Back to top

MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Voto 

Ciao a tutti mi presento ho 14 anni e ho consumato marijuana e hashish per 2 mesi quasi 2-3 volte a settimana finché il 31 gennaio insieme ad un gruppo di amici ho fatto 9 tiri da un blunt di skunk (i miei amici non hanno avuto questi sintomi quindi non direi che fosse qualcosa di sintetico o altra roba spruzzata o mischiata)
Premetto che una cosa così non mi era mai capita mentre stavo rientrando in classe ho cominciato a sentirmi leggero come ogni volta ma ad un certo punto ho iniziato a ridere insistente fino a quando il peggio non è arrivato ho iniziato a sentirmi come in un sogno il mio cuore fortissimo e il mio pensiero che rimbombava nella mia testa e che diceva che non sarei voluto rimanere scemo e non mi sarei voluto rovinare la vita
Ho iniziato a vedere tutto strano come un cartone animato come un sogno c’erano dei ragazzi che camminavano davanti a me e rivedevo L immagine in loop ovvero ritornavano allo stesso punto di partenza e ridicevano la stessa parola di prima per poi farlo 5 volte fino ad avere una visione nella mia testa di me in 3 persona e poi una boccata d’aria e la normalità come un risveglio da un brutto sogno e poi di nuovo il baratro ho avuto un fortissimo attacco di panico a tal punto da andare in bagno per vomitare e ho iniziato a tirare le capocciate alla parete tipo per svegliarmi e non sentivo niente chiudevo gli occhi e avevo immagini di me del futuro che si butta dal terrazzo di casa mia mi sono steso sul lettino dove mi sentivo tutto girare e uscire dal corpo come osscillare sensazione che avevo solitamente sempre quando fumavo e ho iniziato a vedere ad occhi chiusi delle immagini psichedeliche tipo cose a caso come oggetti che cadono e altre cose dopo 3-4 ore mi sono più o meno ripreso ed essendo rimasto schokato la sera stessa per L ansia di rimanere scemo vomitai in preda al panico e per quel senso di irrealtà mi feci una vacanza di 1 settimana anche se sembrava tutto passato tranne un piccolo senso di irrealtà tornato a scuola ebbi quel senso di irrealtà per 20-30 minuti e poi passò la sera stessa ebbi di nuovo l ansia perché avevo la sensazione che tutto fosse diverso e che non passasse seguì mia madre in un altra vacanza di una settimana sotto consiglio dello psicologo ma in quella settimana ebbi delle fortissime sensazioni di irrealtà come in un sogno fino a finire in ospedale dove mi è preso un attacco di non so cosa dove ho iniziato a urlare” che mi succede?” e accasciandomi a terra per la troppa paura mi hanno somministrato del valium e mi hanno detto che era un attacco di panico tornato a casa mi sono messo a dormire anche se un po’ impaurito per quanto accaduto e lasciai un po’ stare nei prossimi giorni è stata la stessa cosa dove avevo quel senso di irrealtà più quegli attacchi di non so cosa definiti di panico che più o meno scomparivano con il valium anche se a restare erano queste sensazioni sono andato da uno psichiatra che mi ha consigliato di non contrastare queste sensazioni dove vedevo le cose allontanarsi e in cui dovevo stare ad occhi chiusi finché non mi passavano quando tutto sembrava oramai quasi finito e dove queste sensazioni si erano ridotte di molto e mi è stato detto che era solo un forte stato di ansia decisi di ritornare a prendere la vita di tutti i giorni tornato a casa il giorno dopo dopo una forte agitazione la sera inquanto avevo un senso di oscillamento come girare nel letto e vedevo le cose storte tipo una mensola la vedevo storta come se si muovesse da destra a sinistra e inoltre una forte paura perché vedevo le cose muoversi e ingrandirsi e oscillare come le righe delle lettere o le lettere stesse proprio nel momento in cui sto scrivendo ora vedevo e vedo queste cose tutt’ora quasi sdoppiarsi le vedo come doppie andato da un oculista che mi ha detto di non avere niente e andato da un otorino il quale mi ha detto di non avere niente in questo momento sono andato in ospedale dove tuttora sono ricoverato e non dormo da 2 giorni e ieri sera mi è stato dato dello xanax gocce per provare a stare calmo e dormire in preda a queste immagini psichedeliche che ho nella testa e quel senso di osscillamento di cadere in avanti o in indietro di girare e di uscire dal corpo che va in contemporanea con queste immaginii il oppure mi sento deformare parti del corpo come la testa le braccia che sembrano di gomma oppure se ho un oggetto in mano questo si deforma ma non se lo guardo solo quando ho gli occhi chiusi e se quale se non provo a contrastare ovverro alzandomi di scatto mi viene una specie di vibrazione in testa come una scossa che mi pervade tutta la testa mi sembra anche di avvertire delle allucinazioni come delle voci non all orecchie ma in testa come quella di mia madre e delle musichette abbastanza inquietanti inoltre quando provo a dormire nello stato dormi veglia ho delle azioni del tipo io che vengo portato in giro con il lettino da persone a caso oppure io che mi trovo in una stazione in mezzo a tanta gente detto questo mi sembra di essere sballato da un mese e che questo non mi passi mai più si può risolvere o mi devo portare questa cosa per sempre . Perfavore niente commenti stupidi vi prego sto valutando di uccidermi e non lo faccio perché ho un minimo di speranza e penso a mia madre ovviamente lei sa tutto scusate per la lunghezza

