Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Senza roba da venerdì

Ciao a tutti, sono tre giorni che vado avanti leggendovi e prendendo dosi massicce di tramadolo. Sono riuscita ad andare a lavoro e anche a dormire qualche ora. Mi manca la stagnola, il profumo caramellato della roba. Ho ricominciato 7 mesi fa, dopo 13 anni in cui ne sono stata lontana anche se il pensiero in questi 13 anni spesso tornava ai tempi in cui mi facevo. Dopo essere uscita l’anno scorso da un periodo bruttissimo in cui devo riconoscere a me stessa di essere stata davvero forte, quando il peggio sembrava passato ho avuto la brillante idea di cercare la roba. Mi sono infognata fino ad arrivare a 50€ al giorno di taglio schifoso, ovviamente non avevo tutti questi soldi e ho già affrontato 3 astinenze in questi mesi. Ora vado a cucinare ma devo aggrapparmi a qualunque cosa per non ripartire a cercarla. Grazie a tutti per l’attenzione.

Punteggio: 4 (1 voto)

Commenti

La ragione è una, unica, e grande. La vita.
47 giorni che sono pulita, 3 mesi e mezzo di percorso . Sono solo all'inizio, ma solo dopo un periodo di vera astinenza capisci di quante cose ti sei privata.
Continua, le ragioni ci sono, basta aprire gli occhi.
E.

Ciao,

ho un percorso simile al tuo. Abuso di sostanza terminato 10 anni fa e poi mi sono reinfognato 2 anni fa. Sono senza E da giovedi e sto provvedendo con tramadolo in gocce nelle dosi di 20 gg x 2 /die.
Sono sceso oggi ieri a 35 ed oggi penso di fare 30. Leggero mal di testa oggi e crampi terribili sabato notte. Non ho proprio voglia di toccare l'E. Mi sono rotto il caxxo.
Probabilmente la toccherò in settimana con la speranza di sentirla come da non TD. Se va così stacco anche il tramadolo nella settimana.

E' il cervello che fa la differenza. Mi sono ricordato perchè avevo smesso la volta precedente: mi ero rotto il caxxo dei soldi, del tempo, delle bugie, etc. Questa sostanza/donna non era la compagna giusta per me.

In bocca al lupo.

User sono davvero curiosa di sapere come stai oggi, se stamattina ti sei alzato dal letto senza fatica e senza roba

Probabilmente la toccherò in settimana con la speranza di sentirla come da non TD. Se va così stacco anche il tramadolo nella settimana.
___
Si dovrebbe scrivere un libro con tutti questi aneddoti creati nel webbe.

Purtroppo non sono solo aneddoti creati nel webbe. Nascono da idee geniali e reali.

Le genialate da contorsione mentale da eroina.
Vah... domani mi aspetta...
"Ospedali e Istituzioni"...
Metterò il mio piedino in una comunità
Dove ragazzi e ragazze combattono seriamente questa malattia della tossicodipendenza,
E noi andiamo a fare gruppi studiati per loro.

Trovo molto interessante questa sinergia NA/Comunità. Mi farebbe piacere saperne di più. In che senso sono studiati apposta questi gruppi?

No non c è nessuno studio approfondito.
Solo le nostre condivisioni sono mirate al recupero dei ragazzi della comunità.
Domani sera
potrò dare info più precise.

perchè parli di anedddoti? Vorrei tanto ritrovare l'utilizzo ricreativo della sostanza che mi stava benissimo.

Capitava un mese in cui facevo una fumata e capitava anche che il mese successivo saltassi: quella non era dipendenza.

No,era pre-dipendenza,un modo diverso x dire che mancava poco ad essere totalmente controllato da quella merda di eroina.

Sono d'accordo con Distrutto e temo che quella fase pre-dipendenza tramonti definitivamente, caro user 10008, e che provare a riesumarla equivalga a darsi martellate sui testicoli.
Una specie di trappola.
Ciao

User1008, se dopo questi giorni di merda cadiamo nella prima settimana, non sarà cambiato nulla. L’unico beneficio reale è il risparmio di soldi per quanto? Una settimana? Poi il primo giorno la senti, il secondo hai già la sensazione di non sentirti bene e in più ti senti idiota perché ci sei ricaduto e ti senti più debole di prima. Questo è quello che è sempre successo a me in questi mesi in cui per ben 3 volte mi sono fatta queste poco utili astinenze

