endofine la droga destabilizza i recettori di queste sostanze e`per questo k l unica cosa k funziona per non soffrire piu di tanto eùn lento scalaggio con tappe adeguate fino a zero,appunto cosi il tuo corpo lentamente riesce a rimettere in moto il funzionamento dei recettori.cmq io non sono un doc.ma se guardi dentro quexto sito sia d astinenze endor.ecc c e' una marea di post

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

grazie a te cmq io sono uno che ha passato astinenze e assunto sostanze per stupidita.e ho cercato(a problema finito)di documentarmi il piu possibile.chi invece purtroppo e'diventato dipendente causa dolore ha prima bisogno di togliere s e'possibile la patologia k provoca dolore e poi pensare a una disin.per questo penso che abbiate bisogno di un doc.tangibile che vi conosce e preparato(cosa oggi difficile da trovare,se poi lo trovate dovete sperare che prenda a cuore la situazione).cmq io mi chiamo chicco se hai bisogno di qualche consiglio e se nel mio piccolo conosco la risposta volentieri ciao

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

son sempre io ti voglio dare qualke consiglio perke la maggioranza dei doc.generici non conosce il problema.se te sei la persona k ha associato xer.evita,ed evita qualsiasi altro farmaco contro l ansia.infatti come hai detto te il tuo disagio e'aumentato.succede quando uno e'in astinenza da opp.e prende farmaci di quel genere.cambia d.in oxytocin ;e'ossicodone a rilascio prolungato (ti coprano per piu tempo e cosi smetti di assumere paracetamolo).vai in fondo alla causa del mal di schiena.e poi si guarda di curare l astinenza.ps ricorda sempre che i tuoi malesseri son causati dal calo di opp.per cui usa solo quelli lascia stare specialmente antidepre.chicco

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Ciao a tutti, mia madre causa operazione alla schiena (riuscita a detta del medico) ha iniziato a prendere Patrol e poi Depalgos. La conseguenza come sapete è di forte dipendenza, ma il dolore non diminuisce mai. Inoltre ha cominciato ad avere senso di angoscia, depressione, aggressività. La situazione è ormai insostenibile e i vari centri medici consultati passano solo da un oppioide a un altro. Potete dirmi se è possibile ridurre la dipendenza da Depalgos e a chi ci si può rivolgere in Piemonte? Qualcuno di voi è riuscito a smettere di prenderlo? Avete notato anche voi sintomi psichici pesanti?

Grazie Mary

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Purtroppo i farmaci oppioidi mentre sono molto efficaci nel caso di dolore acuto lo sono meno nel caso di dolore cronico e i sintomi psichici che descrivi possono essere una conseguenza della terapia cronica con oppioidi . Quindi mi sembrerebbe sensata l’ipotesi di tentare di abbandonare questa terapia ma è importante che tua madre sia assistita in questo. Prova a rivolgerti al tuo medico di base in prima battuta e fatti consigliare eventualmente da lui
Laura Calviani, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

catap.serve per ipertensione il l.per spasmi muscolari.possono esser d aiuto cmq l astinen. Si sente uguale(non so se posson esser abbinabili)come gia detto l unica cosa da fare con l opp.e'lo scalare opp.con tappe adeguate non esiste altro.cmq bisogna dire che e'anche soggettivo.es io ho passato astinenze quando ero intossicato di brutto sensa sostitutivi(avevo intorno 20.30anni)ed alcune secondo dove mi trovavo e con chi quasi non me ne accorgevo.passati i 40 il discorso cambia.una o forse l ultima era proprio d ossicodone su circa 40mg giornalieri e hai primi sintomi mela son tolta con un po di met. No c e'alternativa se non si vuol soffrire piu di tanto

