Back to top

Tre tiri di un purino possono portare danni psicologici?

consigli medici
effetti delle sostanze

Salve, sono un ragazzo di 21 anni, tre mesi fa fumai per la prima volta cannabis, facendo tre tiri un pochino lunghi (era un purino e il terzo tiro non cacciai il fumo) , mi sentii male e mi venne un attacco di panico (chiamata anche morte bianca da come ho capito con varie allucinazioni tra cui quella che mi stavo ingoiando la lingua e mi impressionavo ad ogni cosa che mi dicevano) che durò 2-3 ore prima di calmarmi con tratti dove riprendevo lucidità ma subito dopo cadevo di nuovo nel panico, dal giorno seguente e per un mese continuo sono stato in depersonalizzazione (che si alternava a derealizzazione, alcuni giorni talmente che sembrava tutto finto addirittura pensavo di essere morto quella sera che mi sentii male) per un mese non ho avuto nessun tipo di ansia, solo questa spiacevole sensazione di distacco dal corpo(che spariva la sera con qualche cicchetto) , dopo un mese dall'accaduto stavo mangiando a tavola con parenti e all'improvviso mi attraversa una vampata di calore sulle gambe e vado un po' in tachicardia, scendo e vado a casa mia a stendermi sul divano controllando la respirazione e dopo parecchio tempo mi sono calmato, sono partito perché dovevo andare in un'altra città e avevo paura di rimanere da solo e di stare senza auto nel caso succedesse qualcosa, la sera prima del ritorno con il treno nella mia città mi iniziano a tremare le gambe con un po' di tachicardia, ritorno a casa mia e ho paura di stare da solo a casa e in alcuni momenti della giornata sono più agitato, mi capita un'altra volta prima di andare a giocare a calcio, mi iniziano a tremare le gambe per 10 minuti circa, con un po' di respirazione mi calmo e vado a giocare sempre con la paura che mi venisse un infarto in campo, l'ultima volta che mi è successo un fatto simile è stato in mezzo al traffico, stavo portando la macchina ed era tutto bloccato, e inizia questa vampata di calore sulle gambe con mancanza di respiro, che mi faccio passare, ora riesco a stare a casa da solo senza macchina senza agitarmi però condiziono la mia vita con questa paura immotivata che potesse venirmi di nuovo questo attacco di panico, anche se da come ho capito non mi è mai venuto completo se non quando ho fumato, cosa può essere secondo voi, è qualche disturbo di panico? mi sta limitando la vita perché vivo con la paura che possa capitarmi di nuovo e non riesco a stare un giorno senza pensare a quell'evento, non provo più lo stesso entusiasmo di prima nel fare le cose , eppure prima di questo evento spiacevole non avevo un minimo d'ansia, può essere che cercando su internet i danni della cannabis ecc mi sono fatto venire da solo questi disagi?  ci sono tratti della giornata che sto bene e tratti che sto un po' più agitato, faccio fatica a concentrarmi sulle cose che faccio, (un po' perché penso sempre a questo fatto che non sto bene e un po' perché quando provo a fare un ragionamento più complicato dopo un po' mi perdo, prima li facevo facilmente, però qui non sono sicuro che sia per colpa della cannabis perché comunque il mese successivo alla brutta esperienza con tutto che stavo in depersonalizzazione riuscivo a concentrarmi e a ragionare molto bene) poi quando entro in un luogo chiuso mi sento agitato e mi gira la testa all'inizio e poi mi calmo, ah dal secondo mese in poi durante il sonno mi svegliavo con forti scosse, anche quando mi distendevo avevo queste scosse, penso che siano i nervi che hanno subito un trauma, ora queste scosse sono più piccole e meno frequenti, non so, è possibile che tre tiri di canna abbiano causato qualche danno? Poi l'ansia sale anche di più perché  a metà/fine dell'anno prossimo ho una visita importante per il mio futuro e devo superare psicologo e psichiatra. 

Risposta 

non comprendiamo l'ultimo rigo della tua mail, dove sottolinei il bisogno di superare psicologo/psichiatra, ovvero gli unici che, probabilmente anche con un percorso affiancato da cure farmacologiche, potrebbero alleviare i tuoi attacchi di panico (di origine nervosa, psichica o altro).

Commenti

Aggiungi un nuovo commento