Quarto giorno senza. Stanotte ho dormito poco, c’ho messo tanto a prendere sonno e nonostante 2 compresse di tramadolo non riuscivo a controllare le gambe. Poi è arrivata l’ansia e il cuore in gola che batteva troppo per me che sono brachicardica. Poi i pensieri, ho dei figli da crescere e negli ultimi 6 mesi apparentemente sono riuscita a gestirli meglio. Quando non avevo bisogno di cercare roba o soldi era tutto abbastanza tranquillo; sono due adolescenti e faccio fatica a capirli. Quando mi sfidano me la prendo tantissimo e mi sento un fallimento perché nelle loro risposte c’ Sempre astio, rancore, disprezzo nei miei confronti. Non so cosa mi abbia spinto, dopo più di 13 anni ad andare a cercare la roba. È stato la scorsa estate. Avevo avuto moltissimi problemi familiari e di salute nel corso dell’inverno precedente ma a primavera le cose iniziavano a riprendere una piega buona, i problemi iniziavano a diminuire. In estate il mio lavoro diventa più duro, è un lavoro che non amo ma che mi dà da vivere e mi lascia anche il tempo per fare molte cose ma già da molto tempo non provavo più interesse verso le cose che prima mi davano soddisfazione. A luglio, poiché la mia vita era ormai solo lavoro, disprezzo e guai dai miei figli e frustrazione, ho decido di impegnarmi nella ricerca della roba che qui da me non si trova e bisogna fare molti chilometri in macchina. Mi sentivo valida solo a lavoro pur non amando quello che facevo ma nello stesso tempo non ricevevo gratificazioni dai miei genitori. Non ho mai risolto le problematiche nel rapporto con loro. Ho lasciato la comunità senza aver toccato molte corde ed è così che in 13 anni non è cambiato nulla. Ero senza sostanze eccetto erba e fumo che per me sono compatibili con la vita e non una croce come la roba, ma me la sognavo spesso la roba e ho avuto molti, moltissimi periodo di crisi profonde ma alla fine in qualche modo passavano. Sono andata avanti così tra alti e bassi per tutto questo tempo fino a ricascarci. Poco importa se non mi buco più, in casa c’erano palline di stagnola accartocciata ovunque, sicuramente ce ne sono ancora. Oggi ho tanta paura di fare cazzate, credo che rallenterò lo scalaggio del tramadolo in modo da stare bene fisicamente. Ieri ho fatto davvero tanti chilometri a piedi.Ho giocato con il cane, ho cercato di respirare bene l’aria primaverile che già si sente tra gli alberi. Oggi ho la pancia gonfia e nessun movimento intestinale, penso che siano i farmaci che prendo. Ecco, devo cercare di risolvere questo blocco e sistemare casa. Se arrivo alle 6 di sera senza andare a cercarla anche per oggi sono salva.

Ciao Panda,
ho letto in un altra discussione che chiedevi di NA online. A questo link trovi i contatti, compreso quello per le riunioni su Skype
https://www.na-italia.org/contatti
Vedi se puoi recarti anche alle riunioni reali. In ogni caso trovo davvero opportuno che crei quanto prima un contatto. Più importante ancora che ti vi dia seguito con costanza.
In bocca al lupo
Placido

P.S.
Nel sito NA trovi anche altre cose, come testimonianze che potrebbero interessarti.

Grazie Placido , oggi è dura. Ogni secondo penso alla roba. Ho soldi e tempo per procurarmela ma non voglio buttare al vento questi 4 giorni di merda in cui ho lottato tanto. Lo so che 4 giorni non sono niente rispetto a 13 anni ma da una parte bisogna partire. Intanto ho ricontattato la mia operatrice della comunità. Davvero mi aggrappo ad ogni cosa ma oggi ho un’ansia fortissima.

Brava.
non ti illudo dicendoti "è passata" perché così non è. ma ti posso dire, sicuro di non mentirti, che oggi starai meglio di ieri e peggio di domani. stai rinascendo e come detto potrai solo migliorare.

Non so perché oggi mi sembra più tosto di ieri ma grazie per le tue parole.

> (…) Vorrei tanto ritrovare l'utilizzo ricreativo della sostanza che mi stava benissimo.
Capitava un mese in cui facevo una fumata e capitava anche che il mese successivo saltassi: quella non era dipendenza.

.
Hai capito, ho trascorso 40 e passa anni nell' illusione, alla ricerca di quelle sensazioni per quell' uso ricreativo che all' inizio sembravano una figata senza paragoni.
Avrei fatto di tutto e infatti l' ho fatto, per ritrovare le sensazioni iniziali.

Come quasi tutti immagino.

Ma anche a distanza di anni di sobrieta' una volta bello pulito riprovandoci non le ho mai piu' ritrovate.

Non le puoi ritrovare perché fisico e testa non sono piu' come le prime volte, la spensieratezza dell' inesperienza, del me ne frego, se c'e' ce' altrimenti e' lo stesso ormai e' diventata un' altra cosa.
Inutile farsi illusioni, passata la prima guduriosa infatuazione resta l' ingombro, come in tante altre cose della vita.

