Back to top

La mia esperienza e le problematiche che ho riscontrate.Mi date un parere?Specie la redazione?

Voto 

Ciao,sono un ragazzo di 20 anni fumatore di haschisc e marijuana dai 15.
Da quando fumo,ho avuto degli alti e dei bassi,verso i 16 anni fumavo quasi tutto il giorno e bevevo molto spesso anche di giorno,ora bevo solo il fine settimana e fumo ogni sera,minimo 1g di fumo.
Il mio problema è che non riesco a controllarmi.
Per fumare ho sempre fatto di tutto,l'ho sempre messo davanti tutto,solo sballarmi,evadere.
L'estate scorsa,una sera non avendo niente da fare e da fumare,ero molto nervoso e incazzato(stato che spunta spesso se nn fumo da due giorni)e mi sono calato del tavor con del vino.
A quanto pare già da fatto devo averlo preso due volte per un totale di 5 pillole e mi sn risvegliato all'ospedale in rianimazione.
Appena sveglio,ho realizzato quello che è successo anche se mi sentivo un'altra persona.
Questa sensazione è durata tt il giorno.La sera stessa ho fumato e bevuto cm un pazzo.
Per i tre giorni a venire ho vissuto tutto cm da un' altra dimensione,non mi riconoscevo piu,mentalmente intendo,e la realtà mi appariva una cosa sfuggente e poco utile che io tra l'altro,vivevo da fuori il corpo(nn trovo altre parole per descriverlo)
Pian piano mi sn svegliato e nn ho piu preso uno psicofarmaco.
Due domeniche fa,invece ho preso per la prima volta mdma e mi è sembrato piacevole e meno forte di come immaginavo..sl il giorno dopo ho avuto lievissimi tremori e stato di eccitazione..cmq abbastanza tranquillo e gestibile..
Il mio problema è che faccio una vita dissoluta,mangio poco e male,dormo a ritmi miei e cn difficoltà...ho sbalzi d'umore.
Capita che mi svegli alle 16:00 e vada a lavorare per poi uscire in giro tutta la notte e tornare alle 7:00 senza aver mangiato nulla.
Aggiungo che vorrei smettere di fumare per vedere cosa si prova,finora ci sn riuscito solo un mese,un mese su 5 anni.
Mi sono lasciato cn la ragazza cn cui stavo da tre anni ed è stato uno schock forte ma superato,da piu piccolo (16-17)ho partecipato a festini di orge e "fusione"cn lei e la sua famiglia lo ha saputo e mii ha quasi ucciso.
Lei era ovviamente consenziente ma ha trasformato un po' la versione a suo vantaggio...e l'intera cosa ha gravato ancora di piu sul mio equilibrio..
Non ho certezze,qualcuno da amare e da circa un anno ho difficoltà ad intrattenere rapporti sociali cn le donne..(non ne ho mai avuti,anzi sn sempre stato vivace e ben accolto da quasi tutti)
Ora,che ne pensate?che consigli mi date?Qualcuno ha un esperienza di vita analoga?

Commenti

Ho dimenticato che

Da sempre sn disordinato e distratto ma so che ora sn pure peggio di quand'ero piccolo.
Devo dire che qualcosa è cambiato da quando ho preso il tavor,(ormai piu di anno fa) sn cambiato un po' io...
Ho vissuto un periodo dell'adolescenza in mezzo al sesso sfrenato e le droghe e penso che questo,un po' mi abbia condizionato.
Cmq lavoro,mi sn diplomato cn il massimo dei voti e vorrei continuare a studiare..
Mi occupo di pittura e musica

risposta a "La mia esperienza e le problematiche che ho risco...

Forse questa vita dissoluta non ti soddisfa più, ti sei preso un bello spavento con la storia del Tavor e vorresti mettere un po' di ordine nella tua vita. Se vuoi l'autocontrollo non lo puoi trovare nelle sostanze, ma forse nelle altre cose sì, visto che lavoro e studio ti girano bene. Aver passato 5 anni della tua adolescenza in questo modo sicuramente non ti aiuta e ti fa sentire anche insicuro con le persone perechè devi trovare una nuova situazione che ti piaccia. L'hashish, l'alcol, il desiderio di evadere ti hanno accompagnato per tanto tempo e, da quando ti accorgi che tutto questo non ti soddisfa, a quando trovi il modo per cambiare, ci vuole del tempo, ci vogliono dei cambiamenti. Pur avendo sperimentato delle esperienze negative con le sostanze (e in questo la testimonianza in risposta alla tua è estremamente vivida), resta difficile superare il ripianto per gli aspetti piacevoli della stessa. Devi rinforzare la tua voglia di smettere per vedere cosa si prova, capire che stare nella realtà da lucidi può essere molto piacevole, ma per fare questo devi resistere più di un mese e tentare un cambiamento radicale.

