Back to top

Marijuana dopo un' operazione

consigli medici
effetti delle sostanze

Sono stato operato di otoplastica poche ore fa(12 circa) ho fumato marijuana e hashish prima delle analisi e dell'intervento senza nessuna compliczione. Ora dovrei andare sotto antibiotico e se necessario antidolorifico, sarebbe un problema se fumassi ancora?
Ho letto che potrebbe annullare l'effetto dell'antibiotico e rallentare la cicatrizzazione siccome la marijuana ha effetto immunosoppressore..
Non so, cosa mi consigliate?

Risposta 
La fase immediatamente successiva ad un intervento chirurgico è una fase molto delicata per l’organismo. In essa sono presenti degli importanti fenomeni infiammatori, di guarigione delle ferite chirurgiche, di attivazione delle difese immunitarie. Il pericolo di infezione è sempre in agguato. Gli effetti avversi a degli antibiotici ed al processo di cicatrizzazione dalla cannabis sono piuttosto scarsi. In un momento così delicato però ti consiglio di non trascurarli del tutto. In ogni caso le sostanze che possono essere state usate (oltre alla cannabis vera e propria) per la preparazione della sostanza sono sconosciute e potrebbero creare dei problemi. Sarebbe preferibile quindi aspettare qualche giorno.

Commenti

Re: Marijuana dopo un' operazione

Mi scrivi veramente poco della tua operazione e quindi posso risponderti solo in maniera estremamente generica.
O meglio, non posso proprio risponderti. Posso solo dirti: aspetta più che puoi.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Dopo alcuni giorni dall'operazione gli effetti dell'anestesia sono terminati e quindi non ci sono interazioni significative. Per quento riguarda l'intervento all'utero in laparoscopia non ci sono interferenze particolari. Di conseguenza tornando a fumare i rischi ed i possibili danni sono quelli che si incontrano assumendo cannabis in un altro periodo della vita.

Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Ho una ferita non tanto profonda...

E il chirurgo mi ha detto che si può decidere di fare un trapianto di pelle, solo che io vorrei evitarlo...la ferita non è molto grande ( sarà di 3 cm di lunghezza e 1.5 cm di larghezza) se io fuma marijuana o hashish la cicatrizzazione è più lenta?

Re: Ho una ferita non tanto profonda...

La tua situazione comporta un rischio di flebotrombosi ed embolia polmonare.
E' per questo che ti viene iniettata ogni giorno l'anticoagulante.
Si tratta di una situazione e rischio in cui è bene essere molto prudente.
Il thc non ha delle importanti interferenze con la coagulazione e la fluidità del sangue. Lo stesso non si può dire per i prodotti della combustione e per eventuali sostanze che possono essere presenti nella sostanza usata. Quindi prudenza vorrebbe che in questo periodo evitassi di fumare.
G. Scelfo medico sostanze.info
 

Re: Marijuana dopo un' operazione

ho avuto un intervento di bursectomia acromionplastica riparazione del sovraspinato. con anestesia locale.dopo quanti giorni è consigliabile fumare marijuana senza trattamenti chimici fatta con concimi biologici?

Re: thc prima di un' operazione

Salve vorrei sapere e mesi che fumo 2-3 canne al giorno e tra giorni mi devo operare,al setto nasale in annestesia totale,che rischio e reazioni fisiologiche ci possono essere?
intendo dire ci possono essere complicazioni smettendo solo ora?
ne parlerò ovviamente con l annestesista,vorrei sapere qualcosa in più,esiste qualche rimedio per abbassare in pochi giorni il livello di thc depositato della massa muscolare? non sono uno sportivo anzi,vi ringrazio in anticipo.

