Back to top

dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

Voto 

non è la prima volta che lo faccio...purtroppo no...sono farmaci che mi sono stati prescritti per curare una depressione insieme ad altri,quando raggiungo momenti di disperazione ne ingerisco a grandi quantità...sono dipendente dalla cannabis da quattro anni,so che può sembrare una scemenza ,ma non lo è,ogni volta che smetto sento un grandissimo vuoto dentro di me...e non riesco a stare meglio,piango,litigo,mi dispero...la cannabis mi ha cambiata,mi ha rovinata socialmente e nello studio,non sono più brillante come una volta,sono a pezzi,questa depressione non passa più,a volte penso di farla finita...ho avuto una vita piena di sofferenze...sono molto delusaè possibile che i farmaci non abbiano funzionato bene a causa della cannabis?in tutto ciò ho anche perso degli amici a causa della cocaina...ho deciso di nn frequentarli più per paura di cascarci anche io...ho paura del mio futuro non so che sarà di me...e non voglio più fumare mi sta rovinando completamente la vita...mi sento molto inferiore agli altri,non ho una relazione fissa da un sacco di tempo,e penso di non meritarmi niente...aiutatemi

Commenti

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

Caspita, buonasera amica mia come ti stai deprimendo per poco.....certo a te sembrerà una cosa insormontabile, ma scusa se mi permetto di rassicurarti che, da quel poco che hai raccontato e che mi è sembrato di capire i tuoi problemi sono tranquillamente superabili con un pò di sane chiaccherate con qlno che ti vuole bene e al quale racconterai i tuoi demoni. Io sono uno che ha usato un po tutti i tipi di droghe per poi finire nella roba ed ora metadone a go go e non nella maniera ortodossa (magari tu nn mi capirai ma c'è chi sicuramente mi capisce): questo per farti capire che ciò che ti dico lo dico con cognizione di causa e nn tanto per dire, ok? Da quello che racconti mi sembri molto giovane, nn puoi dire che hai pensato anche di farla finita, dai hai tutta una vita davanti per poter uscire dai demoni che un pò ti stanno rovinando ma che puoi tranquillamente sconfiggere, perchè si tratta di demoni molto deboli, li puoi sconfiggere con un pò di buona volontà e di voglia di vivere; una cosa giusta che stai facendo e che devi con forza continuare a fare è lasciar perdere la cocaina perchè essa ti porta solo alla rovina totale, vedi tu chi dei tuoi amici puoi tenere e chi lasciar stare. Ma veramente fatti forza e pensa che la vita è breve e per questo motivo è necessario viverla nel migliore dei modi e se si può senza droghe di mezzo. Ora ti devo lasciare perchè ho il pesce già cotto in forno che mi aspetta e se lascio pssare troppo tempo finirà che mangerò una soletta di scarpa e non un pagello al sale...questi sono i piaceri della vita, credimI. Ciao ciao

mah

francamente conosco più gente che ha provato un po' tutti i tipi di droghe e NON è finito nella robba, di chi ci è finito.

concordo però sulla cocaina. evita

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

Cara lettrice, mi dispiace per la tua situazione. Superare momenti di umore così nero non è facile ed il dolore è fortissimo. Non posso che ripeterti quello che ti ho già scritto, e che tu già sai: la cannabis in questi casi peggiora molto le cose ed è importante che tu faccia di tutto per riuscire a mollarla definitivamente. Se la terapia antidepressiva non è sufficiente parlane con il tuo psichiatra in modo da fare delle modifiche che possano essere utili. Anche dei colloqui con un bravo psicoterapeuta possono esserti d'aiuto.
Tienimi informato. Sono sempre a tua disposizione. Ciao.
Gioacchino Scelfo medico sostanze.info

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

AMICO NON C'ENTRA LA CANNABIS TU SEI DEPRESSO, IN PIU FUMI E VIENE FACILE DARE LA COLPA ALL'ERBA QUANDO IL PROBLEMA SEI TU....FIDATI QUELLO CHE DEVI FARE NON E' PENSARE A FUMARE O NON FUMARE, MA A RIMETTERE IN SESTO E VERSO OBIETTIVI LA TUA VITA........CHE TU FUMI O NO.