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

L'oppiaceo contenuto nei due farmaci è esattamente lo stesso. Quindi il passaggio da un prodotto all'altro non provoca nessun vantaggio. In più il depalgos contiene il paracetamolo e quindi passando al targin si smetterebbe di assumere anche questa molecola. Il targin invece contiene naloxone che, assunto per via orale, dovrebbe (dovrebbe....) contrastare la stipsi tipicamente provocata dagli oppiacei. Per la possibilità di disintossicazione, quindi, non cambia niente.
Gioacchino Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

grazie per avermi risposto.,ma se non cambia niente,mi potrebbe dare un consiglio su come fare ,ci sto provando in tutti i modi ma quando supero le 7 ore non riesco a fare a meno di non prenderla,come posso fare....ci sara una soluzione, e possibbile che non ci sia un altro farmaco che mi aiuti ad eliminarla senza soffrire cosi tanto...grazie...e se ce come lo devo precurare. grazie...

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

La situazione in cui ti stai trovando si sta verificando frequentemente da quando si sono diffuse (forse un po' troppo facilmente) le terapie antalgiche con questo farmaco.
Non ci sono altri farmaci utili a superare questo problema, se non il farmaco stesso.
Come per tutti gli oppiacei la cosa migliore da fare è una progressiva riduzione della dose assunta. Devi parlarne con il medico che te lo ha prescritto e concordare con lui un programma di disintossicazione progressva.
Non posso essere più preciso perchè per fare ciò ci vuole un rapporto diretto medico paziente. Ti garantisco però che questa è la strada migliore per raggiungere il tuo obiettivo.
G. Scelfo, medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

ciao, anche io ho avuto una dipendenza da depalgos e oxycontin, mi sono rivolto al sert della mia zona e mi hanno incluso in un piano terapeutico con metadone a scalare, poi io non soddisfatto dal farmaco che mi provocava troppi effetti collaterali ho chiesto di potere passare alla buprenorfina (subutex), dopo alcuni giorni di "traslazione" che sono stati molto pensanti, in compenso mi sentivo molto piu lucido e con il tempo la situazione si è stabilizzata, ora prendo 14 mg di subutex al di e non mi sembra neppure di avere passato quei brutti periodi, me ne ricordo solo quando prendo le compresse di subutex. comunque quello che penso è che non esiste un farmaco che toglie la dipendenza, ma solo la rende gestibile. in ogni caso si tratta di passare da un agonista oppioide ad un'altro, la classe è sempre la stessa. purtroppo la tossicodipendenza è una patologia che puo essere logorante ma con gli oppioidi sostitutivi (metadone,buprenorfina,morfina SR etc) si puo gestire la malattia e avere una buona qualita di vita, auguro a tutti il meglio e consiglio di rivolgere le problematiche al sert per un aiuto competente, alberto.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

salve,ha 21 giorni che non prendo piu depalgos, ne assumevo 80-100mg al giorno,non vi dico quello che ho passato togliendola di colpo, e assumendo solo vitamine e aminoacidi,il probblema ora e che non riesco a dormire,ora che ho superato i 20 giorni senza assumerla..chiedevo cosa posso prendere per stabbilizzarmi dato che ancora non sto stanto bene e non riesco a riposarmi.devo aspettare che il tempo ristabbilisca il cervello da solo, ho posso avere qualche piccolo aiuto...

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Sia l'una che l'altra cosa possono essere fatte. Mi spiego meglio. La tua insonnia è certamente destinata a finire, tra un po' di tempo.
La decisione di aspettare senza assumere farmaci o di prendere un farmaco che ti aiuti a dormire, dipende da quanto questo periodo di insonnia sia pesante per te. Ma questo puoi saperlo solo tu.
Quello che ti posso dire io è che, se l'insonnia per te non è una cosa troppo pesante, la cosa migliore è evitare l'assunzione di farmaci. In caso contrario puoi chiedere al tuo medico un consiglio.
Come ho già scritto molte volte, non ritengo corretto dare delle specifiche indicazioni farmacologiche sul sito, in quanto in questa situazione manca la conoscenza necessaria del paziente che si può avere solo tramite una visita diretta.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

aiuto!!!

sto prendendo oxycontin 80mg endovena(frantumo e sciolgo le pillole),ora mi sn stancato e tra l'altro nn posso procurarmene di piu' come posso fare x superare l'astinenza,visto ke ne prendo un bel po'?