Re: Marijuana dopo un' operazione

In prospettiva di un intervento chirurgico è bene sospendere l'assunzione di sostanze, compresa la cannabis almeno alcuni giorni prima, in modo che non ci possano essere interferenze tra esse e i farmaci utilizzati per l'anestesia.
E' consigliabile però avvertire il medico anestesista (al momento della visita preoperatoria lui dovrebbe fare la domanda) per prudenza.
Alcuni giorni dopo l'intervento gli effetti dei farmaci dell'anestesia sono certamente del tutto finiti e quindi non ci possono essere interferenze con la cannabis. Essa inoltre non ha interferenze con i processi di guarigione della ferita chirurgica.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Ho subito un'intervento per estrazione di cisti all'epididimo e ora sono da 3 giorni sotto cura di antibiotici ,supponendo di doverla continuare per un totale di 5 giorni;la mia domanda era se fumare erba,moderatamente,nei successivi giorni al raggiungimento del 3 giorno di cura potrebbe influenzare la stessa. Grazie anticipatamente

Re: Marijuana dopo un' operazione

Il problema non sono gli antibiotici. Il probema è che il postpoteratorio è un periodo in cui esiste il pericolo di infezioni che possono provocare danni alla zona operata e ritardare la guarigione. Si tratta di un periodo delicato. Il thc non aumenta i pericoli in maniera specifica. Lo stesso non possiamo sapere delle eventuali sostanze utilizzate per il "taglio". Meglio essere prudenti.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Sono stato operato al varicocele due giorni fa..l'operazione consiste nell'inserire un farmaco che serve per stringere la vena interessata nel mio corpo..dopo quanto tempo posso fumare Erba o fumo in modo che non interferiscano con il farmaco?

Re: Marijuana dopo un' operazione

Una risposta certa alla tua domanda è impossibile darla. Le possibili interferenze tra thc o sostanze eventualmente presenti in quello che fumi, ed il farmaco che sta agendo sulla vena, non possono essere nè escluse nè affermate. Il consiglio, ovvio, è quello di aspettare che il restringimento della vena sia completato.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Ciao ho fatto un intervento di chirurgia al naso ( setto plastica - rinoplastica con rimozione dei turbinanti da quel che ho capito) circa 4-5 giorni fa.. so che l'alcool potrebbe rallentare la cicatrizzazione delle ferite quindi sto evitando.. però sarebbe rischioso fumare una cannetta?? se si quali rischi potrei correre?? meglio quella o 2 birre?? ahaha grazie in anticipo per la risposta ;)

Re: Marijuana dopo un' operazione

Beh.. se non assumi sostanze estranee di nessun tipo è sicuramente meglio...sicuramente il fumo lo eviterei dal momento che hai ferite fresche e ci può essere un irritazione locale. Se si opta per le birre ne berei una invece di due
Laura Calviani medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Non posso sapere a cosa ti riferisci quando dici "fumare".
Tabacco? cannabis? altre sostanze?
Immagino che tu ti riferisca alla cannabis. La tua situazione è piuttosto delicata. I pericoli principali dopo un intervento ad un arto inferiore sono le infezioni e la trombosi venosa (con conseguente pericolo di embolia polmonare). La prudenza quindi è importante. Il thc in se non ha delle specifiche interferenze nè con i farmaci che assumi nè con il processo di guarigione. Lo stesso però non possiamo dire delle sostanze che potrebbero essere state aggiunte nella preparazione. E nemmeno lo possiamo dire per le sostanze derivanti dalla combustione che inevitabilmente vengono assunte con il fumo. Il consiglio che posso darti quindi è quello di evitare per il periodo della convalescenza.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

L’utilizzo di sostanze durante una malattia o un intervento chirurgico è in genere sconsigliato e sarebbe bene non riprenderne l’uso fino a completa risoluzione e convalescenza dall’intervento.
Ti inviterei comunque a cercare anche altre ragioni per le quali sarebbe indicato non riprenderne l’uso.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Devo subire un piccolo intervento di fimosi sotto anestesia locale di mattina la sera potrei riprendere a fumare canne senza nessun problema oppure è sconsigliato? Se riprendo dalla sera che rischi ho? Specifico ..è una anestesia locale. Grazie in Anticipo

Re: Marijuana dopo un' operazione

ciao ho avuto un operazione al naso, non prendo ne antibiotici ne niente, solo sciacqui e crema nel naso. sono stata operata martedi e son passati 4 giorni succede qualcosa se faccio qualche tiro di canna??! grazie in anticipo per la risposta.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve a tutti sono stato operato 8 giorni fa al varicociele sinistro.Ho subito un intervento in laparoscopia in anestesia totale e locale,ormai penso di aver smaltito l'anestesia,al momento non prendo farmaci o altro.Potrei farmi tranquillamente una cannetta di erba a questo punto?

