Back to top

mi sono fatta intramuscolo.

consigli medici
effetti delle sostanze

ciao,ieri mi sono fatta intramuscolo nel sedere perchè non riesco piu a trovarmi le vene.quando ho infilato la siringa come sempre tiro per vedere se viene del sangue.e di solito nel sedere non mi viene mai nulla. mentre ieri mi veniva del sangue quando tiravo.secondo voi come mai?e se butto la sostanza può succedere qualcosa??grazie.

Risposta 
Il fatto che aspirando dopo avere infilato l’ago nel sedere significa che la punta dell’ago è entrata all’interno di un vaso. Il problema è che non è possibile distinguere con certezza se si tratta di una vena o di una arteria. Iniettare quindi l’eroina può essere  più pericoloso che di norma. Se si tratta infatti di una arteria la sostanza viene subito trasportata verso le arterie dell’arto inferiore e questo può provocare un danno in questa zona del corpo. Il fatto che non riesci a trovare più vene in cui iniettare l’eroina dovrebbe metterti in guardia per il fatto che il tuo circolo venoso superficiale è stato notevolmente danneggiato e questo può essere segnale di una sofferenza del tuo organismo.

Commenti

Re: mi sono fatta intramuscolo.

ma quindi anche nel sedere ci possono essere delle vene?
comunque io sono giovane ho 24 anni non ho mai avuto molte vene.anche prima di iniziare a farmi quando andavo a levarmi il sangue dovevano sempre farmi 3/4 buchi prima di trovare la vena.
cmq grazie delle vostre risposte ci sono molto d'aiuto

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Nel nostro corpo di sono tantissime vene superficiali e profonde. Facendo quindi una iniezione intramuscolare è possibile incontrare una vena profonda. Ti ringrazio per le tue parole. Essere utili ai nostri lettori ed aiutarli a correre meno pericoli o a smettere di usare sostanze è uno dei nostri obiettivi.

eroina intramuscolo.

Salve a tutti, sono un eroinomane ed ultimamente non riesco più aprendere le vene che ho nelle braccia. A volte provo e mi capita di prendere e poi perdere la vena e a questo punto entro nel panico per paura di perdere tutto così mi faccio intramuscolo sul sedere. Ho lo stesso effetto?
Mi sono promessso di cominciare una terapia al sert e lo farò al più presto perchè ho intenzione di fare un figlio.
Grazie Aldo

Re: eroina intramuscolo.

Iniettare eroina intramuscolo può essere causa di infezioni anche gravi. La differenza dell’effetto tra l’iniezione intramuscolare e quella endovenosa consiste fondamentalmente nel fatto che l’assorbimento è più lento e quindi l’effetto è più lento e meno intenso. Penso che fai bene ad andare al sert per curare la tua dipendenza da eroina che, a quanto scrivi, sembra piuttosto importante. Penso che sarebbe meglio fare un figlio solo dopo che avrai superato la dipendenza.

Re: mi sono fatta intramuscolo.

so di altre persone che tentando di farsi intramuscolo hanno fortuitamente preso una vena, è possibile anche se raro. bisogna stare attenti però sia al colore del sangue, rosso chiaro/rosa = arteria mentre rosso scuro/nero = vena, che alla quantità iniettata infatti nell'intramuscolare di solito si aumenta di gran lunga la quantità per ottenere un effetto equivalente all'endovena, flash a parte. l'eroina di oggi è diversa, è peggiorata e rovina le vene in brevissimo tempo, molti ormai hanno problemi a trovare una vena e molti provanno a farsi sopra l'inguine, con un ago + lungo. la cosa funziona ma ci sono grossi rischi, proprio lo scorso anno un mio amico è morto di emorragia, dopo essersi fatto il sangue usciva dal buco e non si fermava, purtroppo dopo 3 minuti ha perso la vita... riposi in pace. quando un tossico comincia ad avere gravi problemi nel bucarsi può solo decidere di smettere, altrimenti i danni saranno irreparabili.
ciao

Re: mi sono fatta intramuscolo.

(morto di emorragia, dopo essersi fatto il sangue usciva dal buco e non si fermava, purtroppo dopo 3 minuti ha perso la vita.) Questa mi sembra una cretinata assurda.. da un buco di un ago(anche grande) in 3 minuti è praticamente inpossibile morire..anche se fosse stato un ago di 4 mm di diametro 3 minuti sono pochi.

Re: mi sono fatta intramuscolo.

E cosí ho fatto ho smesso quando lo schifo delle vene che non si trovavano era diventato uno scempio al corpo umano.
Ma noi il vizio lo perdiamo difficilmente e ora dopo 6 anni mi faccio intramuscolo sul sedere e ora è pieno di bozzi e dolorante. Che potrà essere??