Commenti

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Non ho letto tutto perché io non ho mai avuto l onore di vedere tutte ate cazzate che raccontano sia i pischello come te che quelli della mia età quindi secondo me tutto sta nella testa se ti.convinci che stai a flesha allora fleShi davvero io a me non me mai capitato e ho mischiato tutto certe sere piano lsd roipnol ashish erba alcol cocaina e poi all alba na bella striscia di eroina per chiude io. Sipario ma non ho visto un cazzo ma xche? Credo che se fosse stato il.contrario mi sarei cagato sotto e a quest ora non toccavo nulla quindi non parlate mi di visioni o cazzate varie posso credere che uno sta fatto che pensa di sentire qualche rumore innescato da qualcosa che è reale ma a noi strafalcioni cin sembra un altra cosa ma li mi fermo

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Caro Rino è meglio che ti fermi li si... che senso hanno le cose che hai scritto? Non credo sia questo il modo di provare ad aiutare una persona in difficoltà. Hai scritto solo una marea di cazzate senza senso, te lo ripeto... rifletti!! Peaceandlove

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Ma tu chi sei?tu puoi aiutare qualcuno qui a parole scrivendo? Io ho semplicemente detto che non credo a nessuna allucitazione e poi perché rispondi tu al suo posto?sei l avvocato di ufficio del sito?
Per.me molti le allucinazioni e gli stati di fantasia Selinunte regno con la loro testa ingrendendoli più di quanto sono in realtà
Pensa a quante cazzate scrivi tu,chissà quante persone avrai salvato via web

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Ma tu chi sei?tu puoi aiutare qualcuno qui a parole scrivendo? Io ho semplicemente detto che non credo a nessuna allucitazione e poi perché rispondi tu al suo posto?sei l avvocato di ufficio del sito?
Per.me molti le allucinazioni e gli stati di fantasia Selinunte regno con la loro testa ingrendendoli più di quanto sono in realtà
Pensa a quante cazzate scrivi tu,chissà quante persone avrai salvato via web