Re: Marijuana dopo un' operazione

Meglio essere prudenti fino a che non si possa ipotizzare una guarigione dei tessuti organici traumatizzati dall'intervento chirurgico. E l'effetto dell'anestesia generale sia del tutto smaltito (ma per questo bastano due o tre giorni). Quindi per qualche settimana è prudenza evitare l'assunzione di qualsiasi sostanza.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Ciao sono stato operato martedì al piede poiché oltre alla lussazione ho dovuto subire un intervento alla caviglia in cui mi hanno inserito viti placche e fili di ferro ieri mi hanno dimesso dopo avermi disinfettato la ferita e gessato, se oggi volessi fumare della cannabis rischierei qualche effetto collaterale sia sulla gamba sia per quanto riguarda l'assunzione di antidolorifici e anticoagulanti??

Re: Marijuana dopo un' operazione

In questo momento i pericoli principali che corri sono la trombosi venosa (con conseguente pericolo di embolia polmonare) e l'infezione nella sede dell'intervento. La prudenza in una situazione del genere deve essere massima. Il thc in quanto tale non aumenta questi pericoli. Non possiamo però sapere quali pericoli possono farti correre le sostanze di taglio utilizzate per la preparazione della sostanza.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Una buona guarigione della ferita chirurgica non c'è ancora dopo due giorni.
Occorrono tempi più lunghi: almeno 7-10 giorni. Fino a quel punto meglio non utilizzare sostanze irritanti per il cavo orale. Quindi qualsiasi tipo di fumo, anche di sigarette o di cannabis. C'è poi il probleme delle sostanze utilizzate per il "taglio". Esse potrebbero creare problemi, ma non possiamo saperlo con esattezza in quanto non le conosciamo.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve, il 21/02 mi è stato inserito uno stent doppio j nel rene destro per via endoscopica con anestesia totale e il giorno dopo sono tornato a casa. Volevo sapere se è possibile riiniziare a fumare marijuana o hashish o se è meglio aspettare ancora alcuni giorni. Grazie in anticipo per la disponibilità

Re: Marijuana dopo un' operazione

Caro lettore,
il fatto che ti sia stato fatto questo intervento è, evidentemente, significativo di una situazione patologica del tuo rene destro. L'inserimento dello stent ha migliorato la situazione che, a parere mio, resta delicata. In una situazione di questo genere la prudenza e l'attenzione nello stile di vita sono molto importanti. Il mio consiglio è di non tornare ad assumere nessun tipo di sostanze, per prudenza. Oltre tutto quando si assumono sostanze acquistate al mercato illegale, inevitabilmente si assumono anche le sostanze utilizzate per il "taglio". Di esse non si può sapere mai la natura quindi nemmeno la pericolosità.

Re: Marijuana dopo un' operazione

dato che la via di trasmissione del fumo provocato dalla sostanza è quella aerea (attraverso il naso) è molto probabile che fumare qualsiasi sostanza provochi infiammazione delle vie aeree. E' quindi caldamente sconsigliato

Re: Marijuana dopo un' operazione

Buongiorno io mercoledi ho subito una splenectomia per via laparoscopica (mi hanno tolto la milza) , sono stato sotto anestesia totale e adesso sto sotto antibiotici , la mia domanda è potrò prima o poi tornare a fumare cannabis , magari occasionalmente ?
Grazie

Re: Marijuana dopo un' operazione

Capito. Diciamo che dopo qualche settimana i problemi legati all'intervento chirurgico in se, non ci sono più. Possono però ancora persistere i danni che erano provocati dalla milza, cioè la carenza di globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Perchè questi tornino normali potrebbe essere necessario qualche mese. E poi non conosciamo la causa per cui la milza fosse così ingrandita. A meno che non lo abbiano detto a te. Questo è il quadro. Io cercherei di essere prudente almeno fino a quando tutto sarà tornato normale e la causa dell'ingrandimento della milza non sia chiara e rimossa.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Ho subito un intervento di coleicistectomia tre giorni fa in laparoscopia e anestesia totale... Per alleviare il dolore dei punti vorrei riprendere a fumare l'erba.. Comporterebbe qualche complicazione per quanto riguarda la guarigione?