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Si tratta esattamente di quello che è successo con le vene. Le numerose iniezioni di sostanze, per altro non sterili, hanno provocato infezioni ed infiammazioni che hanno provocato il risultato che vedi. Le cose potranno solo peggiorare ancora se continui a maltrattare il tuo corpo in questo modo. Se sospendi le iniezioni invece a poco a poco le cose dovrebbero migliorare con delle cicatrici esterne ed interne. Certamente la dipendenza gioca contro una decisione di questo genere, ma è l'unica possibilità.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Salve mi sono fatto sul braccio in vena di eroina. Subito dopo ho avvertito un forte pizzico tipico del taglio, e la mano mi si è gonfita. Può essere il taglio? ho preso un antibiotico ma sono spaventato. Mi potete dire che cosa può essere successo. Il braccio non è gonfio solo il pollice l'indice il medio e il dorso, Mano sinistra,Sul braccio ho solo i segni del taglio che stanno sparendo pian piano. Vi sarei davvero grato se poteste darmi una risposta Grazie

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Certo: potrebbe essere conseguenza delle sostanze iniettate. Si tratta di una sofferenza del sistema venoso. Hai fatto bene a prendere l'antibiotico che devi però prendere correttamente. Forse sarebbero opportuni anche degli antiinfiammatori.
Laura Calviani medico sostanze.info

RIspondo affinchè possa

RIspondo affinchè possa essere utile a qualcuno, anche a distanza di tempo: se quando fai l'iniezione in vena avverti un forte bruciore/pizzicorio nella parte sottostante (ad es.: ti fai nell'incavo del gomito e senti bruciore fino alla mano) e quella parte si gonfia significa che hai preso un'arteria. Normalmente non fa neanche effetto prendendo l'arteria, perchè il sangue viene portato nella direzione opposta. Un indizio per evitare che succeda è il colore del sangue quando lo aspiri per capire se sei in vena: se è rosso vivo è un'arteria, non fare assolutamente l'iniezione, cambia vena, se è rosso scuro fino a nero è una vena e puoi procedere. 

Re: mi sono fatta intramuscolo.

ciao a tutti ieri mi sono fatto in una arteria mi bruciava tutto il braccio mi e diventato viola in base alla mia esperienza ho gia cominciato a prendere degli antibiotici per sgonfiare il viola non ce piu pero mi fa male piu o meno all altezza del gomito faccio fatica a piegarlo mi fa male le dita ........volevo solo sapere se e un probblema grave o con qualche giorno continuando a prendere gli antibbiotici passa grazzie .......

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Assumere un antibiotico va bene. Però quando si inietta eroina in un'arteria il danno principale non consiste in una infezione (che pure ci può essere) ma nella sofferenza ischemica dela zona irrorata dall'arteria in cui la sostanza è stata iniettata. Penso che sia opportuna una visita da parte di un medico per verificare la possibilità di danni all'arto.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Iniettarsi in un vaso che sia arterioso o venoso può provocare danni. Questi possono essere correlati al trauma della puntura e alla procedura di iniezione e/o a ciò che si inietta; ad esempio ci possono essere danni dovuti alla puntura non sterile o a sostanze irritanti e/o tossiche che possono ledere il vaso o provocare alterazioni coagulative (formazione di trombi). I danni prodotti possono anche essere anche permanenti.
Giovanni Tavanti medico sostanze.info

Re: mi sono fatta intramuscolo.

A proposito di trombi. Mi spiegereste per cortesia, cosa sono? E se è possibile "risolverli"?
Lo chiedo perchè alle volte ho come l'impressione che il sangue in alcune vene sia piu denso. Non proprio coagulato... ma l'impressione e la paura è questa.
Il rischio di coagulare il sangue, tappare le vene esiste? Se si, si manifesta immediatamente dopo essersi fatti o anche a distanza di giorni dall'ultima volta?

Grazie anticipatamente. Complimenti per il servizio e scusate le troppe domande!

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Potreste spiegare meglio cosa sono i trombi?
Ho paura della coagulazione del sangue e vorrei capire se e come si manifesta e a cosa porta. E anche se è possibile risolvere il problema delle vene e del sangue.
Grazie

Re: mi sono fatta intramuscolo.

ho un amico che si fa nel collo e visto che non riesco più a prendermi nelle braccia ci stavo pensando pure io xo non so quali rischi si corrono o se e più pericoloso che sulle braccia cosa mi consigliate ci sono punti strategici oltre l intramuscolo perché gia la roba non la sento poi se me la faccio pure intra non ne vale la pene tanto vale buttarsi sul metano che in quel caso farebbe di più

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Utilizzare le vene del collo è molto pericoloso. I pericoli sono vari: lesione degli organi vitali che sono nel collo, puntura della pleura, infezione e occlusione delle vene del collo, infezione alla parete interna del cuore.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Utilizzare i vasi inguinali è particolarmente pericoloso. Per due motivi. Il primo è la grande vicinanza tra la vena femorale e l'arteria femorale. Quindi il pericolo di iniettare la sostanza nell'arteria è molto alta, con tutte le conseguenze relative. Il secondo motivo è il fatto che provocare una flebite o una tromboflebite della vena femorale è alto. E quando questo avviene in questo vaso le conseguenze sono molto più gravi di quando avviene in un vaso dell'arto superiore. Si può, tra l'altro, morire per embolia polmonare.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Sinceramente sono allibita che ci sia ancora gente che si allibisce davanti ad un tossico. Allibita per chi non è a conoscenza e stigmatizza ancora malattie mentali e/o abusi nel più ampio senso della parola, e/o disturbi comportamentali and company. Dalla tossicodipendenza vista dagli altri come un film, o le ragazze giovani abusate e violentate nell'anima e prese come se fossero loro le troie, o di essere falsamente empatico con uno che sta combattendo un tumore e non altrettanto con uno che sta combattendo che ne so,un forte episodio psicotico scaturito dalla sua bipolarità,ecco di tutte queste sfumature di ignoranza,omertà e crudeltà e sinceramente a sto punto,cioè nel 2015,stupidità sono veramente,realmente STUFA. Voi siete intitolati ad avere l'opinione che volete,ma sappiate che le tre parole sopra,e molte altre, creano sofferenza,solitudine ed infine morte. "Voi che credete d'esser assolti,siete lo stesso coinvolti..".