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

Amico mio, sono quello che ha postato la 1a risposta e mi permetto di dirti 2 cose: la 1a è che se leggessi meglio lo sfogo capiresti che si tratta di una ragazza e non come sembra a te, un ragazzo.....ma questo non cambia sicuramente la sostanza della cosa, la 2a obiezione che ti voglio fare è che nn puoi, a mio avviso, sbattere in faccia a chi è in una situazione di difficoltà, come la ns amica mi sembra che sia, il fatto che sia depressa cosi senza tatto, senza un pò di comprensione...boh per lo meno a me sembra che sia stato troppo violento nel tuo esaminare la sua situazione...poi magari mi sbaglio e lei accetta in toto ciò che tu le hai detto e allora pace e via...come nn detto

La ganja è irrilevante per

La ganja è irrilevante per chi riesce a farne a meno, partendo dal fatto che non tutti siamo uguali, per qualcuno è un problema già averne poca, ansia paure nervoso, sono le sole emozioni che provo qnd non ho riserve da fumare, fumo da più di venti anni tutti i giorni e nonostante non mi faccia quasi alcun effetto ormai non riesco a privarmene. Non giudicate. Ognuno conosce le proprie emozioni.

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

grazie davvero per l'attenzione e per quello che avete scritto...grazie di cuore...
purtroppo si,la cannabis mi sta danneggiando...me ne accorgo dal tono dell'umore e dal fatto che rimugino tanto...e comunque da quando iniziai la mia vita è cambiata in peggio...insomma io della cannabis ne ho fatto veramente una droga,so che per tutti non è così...ci sono persone che vivono serenamente senza porsi questo limite...ma mi rendo conto che il mio cervello è estremamente sensibile...ne ho fatto una compulsione,cioè ho dato la priorità a lei di fronte le amicizie e i miei impegni...inoltre mi ha compromesso in parte la memoria,rendendo il mio studio molto più faticoso e e meno redditizio...insomma mi ha solo peggiorata!per non parlare ultimamente...fumavo e mi riempivo di sensi di colpa fino a odiare me stessa...e mi sono accorta che è quello...ha rubato le ali della mia libertà...voglio vivere legandomi solo a me stessa e non avendo per forza la canna che in più mi fa star male...inoltre ho dei problemi al cuore...e sento il cuore sempre più pesante...da poco in un esaurimento ho buttato dal finestrino della macchina un grammo,la settimana dopo mi stavo sbattendo per avere i soldi e ricomprarlo,la odio raga,è stata la mia rovina...ho peggiorato solo la mia salute mentale...compromettendo la mia vita stessa.

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

Ho scritto oggi un post sul fatto della depersonalizzazione che mi ha portato l uso prolungato di cannabis. Anch io mi sento cosi. Mi sento soffocare dalla mia testa ( anche se sono riuscito a smettere) . È come se la mia vita aveva un senso di realtà solo quando facevo uso . Ora che ho smesso mi sembra tutto cosi strano. Non ho piu personalita e le emozioni sono svanite. Cerco di tenere duro e anche tu lo devi fare ;) il tempo sará dalla nostra vedrai. Cmq lo so a scrivere sembra tutto facile, ma nemmeno per me lo è ! Fammi sapere come va

Forza e coraggio!