Potevo tenere roba in casa e tranquillamente dimenticarmene, ogni tanto a distanza di tempo saltava fuori qualche busta che neanche mi ricordavo come era finita li, era diverso.

Poi col passare del tempo col c. che te ne dimenticavi anche perché di solito non si poneva neanche il problema di dimenticarsene.

Quando una cosa non la conosci piu' di tanto puoi anche giustificarti ma e' quando invece l' hai conosciuta che realizzi che quelle sensazioni sone belle che andate, irripetibili.

Quindi anche immaginandosi di saperla gestire, ma a che pro?

Leggendo su questo sito,
Sembra proprio che le psicosi da eroina siano in aumento.
Gli ultimi thread sembrano incentrati sulle psicosi e i deliri prodotti dall eroina...e sostituitivi.
Sento odore di Sangue.

Non ho capito a quali deliri ti riferisci? Il voler provare a gestirla? Certo che è una cazzata ma non è un fenomeno degli ultimi tempi, ho sempre sentito questi discorsi autoconsolatori soprattutto in chi ha sospeso la roba per forze di cause maggiore e non per volontà propria. Io oggi sto un cesso e ho paura di ricaderci. Ho contattato una psicoterapeuta, spero che mi richiami per darmi un appuntamento al più presto. So che non è sufficiente, che il lavoro duro lo devo fare io ma ho bisogno di stare bene e so che non è con la stagnola in mano che sono felice.

No Panda...
La cosa migliore che potevi fare era questa, contattare una psicoterapeuta.
Lei sicuramente ti può aiutare.
Il lavoro duro non lo puoi fare da sola ti assicuro, ti serve assolutamente un percorso psicologico.
Credere di farcela da soli è solo una parte della malattia della tossicodipendenza.
Quindi è un delirio...
Il delirio dell Ego...
Pensare di controllare l eroina senza un sostegno esterno.

> (…) Vorrei tanto ritrovare l'utilizzo ricreativo della sostanza che mi stava benissimo.
Capitava un mese in cui facevo una fumata e capitava anche che il mese successivo saltassi: quella non era dipendenza.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tutti noi ci siamo passati da questa fase, chi ora ride un tempo era anche lui con le stesse convinzioni e speranze.
Convinzioni di farcela da soli e speranze di tornare ai tempi della "luna di miele".
Purtroppo non è cosi, quei momenti non tornano più, quando ti infogni poi non tornerai più a usarla una volta ogni tanto, ma ci ricadrai a piedi pari, se la ritocchi.
Ma sono fasi che vanno attraversate, comprese e affrontate.
Chi riesce a smettere, lo fa con un bel bagaglio di aneddoti tentati e falliti.

Ho letto tutti i commenti e devo ammettere che ho letto cose interessaanti; provo però a spiegare: dopo anni di dipendenza ho smesso per 8 anni facendone solo un uso ricreativo. Mi ero finalmente convinto che c'erano altre cose nella vita oltre la signorina E.
Sono adesso nella stessa situazione psicologica. Ieri solo 15gg di tramadolo. Oggi ho fatto la fumata che mi ero ripromesso: conclusioni: nelle settiimane precedenti per sentirla ci volevano dai 5g in su. Oggi ho preso 2g scarsi e sto sballato come una merda. Esattamente quello che volevo. Domani BFN ed anche dopodomani se ne ho bisogno. E come dicevo all'inizio: come regola, mai più di una volta ogni 10 giorni.

Io invece oggi sono andata da una psicoterapeuta. Sono partita con la convinzione di tornare con un po’ di roba a casa però le cose non sono andate come volevo perché il tipo non mi ha risposto e sono tornata a mani vuote. Ora sono contenta anche se mi sento uno schifo, ho freddo e mi fa male la pancia. Sto cerando di posticipare il più possibile la compressa di tramadolo perché la notte scorse non è andata bene e ho il terrore di ritrovarmi così. Leggendoti mi viene un po’ di invidia perché io non ho la capacità di fermarmi come fai tu ma mi infogno praticamente subito. In settimana dovrò andare da uno psichiatria per cercare di trovare una terapia farmacologica che mi permetta di portarmi avanti. Oggi dalla terapeuta piangevo come una bimba, sono in una fase di forte emotività ma è normale perché al 4 giorno sono ancora in piena astinenza. Un giorno alla volta, anche questo è andato e domani sarò al quinto! Sono certa che ricadrò ma non voglio che una ricaduta mi faccia desistere dal lavorare su di me. Non voglio continuare ad essere come sono, mi piacerebbe smettere di credere che la roba sia la gratificazione più grande che questa vita può darmi.