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Ciao.Alla tua domanda non e' facile rispondere per il semplice fatto che non siamo tutti uguali,quindi anche se le vene del corpo umano sono le stesse per tutti,e' una questione molto soggettiva.Potresti provare la safena,interno coscia,partendo dal ginocchio a salire.Ti ripeto che e' soggettivo,quindi e' possibilissimo che se per me e' molto facile "trovarla"magari per te e' completamente diverso.L'ultima spiaggia sono quelle del collo ma te lo sconsiglio vivamente.

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Parlane con il medico del Sert...nell'ottica della riduzione del danno valuterà lo stSto del tuo sistema cardiocorcolatorio e la situazione delle vene...magari non ti dirà proprio dove infilare l'ago, ma sicuramente ti parlerà dei rischi e delle possibilità. Je hai per fatti meno male possibile.
La harm reduction l'hanno stilata proprio per questo, per garantire anche a chi non vuole non può o non riesce a smettere, come farsi meno male possibile...
Ricordati che i medici sono li al servizio per noi utenti, e no potrà non rispondere alle tue domande.
Io negli anni ho visto e ho fatto cose incredibili, per fortuna ho mantenuto la situazione delle vene sotto controllo. Ho visto molte persone, dopo braccia mani piedi passare alla vena safena con tutti i rischi del caso.
Ma non ho visto mai nessuno rinunciare, piuttosto farsi intra muscolo come ultima possibilità, dopo essere diventati come uno scolapasta...
Mamma mia che ricordi...
Brutta storia...

In bocca al lupo a te comunque!!!

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Si safena brutta bestia..io una volta mi son fatta la ed una volta ho preso una bella tromboflebite! Ed ero 'esperta' diciamo,quindi secondo me è proprio molto probabile che avvenga un misfatto ecco..Comunque i miei medici al sert al tempo mi hanno proprio indicato le migliori vene con minor danno eventuale ancora disponibili,quindi si sono la apposta! O non sei seguita forse? In tal caso puoi cmq andare a chiedere,è ovvio che tenteranno di farti aprire un percorso..in tutti i modi ci proveranno..!La sta a te..però delle siringhe sterili e quant altro (pomate,infusi,ecc..),te le daranno comunque. Premettendo che ora sei attiva e ti va bene cosi,ma hai proprio ago-mania o riusciresti magari a fumare o pippare per un po? Ovvio,stessa merda,ma le tue venine intanto farebbero un respiro di sollievo un pochino più ossigenato del solito..Guarda non mi sono fatta troppo tempo (4 anni) e a distanza di 4 anni da allora,ancora ho le vene imprendibili da qualsiasi infermiere,o meglio da quasi tutte. Ci mettono veramente e non esagero il resto della tua vita a tornare utilizzabili per prelievi,ecc. O almeno a me,poi siam tutti diversi..comunque sul piede anche se più difficile da capire quale è la vena (io dal colore del sangue capivo e casomai non buttavo), è meno pericoloso che sul collo..almeno da quanto dicono appunto i med al sert.
Mi spiace tanto per il tuo disguido,e per il tuo/nostro problema,ti auguro il meglio! Forza!E ricorda non sei mai sola,ne aliena,me una merda come facilmente ci definiscono no la frase tipica 'tossico di merda',sei una stupenda creatura piena di costellazioni ed universi dentro come tutti noi..a te decidere quali e come e quando usarli.

Re: mi sono fatta intramuscolo.

