Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 52594 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.
Mostra: tutti i tipi | articoli | esperienze | siti segnalati | immagini | videoOrdina per: data | punteggio

L’oppio si ottiene incidendo le capsule non ancora mature del Papaver Somniferum (papavero sonnifero) e lasciando essiccare al sole la resina che ne fuoriesce.

L'oppio grezzo contiene circa 20 tipi di alcaloidi, composti organici azotati dotati di elevata azione farmacologica a livello del sistema nervoso.

Tra questi alcaloidi sono presenti alcune sostanze di diffuso uso clinico nella terapia del dolore come la codeina, la papaverina, la narcotina. L'alcaloide principale dell'oppio è la morfina. Per le sue elevate propriet...

Gli oppiacei sono dei potenti analgesici, le proprietà  euforizzanti ed anestetizzanti  procurano un senso di rilassamento, distacco dalle proprie emozioni ed indifferenza rispetto a qualsiasi percezione negativa.

Il nostro cervello è capace di produrre autonomamente sostanze oppiacee dette endorfine, che hanno effetti inibenti e depressori sul Sistema Nervoso Centrale.

L’oppio e i suoi derivati agiscono con meccanismi molto simili a quelli delle endorfine anche se gli effetti prodotti sull’organismo sono molto più forti.  ...

L'uso dell'oppio è attestato sin nei primi testi scritti prodotti dall'uomo. Hul gil, l'ideogramma con cui i Sumeri indicavano, già nel 4000 a.C., il papavero da oppio stava per pianta della gioia dimostrando così come le antiche popolazioni della Mesopotamia conoscessero bene le proprietà euforizzanti del succo di tale pianta.

Nella mitologia greca e romana l'oppio era una presenza ricorrente. Un mito raccontava come Demetra, la dea della terra feconda, sorella di Zeus, usasse il papavero per alleviare il...

Quando si parla si sostanza psicotrope illegali l’eroina non è semplicemente una sostanza tra le altre, ma la sostanza. E’ attraverso l’esplosione dell’emergenza sociale dovuta alla diffusione dell’eroina agli inizi degli anni ottanta che la gran parte dell’opinione pubblica viene a contatto col problema “droghe” ed è su quel tipo di emergenza che si sono organizzate le risposte delle istituzioni.  
Ad essa è legata indissolubilmente la figura del tossico, prototipo vivente degli effetti di emarginazione...

Novità eroina

eroina

buonasera, mi trovo a dover raccontare un'esperienza piuttosto penosa. sono quasi 60nne e da circa tre anni vado al sert per poter usufruire del metadone e non dover aver problemi con l'eroina. tra alti e bassi ero arrivato a stare circa tre mesi senza usare eroina, visto la mia situazione psico-economica piuttosto tranquilla e agiata, mi consegnano il metadone per 4 settimane alla volta per diradare l'avanti indietro al sert. il giorno successivo all'ultima consegna, aprendo una delle due boccette che mi danno, ho fatto cadere una certa quantità di sciroppo per terra rendendolo inutilizzabile. quando il restante della consegna è terminato (in anticipo chiaramente rispetto alla normalità) sono andato al sert per vedere di risolvere il mio problema, dopo essere stato una 30na di minuti in attesa che il paziante prima di me finisse il suo chiaccherare con le infermiere (parlavano di sogni, problemi a prender sonno, di come il cane facesse per far le sue pulizzie ecc ecc per l'amor del cielo non ho assolutamente rumoreggiato per questa cosa anzi ho compatito le due infermiere perchè il paziente è rinomato per il suo gran parlare) ed ho ascoltato i loro discorsi mio malgrado in quanto la porta era aperta ed io (ben visibile) ero il sala d'attesa, ho finalmente spiegato il mio problema, mi hanno portato dalla dottoressa di turno che stava facendo un solitario online sul computer, la quale, molto infastidita, mi ha spiegato che era una cosa seccante, che avrebbero dovuto riempire un verbale e scrivere un sacco di cose fastidiose che era inconcepibile che avessi fatto cadere tanto metadone (prima volta in tre anni e, per disturbare meno, invece di farmi dare 28 boccette mono uso me le faccio mettere tutte insieme per poi dover io star attento a quanti cc prendo) ed ero pure fortunato perchè in passato si doveva andare dai carabinieri a fare la denuncia.