Io invece oggi sono andata da una psicoterapeuta. Sono partita con la convinzione di tornare con un po’ di roba a casa però le cose non sono andate come volevo perché il tipo non mi ha risposto e sono tornata a mani vuote. Ora sono contenta anche se mi sento uno schifo, ho freddo e mi fa male la pancia. Sto cerando di posticipare il più possibile la compressa di tramadolo perché la notte scorse non è andata bene e ho il terrore di ritrovarmi così. Leggendoti mi viene un po’ di invidia perché io non ho la capacità di fermarmi come fai tu ma mi infogno praticamente subito. In settimana dovrò andare da uno psichiatria per cercare di trovare una terapia farmacologica che mi permetta di portarmi avanti. Oggi dalla terapeuta piangevo come una bimba, sono in una fase di forte emotività ma è normale perché al 4 giorno sono ancora in piena astinenza. Un giorno alla volta, anche questo è andato e domani sarò al quinto! Sono certa che ricadrò ma non voglio che una ricaduta mi faccia desistere dal lavorare su di me. Non voglio continuare ad essere come sono, mi piacerebbe smettere di credere che la roba sia la gratificazione più grande che questa vita può darmi.

Brava tesoro!
Bravissima... lavorando su di te...
Quella tua parte sana è quella che ti spinge dalla psicoterapeuta a lavorare su di te...
La malattia della dipendenza è quella che ti fa chiamare il pusher...
Se insisti sul tuo lavoro interiore fai prevalere quella parte sana...
Esistono i gruppi di auto_aiuto come ti ha detto Placido... che ti aiutano proprio in questo è sono gratuiti.
Potresti provare a chiamare il numero dei Narcotici Anonimi della tua città...

Grazie Free, stanotte nottataccia in cui ho fatto diecimila piani di accaparraggio eroina; poi stamattina ho aperto l’oroscopo di Fox che mi consiglia di farmi invece i cazzi miei per non rendere vano il lavoro iniziato! Mi è venuto da sorridere o ora vado a farmi una doccia perché al quinto giorno continuo ad avere quell’odore schifoso di latte acido. Oggi ho in programma almeno due lunghe passeggiate con i cani. Non so se scalare il tramadolo oppure provare a non prenderlo almeno di mattina. Stanotte mi sono letta le storie dei NA e si, dovrò cercare un gruppo vicino anche se sarà a minimo 50km da qui ma tanto a volte quella strada l’ho fatta due volte al giorno per la roba per cui come scusa per ritardare la guarigione non regge. Avendo già iniziato anni fa, il mio percorso in comunità so cosa significa dover scendere tanto tanto giù, in profondità dove si respira a fatica e mi sento sollevata dal fatto che a giorni andrò da uno psichiatra. Credo che una terapia farmacologica studiata per me sia una cosa buona, anche fosse solo per tappare in questa fase che sto con la mente un minuto si è l’altro pure a pensare alla roba.

hahahah user10008 guarda sembri propio come me molti anni fa , e ti dico che questa è solo un illusione , non la controlli cosi facilmente è impossibile.ciao

" E come dicevo all'inizio: come regola, mai più di una volta ogni 10 giorni."

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Sei espertissimo di regole, ma allora come mai eri finito a farlo tutti i giorni?

> user10008

. > (…) come regola, mai più di una volta ogni 10 giorni.
.

Perdonami se puoi ma questa forse se la potra' bere Napo Orso Capo, non chi ha fatto uso di sostanze, anche saltuariamente.
Dimmi che non ci credi neanche tu che facciamo prima.

Potrebbe anche essere che qualcuno per convinzioni o motivi reali suoi sia convinto di poter gestire una cosa del genere , non ne dubito affatto dato che lo sono stato anch'io praticamente fino a ieri e che qualchevolta magari di straforo mi viene ancora adesso quel pallino, perché negarlo.
In fondo pensare che l'esperienza passata serva a qualcosa e' un approccio abbastanza normale.
Anche credersi di essere i piu' fighi del mazzo fa' parte del bagaglio.
In fondo quando si parla di roba siamo o siamo stati tutti una spanna sopra e con la fantasia anche di piu'

Ma se uno mi viene a dire che oggi prende il tramadolo, domani invece prendera' qualcos'altro, ed in caso di bisogno anche dopodomani il tutto intervallato da un bella fumata e poi mi parla come fosse una cosa normalissima di "Uso ricreativo" eh beh, insomma, tanto da stare tranquilli e spensierati forse non c'e'.
Ma in caso mi dovessi sbagliare od avere in qualche modo equivocato allora non posso, si fa' per dire, che rodermi dall' invidia.

Ma infatti,non si gestisce un cazzo, siamo malati,che cosa vuoi gestire....Un essere umano non riesce a gestire nulla di per sé, figurati se la sostanza da gestire è l'eroina.

Non si ritorna più a sentirla come all'inizio . Riparti da dove l'hai lasciata l'ultima volta . Fattene na ragione , non esiste me la gestisco .