buon gg a tutti.ho letto questo ultimo messaggi,era davvero bello,soprattutto l'incoraggiamento,la forza propositiva nel spingere la persona a nn considerarsi mai meno di ció che siamo indipendentemente dalle scelte effettuate.purtroppo l'assioma"tossico di merda"fa parte del vocabolario comune degli ignoranti,che poi magari,il tossicodip lo hanno in casa e nn lo sanno.cosí come definirele donne"troie"gli omosessuali in modi abominevoli,i migranti in altrettanti modi.purtroppo,la paura e ripeto l'ignoranza,giocano un ruolo di primo piano nella valutazione dei nostri simili.io ho smesso l'uso di sostanze,4 anni e mezzo fa.ho cominciato con l'eroina sniffata,pochi gg,poi eroina in vena.ma poi......l'innamoramento x la cocaina,con passaggi ad ero/coca,speedball.avevo avuto una lunga pausa di 5 anni,ma poi,km ho letto in un commento dove parlava dei triger che scatenano il desiderio,io ci son ricaduta.pensavo onestamente di nn avere speranza alcuna,ho rischiato la vita della mia gamba,ho avuto allucinazioni visive in seguito,probabilmente,alle alte dosi di ketamina??miscelate alla coca,eppure nulla ti ferma.poi un gg d'estate di 4 anni e mezxo fa,mio marito mi dice:perchè non provi a smettere??dai prova x un gg e io ti giuro che se stai male,te la do io stesso.io nn so,se sia stato questo o semplicemente fosdi pronta,ma un gg,sono diventati due,due tre e cosí sono passati gli anni.contrariamente alla volta scorsa,io posso dire,di nn avere nesdun desiderio o pensiero sulle sostanze,nn mi fa nessun effettovedere un ragazzo comprare le siringhe in farmacia ne ho quei famosi trigher.assumevo metadone,oltre 120 del concentrato.in 6 mesi sono oggi a 0,1.mi curo solo con prodotti naturali,ho conosciuto il reishy,fungo medicinale cinese,la mattina un bel bicchiere di acqua tiepida limone e zenzero.mandorle,noci e semi,zero proteine animali.sono ritornata quella che ero,vegana macrobiotica.scalare così velocemente,x me,che ho vissuto l'esperienza dell'astinenza con vomiti x ore interminabili e dolori atroci,è stato meno,ma molto meno difficile di quanto credessi.la mia paura erano i vomiti nn i dolori.oggi cosa ho come strascichi da scalaggio,qualche cramo che risolvo con docce calde,e dolori alla cervicale.ah!si,dormo pochissimo,ma,nn ho sonmo,nn sono stanca,anzi lavoro,sono attiva,etc,io do la mia esoerienza,molto soggetiva che nn vuole assolutamente essere un insegnamento x nessuno.penso che per me abbia funzionato perchè ero pronta.la mia dipendenza,ha origini antiche e si fonde con la mia anoressia.ecco il perchè della coca,anche xkè per natura nn sono apatica,sono attiva e nn mi piaceva l'effetto di altro.ma sono cose che ho capito in tera.al sert mi furono somministrati anche psicofarmaci x gli attacchi di panico.onestamente??li avevo peggio di prima,quindi,ho preso quella roba e l'ho allegramente cestinata.nn assumo nulla x l'insonnia,nulla x le cefalee che a volte mi colpiscono pesantemente.io faccio così:mi occupo dei gattini della picvola colonia o vado a passeggio con i miei canii rilasso,mi godo la passeggiata e mangio un quadrato di buon cioccolato e mi passa.forse il mio discorso può sembrare semplicistico,ma chi lo fa,è una donna che ha vissuto una vita difficile,una madre malata psichiatrica mai curata,che oggi è totalmente folle e che ha in tutta la sua vita agito per distruggere tutti.oltre alla malattia,cattiveria e sadismo a gogo.una madre di cui mi son sempre pccupata da sola.la morte dei miei nonni che mi avevano allevata,problemi economici di tal portata che so ks è l'indigenza,buchi,buchi enormi nella memoria che nn mi permettono di ricordare la mia infanzia e che nn mi permettono di ricostruire con logica temporale nessun evento,17 anni anoressia,quasi morta,peso 31kg con il cappotto.bulimia,abuso di anfetamine x controllare peso,una parentesi con alcolici.tutto queto sempre molto lucidamente,poi un compagno di cui io l'unica fessa a nn sapere della sua tossicodip.un tossico d'elite,km si definisce lui,mai casini,sempre lavorato in un ottimo.posto,sempre a criticare chi invece nella droga ci è finito anche con le scarpe km se ci fossero sottoclassi di tosdici,valle a capire le persone.alla fine,cercando di salvarlo,la crocerosdina dell'anno,indovinate chi ci é caduta dentro??si io ovviamente.lui dice che è colpa mia.la kiesi io.fate un pó voi le valutaxioni.tenete presente che altre ragazze prima di me,con lui,hanno avuto stessi problemi.io mn colpevolizxo nessuno.in fondo ho scelto io x mille e un motivo e prima impariamo ad assumerci le resp,prima diventiamo forti anchr se qst fa male.xkè io sono contraria a met e psicofarmaci??perchè a mio avviso,tmponano una dipendenza,nn risolta e ti fanno aggrappare ad altro.io mi son detta:se finisce,finisce,nessun compromesso,nn ne vedevo il senso.spero di poter ricebere vostri grafiti commenti,vanno bene anche le critiche purchè educate.tutto serve.auguro a tutti voi,una buona vita.che riusciate a trovare quel raggio di sole che vi illumini la strada e vi porti km x la strada di mattoni rossi x dorothy verso la vostra meta.abbracci