secondo loro dopo avermi dato la quantità per domenica (per il sabato ero coperto in quanto era bastante quel che era rimasto nella boccetta) mi hanno detto che per i giorni da lunedi a venerdi (data in cui avrei avuto diritto al mio quantitativo) sarei dovuto andare tutti i giorni a prendere il quantitativo giornaliero. trovo la cosa ridicola e l'ho fatto presente, come se fosse una cosa veramente incredibile mi hanno detto di tornar lunedi che parlando con la stessa dottoressa avrei forse potuto ottenere in una volta i tre giorni restanti.

per aggirare il problema sono andato 'dalla concorrenza' per poter star coperto fino al venerdi e non dover supplicare. la cosa ha tra l'altro spezzerato il mio star pulito per tre mesi (ho comunque messo da parte le urine di oggi prima di rovinar tutto). vi domando se tutto ciò è normale e se con un sistema del genere il ministero della salute crede di risolvere i problemi di noi intossicati, scusatemi per lo sfogo e vi ringrazio nel caso avrete la pazienza di legger tutto ciò e rispondermi

sempre complimenti per il vostro lavoro

francesco

sert metadone

ho un amico che va al sert per disintossicarsi eroina. usa metadone.

che asepttativa di vita ha una persona che nn riesce a smettere col metadone?

dai 24 anni ai 30 eroina e dai 30 ai 48 metadone. oggi ha appunto 48 anni.

 

non riesco a farne a meno

Salve a tutti, ho 35 anni e sono bipolare. Ho cominciato ad abusare di benzodiazepine ancora minorenne, assieme ad LSD ed ecstacy. Ho smesso con le sostanze da 15 anni, ma ho continuato ad assumere ogni giorno farmaci. Con ogni giorno, intendo letteralmente ogni giorno poichè il medico di base non si è mai fatto grossi problemi a prescrivermi xanax, halcion e via dicendo. 3 anni fa ho provato a fumare dell'oppio ed il passo verso l'eroina è stato brevissimo. La fumo con una certa regolarità, non attraverso spesso periodi sereni ed ogni qualvolta mi trovo in difficoltà, passo le giornate a cercarla. Sono stata ricoverata circa un mese fa per abuso di benzodiazepine, me le hanno levate attraverso l'integrazione di altri farmaci, ma appena sono stata dimessa in 3 giorni ho fatto fuori 4 grammi di eroina. questo succede ogni fine settimana e, se capita, infrasettimanalmente. Oggi mi è stato prescritto il suboxone e ovviamente mi sento meglio, riesco ad alzarmi dal letto, a lavarmi, a fare commissioni.. Sono in un periodo di profonda crisi e non riesco a far a meno della roba. Mi chiedo cosa ne sarà di me un domani, come ne uscirò, se mai ne uscirò. Ho paura non tanto delle crisi d'astineza quanto del legame mentale. Mi sembra di non poter fare più nulla senza l'eroina. La uso per le cose più futili: far la spesa, fare una doccia.. Sono preoccupata. Inoltre il suboxone mi fa stare benissimo ma mi rendo conto di non poter fare sempre affidamento su un surrogato, dovrei riuscire a vivere la mia vita in modo normale, pulita. Qualche esperienza simile? Siete usciti dal circolo vizioso? Se ho ancora un fegato ed uno stomaco credo sia un miracolo.

 