Buongiorno a tutti,
Ieri sono stata con i Narcotici Anonimi in una comunità bellissima sul mare a Roma Sud.
C'erano tanti ragazzi più giovani come voi, qualcuno più vecchietto come me...
Abbiamo fatto un gruppo di auto_aiuto in una giornata di sole molto vicini al mare...
Le condivisioni dei pischelli mi hanno davvero emozionato, sono andata via da lì con un sorrisone stampato.
Ragazzi che combattono la dipendenza, tutti i giorni, da quando aprono gli occhi a quando li chiudono, che hanno la possibilità di vivere in un posto davvero bello tutti insieme, con pochi operatori solo ex tossici, sviluppando le proprie capacità intuitive nel solo sforzo di ritrovare se stessi... è una comunità che lavora sull impronta dei 12 passi, ovviamente funziona!
Io che credevo che le comunità fossero dei Lagher...
Bellissima esperienza, tutti dovrebbero avere certe possibilità...
Buone H24 a tutti.

Anche io avevo sentito storie brutte sulle comunità ma sono stata al Ceis e ho trovato bella gente che in questi giorni ho chiamato e sono lì dopo tanti anni ad accogliermi con lo stesso calore.

Secondo me sono dei luoghi molto interessanti, ricchi di valori positivi, le Comunità, se ben gestite.
Io penso che a volte vengano considerate in modo poco favorevole per via di persone ad esse avviate senza una autentica personale motivazione.
Oppure perché alternative o centrifughe rispetto a pretese colonizzatrici e monopolistiche di alcune categorie professionali rispetto alla condizione di tossicodipendenza.
Buona giornata a tutti
Placido

Caro Placido,
condivido il tuo pensiero. Non bisogna però dimenticare che ogni persona è un mondo a sé, e a volte non basta la sola propria motivazione, anche se forte, ma bisogna trovare il giusto aiuto: per alcuni può essere la comunità, per qualcuno i gruppi e per altri la terapia farmacologica.
L'errore più grande che si possa fare, è quello di pensare che esista una sola cura che funziona per tutti, perché tutti i TD sono uguali o hanno gli stessi problemi.
Un saluto

La sola motivazione per me non funziona, oggi è il 5 giorno, dovrei cominciare a sentirmi meglio e invece sto cercando delle giustificazioni per farmi tipo : prendo una busta così recupero il sonno e mi porto avanti le cose che in questi giorni non riesco a fare... eppure ieri ho messo in moto la macchina della guarigione e non vedo l’ora di iniziare concretamente. Nello stesso tempo vorrei che qualcuno mi dicesse, tranquilla, vattela a prendere quella bustina. Che cazzo di mente contorta

Ma lascia perdere la bustina! piuttosto vai a smontare un muretto a secco!
Te lo dice uno che sta psicologicamente a terra... mi sto facendo per non stare male e sto buttando tanti soldi e sto cercando di non perdere il lavoro. e non ho le palle per prendere il meta per tentare una scalata. in casa. preso a nero, ovviamente. ne sniffo 3g al giorno e fisicamente sto uno schifo x tutto il taglio che il mio vecchio. corpo deve macinare. magari averli fatti io 5 giorni senza pseudoroba... magari.

Ci sto provando ma dopo 5 notti di merda mi manca dormire e so che non posso andare avanti così! Ad ogni modo, ho preso appuntamento con uno psichiatra perché non vorrei andare al serd, prendere metadone o sub ma ho comunque bisogno di una terapia che mi protegga in questa prima fase.

In realtà ti sbagli caro amico (Tirar)
Non voglio litigare con te so che ti sto antipatica...
Secondo me cambiano solo le personalità di ognuno di noi... Ma le dinamiche della malattia della tossicodipendenza ha le stesse regole per tutti.
A prescindere anche dal tipo di sostanza usata, dal ceto sociale e da tutte le varianti.
È una malattia, come la Rosolia.
Solo che è una malattia dell Anima...
La Rosolia può colpire chiunque a prescindere dalla personalità e dal resto.
Sto per andare dalla psicoterapeuta...
Ogni tassello del mio puzzle è un tassello di rinascita.