risposta

Inanzitutto,vi ringrazio x avermi risposto e vi faccio i complimenti per il servizio che offrite,un servizio di scambio anonimo utile per qualsiasi cosa (specialmente per chi ha problemi di droga e affini) per quanto riguarda me ieri dopo una lotta cn me stesso ho comprato fumo sia di mattina che di sera...comunque oggi non ho fumato..un cambiamento radicale?Mi spaventa ma ci posso provare..perché è vero,prima mi piaceva da morire ciò che facevo ma ora è sempre piu sl un'abitudine...

risposta

Proviamo a darti qualche arma per la lotta con te stesso, con il fumo e con il disordine.
Prima di tutto devi tenere un quaderno dove scrivere quante canne ha fumato nell’ultima settimana.
Poi devi fare una lista delle cose buone e di quelle cattive che derivano dal tuo uso di cannabis.
Crea anche una lista con i vantaggi e gli svantaggi che avresti nello smettere o diminuire il fumo.
Ciò ti aiuterà a decidere se vuoi veramente smettere o diminuire.
In seguito devi cominciare a controllare il tuo consumo di cannabis.
Annota sul quaderno quando avverti il bisogno di fumare e quando la fumi davvero. Questo ti permetterà di comprendere in maniera molto chiara in quale situazioni ti trovi, quando hai problemi nel dire “no” al tuo bisogno di fumare, cioè quali sono le tue “situazioni a rischio”. Devi indicare con chi sei e cosa accade in quel momento.
Tramite questo diario avrai un quadro preciso del tuo uso di cannabis. Se diventi consapevole di quali sono le situazioni in cui sei in difficoltà, sarai pronto ad affrontarle. E se sarai pronto ad affrontarle, potrai resistergli

a proposito della tua esperienza..

è la prima volta che capito in questo sito.. e per puro caso ho letto la tua storia.
la tua esperienza mi colpisce.
sono una donna e ora ho 28 anni.
ho iniziato a fumare quando avevo 16 anni. da li in poi è stato tutto un crescere: insofferenza,. voglia di evadere (soprattutto da una famiglia borghese e un paesino che mi rimaneva stretto), evasione attraverso lo sballo, evasione dalla noia, voglia di dare un senso ad un precipizio esistenziale...ricordo una gran confusione e una continua ricerca di emozioni forti..
a 18 anni ero già eroinomane. ho iniziato sniffando ed è inutile scrivere come è finita..
quando inizi nn hai il libretto delle istruzioni.. tutti dicono che porta alla morte ma per quanto risaputo io nn c'ho creduto.. mia madre che nn era ferrata in materia me lo diceva anche per le canne..tale disinformazione sui differenti gradi di tossicità mi ha portato a sopravvalutare la mia possibilità di nn avere limiti e confini e a sottovalutare un problema reale: la tossicodipendenza!
sono stata tossica a pieno regime per un anno.
l'inizio lo ricordo come una salvezza. ero talmente su di giri che solo un anestetico poteva placarmi. mi ricordo momenti di dolcezza e lentezza di movimenti. mi ricordo la sensazione dello stare in pace ovunque come un nn essere mai sola. al di la del corpo, della mente, delle emozioni. sensazioni durate ben poco e sostituite a breve dal bisogno implacabile di assumere la sostanza. il nn assumerla corrispondeva al dolore + forte mai ricordato. non vivevo +, vegetavo. tutto in funzione della roba. mangiare una pizza o andare al cinema facevano parte di un _prima_.anche le funzioni fisiologiche (mangiare, bere, dormire) venivano a seguito dalla roba.
da li in poi il declino! ricordo che nel periodo di rota guardavo la gente e mi chiedevo come facesse a ridere.. io nn mi ricordavo + come si faceva nè che sapore aveva una cazzata detta tra amici.
mi ero trasformata in quanto di + disumano riesco ad immaginare. mi sono salvata per miracolo poco dopo. e nn sto qui a raccontarti come.. perchè tutto questo te l'ho scritto perchè il leggere la tua esperienza mi ha fatto provare una forte tenerezza per quella ragazzina che ero.
la mia generazione è stata molto sfigata! niente lotte sociali, niente emancipazione solo il retaggio di una rivoluzione sessantottina finita male. e a noi il carico generazionale di una disillusione dell'essere e del poter essere, dove l'unica alternativa di protesta sembra il poter sbattere i piedi davanti ad una cassa che instancabilmente produce battiti sonori che imitano la pulsazione del cuore anfetaminato.
non ho consigli da darti.
voglio solo dirti che mi sembra di comprenderti.
spero solo che anche la tua storia abbia un lieto fine poichè è così che considero finita la mia.
la ragazzina di 18 anni probabilmente avrebbe qualcosa da ridire poichè penserebbe che la mia vita ordinaria è forse un po' banale.
ma a me ora piace tanto ridere.
p.s. le canne me le faccio ancora! ma solo una ogni tanto e solo di sera quando ho terminato di lavorare.
piacere di avere condiviso con te
saluti S.