Re: aiuto!!!

Si, è proprio giusto quello che scrive il lettore. Devi chiedere aiuto al sert. La tua situazione di intossicazione da oppiaceo appare piuttosto importante e può essere curata solo tramite una disintossicazione controllata, progressiva con un oppiaceo assunto per via orale. È importante poi tenere in considerazione la tua possibile (probabile?) dipendenza psichica. Anche per questo è bene che tu non vada avanti da solo ma aiutato da dei professionisti.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: aiuto!!!

Comunque meglio cosi,cerchiamo di smettere ,io non ho mai voluto e forse è stata la mia fortuna spararmele in vena , in compenso sono arrivato a in poco tempo a sniffare la prima volta 4 oxy da 40mg e per 3 -4 giorni ero in coma poi sicccome non aveveo problemi ad averne in abbondanza sono arrivato a 240 mg e mix con xanax ma adesso solo placo l astinenza.Il meta per una settimana va via nelle mie nene in 2,5 giorni.
Adessso sto cercando ; e spero sia la volta buona di ritornare sul pianeta terra.
Auguri anche a te.

Kekko

Re: aiuto!!!

Vai al sert e fatti dare la buprenorfina. E' molto meglio del metadone. Poi la maria può fare effetti miracolosi (bedrocam).
Vedrai che è possibile farcela. Credimi.
Ciao.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Ciao anche io prendo depalgos da ormai 3 anni.. ho iniziato con la dose da 5 mg ed adesso sono arrivata a prenderne 5,6 al giorno da 20 mg.. mi sveglio la mattina e sn gia in astinenza, ogni 3 ore ne prendo una e una scatola nn mi dira piu di 3 giorni.. sono senza lavoro e nn lo cerco perchè quando sono in astinenza nn riesco a fare niente, figuriamoci a lavorare!!! sto buttando via la mia vita e vorre smettere ma quando le ho nn riesco a scalare... nn co piu ke fare, nn ho vita sociale perchè passo le giornate a prendere pasticche davanti alla tv.. nn fanno neanche piu l'effetto bello ke facevano all'inizio.. chi mi puo aiutare?? ho pensato ad una clinica o alla comunità... qualcuno mi puo rispodere? e poi ho letto ke si puo prendere l'oxicodin da 40 per eliminare il paracetamolo e perchè quello copre fino a 10 ore.. ma chi me lo segna? ci vuole una ricetta speciale? io nn ho problemi alla schiena ne dolori, ho iniziato a prendere depalgos per curiosità nn per necessità.. e adesso ne sono schiava, nn posso farne a meno ed ho solo 24 anni.. se qualcuno puo aiutarmi ke mi risponda per favore. grazie.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

l oxy.telo segna lo stesso dot.che ti da il depalgos,
pero la tua dipendenza e'forte da sola ora e'difficile
puoi andare al sert a chieder aiuto magari che e'la cosa migliore visto che te lo vuoi la comunaita!!
anche perche te prendi 6da 20 pet cui 120mg ossicodone
non ti basterebbero 2da 40 di oxy oltretutto il dep.e'a rilascio immediato
l oxy.prolungato
visto che te senti gia l astinenza la mattina dovresti o aumentare i mg.di oxy.e un po d astinenza i primi gg puo darsi k la senti o fare oxy.e dep.insieme levando poi il depa.
cmq non e'fattibile da una persona che non conosce i farmaci
o ti rivolgi(privatamente ad un dot.di un centro del dolore)
o al sert che ti daranno il met.e te cerca appena avrai la dose che ti copre di rimaner ferma li e comunita cosi scali e e torni a vivere gia in comunita avrai la possibilita di vivere
ciso e auguri