Re: Marijuana dopo un' operazione

Meglio essere prudenti fino a che non si possa ipotizzare una guarigione dei tessuti organici traumatizzati dall'intervento chirurgico. E l'effetto dell'anestesia generale sia del tutto smaltito (ma per questo bastano due o tre giorni). Quindi per qualche settimana è prudenza evitare l'assunzione di qualsiasi sostanza.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Il consiglio che posso darti è di approfittare di questa sospensione per non iniziare più ad assumere cannabis. Ma se proprio non vuoi o non puoi seguire il mio consiglio, è meglio aspettare la guarigione completa dei tessuti operati.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Il consiglio che posso darti è di approfittare di questa sospensione per non iniziare più ad assumere cannabis. Ma se proprio non vuoi o non puoi seguire il mio consiglio, è meglio aspettare la guarigione completa dei tessuti operati.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

salve mi sono operato da otto giorni di otoplastica nn ho mai smesso di fumare ne prima ne dopo l'intervento! credo che nn fumare adesso sarebbe inutile giusto? cioè se ci dovevano essere danni gia li avrei combinati vero? aggiungo che sn ancora in terapia con antibiotici intramuscolare e una compressa al giorno di deltacortene 25! che mi consigliate ? grazie

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve sono stato operato quasi un mese fa per la rottura di tibia e perone...mi ha applicato un fissatore esterno...faccio siringhe di calciparina e prendo antibiotici tutti i giorni...ho gia fumato durante la degenza e a volte sento molto fastidio nella zone della caviglia ...puo essere dovuto al consumo di mariwana oppure posso continuare a farne un uso leggero?

Re: Marijuana dopo un' operazione

È difficile che il dolore sia dovuto alla cannabis. In una situazione del genere in cui sono presenti rischi di infezioni e rischi di tromboembolia, la prudenza dovrebbe essere la prima regola. Fumando thc, ma anche sigarette si introducono prodotti della combustione che potrebbero aumentare in particolare il rischio tromboembolico. Delle possibili sostanze utilizzate per il taglio non possiamo dire niente in quanto non è possibile conoscerle. Per il resto rimane la tossicità della cannabis di cui abbiamo scritto molte altre volte.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Ho 40 anni e circa 2 mesi fa a seguito di angina instabile mi hanno diagnosticato una coronaropatia trivasale. Eseguita angioplastica e stent medicali multipli su tronco comune e ramo discendente anteriore. Precedentemente a questa esperienza ero un forte fumatore di tabacco e cannabis. Attualmente a seguito del tutto ho smesso di fumare tabacco. Se saltuariamente (2 tiri dopo i pasti) fumo della marijuana senza tabacco è da considerarsi un grosso pericolo?

Re: Marijuana dopo un' operazione

Buongiorno dottore,2giorni fa ho subìto un intervento di settoplastica per un trauma al naso. Sono stato addormentato con l' anestesia generale ed ora sto assumendo antibiotici ed antidolorifici. Assumere cannabis per via aerea non se ne parla per non incorrere in irritazioni al setto etc. Potrei però assumerla per via orale sottoforma di olio d'oliva? Ha un potere sedativo e mi aiuterebbe a prendere sonno la notte,cosa che mi risulta difficile in questo periodo. La cannabis dui cui io faccio uso non è tagliata con nessun altra sostanza

Re: Marijuana dopo un' operazione

Il potere analgesico della cannabis è molto lieve e quindi il vantaggio sarebbe scarso. I rischi sono aspecifici e più legati al fatto stesso di fumare, all'assunzione di sostanze presenti insieme al thc.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Sono stata operata di appendicite in laparoscopia in anestesia totale 5 giorni fa. Non sto prendendo nessun anticoagulante, antibiotico e antiffiamatorio. Posso riniziare a fumare hashish? Nel caso quanti giorni dovrò aspettare? Vi ringrazio in anticipo.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Cara lettrice, non c'è un momento in cui assumere cannabis è del tutto privo di rischi e quindi io potrei dirti : puoi! Su questo penso che ti sia d'accordo con me. In un periodo post-operatorio, naturalmente, sarebbe meglio evitare di utilizzare qualsiasi sostanza, almeno fino alla completa guarigione dei tessuti (interni ed esterni) operati. Questo avviene nel tempo di alcune settimane.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve, sono stato operato per la rottura del menisco cinque giorni fa.il giorno seguente all'operazione ho fumato dell hashish però dopo una ventina di minuti ho avuto un accelerazione cardiaca.potreste spiegarmi il motivo?? Ormai è anni che fumo cannabis e hasish e non mi era mai successo.(assumo solamente della calciparina)