Non sono d'accordo Cara Freestyle.
La malattia ha sicuramente delle fondamenta uguali per tutti, ma poi varia moltissimo da individuo ad individuo, anche sulla stessa biologia e meccanismo di azione.
Ci sono anche persone che usano eroina saltuariamente per tutta la vita, e non diventano mai dipendenti. Cosi come ci sono persone che diventano dipendenti dopo 2 assunzioni. Ognuno è diverso, e ognuno ha bisogno di una cura a sè. Non è corretto generalizzare, non abbiamo tutti gli stessi vissuti e le stesse esperienze.
Naturalmente questa è solo la mia opinione.
Un saluto

Hahaha ti sbagli...
Me spiace!!!
Sciaooo

Sono d'accordo con te tirar.... Ognuno ha esperienze e vissuti che non ti fanno vivere la tossicodipendenza allo stesso modo! Free posso una domanda? Non ricordo molto bene perciò se vuoi non rispondere, ma mi piacerebbe sapere qual'è la tua esperienza con la droga....ricordo se non sbaglio che fumavi qualche stagnola e poi pur odiando le spade che tanto mi hai rinfacciato su un altro forum ( ah ah ah) hai poi iniziato a farne uno anche tu. Insomma se ti va dimmi che droghe hai usato e per quanto tempo. Già da questo cambia il modo di affrontare la tossicodipendenza sai?

Io so solo che una delle cose più brutte dell'eroina è che ti isola,conta solo lei.E mentre i tuoi ex amici/conoscenti si divertono canna dopo canna,te stai lì solo,sempre in ansia.
Me ne accorgo sempre più.

Caro Distrutto, purtroppo io mi isolavo anche prima della roba e pur fumando tutte le canne che volevo, piano piano sono tornata alla roba. Ora io vorrei tornare ai periodi in cui mi divertivano le altre cose, lo sport, anche un film tra amici e capire perché ad un certo punto queste cose a me non bastano più e perché senta come il bisogno di distruggerle.

Io ho sempre sofferto d'ansia,ma prima di conoscere sta merda,potevo stare tranquillo(non felice o roba simile,quelle cose non le ho mai provate)x due orette,ora invece sto in ansia sempre,i film ormai mi fanno stare male, perché ci vedo cose che non ho mai conosciuto,mi sento un alieno.Anche qui sento dire che si sta meglio se non si usa per un po',io invece no....ansia sempre,paura pure,tanta.

Da quanto tempo sei pulito Distrutto?

Distrutto lo sai che la paura è dentro di noi , ci serve X essere prudenti X proteggersi . Ma quando si cade nella paura , non è reale non è quella che ci serve x essere prudenti . Devi affrontarla X forza non c'è nulla dietro la paura una volta che ci guardi . È Un illusione se non la guardiamo quella ci tiene inchiodati .ogni volta che provi una paura devi chiederti : ok cosa mai mi potrà fare questa ? E vedrai che si dissolve che sei sempre più forte te . Non lasciarle spazio , lei è un buco nero . E non puoi rimanerci dentro ,devi uscirne X forza .

Quando ero piccola avevo tanta paura . Avevo paura se si avvicinavano degli uomini se si avvicinava mio padre , andando avanti mi venne la paura X tutto tanto che smisi di parlare e di ascoltare . Mia madre un giorno mi disse non devi avere paura , non devi niente a nessuno e nessuno può pretendere da te . Se vivi la tua vita . Bè in quel momento quelle parole entrarono dentro di me con la forza , tanta forza che non ho più dimenticato quell'occasione. La paura inizio a sciogliersi. Ti auguro di trovare un occasione che ti inizi a sciogliere la paura .

Vorrei chiarire una questione: l'Eroina non si gestisce e lo so benissimo. Ed infatti nell'ultimo anno e passa ne ho abusato. Perché? Non ero felice, c'erabo delle cose che non andavano ed al posto di reagire mi sono rifugiato nella sue calde braccia.

Adesso la questione é diversa. Ho messo a posto molte cose, la testa ha iniziato a girare di nuovo in senso corretto. Come vado a vedermi un concerto una volta al mese cosi vorrei usare madame E. Questo é quello che intendo per uso ricreativo.

Non sono il migliore del mazzo, non sono Napo Orso Capo ed ho 40 anni. Una idea me la sono fatta.

Sai qual'è il problema di fondo? Che nella vita non puoi prevedere tutto, e forse è anche il bello di essa.
Un domani le cose potrebbero non andarti più per il verso giusto, e ricadrai di nuovo nella dipendenza, se non ti sei mai allontanato da lei. Cosi ti stai solo scavando una fossa che prima o poi riempirai, invece di costruire una scala verso la salvezza.
Hai 40 anni, io credo di avere poco o nulla da insegnarti, dunque trai le tue considerazioni.
un saluto

si il punto è proprio questo...non solo non si puo prevedere cosa succedere ma possiamo stare tutti ben certi che prima o poi qualcosa di brutto succederà. e allora sarà un attimo a tornarci sotto...
però oh ognuno è diverso e conosce la propria situazione...