Re: risorgere la corrente

Ciao a te!Sono la ragazza del commento 'propositivo' sopra,deduco dal tuo scritto che non sei quella che ha chiesto inizialmente la domanda. Se ci sei scrivici una parola, basta proprio 'parola',sai dato tutti i dubbi che avevi..e se ne sentono-vedono..
Comunque alla donna sopra,che mitica caspita!! Devo dirti sinceramente che non ho capito benissimo tutto,perchè capisco che è impossibile comprendere una vita intera spiegata in pochi paragrafi . Ma se ora sei super-duper salutare sei veramente una super donna,altro che signora eroina!! Già è dura togliersi una dipendenza,e da soli..non immagino svariate (droghe,cibo..) ed inoltre prendersi cura delle creature! Ce l'hai fatta e questo è incredibilmente fantastico e credo fermamente che se ci fossero un po più di 'ex' a scriverci (in questo caso) i loro successi e le loro vittorie,dalle più piccole alle più gigantesche, molti di noi ne gioverebbero e non poco. A volte basta davvero una parola..Abbiamo disperato bisogno di speranza e testimonianze come la tua! Anche per tante mamme che non sanno per paura delle conseguenze che strada scegliere,questa è per esempio un'ottima testimonianza.. Sono certa da quello che scrivi sopra,che di emozioni ne devi aver provate una sfumatura infinita,talmente infinita che ad un certo punto hai detto basta..basta sensazioni di qualsiasi tipo. E la è subentrata l'eroina,secondo me.. Appena hai detto "la mia paura non erano i dolori,ma i vomiti",mi si è accesa la lampadina di un disturbo alimentare..e poi ho letto avanti e purtroppo (scrivo purtroppo per il dolore che ti deve aver causato o causa,non certo per giudicarti),hai confermato l'ipotesi..Pazzesco come un fisico già fortemente debilitato,reggesse anche le batoste chimiche. Pazzesco come tu,la tua anima,la tua mente,TU proprio abbia fatto ad oltrepassare tutto ciò,veramente brava brava brava. Si vede che ti sei aggrappata con unghie,denti,sangue e sudore all'asfalto bollente pur di seguire quella fioca lucettina che da qualche parte percepivi..l'hai cercata finchè no l'hai trovata! Sul fatto chi ha fatto cominciare chi è sempre un discorso delicato..si,certo,siamo tutti (almeno in sto post) maggiorenni e vaccinati quindi liberi di prendere le nostre scelte è vero. E' altrettanto vero che i rapporti (nella specie amorosi) che nascono da situazioni molto incasinate,raramente si instaurano e proseguono parallelamente. Si tende ad avere sempre uno più 'sottomesso' (non è il termine adatto,ti prego di capirmi) dell'altro. Uno che si sente e fa sentire gli altri come se fosse lui-ei in controllo (e non lo dice,ma ciò si instaura con svariati comportamenti anche apparentemente banali) e un altro-a a cui infine va bene delegare il suo di controllo. Moooolto banalmente (non si riduce solo a ciò) quello che ama più se stesso e l'idea della coppia,e chi ama più l'altro e la coppia. Inoltre,come hai ben analizzato tu,erano degli anni in cui ti riusciva difficile non farti del male. E sopratutto per noi donne,sono momenti molto delicati i nostri momenti masochistici perchè tendiamo a voler un uomo come ancora e subconsciamente invece lo prendiamo per darci la mazzata finale. Non tanto perchè lo si vuole salvare,a mio avviso casomai per un reciproco autosalvarsi,che però è un continuo urlare tra sordi. Ma perchè cosi abbiamo anche la 'giustificazione' di dire ecco vedi,anche il mio uomo mi reputa cosi e cola,o anche lui mi tratta o fa cosi e cola e quindi devo essere io quella che non va e quindi rimettiamo in atto il comportamento compulsivo (eroina,non mangiare,quel che sia)..ti prego di credermi che non punto diti,anzi forse lo faccio ma verso me stessa. Sono tutte opinioni basate sul mio vissuto insomma..
Comunque ora quindi alla grande! Hai figli dici,stupendo! Una gran propulsione sicuramente, per tanti questa propulsione diventa motivo in più di degradarsi lentamente,e invece a te ti hanno spronato al meglio! E' veramente rinfrescante e purificante sentire questi gran successi. Ma continui a fare terapia o basta anche con quella? Lo chiede solo,ma lo saprai meglio di me credo sei più grande,perchè dobbiamo sempre tenere gli occhi di tutti i chakra che abbiamo ben aperti ed allerti..sono certa tu abbia imparato a cogliere eventuali 'sintomi pre-ricaduta' (sia alimentare che altro),e che abbia trovato il modo di agire di conseguenza in modo positivo,se no non sarebbero quasi 5 anni che VIVI!
Ti posso solo che augurare veramente di perseguire questa strada con tutta la grinta che hai tirato fuori negli anni..ci vuole animo ed energia sia per distruggere che per ricostruire,direi abbiamo il pieno di entrambi noi allora;) Auguroni davvero!!!!!A tutti!!
PS.scusa,comprendo la delicatezza quindi non risp se non vuoi,ma tu da persona che ci è passata e quindi avrai anche visto molti medici ecc credo,hai mai sentito-visto l'insorgere di un disturbo alimentare senza che fosse la persona stessa a inizialmente farsi pensieri o 'paranoie' sul cibo? Cioè possono dire che un calo ponderale di peso dipenda dalla mia testa ("e io non sono un psicologo",testualmente la dottoressa), se nella mia testa non ho mai avuto pensieri di alcun tipo legati al cibo in se? Redazione,anche a voi chiedo se sapete dato che ho letto l'articolo pubblicato anche se so non centra con sostanze...
Ciao grande anonima,ti meriti grandi cose;)Spero proprio la vita sia un po più dolce e clemente nei tuoi riguardi d'ora in poi,e che tu continui ad esserlo.

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Scusate ma intramuscolo a questo punto non è uguale ad un fuorivena? Cosa cambia? La fate sempre con l'ago da uno? Solo sul sedere? Io vene ne ho poche in superficie. Scavando scavando giorni fa ho beccato un'arteria e il dolore atroce e la mano fuori uso per un giorno intero ancora me li ricordo bene...