Re: Hashish dopo un' operazione

Salve, ieri sono stato stato operato ad entrambi gli occhi con l'intervento lasik, intervento riuscitissimo, vorrei sapere se potrei fare uso di hashish.
Mi hanno assegnato i seguenti farmaci a gocce: Voltaren, Monoflox ofta coll, Epithaloe, Oftassiale, Cortivis coll.
E' un problema se fumo?? Grazie in anticipo.

Re: Hashish dopo un' operazione

Quando si "fuma" qualcosa, si introducono sempre delle sostanze (frutto della combustione) i cui possibili effetti su dei tessuti operati non sono ben prevedibili. Questo in generale. Non posso essere più preciso perchè non scrivi a quali sostanze ti riferisci.

sigarette dopo operazione al naso

Sono stato operato circa 10 giorni fa per una frattura delle ossa nasali e riduzione dei turbinati, ho tolto i tamponi 3 giorni fa e sto prendendo un antistaminico e sto facendo degli sciaqui due volte al giorno, posso fumare SIGARETTE?

Re: Marijuana dopo un' operazione

Purtroppo non mi scrivi a quale sostanza ti riferisci. In ogni caso posso risponderti che in una fase in cui esiste una "ferita" che deve guarire, meglio essere il più prudenti possibile.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve, ho 23 anni sono stato operato venerdi 8 Maggio, sospetta appendice ( poi tolta lo stesso) all' intestino zona colon mi hanno tolto un DIVERTICOLO infiammato, che sicuramente avevo dalla nascita....sono passsate due settimane posso tornare a fumere hashish e marjuana?? ancora mangio in bianco poco condimento niente insaccati caffè ecc...porto la pancera...e qualche sigaretta la fumo...Grazie..

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve, sono stato operato di fimosi non serrata, due volte! la seconda a poche ore dalla prima per un ematoma penineo dovuto ad una vena non cauterizzata a dovere.. Sono passate 24h dal secondo e ultimo intervento. Non prendo farmaci, la devo solo disinfettare.. Mi chiedevo visto il problema della perdita di sangue se e quando posso tornare a fumare cannabis? Potrebbe creare problemi? Grazie in anticipo

Re: Marijuana dopo un' operazione

Ho risposto moltissime volte a domande cone la tua.
Ogni postoperatorio è un periodo delicato, in cui l'organismo deve mettere in atto i processi di guarigione dei tessuti lesi.
È meglio essere estremamente prudenti. Il thc non dovrebbe ostacolare questi processi. Lo stesso non possiamo dire per le sostanze utilizzate per il "taglio" di cui non si può conoscere la natura e quindi nemmeno gli effetti tossici.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Buonsalve a tutti! Sono stato operato il 6 luglio e mi hanno tolto le tonsille (oggi e' l'11) mi hanno dimesso 2 giorni dopo e assumo giornalmente Ugorol Cefixoral e 2 dosi da 1000mg di paracetamolo.....ho il controllo finale il 17 luglio e poi mi aspetta una settimana di permanenza a casina completamente solo nel quale pensavo di fumarmi le mie belle cannette e mangiare come non mai....a questo punto l'alcool lo rinnego volentieri però non voglio negarmi la buona vecchia Mariagiovanna ma nemmeno beccarmi un'emorragia perciò chiunque sia passato nella mia situazione e mi sappia dare una risposta sarà benedetto da Buddha. Grazie :)