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Ti rispondo con qualche giorno di ritardo, ma la mia risposta non fa altro che confermare quello che già hai deciso da te.
Devi rivolgerti ad un servizio, al Sert della tua città.
Valuterete insieme poi l'eventualità di un periodo in una struttura residenziale oppure un ricovero in una clinica. Oppure potresti rivolgerti ad un reparto ospedaliero di Tossicologia (a Careggi, Firenze, ce n'è uno).
Non fare da sola e non seguire ricette “fai da te”. Non si tratta di uova e farina ma di sostanze stupefacenti ed è necessaria la prescrizione e il monitoraggio di persone qualificate.
Se mi fai sapere qualcosa in merito all'esito del trattamento, sono qua.
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

ti rispondo con parecchio ritardo e ti dico ke la situazione nn è cambiata ma forse è peggiorata.... una pastigia di depalgos 20 mg nn mi basta piu, cosi ne prendo una e un quarto.. voglio uscirne davvero, non ce la faccio piu. voglio riprendere la mia vita... mi sn rivolta al mio medico che mi ha solo detto di rivolgermi al sert.... ma ho molta paura sentendo testimnianze di persone ke ora sn dipendenti da metadone.. nn posso andare in clinica nn posso sparire dalla circolazione... ma possibile ke nn esista nulla di oppiaceo ke però ti faccia sopportare l astinenza? io nn riesco a sopportare l'agitazione quando nn le prendo, braccia e gambe nn riescono a stare ferme... fanno scatti da sole e è molto fastidioso.. per nn parlare dei dolori lancinanti allo stomaco... sn finita in una merda pazzesca, sn 4 anni ormai.. nn riesco a vdeer la luce in fondo al tunnel... a volte penso di togliermi la vita.. nn posso andare avanti cosi.. voglio costruirmi un futuro, avere una famiglia.. invece penso sempre a prendere depalgos solo pre stare "normale". l'effetto nn lo fa piu, solo per essere tranquilla e normale sn costretta a prenderle.. sono arrivata a 6,7,8, pastiglie al giorno.. e quasi mai una sola, ma una e un quarto.. va sempre peggio... avrei bisogno di una persona ke stia cn me per tutto il tempo ke ci vuole a guarire in casa cn me. ke mi faccia scalare lei perchè io quando le ho nn ce la faccio a scalare. ogni 2 ore ne prendo una... nn ce la faccio piu.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

E’ evidente che da sola non ce la fai e in questo momento l’aiuto può venire da degli specialisti. Non c’è motivo di vedere tutto nero: è importante però prendere consapevolezza che sei affetta da una patologia, che si tratta di una dipendenza e che come tale va curata. Per fortuna non è senza rimedio: esistono strutture ed esperti in grado di risolvere il problema. Forse si tratterà di prendere un farmaco che sostituisca il depalgos ma sicuramente non potrai che trovarne beneficio. Oltretutto non sarai più te a dovertene occupare. Ti dovrai affidare a dei medici che penseranno insieme a te a come risolvere il problema.. Coraggio: guarda che si tratta solo di fare il primo passo accettando di doversi curare come per un qualsiasi problema sanitario
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

Guarda che il metadone e' molto meglio del delapagos perche' quest'ultimo contiene tantissimo paracetamolo che ti sfonda il fegato,invece il metadone non da questo problema! Corri subito al sert e prendi metadone oppure presto avrai problemi grossi !!! Mi raccomando sono gia' 4 anni che ti sfondi col paracetamolo cavoli corri al sert!!!

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

mia madre di 67 anni prende targin da circa 3 mesi per contrastare e contenere i problemi legati al dolore recatole da un tumore al pancreas diagnosticato ad agosto e alla chemioterapia che ha dovuto iniziare per combatterlo.

Ora che ha già all'attivo 6 cicli di chemioterapia, ed è in attesa di una tac di verifica, La chemio pare iniziare a dare i suoi frutti, anche dal punto di vista della diminuzione del dolore e il ristabilirsi progressivo del diabete apparente, nato dalla disfunzione del pancreas - quasi non fa più l'insulina prima dei pasti, che molto spesso ha dei valori regolari.