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Ragazzi io è solo qualche anno che mi faccio prima fumavo ma ho già tutte le vene andate, anche sul collo ho usato tutte quelle che ho trovato, fortunatamente appena si sono abbassate e non riuscivo a prenderle mi sono fermato senza massacrarmi.ultimamente mi faccio poco ed ogni volta trovo qualche vena anche piccola superficiale, anche sulle gambe ma tutte superficiali, quando leggo le testimonianze o pen(g(tttso a quello che può succedere vado in paranoia, anche se adesso ho deciso di smettere o almeno di provarci seriamente, il metadone già lo prendo ed il mio corpo piano piano sente sempre meno bisogno anche di quello, nel senso che sto bene con poco. Meglio così se no si resta fermi ragazzi, tutta la vita intrappolati con gli stessi problemi, sempre le stesse situazioni, forse se avessi i soldi non ci penserei ma ormai sono arrivato al punto che non sento quasi più niente quindi perché continuare? Po'con la roba che c'è in giro adesso , quando avevo le vene sono arrivato a farmi 10gr nel giro di qualche ora ed essere in sentore,e la roba era decente.. visto che ormai il danno è fatto, mi pento solo di non aver provato a farmi quando ho iniziato dieci anni fa quando ancora la roba era buona...Comunque detto ciò smettete che è meglio

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Ciao, a questo punto si potrebbe tirare un po' le somme. Per chi non ha più vene e vuole bucarsi, dove è meglio e quale siringa usare? Perchè al tossico che usa le endovena, viene da usarle anche se pensa di bucarsi in una chiappa; solo che potrebbe essere sbagliato, perchè l'ago è troppo corto e viene fuori solo un livido o no? E poi sulla chiappa. ma dove? Dai ricordi di bambino, un po' in alto? E' meglio usare le intramuscolo? Quindi, se qualcuno sa come farsi li, che dia gentilmente dei consigli. Sembra facile, ma farsi male è ancora più semplice. ciao

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Purtroppo farsi male è davvero molto semplice. Le iniezioni nei tessuti (qualsiasi essi siano) di un liquido non sterile, anzi spesso addirittura sporco, sono ad altissimo rischio di infezione locale. Si rischia la formazione di ascessi (già di per se difficili da curare) che possono esitare poi in setticemie.
Difficile, se non impossibile, dare consigli su una "buona iniezione intramuscolare", di sostanze infette.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Ciao io mi sono fatta nell inguine, e ora ho una gamba ol doppio .vorrei consigli se posso fare qualkosa x farla torna come prima.da premetterr ke ho fatto punture eco e tante cose.ho una visita a modena xke dikono ke soo bravi.e un anno ke so messo cosi.nn uso piu niente .prendo la terapia di meta come si deve...vorrei una mqno x guatire lagamba grazie
a

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Evidentemente le punture all'inguine hanno provocato dei danni all'apparato venoso e linfatico della tua gamba. E questo ne ha provocato il gonfiore. Immagino che i medici che ti visiteranno valuteranno lo stato del tuo arto inferiore e le possibili terapie. Nessuno può darti un consiglio su internet migliore di quello che potranno darti i medici che valuteranno a fondo la tua situazione.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Ciao a tutti sono un ragazzo di 28 anni e ormai sono 5 anni che faccio uso di eroina ev. Prima di questo ho sempre usato coca sniffandola tt i giorni dai miei 16 anni finché conoscendo una ragazza che faceva uso di roba penso per curiosità ho deciso di provarla subito ev anche se prima quasi disprezzavo cchi ne faceva uso... Io penso che anche se è vero..che spesso chi sta con lo zoppo impara a zoppicare, ogniuno debba prendersi le proprie responsabilita... Ora sono in cura al sert da poco tempo ed ero arrivato a farmi 3 g di roba al gg. Spero di riuscire ad uscire da questa schiavitù anche se il meta dà altrettanta dipendenza. Un saluto a tutti e leggere che c è qlc nella mia stessa situazione mi ha fatto sentire un po meno solo.grazie a tutti e occhio.

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Se fosse così facile smettere...l'eroina non sarebbe quel flagello di cui tanto si parla..
Se uscire dalla dipendenza fosse così semplice....non so avrebbero persone con una storia di tossicomania lunga diversi decenni...
Se le comunità rappresentassero la soluzione per tutti, basterebbe un trattamento per dimenticare e superare il problema droga...

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Per farti capire di che dipendenza si tratta... immagina che da domani ti impediscano di utilizzare internet. Ogni giorno che passa sarebbe sempre più difficile resistere e prima o poi non ce la faresti più. Ora, trasferisci questa dipendenza nel campo della tossicodipendenza e su coloro che assumono sostanze come eroina.

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Mio figlio ha iniziato da poco a Bucarsi, ha 19 anni con cocaina, e l' ultima volta un cretino gli ha messo la siringa sul piede, ha dolori è un po' gonfio, non riesce proprio a camminare... Ha iniziato con le canne, io che sono stata sempre severa da quando era piccolo... Lui ha avuto perfino una Tos, gli hanno riscontrato una psicosi affettiva.. Non vuole andare in comunità, ora si cura in casa, ma i guai che passo non li auguro a nessuno.. Volevo precisare che le ho provate di tutte da quando aveva 13 anni.. Non credo che c"entra la morte suicida del padre, aveva 5 anni ed era tossico pure lui. Per questo doveva odiare la droga perché gli ha tolto il papà. Ho iniziato a portarlo dai psicologici da quando aveva 5 anni, perché era chiuso.. Insomma è stato sempre problematico, non si sa neanche derogare, gli hanno rubato sotto effetto dei suoi risparmi in 5 giorni seimila Euro, naturalmente di mia insaputa.. Ditemi qualcosa, a volte mi chiedo perché quando fu investito da una macchina non era meglio che moriva? Lui è un ragazzo che soffre, io ci provo sempre ad accudirlo, ma sto perdendo le speranze.. . Grazie