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Ciao Lerio.
Premetto che, non essendo un medico, non posso darti nessuna informazione in merito. Mi stupisce, piuttosto, che tu stia scrivendo qui: cure e rassicurazioni dovrebbero arrivarti dai medici che ti stanno seguendo, dal momento che sei in ospedale.
Nella mia esperienza limitata, non credo che tu ti sia rovinato la vita con una cosa del genere. A volte, capita che alcune sostanze slatentizzino delle psicosi: tu hai già qualche conflitto o problema a livello inconscio, e può succedere che la sostanza lo slatentizzi, cioè lo faccia manifestare all'improvviso. Per questo, capita che dopo aver assunto una sostanza si inizino ad avere sintomi come i tuoi, che durano a lungo, e la prima cosa che viene naturale è dare la colpa alla sostanza.
Non è certo una cosa positiva, perché i problemi nell'inconscio vanno esaminati con cautela e portati "a galla" uno per uno con calma, e non tutti in una volta (come credono invece quelli che si sparano il bicchierino di Ayahuasca), però no, non credo proprio che sia una situazione permanente.
<><><><><>
In tutto il tuo racconto, ricorre molto spesso una descrizione di un forte stato d'ansia. L'ansia in sé è solo un sintomo, significa che c'è qualcosa a livello inconscio, forse un conflitto. E' possibile che la sostanza che hai assunto abbia portato a galla questo conflitto, che si manifesta con una fortissima sensazione d'ansia. Secondo me, dovresti iniziare un percorso di psicoterapia, per vedere cos'è che provoca quest'ansia. E ricorda che non è stato lo skunk a provocartela, c'era già, quello si è solo limitato a farla venire fuori tutta all'improvviso.
<><><><><>
Poi, ripeto, io non sono un medico. Ho dei forti problemi d'ansia, che sto risolvendo con la psicoterapia. Non ho avuto sintomi allucinatori come i tuoi, ma attacchi di panico e ansia sì, per quello che consiglio la terapia.
Sicuramente, se la redazione vuole intervenire ti può dare dei consigli migliori.
In bocca al lupo!
(P.s.: qualunque sia la tua decisione in merito, però, ti sconsiglio di pensare cose del tipo "passa da sola". Non passa da sola: va curata. Se fai finta di niente, magari all'inizio dà l'impressione di essere passata, ma poi si rimanifesta. Anche qui, parlo per esperienza personale).

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Ciao grazie delle risposte volevo inoltre dire che sento delle vibrazioni al cervelletto è un dolore quasi vibrazione nella parte alta destra inoltre certe volte mi vibra tutta la testa e sento dei fastidì alle orecchie e mi viene da aprire la bocca sono molto preoccupato per questa situazione perché non riesco più a fare niente e sono molto preoccupato per questa situazione in quanto non è raro leggere su questo forum di gente che ci è rimasta così perfavore aiutatemi inoltre i medici non credono sia un problema e mi continuano a dire che è solo una mia paura dovuta al fatto di tutte le cose brutte che ho visto sulla skunk mentre io queste cose le provo d’avvero e non me le invento innanzi tutto è possibile la mia domanda che mi possa aver causato un danno permanente al cervello e di non poter più tornare come prima inoltre vorrei dire che questa situazione che mi sta venendo trattata come disturbo d’ Ansia che quando sembra essere passato tutto riecco che ritorna con sintomi più forti di prima ovviamente io prima di 5 giorni fa ero in vacanza e stavo discretamente anche se ogni tanto in mezzo alla gente mi sentivo una telecamera che si muove oppure mi sentivo in un sogno grazie mille per le risposte che mi darete ma non risposte come Rino per favore mi fanno solo stare peggio...

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Caro Lerio, Lysander ti ha detto esattamente cio che devi fare e concordo pienamente. Se non ti senti abbastanza seguito dallo staff dell'ospedale in cui sei prova a chiedere consiglio al tuo medico di fiducia xche credo che nessunaltro possa darti consigli migliori. Io ho sepolto i miei problemi di relazione con gli altri e con il mondo da adolescente (14 anni) con l'eroina e dai 35 in poi con il metadone. Ora, a 52 anni ho deciso di smettere, di provare a cambiare e ci sto riuscendo ma mi rendo conto che mi ritrovo davanti di nuovo tutti i problemi di relazione con gli altri che avevo da ragazzino. E li affronterò con l'aiuto di uno psicologo appena starò meglio fisicamente. Chiedi consiglio a chi ne sa di più e abbi fede... siamo tutti con te... un abbraccio.

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Ciao a tutti e grazie mille delle risposte mi sono rassicurato molto anche se provo ancora queste allucinazioni il motivo della mia ansia nasce dal fatto che quel giorno quando mi sono ripreso sono andato subito a cercare su questo sito finché non mi sono imbattuto nella derealizzazione da cannabis schizofrenia psicosi storie di gente che ci è rimasta con cose molto meno gravi inoltre ho notato una cosa che più tempo passa invece di migliorare la cosa peggiora questa sera sotto consiglio dello psichiatra ho preso una pastiglia di abilifi alle 22 o come si scrive e anche se in preda a quest ansia di rimanere così e le cose che si muovono finalmente sono riuscito a dormire dalle 22 fiino ad ora ci sono riuscito anche se a riprese le allucinazioni di cadere di girare di deformarmi e di quelle immagini che vedevo ad occhi chiusi si sono ridotte un pochino vorrei anche chiedervi una cosa se c’è la possibilità di guarire e in quanto tempo secondo voi? Avete mai letto di cose simili? Si sono tutti ripresi? Da quel che ho letto io alcuni si sono ripresi ? Mentre altri con sintomi molto più leggeri non si sono ripresi mai più perfavore niente insulti sto male davvero grazie in anticipo