Re: Marijuana dopo un' operazione

Buongiorno!
Sono stata operata il 9 luglio per un'ascesso alla ciste di bartolini, e mi hanno dovuto fare un'anestesia totale per inserire un drenaggio che dovrò togliere lunedì. Sono sotto antibiotici e antidolorifici (oltre a fermenti lattici e lavaggi particolari)
Ieri ho provato a fumare marijuana ma subito dopo (nemmeno finito lo spinello) ho iniziato ad avere i sintomi di svenimento, ovvero giramenti di testa, orecchie tappate, e dolori proprio lì dove sono stata operata.
Mi chiedevo se è stato perchè ho fumato o solo per suggestione e se quindi in questi giorni posso riprendere a fumare, sempre moderatamente..
Grazie mille.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Il mio consiglio è di evitare fino a che non sarai del tutto guarita. Quello che ti è successo, secondo me, non è suggestione, ma conseguenza degli effetti cardiovascolari di ciò che hai fumato. Meglio essere prudenti.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Assolutamente no! Un infarto è un fatto molto grave, seppur la terapia che ti è stata fatta ha di certo diminuito i danni che avresti potuto conseguirne. E' molto importante a questo punto che la condizione dei vasi coronarici sia preservata il più possibile e questo è incompatibile con il fumo di qualsiasi sostanza.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

ok dottore , capito , e scusi la mia insistenza e solo x capire meglio , ma corro grossi rischi anche se mi facessi 2- 3 tiri solo nel weekend con gli amici......... pur smettendo di fumare tabacco e non fumando thc x tutta la settimana ? la ringrazio anticipatamente !

Re: Marijuana dopo un' operazione

In passato mi ha già risposto in merito al contramal ,mi curo con omeopatia e cannabis , dovrò subire un intervento di bonifica totale cavo orale , estrazione 11 denti e 1 radice in anestesia generale e day hospital, per il mio stato ansioso uso la cannabis ( per come la vedo io ) e' sempre cura , e benessere psico-fisico) non intendo rinunciarci , e il problema principale è la combustione , cercherò di procurarmi un vaporizzatore , ma sul dolore post operatorio non so se mi sarà sufficiente e anche il contramal dubito possa coprirlo , visto che lo uso come antidolorifico in emergenza
Sono soggetto allergico a fans antiinfiammatori paracetamolo e acido acetilsalicilico e la cannabis come farmaco è unica soluzione di cui mi fido e mi posso somministrare in tranquillità . Ora mi chiedo come esporre il mio problema all'anestesista e il non essere presa in giro come già avvenuto in passato . Grazie per la sua serietà nelle risposte

Re: Marijuana dopo un' operazione

Penso che gliela dovresti esporre proprio nel modo con cui lo hai fatto con me.
Ed è importante che gli elenchi anche tutti i farmaci a cui sai di essere allergica.
Se il collega non condivide le tue scelte (che del resto lasciano perplesso anche me....) non ha comunque alcun diritto di prenderti in giro
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

sono stato operato 10 giorni fa a setto nasale e turbinati e 2 giorni fa mi hanno tolto le lamine di silicone dal naso e ho ripreso a respirare normalmente. ieri ho deciso di fumare uno spinello ma mi sono sentito malissimo il naso mi è andato a fuoco e ho iniziato a tremare di freddo e per almeno tre ore ho sofferto parecchio e ancheora ho un po' di fastidio. quanto devo aspettare prima di poter ricominciare a fumare anche solo semplici sigarette?

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve sono stato operato al braccio per una rimozione e successivamente un'installazione della placca prima in titanio ora in metallo con una anestesia totale di circa 3 ore. . Quando posso ricominciare a fumare cannabis?

Re: Marijuana dopo un' operazione

Buonasera, il mio ragazzo ha subito un'intervento di 45 min -1 ora rimuovendo una ciste nei testicoli e il taglio del filetto , è uscito alle 15:00 dalla sala operatoria, ora potrebbe fumare una cannetta di amnesia ? Ps: Ha avuto un'anestesia totale leggera

Re: Marijuana dopo un' operazione

salve, oggi dopo l'ora di pranzo mi è stato tolto un dente del giudizio, l'operazione è durata si e no 10 minuti infatti non c'è stata alcuna complicanza, se fumo dell'erba rischio che mi succeda qulcosa o posso procedere tranquillo?