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Al momento il Sert e' l'unica arma potente a tua disposizione per gestire la situazione...non ascoltare le chiacchiere ed i luoghi comuni che circolano, essi vengono fuori solo dall'ideologia e dell'ignoranza di gente che non vuole o non riesce a superare i propri problemi.
L'alleanza con il personale del Sert rappresenta un'ancora di salvataggio in questo momento difficile; innanzitutto Atteaverso una terapia farmacologica che andrà strutturata ad hoc per il ragazzo e che gli permetterà di staccarsi gradualmente dalle droghe, poi anche l'aspetto psicologico verrà affrontato attraverso colloqui e terapie ben precise...
So cosa significa vivere questi momenti; si ha paura, non so da come agire, soprattutto come comportarsi, se essere duri e decisi o essere più morbidi e comprensivi; so che si ha sempre la paura di sbagliare, di non fare la cosa giusta, di non dire la parola adatta al momento adatto.
Poi ci si sente soli, estremamente solo a combattere contro in nulla, contro in nemico che non riusciamo neanche ad individuare; ci si sente soli ed abbandonati, con in problema che non si sa mai se raccontare o nascondere agli altri per vergogna.
Fai la cosa giusta, il Sert potrebbe essere l'inizio di un percorso, che magari proseguirà con la comunità, ma è tutto da vedere.
Per ora affidati, affidati e lasciati consigliare...

Ad maiora

Re: mi sono fatta intramuscolo.

meglio che moriva????....una madre fa tutto per il proprio figlio fino a trovare la strada giusta x aiutarlo esattamente come mia madre ha fatto con me .....adesso ho una figlia di 6 mesi lavoro e da 6 anni non faccio uso di niente dopo essermi datto coca e roba per 15 anni....

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Pensaci bene prima di aggredire così le persone che soffrono..perché tu pensi che lei non soffra assieme a suo figlio? Pensate prima di parlare se non volete che qualcuno vi dica che siete stupidi.

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Ah ooops:)Ora ho visto..va be con tutto il rispetto ma se partiamo da presupposti come 'non credo centri la morte suicida del padre tossico' siamo a bolla.'Non mi sento bene, ma non credo centri il fatto che sia stato frustato 68 volte,ricoperto di sangue e di crema,che abbia convissuto con cinghiali e lombrichi per tre anni,ne che mi abbiano costretto a pescare a mani nude nei fiumi dell'alaska fino ad atrofizzarmi tutte le dita.....'.Figuriamoci solo che un articolo di un 5 anni fa diceva che la gran parte dei ragazzi delle comunità sono semplicemente i figli di chi l'aveva frequentata 20 anni fa..

Re: mi sono fatta intramuscolo.

il sangue dell'arteria è di un rosso piu chiaro e si distingue notevolmente da quello di una vena..inoltre appena ti fai nell'arteria ti senti come bruciare tutta la parte,come se ti stessero dando coltellate ripetute con lame affilatissime,quindi non puoi andare avanti,inoltre il battito cardiaco aumenta esponenzialmente per diversi minuti...quindi se ti sei fatta in un'arteria te ne rendesti conto sul momento,sia per il colore del sangue che è rosso chiaro che per questi effetti indesiderati che ti da.....intramuscolo ti puoi fare,ma dopo un po a forza di fartici la parte usata s'indurisce e diventa impossibile anche li.....potresti farti nelle vene profonde,tipo l'inguine,ma devi essere capace e fare sempre caso se sei in vena o in arteria.....purtroppo quando spariscono le vene è un casino....e per riuscire un po ci vogliono anni..anni in cui ovviamente non dovresti mai toccarle per consentirgli di ricrescere piano piano...

Re: mi sono fatta intramuscolo.

AA me è accaduto invece l'assurdo.... Non lo spiego : Dunque , immaginate 33 anni di tossicodipendenza (17 anni oggi ne ho 52-.... ) Sempre e solo eroina, quindi unica soluzione il salvavita Metadone ( che sia benedetto).. Ma solo dopo 30 anni l'ho capito, studiato ecc. Cmq, non tocco eroina da circa boh, 3/4/5 anni, quindi non mi. Buco piu da circa 15 anni, xchè ultima la fumavo ( kobrett)...vabbe. Il fatto é, chi puo mi risponda vi prego , subito oltretutto....il fatto dicevo che anche se uscito dalla roba e dal metano, é circa 10/15 giorni che mi sparo la coca. Ok, piu stromzi di cosi si muore...ok, ma come è possibile che non ho piu una dico una vena ? Mai bucato al centro xchè avevo vene ovunque sulle braccia, ( forse in 35 anni una decina di volte prelievi compresi...era un tubo, potevo prenderla fino all'ultimo buco di eroina, mentre guidavo da sotto alla manica della giacca...figurati..) ora in 10/15 giorni di coca, é scomparsa...non c'è...la sento sotto le dita, ma non si fa prendere...vabbè penso, sono i misteri della vita, ma quest' altra é pazzia

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Storia molto intensa la tua, anche molto vissuta; dimostra la nostra estrema vulnerabilità alle dipendenze; lo stesso ma ma in misura diversa è successo anche a me, con la coca ma anche con l'alcool.
Credi di essere fuori da tutto invece ti ritrovi vulnerabilissimo. Siamo noi, è inutile.
Ti abbraccio forte
Ad maiora
(Marco 75 senza login)

Re: mi sono fatta intramuscolo.