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Niente insulti non è propio il caso . Sei giovane in crescita , probabilmente molto sensibile , hai bisogno di punti fermi stabilità . Non concentrarti su queste paure xche le alimenti , affidati a un doc che ti dà fiducia . Io ho vissuto stati d'ansia crisi di panico , so quanto possono essere destabilizzanti e quanto più ci pensi più le alimenti . Concentrati sulla tua età le cose da fare, lo sport . Coltiva amicizie senza l'uso di sostanze ..... siamo già noi una sostanza da capire .

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Lerio: no, non credo che l'ansia sia dovuta al fatto che hai letto della derealizzazione o cose del genere. Quello è uno spavento temporaneo, che per quanto grande, non si lascia strascichi del genere. L'ansia che provoca delle reazioni del genere è qualcosa di molto più profondo, che nasce da problemi che non immagini neppure (perché inconsci, ovviamente... nessuno ci arriva da solo!). Potrebbe essere un problema di relazione con gli altri, potrebbe essere un po' di paranoia (timore che accada qualcosa di brutto da un momento all'altro), cose insomma che c'erano anche prima ma che erano latenti, cioè non si manifestavano, oppure si manifestavano in maniera molto leggera, senza dare nell'occhio. Lo skunk le ha semplicemente tirate fuori del tutto, tutte in una volta.
<><><><><>
Peggiora invece di migliorare perché i disturbi d'ansia, se non vengono curati mediante psicoterapia, fanno proprio quello. Gli ansiolitici non curano i disturbi d'ansia: semplicemente, la soffocano temporaneamente, ma se non fai in contemporanea un percorso di psicoterapia, appena interrompi gli ansiolitici l'ansia torna come e più forte di prima.
Per questo sconsiglio quello che ha consigliato mon: "Guardale e lasciale passare" le farà solo diventare più grandi. Intervieni subito, invece: io ho cercato di ignorare i miei disturbi d'ansia e tutti i problemi connessi per anni, avevo una vita quasi normale, ma poi questi sono esplosi e la mia vita è andata in merda totale (non per sostanze). Adesso sono in psicanalisi da qualche anno e le cose stanno migliorando, mi sto riprendendo piano piano la mia vita in mano, ma se avessi fatto questo percorso di terapia all'inizio, e non avessi fatto finta di niente, sicuramente mi sarei risparmiato tanta sofferenza INUTILE.

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

"Guardale e lasciale passare " = guardale capiscile leggile . A 14 anni non necessariamente sono drammi . E lasciale andare "appunto dopo averle guardate queste ansie paure " il nostro cervello è delicato specialmente a 14 anni ha bisogno di rispetto . Lisander, non caricarlo troppo sto ragazzo , non è detto che ci sia qualcosa sotto X forza io starei sul leggero X iniziare . Già l fatto che ha fatto un ricovero alla sua età lo farà riflettere molto .

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Ci sono molte persone che hanno o vivono episodi di stati d'ansia con crisi di panico non necessariamente malati di qualcosa . Vedi la nostra campionessa di nuoto italiana . Lavorato una stagione X prepararsi e alla gara ,saltata X una crisi di panico .