risposta

Ti ringrazio per aver perso del tempo a raccontarmi la tua storia,io ho scritto la mia senza tante pretese e cn la voglia di arrivare a questo,e cioè gente che rispondesse,desse un parere..non so come andrà a finire la mia,di storia,cmq ognuno ha un percorso da cui si spera,se ne cavi qualcosa di utile...ancora grazie e auguri..
P.s. non è che reputo le droghe una cosa sbagliata,è che semplicemente vorrei cercare di avere piu autocontrollo...

visto da qui...

ciao,
credo che la il problema risieda tutto nel fatto che si usano sostanze per avere subito quello che non si riesce ad avere con effetto immediato dalla società. Il problema nello smettere è proprio che si è abituati al tutto e subito (oltre che a uno stile di vita basato in tutto e per tutto su quello) e non ad avere un ritorno di star bene basato sul tempo, pazienza e sacrificio.
Ti capiso molto bene e voglio dirti che purtroppo, per quanto ti sbatterai per smettere di fumare le canne o usare il tavor o qualsiasi altra cosa sarà la parte minore del tuo lavoro.
Il problema è dopo. Non trovi nulla da fare, hai il vuoto attorno. Non voglio spaventarti ma avvisarti che ti ci vorrà del tempo e parecchia voglia di rimboccarti le maniche.
Il mio consiglio oltre a quello di trovarti amici sinceri e sani per quanto sia difficile in questa società di egoismo, è quello magari di rivolgerti a una struttura come il Sert per parlare con un educatore. Dato che non ti infogneresti in farmaci tipo metadone ecc.ecc. potresti benissimo chiedere una mano senza essere troppo legato.
Per quanto riguarda lo spavento droga ti dico solo che con il tempo prima o poi tutti hanno i loro problemi. Da ragazzino mi sfondavo d'alcol e ho visto gente della mia età che non aveva mai bevuto andare in coma etilico per una cazzata. Non tutti sono uguali, non tutti reggono tutto. Il tuo fisico parla chiaro e ti dice: è ora di smettere.
Non sono un profeta e non ho soluzioni, ma in base a quel che ho fatto io nella mia vita posso solo dirti quel che ho scritto prima. Ti auguro buona fortuna!!
__________________
P.S. Alla persona che ha scritto "a proposito della tua esperienza" e si è firmata S. hai molto in comune con la mia esperienza sia per età che per sostanza. Se ti va di discuterne clicca sul mio nick name in carattere blu sotto al titolo della mia risposta così mi arriva una mail. grazie e ciao.

X S.

Si scusami.... dovresti registrarti prima e poi cliccare il mio nick.
Magari è sbattimento... fai prima a scrivermi ad una mail che uso per le schifezze: midongo_ebay(chiocciola)yahoo.it

SCUSATE IL MONOPOLIO DELL'ARGOMENTO PER FATTI MIEI !