ESPERIENZA PERSONALE DI UN LUPO SOLITARIO

Salve a tutti, sono una persona con tanti problemi alle spalle specialmente familiari. Decido di scrivere qui per la prima volta dopo che vi seguo da anni. Seguo le vostre esperienze, i vostri stati d'animo e in molti di essi mi ci ritrovo. Non voglio fare la classica pippa mentale ma prima di raccontare come sono arrivato a questo articolo devo necessariamente dire 2 parole su di me. Ho 49 anni, vivo in un paese del sud (che tra l'altro negli ultimi mesi è salito agli onori della cronaca per delle vicende tristi) e uso l'eroina dal 1993. Anche io come tanti di voi ho passato momenti profondi di tossicodipendenza e momenti in cui non ho toccato eroina per anni, per poi ricaderci come un coglione. Ma si sa, l'eroina è questo. Solo dopo svariate esperienze ho capito che se non passano almeno 10 anni non ne sei realmente fuori. Ma adesso.... eh, adesso è davvero un periodo di merda della mia vita. Ne ho passati tanti, ma adesso sono consapevole di essere alla fine, o perlomeno è quello che sento dentro di me, e cioè un'enorme depressione dovuta non soltanto all'eroina ma ad una serie di situazioni che negli ultimi 6 mesi si sono abbattute su di me portandosi quel poco che avevo. C'è da dire, prima di parlare di quello che è successo, che sono un programmatore di computer, o meglio mi occupo di computer da quasi 30 anni. Internet e tutti questi strumenti che anche voi utilizzate oggi li ho visti nascere, crescere e degradarsi, ma quest'ultimo è un'altro discorso che non c'entra nulla con questo mio articolo.Negli ultimi 9 anni avevo un lavoro part time presso un negozio di computer della mia città e prima di questo ho lavorato per 8 mesi come magazziniere presso un magazzino di prodotti all'ingrosso per la casa. In quel periodo non toccavo eroina da circa 3 anni, praticamente l'ennesimo periodo lascia&prendi della mia vita da tossicodipendente. Poi durante le ultime settimane da magazziniere, un sabato, mi faccio la mia prima pera dopo circa 3 anni senza toccare nulla, e da lì, ricomincia il solito periodo, prima una volta a settimana, poi 2, poi un giorno si e uno no, finchè ti ritrovi nuovamente nel baratro e naturalmente il lavoro comincia a diventare pesante, la noia ti avvolge e a questo si somma anche il fatto che ti stanchi di essere sfruttato 9 ore al giorno per 100 euro la settimana. Cosi, decido di lasciare quel lavoro e, nonostante tutto, si rivela una scelta azzeccata visto che 2 mesi dopo un mio amico decide di acquistare un negozio di computer in vendita nella mia città e assumermi come tecnico. Tutto cio si verificava nel 2009. Felicità alle stelle, anche perchè, primo, era il mio lavoro, secondo, anche se guadagnavo la stessa somma di prima era per mezza giornata. Cosi, inizia l'avventura e continua la mia tossicodipendenza. Purtroppo cominciano anche i problemi perchè ormai ero nuovamente per l'ennesima volta nella mia vita, dentro la spirale, ma nonostante tutto resisto e fino al 2012 riesco sia a lavorare che a drogarmi. Nel 2012 si verifica che nel mio paese tutti gli spaciatori di eroina vengono arrestati e quindi, non avendo altra scelta sono costretto a venirne fuori cominciando ad acquistare metadone una volta a settimana. Fino a quel momento ho sempre preso il metadone solo per i primi fatidici 5-6 giorni, giusto il tempo di superare l'astinenza fisica, ma quell'anno sonbo stato costretto a iniziare a berlo costantemente, e questo è andato avanti per i successivi 3 anni. Non molto, 13-15 ml al giorno di quello dolciastro, cioè quasi una boccia, ed infatti ne compravo 4-5 bocce la settimana per la somma di 10 euro. Lo so, state pensando, ma perchè non ti sei iscritto al SERT? questo è un discorso che fa parte di un'altra serie di problemi. Nella mia zona il SERT si trova a 10 km dal mio paese e c'è ne uno per un'intera provincia. Tra l'altro il tossicodipendente dalle mie parti è disprezzato e visto in un certo modo più di altri posti in italia. Per arrivarci avrei dovuto prendere l'autobus e inoltre non pensate che qui arrivi al SERT e ti danno subito il metadone. Il primo mese devi andarci ogni giorno e fare urine pulite ogni settimana, poi, FORSE, avrai l'affido, dipende anche da quale medico ti prende in cura. Questo significa che ogni giorno  sarei dovuto andare lì, subirmi tutta una serie di cose, ecc ecc... per questo ho deciso di comprarlo. Torniamo al 2015 anno in cui nel mio paese esplode nuovamente l'eroina e anche di ottima qualità. Figuriamoci! ero già dietro la fila coi soldi in mano, pronto ad acquistare la mia ennesima prima busta dopo un lungo periodo. E cosi, dal 2015 al 2018, giugno 2018 ricomincio a farmi regolarmente tutti i giorni, ma... si sà, gli effetti  cominciano a vedersi anche a occhio nudo, specialmente a livello fisico. Dimagrimento, apatia, ..finchè verso luglio 2018 provo a smettere per la centesima volta e ricomincio col metadone. Purtroppo alterno dosi di metadone seppur basse con pere di roba ogni 2-3 giorni. Insomma, mi ritrovo intossicato di metadone e di eroina. A questo punto qualcuno di voi pensa di aver letto il top della storia, e invece no. Settembre 2018, dopo 9 anni di lavoro (in nero) vengo improvvisamente licenziato perchè, a detta del mio amico (ed è vero) il negozio va male. E mi ritrovo col culo per aria. Da allora ad ora sono senza lavoro, come se non bastasse, circa 20 giorni fa, mia mamma se n'è andata, ma non come pensate voi. Nel senso che i suoi nipoti, essendo ormai anziana, l'hanno portata a casa loro. Quindi se prima avevo questo unico appoggio a cui chiedere anche una bottiglia d'acqua, adesso sono nella merda piu totale. Vorrei anche specificare, prima di chiudere questo articolo, gia lungo di suo, che mia mamma non è mia mamma vera, ma la mia matrigna ed è per questo che senza tanti problemi ha fatto i bagagli e se ne andata. Da premettere che la mia situazione familiare (complicata anche questa su cui potrei scrivere altri 10 articoli) con la droga non c'entra. Ne lei ne mio padre (morto 20 anni fa) hanno mai saputo che io facessi uso di eroina. Adesso in quest'ultimo mese ho fatto un sacco di domande, al comune, ho fatto anche la domanda per la carta REI, almeno per poter pagare la bolletta e mangiare. E adesso, questa sera, forse per la disperazione, ma più probabilemte per la solitudine decido di scrivere questo articolo perchè solo da poco mi sono reso conto quanto possa essere bello avere una famiglia alle spalle. Quando non hai nessuno sembra che i tuoi problemi si amplificano, ogni piccola cosa, che magari per altri è una stronzata, per te è una montagna da scalare. Come se non bastasse ieri sera mi hanno beccato in un supermercato del mio paese a rubare, avevo preso del pane, del formaggio e dei salumi per mangiare, ma mi hanno pizzicato. Fortunatamente non è stata sporta denuncia perchè il titolare ha capito la situazione e mi ha solo fatto rimettere al suo posto le cose. Quello che posso dire per chiudere questo articolo è... spero che la carta REI arrivi subito Per adesso sto mangiando alla mensa di una chiesa e 2-3 volte a settimana da alcuni miei parenti che mi hanno gia detto chiaramente "Noi possiamo solo darti qualcosa da mangiare". L'unica cosa con cui vorrei chiudere questo articolo è che mi piacerebbe parlare con qualcuno (medico o persona piu esperiente) delle varie tipologie di metadone che abbiamo in italia, perchè, anche su quello ho alcune cose da dire. Sembra che ce un tipo di metadone che gira nel sud italia (quello dolciastro ma in bottiglietta di vetro) il quale anche se ne bevi litrate ti lascia l'astinenza psicologica (il naso che cola, il pallino,...è strano, come se... come dire.. un recettore non viene coperto) è un altro discorso, se qualcuno ne vuole parlare mi farebbe un favore. Lo so, sono un fiume in piena ma... se voi sapreste.....  