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Certo, "guardale, capiscile e leggile", ma senza l'aiuto di un terapeuta, leggerle e capirle è difficile (se non impossibile). Lo so bene che il cervello è delicato, specialmente a un'età giovane come la sua, ed è proprio per questo che gli ho dato quel consiglio. Seguire una psicoterapia può servire proprio a non appesantirlo: se certe cose vengono affrontate subito, ce ne si sbarazza in poco tempo. In particolare se è così giovane, e quindi non ha un "bagaglio di vita" lungo decenni. Non è detto che durante la terapia debba affrontare orrori e esperienze dolorosissime: magari sono cose da poco, che con l'aiuto di qualcuno vengono ridimensionate e viste per quello che sono. Dico "magari" perchè non conosco tutta la sua storia personale.
<><><><><>
La Pellegrini non ha avuto solo una crisi di panico, ne ha avute parecchie. E non le ha superate solo "guardandole e soffrendole", ha seguito un programma preciso: psicanalisi due volte a settimana, e simulazioni di gara. E se adesso le capisce, è proprio grazie al percorso che ha fatto.
Andare in terapia non è mica una tragedia, anzi: è un toccasana. Niente farmaci che ti bombardano il cervello, solo un dialogo che ti aiuta a vedere certe cose che da solo non vedi. Lasciare che le cose scorrano non mi pare una buona idea, visto che sta così da un mese e mezzo e ha detto che la situazione sta peggiorando.
<><><><><>
Poi, ripeto: lo hanno ricoverato, ha dei medici che lo seguono, i consigli li deve sentire da loro, non qui su internet.

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Ciao a tutti e grazie mille per le risposte oggi sono un po’ più tranquillo ma sempre terrorizzato di poter esserci rimasto cercando i problemi che può dare la skunk ho trovato psicosi attacchi di panico e ansia e intossicazione da thc che porta ad pseudo allucinazioni derealizzazione ovvero la senzazione continua di essere in un sogno è possibile che io soffra proprio di quest ultima come tanta gente su questo forum che poi alla fine non è mai più guarita premetto che io sento delle vibrazioni in testa nella parte bassa dove si trova il cervelletto è possibile che questa cosa sia permanente? In effetti la cannabis altera la percezione della realtà e la skunk essendo ad alta concentrazione di thc e dopo aver fatto 9 tiri da un blunt di solo skunk Questa cosa mi terrorizza perché il cervello a 14 anni è ancora in crescita non vorrei che ci fossi rimasto e mi debba portare questa cosa per tutta la vita io vorrei solo tornare il ragazzo di prima pieno di speranze di sogni e di persone che gli vogliono bene ma ora ho paura di non poterlo essere mai più di dovermi portare questa cosa per sempre la cosa che mi preoccupa di più è che ci vedo quasi doppio vedo le cose muoversi ho queste allucinazioni e non vorrei dover passare la vita da sballato gente che sta come me ed è guarita ce ne è?grazie in anticipo per le risposte

