Back to top

Rapida ascesa

Voto 

Ciao a tutti! Sono una ragazza di 18 anni e sono arrivata a un punto in cui devo analizzare la mia situazione in modo oggettivo, e penso che scrivere sia il metodo migliore. Non so se la mia storia sia interessante, ma credo sia simile a quella di molti che visitano questo sito e con loro voglio condividerla. Male non può fare =)Esattamente un anno fa, l'11 luglio 2012 (non a caso mi sono decisa a scrivere proprio oggi), un amico mi fece fumare la prima canna. Come prima volta mi deluse abbastanza, ma feci finta di niente e lui non si accorse della mia completa inesperienza. Anche se in pratica non avevo provato niente, quando lo rividi e ci fu l'occasione di fumare di nuovo accettai senza esitazioni; mi convinsi che fosse solo questione di tempo. E come ho sempre fatto per tutto, non mi arresi. Verso la fine dell'estate ci vedevamo sempre più spesso e quando in effetti finalmente capii come funzionava tirare nel modo giusto (per una che non aveva mai fumato neanche sigarette non è così facile) era definitivo: mi "facevo le canne", e mi piaceva anche tanto. 

Poi un giorno di settembre questo amico mi portò nel posto da cui non so se uscirò mai: il Parco. Non un parco a caso, proprio il Parco per definizione. In una posizione adatta a raccogliere tutti i "fattoni" della provincia, d'inverno conta una ventina di frequentatori assidui al pomeriggio, ma d'estate si riempie del doppio l pomeriggio e anche il triplo ogni sera. Per farla breve, mi piaque subito l'ambiente e soprattutto gli "abitanti" e a fine Gennaio conoscevo già quasi tutti. Quest'inverno tutte le mie ore libere le ho passate lì e l'ultima volta che ci sono andata è ieri sera. Ma il fatto è che stando lì ho conosciuto molta gente ed è chiaro, ho incontrato anche nuove droghe. Devo ammettere che i miei amici di lì mi hanno sempre tenuta a distanza dalle "cose brutte" cercando di proteggermi, spiegandomi quanto poco ne valga la pena e quanto sia rischioso, la maggior parte di loro parlando per esperienza. All'inizio vedevo e non vedevo quando tra noi girava qualcosa oltre l'erba ma non mi interessava minimamente -o almeno così credevo. Poi però sentivo i resoconti delle serate dove andavano quei miei amici e iniziai a capire che ogni tanto anche loro si "lasciavano andare". E poi la scuola finisce, vai a qualche festa, fai amicizia con le "persone sbagliate". E la curiosità cresce. Poi l'occasione si presenta. E tu la assecondi. 

MD, speed, LSD, DMT. Le conobbi, e come tanti di quelli che stanno leggendo iniziai a cercarle per conto mio eliminando l'amico tramite che si rifutava di prendermele. E mi abituai ad usarle. Prima in serata, per le occasioni, poi sempre più spesso. Poi tutti i giorni. Soprattutto quando non riuscii più a bere alcol e dopo, purtroppo, a fumare marijuana per il grandissimo senso di nausea a sentire l'odore anche da lontano (mi sposto quando sono con i miei amici e fumano). E soprattutto quando inizi con la speed e ti piace. Non aggiungo altro perché per chi mi capisce altro non serve.

Oggi è il primo giorno che non tocco speed da un mese (fine della scuola) di assunzione quotidiana, a parte rare eccezioni e quattro terribili giorni al mare senza. Da sabato 29 giugno l'ho presa regolarmente ogni giorno e ho visto cinque albe (cosa di cui non mi vanto minimamente). In due settimane ho perso otto chili, nelle ultime due il peso si è stabilizzato a 45-44 (a gennaio era 52-53) ma è probabile che scenderà. 

Il fatto è che non è che oggi non l'abbia presa per decisione mia, ma semplicemente perché le ultime due-tre volte non mi ha fatto quasi per niente effetto a parte niente sonno -e le quantità stavano diventando davvero consistenti. Così dato che non intendo mettermi in corpo chili di metanfetamina senza risultati, piuttosto sto senza. Però il problema rimane questo: non voglio smettere. Ma non posso continuare. Ho pensato di sostituirla per un po' con qualcos'altro, ma non è facile: intanto dopo che conosci bene quella botta e ti piace tanto è difficile accontentarsi di altre; poi già escludo ganja e alcol cui non posso neanche avvicinarmi, e allora cosa rimane? vorrei vivamente evitare di "salire di grado", quindi no coca. Oppio e ketamina non mi ispirano per niente, a me piace la sensazione esattamente opposta. Potrei prendermi un trip ma sinceramente sarebbe come mangiare una mela quando non c'è la nutella -meglio che niente. Mi sono già messa alla ricerca di MD ma non si trova per ora...So che quest'elenco così presentato può sembrare bizzarro, ma in realtà il problema è molto concreto, c'è, si sente. Lo sento io adesso. Quindi vi chiedo in modo forse un po' inusuale....cosa posso fare?? 

Grazie dell'attenzione e scusate se mi sono lasciata trascinare...

