Back to top

Non capisco perchè ,giustamente, dite che il thc si attacca ai grassi e poi sottolineate che l attività sportiva non aiuta ad eliminare il principio attivo!!?? Non credete sia un qualcosa di contraddittorio??

effetti delle sostanze
Risposta 

 Ti avevamo già risposto ieri mattina alle 11.45...e volentieri ripubblichiamo la nostra risposta, speriamo che questa la vedi. Ciauz!

  Non è contraddittorio per il semplice motivo che l'"attaccamento" (come lo definisci tu) a parte la pessima rima, non ha niente a che vedere con lo smaltimento.   Sono due cose completamente diverse. Altrimenti basterebbe dimagrire per risultare negativi al THC....

Commenti

Re: Non capisco perchè ,giustamente, dite che il thc si attac...

Continuo a non capire!! Se il thc si accumula nei grassi un attività fisica come può eliminare i grassi e non eliminare una sostanza in essi accumulata?? Quindi fare attività fisica non diminuisce il tempo di permanenza del principio attivo?? In alcuni testi di ricercatori, invece, viene sottolineato che chi ha una vita sedentaria impiega molto piu tempo ad eliminare il thc!! Attenzione io non conosco la verità, ma è assurdo come ci siano valutazioni completamente diverse!! Spiegazioni scientifiche sull argomento mi sarebbero d aiuto per la mia ricerca! Vi ringrazio!

Re: Non capisco perchè ,giustamente, dite che il thc si attac...

E’ chiaro che l’attività fisica e soprattutto la dieta aiutano ad eliminare il tessuto adiposo, com’è vero che le persone magre possono avere tempi di eliminazione del THC più rapidi rispetto alle persone grasse, ma dimagrire per eliminare prima il THC non porta a risultati apprezzabili, provare per credere. Anzi, sottoporsi ad una dieta drastica prima di un test può perfino positivizzare un test urinario che prima era negativo. E’ lo stesso fenomeno che uccide durante il volo gli uccelli migratori, che hanno accumulato lentamente sostanze tossiche nel grasso. Lo sforzo fisico prolungato della migrazione metabolizza rapidamente i grassi dai depositi, che liberano nel sangue i tossici in concentrazioni letali.
Roberto Baronti medico sostanze.info

Aggiungi un nuovo commento