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Cercare info su internet è buona cosa, ma solo se cerchi in generale quali sono i rischi da evitare: tu ti sei spaventato e ti stai facendo un po' un'autodiagnosi. Tra gli effetti della cannabis possono esserci psicosi, attacchi di panico, ecc., ma solo se la si fuma di frequente, e questi effetti si vedono a lungo termine (vedi, ad esempio, mesi di utilizzo continuato su soggetti molto sensibili). Nessuno si è fottuto il cervello per nove tiri, come quelli che hai fatto tu.
Esistono casi in cui qualcuno si fa una volta di una sostanza e ci rimane sotto per tutta la vita, su internet ne troverai di gente che dice di 'ste cose, ma non ti dicono mai di cosa si facevano PRIMA di farsi quella sostanza particolare. E non ti dicono nemmeno se erano soggetti sensibili, con psicosi latenti da decenni, ecc. ecc. Ti faccio un esempio: in una città vicino alla mia, c'è uno che c'è rimasto dopo essersi fatto di Peyote, e adesso trascorre le giornate su una panchina a fissare il vuoto. Questo è quello che dicono tutti: ma indagando un po' ho scoperto che prima di farsi di Peyote, si è fatto per anni di qualsiasi cosa, e intendo proprio QUALSIASI COSA, e in più prendeva pure psicofarmaci per non so quale psicosi. Quindi, il Peyote è stato solo la goccia che ha fatto traboccare il vaso, un vaso che il tizio aveva già riempito ben bene in tanti anni.
<><><><><>
Quindi, se leggi storie del genere su internet, non ti spaventare: ti dicono solo la parte più clamorosa per fare l'effetto shock, ma non ti dicono quali erano le sue condizioni di salute PRIMA, né se prima di rimanerci si faceva anche di altro. Prendile con le pinze.
<><><><><>
In definitiva, tranquillizzati (anche se dire "tranquillo" a uno con gli attacchi d'ansia non serve granché): nessuno c'è rimasto sotto per nove tiri di canna. In più, ti sei solo fatto qualche cannone per i due mesi prima, non sei una persona con anni e anni di pluri-tossicodipendenze alle spalle. Mettici pure dentro che, proprio perché sei molto giovane, le tue capacità di recupero (fisiche e psicologiche) sono enormi: fidati, io di anni ne ho 34, e i tempi di recupero tra adesso e quando avevo 18 anni sono moooolto cambiati. Non ci rimani sotto per così poco.
<><><><><>
Piuttosto, hai descritto tutti questi sintomi ai medici? Gli hai detto che è da un mese e mezzo che hai queste allucinazioni in cui vedi gli oggetti deformati? Che è da un mese e mezzo che ti senti sballato di continuo anche se non ti sei più fatto?
Posso capire lo xanax o il valium per calmare degli attacchi di panico o ansia, ma non credo che quei farmaci possano fermare questi altri sintomi.
Sei stato ricoverato in ospedale, possibile che tu non abbia parlato con nessuno dei medici di quello che ti sei fatto e dei sintomi che stai sentendo adesso? Se gliene hai parlato, ti hanno fatto una TAC per vedere se c'erano dei danni neurologici? Ci sono delle cose che non mi tornano, nel tuo racconto. Dici di avere delle allucinazioni visive abbastanza forti, di vedere gli oggetti che si deformano, che sono dei sintomi pesanti, ma in tutto questo sei stato ricoverato in ospedale e hai visto uno psicologo e uno psichiatra, e nessuno di tutti questi medici ti ha prescritto qualche farmaco o fatto fare degli esami apposta.
Se hai fatto tutti gli esami del caso e i medici non ti hanno dato nulla, mi viene da dire che questi sintomi sono frutto di autosuggestione: hai paura di esserci rimasto sotto, e adesso interpreti in modo esagerato come "sintomi" dei fenomeni che capitano a chiunque, ma che a te sembrano anomali. Nel tuo racconto non sei molto preciso.
<><><><><>
Per quanto riguarda le vibrazioni al cervelletto, tranquillo: il cervelletto (e tutto il cervello in generale) non vibra, sta fermo lì dov'è. Possono essere semplici mini-contrazioni dei muscoli o dei nervi a livello del collo, oppure la circolazione sanguigna. (ma ti ricordo che non stai parlando con un medico, quindi non so cosa possa essere. L'unica cosa di cui sono sicuro è che il cervello non vibra).

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

In ospedale ho descritto tutti i sintomi e ho raccontato la mia storia e mi hanno dato una terapia farmacologica inoltre vedo le cose andare sul viola mi sento in un sogno e non so più che fare già appena ho avvertito i sintomi ovvero quel giorno ho subito cercato su Google di un ragazzo che stava come me e delle persone che gli Commentavano ci sei rimasto Inizialmente non vedevo tutto muoversi ma solo quando mi venivano degli attacchi che mi dicevano fossero di panico che poi mi passavano con il valium anche se la sensazione di essere in un sogno continuava
Invece è da 2 settimane che sto così che si muove tutto e vedo quasi doppio con queste allucinazioni

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Se ti hanno fatto un encefalogramma e una risonanza magnetica e non è saltato fuori nulla, allora non ti sei fottuto il cervello. Se ci fossero stati dei danni, li avrebbero visti.
Sicuramente, è uno stato d'ansia molto forte. Considera che l'ansia può causare facilmente anche dei sintomi fisici, non solo emotivi. Per questo ti ho consigliato di iniziare con la psicoterapia: perché per la cura dell'ansia è la cosa migliore.
<><><><><>
Lascia perdere quello che hai trovato su quell'altro ragazzo su Google: non sai niente di lui, di cosa eventualmente si faceva prima, di qual'era il suo stato di salute, ma soprattutto non sai niente di quelli che gli hanno risposto. Gli han detto "ci sei rimasto", ma è un commento un po' del cazzo: sono medici? Psichiatri o psicologi? Han buttato lì una frase senza pensare, cosa vuoi che ne sappiano? Solo perché gliel'han detto in tanti non vuol dire che abbiano ragione. E non penso che fossero tutti medici. Anche perché un medico serio non ti fa diagnosi così alla cazzo su internet, ti dice la sua opinione ma ti dice SEMPRE di andare dal tuo medico o di base o da uno specialista, perchè sa benissimo che da dietro uno schermo non si capisce niente, ci vuole una visita, degli esami, ecc.
Quindi fossi in te lascerei perdere i commenti degli "espertoni" di quell'altro sito, qualunque fosse.