Eh niente, mi sono messa a cercarla. Dovrebbero portarmela per le 3. Ieri è andata male e ne sono stata felice. Ora sono a casa ad aspettare e non riesco a fare nulla, pulire,uscire, niente di niente. Fisicamente sto meglio, qualche brivido dopo la doccia e la solita sciatica. Ora non sento nemmeno la stanchezza, probabilmente perché so tra un po’ troverò 5 minuti di pace prima di ritrovarmi a darmi della perdente. Sto perdendo per oggi, venerdì scorso a quest’ora avevo già finito l’ultima caccola da fumare. A che sono serviti questi giorni? A niente? Che fine faranno i progetti che ho ora dopo che ci sarò ricaduta. Vorrei che qualcuno mi avesse fermata, rinchiusa e presa a sberle. Dopo che me la porteranno non saprò fermarmi. Merda.... cerco di pulire casa e di aprire le finestre. È una bellissima giornata e la sto mandando a puttane. Merda....

E vabbè...
Da sola cosa vuoi fare.
È così.
È inutile che ti tormenti
Ogni ricaduta ha il suo perché.

Eccoti!!! Free, mi aspettavo una bacchettata e te n’esci con una carezza! Mi vergogno già un po’ ma ho iniziato a pulire. A me il sole che entra dalle finestre mi rigenera come fossi una foglia ricoperta dal gelo. Respiro profondamente e continuo la giornata! A dopo

Ma oggi ti farai nuovamente e forse ti rilasserai X un momento . poi ti scenderà e ti sentirai più stanca con te , più infastidita , tornerai indietro a cercare il passo che avevi intrapreso e ogni volta costa un po' di più .

Io le ultime volte X rimettermi al passo con me era sempre più difficile , X riequilibrarsi sempre più tempo . Sei stata brava 5 gg .al 5 gg ci si sente forti abbastanza X tornare indietro .

Ciao Panda,
purtroppo non è facile, lo sappiamo benissimo.
Ma sei ancora in tempo per oggi, puoi fare una telefonata e con una scusa annullare l'appuntamento. Si può fare, tu puoi farlo.
Domenica scorsa ho rivisto la vecchia cumpa, abbiamo pranzato in un agriturismo e bevuto molto, non ero più abituato a bere, è da molto che non bevo più nemmeno mezzo bicchiere a pasto.
Morale della storia, il pomeriggio è finito tutti a casa di uno, con l'attesa del pusher che rifornisse di cocaina da cucinare e fumare.
Io ho messo la mia quota ma poi, durante l'attesa, ho avuto un barlume di lucidità, ho inventato una scusa e son andato via. Ho perso i soldi ma ci ho guadagnato in salute, conservandomi pulito.
Puoi farcela anche tu. Siamo con te!

eh bravo è difficilissimo fare una cosa del genere.
i soldi buttati sono quelli che hai risparmiato per chiamare il pusher che la coca te la fa scendere.
cmq l'alcol da questo punto di vista è un problema che spesso non teniamo presente: credo che valga anche per te, io che non ho mai avuto problemi di alcol e che anzi bevo poco e reggo poco ora mi dico "dai facciamoci sta bevuta in compagnia"...solo che proprio perchè non sono abituato una cosa tira l'altra...

L'alcool è il primo dei "trigger", ovvero quei grilletti che scatenano la voglia di usare.
Questo credo lo sappia chiunque usa.
Io nemmeno ho mai avuto problemi di alcool, ultimamente poi non bevo proprio più niente.

L alcol è droga...

Wow ragazzi grazie. Per ora niente, aspetto la busta. Sto cedendo per sfinimento, le altre volte i giorni sono passati più in fretta e con notti migliori. Sono stata bene i primi giorni usando il contramal e ho prolungato la sofferenza credo. 5 giorni sono stati lunghi quanto da capodanno a venerdì scorso.

Panda, sei ancora in tempo.
Anche se hai già deciso di usare, ti consiglio di ripensarci. Pensa a quanto hai sofferto questi giorni.Pensa alle motivazioni che ti hanno fatto decidere di smettere. Pensa che usando ora torni punto daccapo.
Pensa che se lo vuoi, puoi ancora non usare.

.

Panda puoi farlo , stringere i denti ancora un po' e andare avanti X la tua strada ,che hai già deciso che non è quella . Tirar hai fatto un grande gesto i miei complimenti . Si può fare .

Il 5 gg nel collettivo tutti sappiamo che è il primo traguardo a secco . Ecco che ci possiamo permettere un piccolo premio . Avevamo una specie di data dentro .5 gg e il peggio l'ho passato . 5 gg la crisi fisica più inportante . Non bisogna pensarlo .ma solo il qui ora o solo X oggi . Tanto l'eroina purtroppo è sempre lì ad attenderci ogni gg .

Si siamo con te , sei nei nostri pensieri . Tu oggi alle 3 .

Ancora niente. Ho iniziato a vomitare, è come essere tornati al secondo giorno. Ho sbagliato a togliere il tramadolo stamattina perché mi copriva un minimo.