Ho letto quel che ha scritto la ragazza ma non sono intervenuto nella discussione fino adesso perchè non appena letto il titolo del post presumevo si rivolgesse ad una persona in particolare, nonostante la richiesta: aiutatemi, mi fa capire che ella si riferisce un pò a tutti quanti.
.
Per la questione dei farmaci non mi pronuncio ma ad ogni modo quando fumavo "l'impossibile" parecchi anni fa (e potevo permettermi di fumare quanto cacchio volevo senza stare a badare poi troppo alla quantità), la depressione ce l'avevo anche io...non ho mai compreso se dipendesse principalmente da quello, anche perchè la mia ragazza m'aveva già mollato da un pezzo, degli amici me ne è fregato sempre il giusto (non sono un "animale sociale" per natura) e anche della scuola non me ne fregava più niente già da un pezzo. Con questo non voglio dirti per forza che il troppo fumare o i farmaci c'incastrino qualcosa con la depressione, potrebbe essere, ma anche no...probabilmente bisogna che cerchi innanzitutto di accettarti come sei tu (apprezzare la tua persona con i pregi ed altresì con i difetti che hai), dopodichè bisogna cercare di farci forza (prima di tutto da soli) e uscire dai vortici che la depressione lo capisco...è come un macigno che ti schiaccia (sia dentro che fuori), quando in realtà è soltanto un cuscino quello che tieni schiacciato sulla faccia, sei sveglia ma avresti solo voglia di dormire, di non esistere più...e questo non va bene, soprattutto quando siamo ancora dei ragazzi perchè è un'età che non è detto che ritorni altrettanto spensierata e gioviale, come tale periodo della vita dovrebbe essere (anzi, di norma più si va avanti con l'età e più diventa difficile a far rimanere la testolina sgombra dai "pensieri pesanti").
.
Non posso fornirti una risposta precisa, ciascuno di noi è diverso e oltretutto ti conosco pochissimo, non ho i tuoi occhietti davanti e posso relazionarmi con te esclusivamente in base a ciò che hai scritto...però posso augurarti di stare bene il prima possibile e da come ti esprimi percepisco che sei consapevole delle tue qualità, è buon segno! Il mio suggerimento (prendilo con le pinze) è quello di parlare un pò con qualcuno che possa aiutarti concretamente (e i medici di solito ci stanno apposta...sta solo a te cercare di trovare quello che più ti rassicura e che piano piano col tempo senti che la sua presenza t'aiuta a stare meglio. Io non ci sono mai andato dai dottori a suo tempo...e forse avrei fatto meglio!), nonostante ciò potresti riuscire a venirne fuori anche da sola, perchè le canne è probabile che tra un pò di tempo t'accorgerai che non ti condizionano la vita più di tanto, se proprio ci stanno per lo mezzo...ci stanno di contorno (ma tieni presente che esistono alcune persone alle quali però le canne "sconquassano pesantemente" in senso psicologico) e comunque sia la tua "situazione esistenziale" sappi che appunto non ha da prescindere dalla sostanza stupefacente...perchè molto probabilmente il "lavoro" che dovresti fare è su te stessa e la persona che più di tutti può aiutarti sei tu.
.
Per quanto al momento possa esserti di conforto, io posso dirti che dalla depressione ne sono uscito da solo, un pò come un bufalo impantanato nelle sabbie mobili (a fatica...con l'affanno e ci ho messo degli anni...e sinceramente non so nemmeno con certezza se ne sono poi uscito del tutto), è appunto per quello che ti consiglio prima di tutto di non sottovalutare il problema (non ti chiudere nella tua cameretta, la solitudine e il silenzio non fanno bene allo spirito quando è depresso...cerca di stare un pò con le amiche) e stai serena che il problema non sei tu, non sei la sola che ha avuto i tuoi stessi tipi di problemi alla tua età (anzi, ci sono delle persone che la depressione è talmente tanta che non riusciranno mai a sconfiggerla), ma di solito dalla depressione se ne esce...con l'aiuto degli altri o senza...e quello che conta è che un giorno molto probabilmente ti guarderai allo specchio e sorriderai, perchè la vita a mano a mano che cresci ti metterà alla prova costantemente e ti sembrerà come se quando eri piccola ti perdevi un pò in un bicchiere d'acqua. Mi auguro che sia così anche per te...spero che troverai una persona che ti vuole bene veramente e che piano piano il sorriso torni a splendere sulle tue labbra così per caso...senza alcuna apparente ragione. Infine, per la questione dello studio...sembra una cacchiata ma non dovresti mollare in tal senso, perchè la tua intelligenza è un dono della natura e bisogna che te ne prendi cura sin da subito, altrimenti c'è il caso che se non la coltivi come si deve, essa non darà i frutti che si merita.
.
In bocca al lupo signorina...forza e coraggio!