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

A parte quello che ho già detto, ti posso solo dare altri due consigli:

1) Smetti di cercare rassicurazioni su internet. Tanto, al momento, le rassicurazioni non le ascolti. Forse a te sembrerà di comportarti in modo logico, ma la realtà è la seguente: i medici ti hanno rassicurato, ma tu non ti fidi e sei venuto qua a chiedere. Qui su sostanze.info alcuni utenti ti hanno rassicurato, ma tu insisti a dire che hai paura di esserti fottuto il cervello. Su un altro sito, dei fattoni anonimi dicono "ci sei rimasto" a un altro tizio con sintomi simili ai tuoi, e tu vai in corto circuito. Ti rendi conto che presti attenzione solo a quelli che dicono che ci sei rimasto, e non dai peso a tutti quelli che ti rassicurano?

2) Se proprio non ce la fai a non cercare rassicurazioni, allora questa domanda non scriverla qui, scrivila nella sezione "domande agli operatori". Il pulsante è nel menu in alto a destra. Gli operatori sono medici, e ti sapranno rispondere sicuramente meglio. Quando gli scrivi, digli anche che farmaci prendi e che esami hai fatto, dagli più info possibili.

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Io mi sono rovinato a fare sport e a giocare tutti i giorni a basket . Mi spiace ma non riesco a provare pieta' nei tuoi confronti la scelta l 'hai fatta tu e credimi per essere felici non serve cercare chissa' cosa nelle e varie droghe basta poco ...mi auguro tu possa uscirne ma come cazzo si fa a 14 anni a ridursi cosi' ?

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Prima di tutto non ho assoòutamente la pretesa di considerarmi superiore a nessuno poi mi pare abbia fatto qualcosa in piu' di quello che dici e rimango basito (e molto dispiaciuto) di come un ragazzino si possa rovinare cosi' .
La vita e' fatta di scelte giuste o sbagliate che siano ne paghi le conseguenze e non mi pare di essere l 'unico critico qua dentro ..... se poi vuoi fare il prete che perdona tutto a tutti sei libero/a

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Balle, vieni qua e sputi giudizi, come hai fatto anche nell'altro thread, ribadendo il tuo disprezzo per i tossicodipendenti. Ti senti superiore eccome, forse non ti accorgi che questo atteggiamento trasuda da ogni parola dei tuoi commenti.
Il "qualcosa in più" che ha detto di aver fatto è fumare hashish per due mesi, non ha anni e anni di pluritossicodipendenze alle spalle. Da giovani è normale provare curiosità per certe cose, e due mesi di hashish non rovinano la vita a nessuno.
Dici che secondo te voglio fare il prete, ma il moralista tipicamente pretesco mi sembri tu, pronto a puntare il dito e bacchettare un ragazzino perchè ha fumato un cannone (anzi, ormai nemmeno i preti ti rimproverano per un cannone. Peggio di un prete!).
Se te non hai mai sgarrato nella tua vita e sei sempre andato dritto senza mai sbagliare meglio per te, ti auguro di continuare così, ma non è così per tutti, e puntare il dito ostentando disprezzo come fai tu è un atteggiamento ridicolo, da persona immatura.
Immatura e soprattutto insicura, perché chi sa di aver fatto le scelte giuste non sente la necessità di evidenziare che quelle degli altri sono sbagliate.
Chiediti come mai, tu che sei sano come un pesce, sei qui su un forum di tossicodipendenti a emanare sentenze.

Re: MI SONO ROVINATO LA VITA CON UN BLUNT?

Pensare che nell atletica leggera ero impegnata il sabato e la domenica matt , oltre agli allenamenti in sett. era l'unica cosa che mi dava vera felicità . Ma non è bastato a quel tempo.. a volte si fanno delle scelte sbagliate , si perdono treni . caro lerio fai tesoro di questa brutta storia che stai vivendo .

Aggiungi un nuovo commento