Di comune accordo con il medico curante, dopo Natale 2012 io e mio padre siamo riusciti a sostituire il targin 30mg con il targin 20mg. Mia madre purtroppo ha reagito come ci si poteva aspettare, chiudendosi in se stessa e sta affrontando con grande fatica la confusione mentale e la "depressione" che apparentemente la diminuzione dell'oppiaceo nel suo organismo le sta causando. Infatti nei giorni precedenti al Natale, era sempre "su di giri" e molto eccitata, quasi euforica, mentre ora ha dei brevi picchi di UP solo nelle prime ore in cui prende il targin, mentre la fase di DOWN è sempre più intensa e negativa.

Insonnia, ansia e malessere generico sono praticamente perenni, ma il dolore (così dice lei) le è comunque diminuito. Per questo vogliamo già da ora indurla (a costo di scambiarle le pillole di nascosto, anche se hanno colori differenti) a passare al targin 10mg invece del 20mg, ma da vera "tossica" quale è diventata, si rifiuta e sta sviluppando aggressività anche nei nostri confronti quando proviamo ad introdurre l'argomento.

Presumo che più attendiamo nel calare la dose e aiutarla a disintossicarsi, piu la situazione può solo che peggiorare... cosa mi consigliate di fare? A parte le terapie che ho letto qui sopra a base di vitamine e integratori, con cosa si potrebbe sostituire il targin ? Soprattutto dal punto di vista psicologico e dell'umore... non può nemmeno più mangiare il cioccolato che il diabete non glielo permette... le endorfine sono a livelli minimi e la voglia di vivere è veramente poca :(

grazie anticipatamente a chiunque avrà voglia di leggermi / rispondermi
e grazie per il bel lavoro che fate su questo forum.
p.f.

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

ciao intanto ti rispondo io(un lettore)poi sicuramente lo fara un dot.
tua mamma quanti hanni ha?perche vi siete rivolti ad un medico generico e non all hp?perche abbassargli la terapia antidolorifica?
io se fossi in te rialzerei al dosaggio iniziale poi andrei a parlare con un anestesista tossicologico
o a un centro di cura per il dolore

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

In linea di massima concordo con il lettore. Vanno valutati i pro e i contro della terapia antidolorifica in una persona che ha subito tanti cicli di chemioterapia ed è affetta da una malattia grave. E se valga più o meno la pena di farle subire uno stress da distacco brusco. Una diminuzione potrebbe andare bene ma credo che sia estremamemte difficile per il familiare decidere se e come.
Vi consiglierei anch'io di affidarvi ad un medico specialista che sia in grado di seguire adeguatamente la situazione.
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Ho cercato un po' dappertutto ma non ho trovato nessun ar...

-> rispondo: mia madre ha 67 anni.

il medico non è generico è il medico del centro ospedaliero (anzi sono un equipe)... i medici sono d'accordo che in questa fase è importante ridurre il dosaggio semplicemente perchè il dolore è diminuito mentre stanno aumentando gli effetti collaterali del targin e non ho nessuna intenzione di lasciare che mia madre vada sempre più giù nel tunnel degli antidolorifici.

I medici han detto che dopo 3 mesi di cura, se il dolore le è calato, lo DEVE ridurre.

quello che sto chiedendo qui è se conoscete metodi che permettono di ridurre una sostanza di quel tipo senza indurre ulteriore agitazione / limitando la normale depressione che insorge per forza di cose (endorfine sono sotto i livelli minimi).

in rete ho letto che la melanina può essere un valido aiuto nella normalizzazione dello stato sonno-veglia e psicologico. tra le tante che ho letto (ibogaina, scalaggio con altri farmaci, disintossicazione a "cold turkey") penso che sia la migliore... vi farò sapere come reagisce.

Pagine

Aggiungi un nuovo commento