Back to top

Ecstasy - Ultima assunzione - mi sto preoccupando

Voto 
+
-413
-

Ciao a tutti,

vorrei condividere la mia esperienza perchè sto iniziando a preoccuparmi seriamente della mia salute. Premetto che sono una persona tendenzialmente ansiosa e mi é già capitato spesso di avere strani sintomi fisici che sembravano gravi (dolori al petto, tremori notturni, insonnia, colite spastica) e si sono rivelati frutto dell'ansia. Da due anni mi capita ogni tanto (generalmente a distanza di 3 o 6 mesi l'una dall'altra) di assumere droghe (ho assunto keta una volta, coca un paio di volte ed exstasy tre volte). Da gennaio sto vivendo una situazione molto stressante (dubbi sul futuro, crisi con il mio percorso di studi che non mi piace), e purtroppo mi é capitato di fare uso di alcune droghe a distanza molto più ravvicinata del solito. Nel weekend del primo Aprile ho assunto una mezza pasticca di ecstasy con un'amica, mentre ho assunto una riga di ketamina nel weekend del 18 maggio. Infine, nel weekend del 25/26 maggio, dopo essermi lasciato con il mio ragazzo, sono andato a ballare per due sere consecutive, assumendo una riga di speed la prima sera e un sesto di pillola di ecstasy la seconda sera (ho diviso una mezza pastiglia con altre due persone). Generalmente quando assumo queste sostanze bevo molta acqua, ma mi é capitato in queste ultime assunzioni di bere anche alcune birre fra un bicchiere d'acqua e l'altro. Ormai é passato un mese e mezzo in cui non ho più assunto nulla, ma non mi sento per niente bene. Ho iniziato ad avere problemi di insonnia leggermente più gravi del solito (talvolta fatico ad addormentarmi e mi sveglio dopo poche ore, spesso anche se mi addormento quasi subito mi sveglio dopo 4/5 massimo 6 ore e non mi sento molto riposato), sento spesso una sorta di cefalea (non mi fa propriamente male la testa ma ho una sensazione di "testa ovattata" nella parte sinistra del cervello, collegata ad una sorta di percepita stanchezza dell'occhio sinistro, che dura più o meno tutto il giorno, con alcune eccezioni) e ho problemi con l'alimentazione (alcuni dolori gastrici, sensazione di reflusso o pienezza, senso di appetito spesso assente o difficoltà a mangiare porzioni di cibo normale). Ovviamente tutto questo é accompagnato da una forte stanchezza, irritabilità, un senso di agitazione costante e una sorta di ansia tentente alla depressione (mi sento spesso molto triste o apatico e anche se quando sono in compagnia mi sento meglio, ho come la convinzione che i sintomi non passeranno mai e non so cosa fare della mia vita).

 

Sono stato dal medico tre volte, che mi ha fatto le analisi del sangue che sono risultate perfette. Mi ha prescritto un rimedio naturale per dormire che non mi sembra fare molto effetto (ora riesco appunto ad addormentarmi quasi subito, ma mi sveglio dopo poche ore senza riuscire a riaddormentarmi) e un farmaco per il disturbo gastrico (che sembrava funzionare, poichè per due settimane ho mangiato normalmente e avevo molti meno dolori/problemi, mentre ora mi sento di nuovo con poco appetito). Il medico continua a dire che probabilmente lo stress si é sommato al dolore della rottura con il mio ragazzo e che l'assunzione di droghe (specialmente ecstasy) non ha certamente aiutato, ma esclude che ci siano altri problemi o che io abbia danni permanenti. Siccome mi sento ancora abbastanza male volevo chiedervi cosa mi consigliate di fare. Dovrei rivolgermi a degli specialisti (ad esempio uno psichiatra per i disturbi del sonno e la sensazione di testa ovattata e/o ad un gastroenterologo per l'inappetenza e gli altri sintomi?) o credete che io non mi debba preoccupare? Non é che io non mi fidi del mio medico, ma non mi é mai successo di avere sintomi simili, soprattutto per così lungo tempo, e credo che se facessi delle visite specialistiche mi sentirei comunque più tranquillo. Sicuramente ho deciso di smettere con qualunque droga e ho deciso anche che inizierò un percorso di psicoterapia. Ho però la sensazione che dovrei appunto magari fare anche altro per accertarmi che sia davvero tutto legato ad ansia/stress/depressione. Qualunque consiglio mi verrà dato, lo apprezzerò molto. Grazie e scusate per il papiro, ma sono davvero molto preoccupato.

Commenti

Ciao, la descrizione dei tuoi

Ciao, la descrizione dei tuoi sintomi mi sembrano collegati di più a un tuo malessere interiore, piuttosto che alle droghe (che comunque hai fatto bene a smettere, con una condizione psicologica precaria possono solo peggiorarela situazione).

Intraprendere un percorso di psicoterapia mi sembra la cosa più adeguata nel tuo caso, in alcuni momenti della vita ne abbiamo tutti bisogno.

Il tuo medico ti ha già rassicurato sulla tua salute, non preoccuparti eccessivamente, e stai tranquillo, la terapia ti aiuterà vedrai! :)

- Предприятия разных сфер

- Предприятия разных сфер работ
· Все поставщики тендеров за все время
* Кто создавал закупки по 44 ФЗ, 223 ФЗ
- Avito, юла, и остальные доски объявлений
- Резюме, индивидуальные данные специалистов
* Контакты физических лиц
- Данные директоров

https://baseo.ru

Aggiungi un nuovo commento