Ragazzi a parte il fatto, che se andate in profondità senza una conoscenza anatomica scentifica, è facilissimo trovare arterie.
Il sangue arterioso è pulito e pieno di ossigeno quindi chiaro, e viene su ad una pressione molto alta, tanto che, quando si toglie l'ago tende a zampillare.
Se ci si innietta la sostanza in arteria si sta malissimo e non quanto il rischio morte sia vicino.
2 volte mi è capitato quasi, in una era un arteria del braccio ero giovane ed era poco diversa dall'acqua sporca, piu che una dose di eroina. e il braccio mi si è gonfiato, anche in testa sentivo strano etc etrc. Spavento a 1000.
Anni fa prima di smettere mi facevo sull'inquine e li mi sono fatto una mezza linea di coca in arteria e l'ho sentito subito. Tolto tutto e sono stato male per un po' di ore.
In entrambi i casi se invece che buttare una goccia avessi fatto una vera "pera" non credo sarei qui.

Lasciate stare le iniezioni andando a fondo. E' pericoloso, non ci sono solo le arterie anche i nervi etc etc. Usate microfine e prendetevi dove vedete anche se piccola perchè nel peggiore dei casi, sentite subito che siete fuori vena perchè la pelle è piena di recettori. E se ci fosse un infezione non devono tagliarvi ia fondo per pulirvi...

L'infezione come l'arteria è un ottimo modo per morire.

scusate se centra non

scusate se centra non completamente, dopo anni di esperienze in ogni settore, sempre però studiando attentantamente prima la teoria e poi la "pratica". volevo dirvi che dopo questa lettura ho rinunciato all'infra e all'endo che provai una volta ma forse per lo sciroppo che copre non mi fece niente, meno che fumare oppio, o roba leggermente decente, che cmq roba in generale in tutti i modi l'avrò usata meno di 20 volte, in ogni modo tranne infram. cmq io ho fatto la coca ma nelle braccia facendo tutti i giorni allenamenti di arti marziali le vene si ripigliavano dopo un po' sempre, magari tranne un paio che sono solo scese e più difficili da trovare, ma non bruciate xk era sempre di qualità molto buona e completamente pulita, cmq per riprendersi le vene sapevo che l'esercizio fisico, i pesi in particolare le sbloccano dopo un po' oltre ad essere la migliore terapia sana (se avete tanta ansia con sciroppo, meno che potete, sennò subutex pippato che fa meno che sublinguale ma è + gestibile e fa stare più attivi) cmq la roba di ora in strada è tipo dall'1 al 10 (proprio culo il 10) % quindi è davvero uno spreco andarci sotto, piuttosto oppiacei da farmacia come codeina etc che fanno di più o oppio... poi roba buona mai trovata, quella la proverei, per gradi, da tiro a fumo e forse buco... continuo

quella di ora brucia le vene

quella di ora brucia le vene in pochi mesi ed è tutto taglio che ascimmia e basta, in più se si fredda si risolidifica e farla calda le distrugge in molto meno tempo, un tempo la potevi lasciare nella 
"penna" una notte e restava liquida... quindi le vene duravano 10 anni non 10 mesi... il mio psicologo del sert dice che dovrei avere una laurea ad onorem in tossicologia ahahahah cmq sono qui solo per condividere il mio sapere, non solo come i medici ma come uno che ci è passato, per ogni cosa... e consigliare il movimento è certo la cosa più saggia che posso fare, che sia body building danza boxe o taekwondo (cm me) è quello a salvarvi... inoltre usare le sostanze (che ora su consiglio dei miei stessi medici in via ufficiosa ovviamente uso solo fumando per scalare sciroppo) dovrebbe essere a scopo curativo mentre si fa altro (videogiochi, film, allenamenti, lettura, e non cadere in quella spirale tipo penna di coca, ok lascio dentro l'ago e ripeto e cosi via finchè 3 giorni dopo non è finita e ormai devi usare una penna da 5 per sentirla...) spero di non essere sembrato presuntuoso volevo solo dare consigli, che forse per me sono più facili da dare xk non sono mai risultato un tossico clinicamente ma solo uno che soffre tantissimo per problemi legati all'infanzia etc quindi cerco di "curarmi come posso" con l'aiuto del sert, ma loro stessi mi hanno appunto detto che nel mio caso sciroppo e benzo non bastano sempre, quindi ogni tanto fumare free base mi salva la vita... e erba legale il più delle volte mi fa dormire eheh... come giudicate questa situazione? oltretutto dopo anni di rischi folli sono semiagorafobico e disegno canto mi hanno pubblicato poesie, scrivo canzoni e ovviamente ogni giorno faccio arti marziali... cosa molto difficile solo usando i sedativi che mi da il sert... all'estero comprerei le anfe in farmacia x dimagrire o per raffreddore o concentrazione, ma qui in italia ogni eccitante è illegale dopo gli anni '70, xk siamo stati cosi idioti da essere fascisti quindi i legislatori volevano che il popolo pensasse il meno possibile lasciandogli solo depressori del SNC come oppioidi alcool barbit ai tempi e benzo ora... e anche xk sia mussolini che adolf erano consumatori abituali di metedrina... buonaserata a tutti

Aggiungi un nuovo commento