In ultimo non in ordine di importanza, allo scrittore dell'articolo: come stai? fai sapere dai ! E' in home page, non è da poco - molti non hanno tempo di scrivere oppure pensano solo ai fatti loro... chissà.

dove siete?

ehi, dove siete spariti? autore dell'articolo originale... ragazza che si firma S. ...dove siete? Nel post precedente trovate la mia mail. scrivetemi se vi va. bye lex

scusate se mi faccio vivo solo ora

oi ragazzi scusate...sono l'autore dell'articolo originale....non so che dirvi...sarò sbagliato..ma non ho seguito nessuno dei vostri consigli...e neanche avevo letto piu gli altri post....so solo che per adesso sono un po piu tranquillo...il problema è che mi sveglio la mattina e non so che umore avrò....un giorno felice, un giorno col vuoto...so solo che da quando ho scritto questo post ho smesso per due settimane e adesso mi sfondo ogni sera e alla prima occasione utile..non giudicate...

risposta a "SCUSATE SE MI FACCIO VIVO SOLO ORA" del 09.12.10

Bene, se sei tornato allora vuol dire che hai nuovamente bisogno di riflettere su quello che stai facendo. Chiedere consigli e non seguirli è un classico, non ti giudichiamo e non giudicarti per questo. I consigli che non si seguono subito lasciano lo stesso qualcosa nella testa che… chissà potrebbe fruttare in seguito. Anche rileggere le cose che hai raccontato di te tempo fa su queste pagine può essere significativo per te. Niente va perduto.

zii

beh la storia che non hai letto i post te la potevi tenere per te e ti fa passare più questo da coglione del fatto che ti spippazzi ancora la roba. Non chiedere consigli se non li vuoi, i tossici non hanno bisogno dei consigli. Impara la lezione e fai quello che vuoi senza far perder tempo.

Bilancia 72

Allora prima di tutto, mettiamo in chiaro che l'alcool ti spacca più delle canne, se te la fai 1 ogni tanto, fa' piacere, ci sballi, ridi, scherzi, spari caxxate, e mangi come un lupo, a me mi fanno così, fumo da 20 anni e più, ne ho 38, xo' sempre ogni tanto, certo se te che scrivi, ne fumi tante al giorno, e tutti i giorni, poi vai in paranoia, paure, non parli, sei assente... E combini tutti i Casini che hai scritto, non va' bene... La canna va bene x rillassarti, stare bene, se a te ti fa' così, ti consiglio di fartele solo e soltanto la sera, poi vai a dormire e la matt. Ti svegli riposatissimo... Poi lascia perdere le droghe chimiche, quelle ti spaccano dentro e fuori, xche' ti fanno diventare scemo... Conosco gente che e' ancora in trip, da mesi, ti brucia il cervello, e ti fa' cambiare il carattere, dopo xo' quando ti scende, prima sei Felice e contento e vuoi bene a tutti, poi ciaoooooo si diventa scontrosi antipatici, con lungo andare... Spero che tu non abbia mai toccato la cocaina e l'eroina, xche' sono le droghe più bastarde che esistano io ne so' qualcosa... Ora ti saluto e in bocca a lupo... Bilancia 72"

son tornato

é STRANO PARLARE CON DEGLI SCONOSCIUTI DI UN TUO PROBLEMA...CREDO SIA QUESTA LA GRANDEZZA DELLA RETE...CMQ ADESSO SONO IN UN PERIODO ABBASTANZA POSITIVO,HAI PERFETTAMENTE RAGIONE,FUMO ANCORA MA SOLO LA SERA DOPO IL LAVORO E IL SABATO BEVO ANCHE QUALCOSINA...CREDO DI GESTIRMI MOLTO MEGLIO,ANCHE SE NON'è MOLTO TEMPO FA CHE HO SCRITTO QUEI POST,ADESSO SONO PIU SANO^^
cMQ RAGAZZI DOMANI è L'ULTIMO GIORNO DI QUESTO 2010,BUONA FESTA A TUTTI :)

E GRAZIE MILLE PER I POST,MOLTO EDUCATI E COMPRENSIVI h

.......................

anke io ne so qualkosa.........io ho provato tuute le droghe.e quelle ke mi hanno ucciso sono state l eroina e anfetamina cioè droge da diskoteke...tanto ad arrivare al punto di ansia e attakki di paniko...,mo è un anno ke nn m drogo piu...ma vdo avanti kol tavor e nn va beneee ,,,voglio smettereeeee

Aggiungi un nuovo commento