Re: Marijuana dopo estrazione di un dente anchilosato

Salve, sono stata operata giovedi mattina in sedazione per l estrazione di un molare anchilosato. È andato tutto bene anche se (come è giusto che sia) dal giorno stesso dell intervento ho la guancia gonfissima.la rimozione dei punti è prevista tra 10 giorni circa e mi hanno sconsigliato di fumare fino ad allora. La mia domanda è: se ricominciassi a fumarmi una cannettina di erba ottima gia da questi giorni rischierei delle complicanze?tipo infezioni ai punti ecc.grazir mille in anticipo

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve, da 10 giorni ho subito un intervento di riposizionamento della iol...dovuta da una "cataratta traumatica"
Ho ricominciato a fumare dopo tre giorni ma oggi alla visita di controllo hanno riscontrato un punto staccato ed una conseguente piccola infezione da curate con antibiotici....vorrei sapere se la marijuana può avere causato tutto ciò.
Grazie

Re: Marijuana dopo un' operazione

Buonasera,
La contatto perché vorrei porle una domanda dato che il 29 dicembre mi hanno operato d'urgenza per un emorragia interna alla milza, rimossa in seguito durante l'operazione. Al risveglio (il giorno seguente) il medico mi annunciò che tolta quella milza ne hanno trovata una accessoria (avuta sin dalla nascita) che col tempo prenderà le funzioni di quella rimossa (anche se le dimensioni sono ridotte in confronto alla milza normale). Volevo domandarle per quanto tempo dovrei restare tranquillo senza assumere cannabis (hash,maria), anche perché il medico che mi ha operato ha detto che se possibile devo smettere con il bere e fumare (lui intendeva sigarette perché cannabis non lo sapeva), anche se non sono dipendente da nulla di questi, o limitarmi al minimo possibile dato che prima occorrono vari vaccini e in seguito controlli sulla cosiddetta milza accessoria se esegue correttamente le sue funzioni.
L'ultima l'ho fumata in data 25 dicembre anche perché poi,precedentemente a tutto il caos dovuto all'operazione d'urgenza, ho avuto una sindrome influenzale con febbre a 39.5/ 40 dallo stesso giorno che ho fumato sino al 28.
Attendo con pazienza un suo cortese riscontro e le porgo cordiali saluti,
Marco.

Re: Marijuana dopo un' operazione

Caro Marco, da quello che racconti mi sembra che una diagnosi definitiva sulla
tua situazione clinica non sia ancora stata fatta.
Quindi non si conoscono ancora le capacità della milza accessoria.
Inoltre dalle tue parole non posso capire il motivo emorragia che che ti ha portato alla splenectomia.
Quindi non è possibile definire i tempi (proprio come ha fatto l'altro medico
rispetto a sigarette e alcool) passati i quali il fumo di cannabis torni al rischio che
comporta in generale.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: Marijuana dopo un' operazione

Salve, le scrivo per fugare i miei dubbi.
Sono stato operato il 10 Gennaio (mentre scrivo é il 14) al legamento crociato del ginocchio sinistro l'anestesia adoperata è stata quella epidurale. Vorrei tornare a fare uso di cannabis ma ciò che mi preoccupa non è tanto la questione legata all' anestesia dato che sono passati ormai 4 giorni ma il fatto che quotidianamente faccio delle iniezioni di seleparina (anticoagulante), il mio timore è che tra la combustione di tabbacco e carta sommata alle sostanze presenti nella cannabis possa venir influenzata negativamente la circolazione sanguigna (per "influnzata negativamente" intendo oltre i "normali" rischi di salute provocati dalla cannabis) che quindi si possano presentare gravi conseguenze quale la trombosi (ci tengo a precisare he ho 17 anni e non ho mai avuto problemi di circolazione). Probabilmente i miei timori sono infondati data la mia età e la mia condizione di salute ma gradirei l'opinione di qualcuno più esperto.
Cordiali saluti,

Alberto

Re: Marijuana dopo un' operazione

Caro Alberto, i tuoi dubbi sono, non soltanto legittimi, ma anche assolutamente fondati. La tua condizione è, al momento, a rischio di trombosi venosa e quindi tutti i fattori che possano aumentare il rischio in quel senso vanno evitati. Compreso il fumo di cannabis, per tutti i motivi che tu stesso hai elencato.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Buongiorno, ho fatto un

Buongiorno, ho fatto un intervento di biopsia ai linfonodi del collo lato dx ieri, con anestesia totale. Volevo sapere se c'erano controindicazioni se volessi fumarmi una cannetta e se con l'antibiotico ci potevano essere delle interazioni di qualche genere. 

Aggiungi un nuovo commento