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

Più nascondi le cose però e più sarai portata ad ostracizzarti, quindi se questo è il tuo modo di fare sappi che non ti porterà molto di buono.
Spesso ci si fa più problemi del dovuto, ok è giusto essere persone discrete però chieditelo pure, se una tua amica ti venisse vicino raccontandoti il tuo stesso problema come suo tu la giudicheresti male?
Nessuno è perfetto, hai un problema, l'hai riconosciuto, è difficile che ne esci senza neanche scompigliarti i capelli, quindi il mio consiglio è, sporcati le mani e non ti vergognare di chiedere aiuto anche e soprattutto alle persone che hai vicino.
In una società di sole persone perfette nessuno avrebbe motivo per stare con gli altri e in ultima istanza sentirsi parte degli altri.

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

inanzi tutto sempre grazie...comunque dalle vostre bellissime risposte mi sono resa conto che la cosa che traspare di più nel mio disagio è la bassa autostima...avendo subito delle violenze questo è il risultato.
ho una famiglia molto severa...che mi detta orari e regole che entrano in conflitto con la mia persona...mi sento sempre meno in confronto a loro e con la coscienza sporca.
Devo smetterla di ricorrere alle sostanze per sentirmi me stessa al cento per cento..voi vi immaginate a volte una vita senza sostanze?
No,anche le sostanze fanno parte di noi,un pò maledetti,un pò angeli...
la dipendenza da thc da quando non ne sto più comprando è diminuita,mi aspettavo effetti peggiori dall'astinenza,l'ultima volta che ho smesso ho sofferto di attacchi di panico e dolori atroci all'addome....quindi spero bene...psicologicamente ora mi sento di domarla...comunque so che nella mia vita per sempre quando mi capiterà per occasioni fumerò...ma non mi va più di crearle spesso questo occasioni..
grazie mille ancora...riguardo alla penultima risposta,volevo dirti che mi stai visualizzando molto bene!occhietti vispi dalle mille espressioni...:)

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

[ riguardo alla penultima risposta,volevo dirti che mi stai visualizzando molto bene!occhietti vispi dalle mille espressioni...:) ] cit. Ragazza.
.
Ecco, mantienili belli vispi codesti occhietti! E il prima possibile spero di visualizzare anche un bel sorriso...o meglio, che da vicino chi ti è caro possa giovarne ancor prima che me. E ancor prima degli altri, te...
.
Per il resto lo capisco che non è facile stare al mondo (è un pò così per tutti quanti, stai serena...) ma a forza d'insistere, l'essere riesce ad esistere anche senza l'avere da resistere. Forza eh! ;)

Re: dipendenza cannabis,risposta al dott.Scelfo

Carissima amica, ho avuto una vita brillante piena di soddisfazioni da sempre, alla bella età di 27 anni inizia il mio calvario di salute che poi mi ha cosi turbato la personalità che dopo 8 anni di impegno costante per combattere le mie gravi malattie, mi sono ritrovato dipendente di pscofarmaci.
Dopo 4/5 di confusione totale tutto quello che cercavo di fare era un disatro, comunque concludo su di me dicendoti con il cuore che non si può finire di dare la colpa a droghe leggere o pesanti pscofarmaci ed altro, ma nella vita ti puoi trovare catapultata in una voraggine che per prendere coscienza della realtà serve tanto tempo e aiuto professionale e famigliare.
Per dare una giusta direzione alla tua vita inizia con cercare di trovare persone sane di principi che possano aiutarti, fidati c'è ne sono, abbiamo strutture dove lavorano professionisti che possono aiutare ad iniziare una nuova vita piena di impegni, organizzarti e poter ripartire col DINAMISMO che citavi tu prima cara amica.
Ti saluto con un caro abbraccio e augurandoti le cose più belle che la vita ti possa dare.
Con affetto Francesco

Aggiungi un nuovo commento