Back to top

Pluridipendenza

Voto 

Salve, ho 35 anni e ho la tipica storia del tipico tossicodipendente. Faccio uso di qualsiasi cosa da quando avevo 16 anni, anche se ultimamente mi sono molto calmato, grazie anche all'ausilio del SERT dove 7 anni fa mi sono recato spontaneamente per non pagare più il subutex ed averlo gratuitamente. Ho anche scalato da 8 mg a 4 durante l'estate. Ho avuto un forte ricaduta con uso di crack e cocaina anche endovena. Sono tre mesi che non faccio uso di alcun tipo di sostanza illecita, tranne rivotril e sub 4 mg. Il problema è che comunqe bevo, ho spesso bisogno di "annebbire" la mente, altrimenti subentra una sorta di noia e apatia. Ho distrutto tante relazioni importanti ed anche diverse possibilità lavorative che avrebbero potuto dare qualcosa alla mia vita. Qualcuno ha mai vissuto qualcosa del genere? Per favore, non parlatemi d psicologi o psichiatri, perchè ci potrei scrivere una guida turistica.

Commenti

Re: Pluridipendenza

Si, in tanti anni ne ho girati. Ha funzionato nel senso che bene o male sono uscito da situazioni veramente difficili. Ho concluso percorsi terapeutici con evidenti risultati positivi. Purtroppo ci sono cose che vanno poi al di là, delle quali non riesco a liberarmi mai completamente. Vorrei solo avere una vita normale, riscoprire la gioia delle piccole cose. Non ci riesco affatto e conoscendo ogni sorta di tipologia di psicologo, da quello che segue la scuola sistemica a quello che fa psicanalisi o terapia cognitivo comportamentale, non credo possa essere una opzione che mi possa aiutare più di quanto ha fatto fin' ora.

Re: Pluridipendenza

è uno stato di meditazione profonda, senza pensare a posizioni particolari, puoi anche startene seduto comodamente sul letto. Conta molto la motivazione che hai, il grado di esasperazione che hai raggiunto di non voler più vivere nello stato in cui ci si trova. Bisogna volerlo con tutte le forze. Prima di farlo però, occorre valutare una serie di aspetti. L'ipnosi, so che non è una terapia che può andare bene per tutti, ma da come ti sei espresso fin'ora mi sembri una persona equilibrata e intelligente.
Io ovviamente non ti conosco, e non sono un ipnotista di professione, lo sperimentata a suo tempo su di me e ha funzionato, mi è capitato in passato di favorire ad altri, o di fornire informazioni in tal sanso e so che ne hanno tratto beneficio. Non è uno stato di completa assenza, si rimane comunque in qualche misura vigili sul tempo reale, ma inconsciamente bisogna tuffarsi nel passato, interagiscono cuore, spirito, "tabelle" di informazioni acquisite e sopratutto la memoria, la memoria scava. In sostanza si deve mentelocalizzare il pensiero del bambino. Bisogna tuffarsi in quel luogo e quel tempo ancor prima che iniziassero i disagi, i tempi della spontaneità, e li devi irradiare. Devi tornare ragazzino, ricordarti com'eri, come pensavi, capire che cosa è successo a un certo punto, o a una certa fase della tua esistenza che ti ha condotto dove ti ha condotto e perchè. E, al tempo stesso, mantenere il controllo di te stesso. E' un pò che non tratto quest'argomento, si è presentato all' improvvisata...
Avviene come una scansione del proprio vissuto, una volta attuati i meccanismi poi va da se . Io mi decisi a farlo perche ebbi la netta sensazione che le cose sarebbero potute solo migliorare... Mi ero rotto troppo i coglioni del solito "tram tram"...

Re: Pluridipendenza

Per riscoprire "la gioia delle piccole cose" bisogna passare NECESSARIAMENTE attraverso la noia e l'apatia, il vuoto emotivo e l'angoscia che questo genera. Sono i nostri "40 giorni nel deserto"... ma sono molti, molti di più.
Gli psi- non possono fare più di tanto, hai ragione. Anche io ne ho girati tanti e sono giunta alla conclusione che bisogna solo dire di sì alla sfida che ci si presenta. La consapevolezza ce l'hai, non hai bisogno di altro. Io ci sono già passata, superando il periodo brutto e riprendendomi completamente la mia vita. Peccato che dopo quasi vent'anni ci sono ricascata! Ma ti posso assicurare che quel vuoto enorme che senti quando sei sobrio piano piano viene riempito dalla vita vera.

Aggiungi un nuovo commento