Urina

Ho assunto eroina.. E adesso non riesco ad urinare( ho amche bevuto un po d acqua) e sono un po preoccupato

Astinenza Metadone

Ciao a tutti
Sto diminuendo sempre più il metadone ed ora arrivata a 8ml
Posso staccarlo definitivamente o continuo a scalare ? Lo prendo dal 1 agosto, pensate avrò qualche crisi di astinenza ?

Eroina e minzione

Salve.. Ieri ho assunto eroina e oggi non riesco a urinare bene.. Devo sforzare .. Cosa potete dirmi?

Cerco commissione medica che richieda solo urine ai tossicologici

Sapete quale commissione medica locale vuole solo le urine e non il capello per i tossicologici della patente? A me avevano detto in Piemonte ma non so dove di preciso, voi sapete qualche città ancora “arretrata” in questo campo?!
Grazie!!

quantità di cocaina ed eroina rilevabili nell' esame del capello ?

Buongiorno.

Devo sottopormi all' esame del capello per riavere la mia patente.

Lunghezza richiesta: 6 cm

Per seere negativo all' esame devo essere stato astinente per sei mesi.

Ma se ho assunto una volta cocaina ed eroina,risulta?

i valori del cut-off  per l' esame del capello mi pare siano:

0,5 ng/ml, sia per cocaina che per oppiacei..

1:E' esatto?

2:Se si,questi valori(0,5 ng/ml) a che quantita'(in grammi) corrispondono circa?

3:Nel capello si vede  un uso continuativo o anche solo 1 singolo consumo in 6 mesi?