Commenti

Re: Rapida ascesa

la tua storia si accomuuna con quelle di altre mille realtà....l'unico modo per uscirne è fare sport (sembra una cazzata vai a correre ,fai qualcosa),conosci persone al di fuori del "parco"... cerca persone che ti vogliono bene,con cui instaurare nuovi rapporti....
fai sesso,cerca nuovi stimoli, nuovi hobby insomma,qualsiasi cosa tipossa distrarre e fare uscire fa quella realtà di merda (sorry) in cui ti sei infilata...
ricordati che solo il fatto che vi facciate sempre nello stesso recinto non vi ha fatto capire che il senso delle sostanze è quello di espandere il più possibile la propria coscienza e conscenza viaggiando,conoscendo nuove persone ,nuovi costumi ampliando la tua mente;
nel momento in cui ti rinchiudi in un circolo chiuso di persone adibito solo a farsi beh..sei finito e non hai capito un cazzo del senso della vita....auguri

Re: Rapida ascesa

Non ha chiesto come fare a smettere, ma come rimpiazzare lo speed.
Io credo che non ci siano consigli da poter dare a una ragazza che cerca una nuova droga per rimpiazzarne un'altra. Anche perché tutti i possibili sostituti li ha già scartati (troppo forti o troppo leggeri).
Ma se lo speed non ti fa più effetto e gli altri non ti vanno bene allora mi sa che ti tocca proprio smettere di drogarti figlia mia :-)

Re: Rapida ascesa

scusa ma non c'hai l'ansia 24 ore su 24 con quella roba??io non mi ci sono mai appassionato se non usandole con qcosa che poi mi facesse l'esatto contrario...odio l'ansia...specialmente associata alla dipendenza psicologica...io sono un po piu esperto di te e l'unico consiglio che posso darti e' di fare un grande sforzo e ritornare a farti le canne amica mia....ascoltami!!!!

Re: Rapida ascesa

La tua esperienza mostra che i rischi delle sostanze che hai assunto hai imparato anche a riconoscerli in parte e come ti è successo già nelle prime esperienze con la cannabis l’apprendimento hai visto che è importante con le droghe. Penso che tu sia in grado di capire che con lo speed e l’MD hai oltrepassato un limite che è generale è poi è anche individuale perché si personalizza con effetti contrari a quelli desiderati in modo diverso da persona a persona. Un fatto è che con lo speed e l’MD che come sai ha un effetto molto più intenso e prolungato si sviluppa una tolleranza fortissima in tempi non troppo lunghi. Lo hai provato da quello che dici, si può arrivare ad avere bisogno di un dosaggio fino a 20 volte superiore da quello iniziale per sentire gli stessi effetti. Oltrepassando questa soglia in cui visibilmente la quantità necessaria aumenta a dismisura e volendo continuare nell’assunzione si rischia di avere effetti ellucinatori pesanti e situazioni di paranoia molto pericolose. Bisogna proprio evitarle quindi non resta altro che stopparsi e fare fronte alla voglia che ti rimane addosso. Bisogna controllare questa voglia e non pensare tanto che l’alternativa è smettere ma piuttosto che per la tua salute complessiva quindi anche la tua capacità di stare bene e divertirti è necessario fare uno stop, una pausa chiamala come vuoi. La cosa più urgente è dare al tuo corpo la possibilità di reintegrare gli equilibri che si sono sballati completamente. Questo è molto concreto ed è l’unica cosa che puoi fare. Poi ti rendi conto da sola che le droghe non si sostituiscono una con l’altra, a te piace quel sistema di effetti che provocano le anfetamine, ti è funzionale. Probabilmente questo ha un significato o più significati per te che potrai se vorrai capire meglio in futuro. Probabilmente ti aiuterebbe. Ora non ti puoi permettere come dici tu di continuare. L’MD come accennavo prima peggiora la situazione della tua tolleranza cioè si somma a quella che hai sviluppato con lo speed. Quindi è davvero sconsigliabile. Un periodo di digiuno ti farà bene
Stefano Bertoletti operatore sosptanze.info

Re: Rapida ascesa

Ciao a tutti!
Ho pubblicato il post "Rapida ascesa" l'11 luglio. Da allora purtroppo non sono riuscita a trovare una soluzione per più di un mese, continuando giorno dopo giorno una pratica ormai non più tanto piacevole quanto necessaria. L'ultima settimana di agosto, in vista delle famose vacanze, ho voluto prepararmi all'astensione oltrepassando il limite in un crescendo di digiuni e veglie. Poi per fortuna ho fatto l'errore migliore che potessi fare e una sera ho abbandonato il solito gruppo e sono uscita con una vecchia amica. L'indomani durante il viaggio arriva una telefonata. E i miei scoprono tutto.
Vi risparmio la scena già vista di una madre in preda alla lacrime e di un padre che non sa cosa pensare. Quello che conta è che ora è un mese (e 10 giorni) che non tocco più niente e anzi: non ci penso neanche. Di tanto in tanto mi passa davanti agli occhi la solita scena e sì, è vero, mi sale l'acquolina. Ma subito dopo mi riempie una nausea spietata per tutto quello che c'è dietro a quella scena. Un po' come se la strega di Hansel e Gretel diventasse più grande della casetta di dolci coprendone ogni attrattiva.
Posso finalmente dire di aver ripreso in mano la mia vita che mi era così facilmente scivolata via. Non posso dire di essere felice e non posso dire che sia facile. Anzi. Ma riuscire a vedere il mondo intorno illuminato, non dalla luce fioca al fondo della galleria ma dai raggi del sole è una sensazione così vicina alla libertà che è difficile non sorridere...

Non posso insegnare niente a nessuno. Posso solo augurare a tutti quelli che sono in bilico tra il perdersi in una bella radura o il superare una foresta buia, beh, scelgano la foresta. Perché da una hai la possibilità di uscire, dall'altra no.

=)

Aggiungi un nuovo commento