(0,2 grammi cocaina e 0,2 grammi eroina,)

Non so la percentuale del principio ativo presente negli 0,2 grammi consumati. ma era nella media..

Potreste rispondermi?

EROINA GIALLA

 Si tratta del colore che presenta la mistura di polvere composta da eroina edestrometorfano, e forse anche altre sostanze, tipo paracetamolo, caffeina etc.. La possibilità di contaminare* o di adulterare* il prodotto è ampia; le conseguenze sono altrettanto gravi.

 I lettori hanno saputo di questa associazione per fatti di cronaca connessi a decessi avvenuti.

 I contaminanti sono sostanze chimiche che risultano dalle varie fasi della produzione, lavorazione e trasporto delle droghe o per contaminazione ambientale. Di norma non sono aggiunti intenzionalmente. Gli adulteranti sono sostanze psicoattive che vengono aggiunte per imitare l’effetto della sostanza che viene offerta ma non è quello che il compratore si aspetta.

Nel mercato clandestino o di strada è assolutamente frequente proporre qualsiasi tipo di prodotto al fine di stupire e stimolare il consumatore per gli effetti particolarmente potenti; all’effetto si accompagna il rapido sviluppo di uno stato di dipendenza che in sostanza mantiene il “cliente”, quindi il traffico.
Semplici leggi di mercato.

 Le molto probabili e spesso letali conseguenze sono ovvie.

Entrambi i principi presenti nella polvere gialla sono oppiacei e quindi si moltiplica la pericolosità considerato l’azione inibitoria di entrambi su molte funzioni e soprattutto su quella cardio-respiratoria.

 Il destrometorfano è una sostanza usata soprattutto come antitussivo e presenta, per le dosi terapeutiche, scarsa attività analgesica e scarsa attività psicotropa ( a differenza dell’isomero levogiro….). Come antitosse non opera attraverso i recettori degli oppioidi ma agisce innalzando la soglia al di sopra della quale si presenta la tosse. La sua potenza è comunque molto vicina a quella della codeina. Come riportano Goodman & Gilman…” la sua tossicità è modesta ma dosi estremamente elevate possono produrre depressione del SNC” pag II290.

Tra l’altro il naloxone (o Narcan), efficace antagonista degli oppioidi, non blocca gli effetti del destrometorfano.

 

continua su INSOSTANZA.IT www.insostanza.it/dom 

Vaccino anti-Eroina: al via la sperimentazione sull'uomo.

Un vaccino in grado di prevenire l'overdose da eroina sarà presto testato sull'uomo. La sperimentazione già effettuata su modelli animali ha dato risultati positivi, dimostrando che il vaccino è sicuro ed efficace. Oltre a evitare la morte in caso di dosi a rischio, il preparato servirebbe anche a eliminare le ricadute dei tossicodipendenti nella droga.

L'importante pietra miliare nella progettazione di un vaccino anti-eroina è stata posta dagli scienziati dello Scripps Research Institute, in California, che hanno portato avanti finora significativi esperimenti in materia. Secondo il National Institute on Drug Abuse, 15.446 americani sono morti per overdose di eroina tra il 2000 e il 2016, e i tassi di mortalità sono in aumento. La prima formulazione del vaccino contro l'eroina è stata sviluppata nel 2013 e agisce istruendo gli anticorpi del sistema immunitario su come attaccare le molecole di eroina, impedendo al farmaco di raggiungere il cervello. La molecola dell'eroina non attiva in modo naturale una risposta anticorpale, quindi i ricercatori hanno cercato il modo di collegarla a una proteina trasportatrice (carrier) che avverte il sistema immunitario di iniziare a produrre anticorpi. I loro esperimenti sui topi hanno dimostrato che la migliore formulazione del vaccino conteneva una proteina trasportatrice chiamata tossoide tetanico e l'allume come adiuvante. I risultati, pubblicati sulla rivista Molecular Pharmaceutics, mostrano come la nuova formulazione sia sicura ed efficace nei modelli animali, stabile per trasporto e stoccaggio e dipendente da un adiuvante, l'allume, già approvato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti. E dunque pronta a sperimentazioni cliniche sugli uomini. Fonte: http://www.tgcom24.mediaset.it/salute/vaccino-anti-eroina-presto-sull-uomo-i-test-anti-overdose-sui-topi-funzionano_3123482-201802a.shtml

Condividi contenuti