Comunque Panda...
Esiste un certo rispetto nelle condivisioni.
Questo tuo scrivere in tempo reale la tua ricaduta,
potrebbe far ricadere altre persone che leggono.
Vedi quante persone ti scrivono?
Se sei concentrata sulla tua ricaduta piuttosto che sul tuo recupero
Sarebbe meglio per tutti che lo vivessi privatamente.
Sottolineare che alle tre aspetti la busta
È uno sfinimento per ciascuno di noi inconsciamente me compresa...
E infondo a nessuno realmente interessa della tua busta.
Ognuno ha la sua già per cui combattere.

Sono d'accordo con te.

Scusatemi

Ho fatto schifo. Perdonatemi tutti. Le cose sono andate malissimo. Fisicamente al top dopo 20 minuti mi sono sentita a disagio con tutti. Ad un certo punt sono diventata aggressiva e nervosa. Ora solo sensi di colpa. Domani tramadolo, ho appena accartocciato le cartine pronte per domani. A questo punto domani dovrò ricominciare tutta la trafila o avró qualche sconto?

Una volta tanto heheh

.

Sì, in effetti questa “cronaca di ricaduta in tempo reale” si poteva evitare.
Non vedo “il bello della diretta”.
Troppo accecati dalle proprie difficoltà per considerare le ripercussioni sugli altri.
Speriamo meglio in futuro.

Mi dispiace di aver turbato il gruppo. Potevo evitare di scrivere quando ho capito che era andata. Ho provato a cancellare ma ogni volta riappaiono i messaggi. Qualcuno lo può fare al posto mio?

Non ti preoccupare Panda, tutti facciamo cavolate,a volte senza rendercene conto (come questa volta).
Tieni duro, goditi questa giornata che tanto ormai è "andata", e riprendi, più forte di prima!
Te lo auguro.

Tirar, “ godimento”è un parolone. In pratica mi ha solo rimessa in moto fisicamente , cosa che non sarebbe accaduta se al mattino anziché prendere una pillola che sicuramente mi avrebbe coperta, ho messo in moto i soliti meccanismi e mi sono aggrappata al gruppo cercando cosa? La vostra approvazione? Io non so perché mi incasino così, non so perché sporco tutto. Mi dispiace davvero e gli amministratori dovrebbero cancellare questo tipo di messaggi perché non sono d’aiuto per nessuno. Mi dispiace. Cercherò di fare del mio meglio domani e se non succederà, avrò il buon senso di risparmiarvi la cronaca. Un abbraccio a tutti quelli che sono stati migliori di me, vi ammiro tanto, siete cazzutissimi. Un abbraccio a noi perdenti, cerchiamo di perdonarci e di riprendere coraggio. Buonanotte

Ogni ricaduta La metterai nel conto . Finché ti verrà a nausea . Un abbraccio Mon .

Beh, panda, i giorni non sono stati completamente persi. diciamo che hai fatto 5 passi in avanti ed 1 indietro. domani sarà come se fosse l'inizio del 4o giorno... Più o meno

Buongiorno a tutti, eccomi di nuovo a cercare conforto qui. Una ventina di giorni passati a usare anche più di prima, a fare piccoli passi avanti e mille salti indietro. I piccoli passi avanti sono le visite mediche che sto facendo per risolvere un problema fisico che mi fa stare male notte e giorno e che mi ha tolto l’unica cosa che mi dava soddisfazione cioè fare sport e camminare. Mi hanno prescritto cerotti alla buprenorfina, il medico aveva dimenticato di scrivere il dosaggio sulla ricetta bianca per cui da brava tossica mi sono fatta fare prima una ricetta da 10 mcg e poi una da 20 alla guardia medica. Quelli da 10 li ho sprecati una volta che ero rimasta per due giorni senza roba e ieri sera mi sono messa un cerotto da 20 ma ho passato la notte parecchio agitata e ancora non riesco ad alzarmi dal letto.Ho iniziato a vedere una terapeuta anche se ho saltato un appuntamento perché i soldi mi servivano per la roba. Non ho ancora preso appuntamento con lo psichiatra forse perché in fondo in fondo ho paura che la terapia mi faccia diventare una palla gonfia e inebetita. Probabilmente questa sfiducia viene dal ricordo di terapie passate che in passato mi hanno ridotto così, cicciona, a pisciarmi addosso nel letto di notte e ad essere una larva comunque piena di dolore di giorno. Ora devo alzarmi e occuparmi della mia famiglia. Tutti hanno bisogno di me e io senza roba mi sento incapace ma stamattina mi sento abbastanza bene e riuscirò a non fare cazzate. A dopo

Auguri allora. io invece senza da... stamattina presto. dopo mesi di spacco totale... dopo tanto schifo insomna.
Ho dovuto prendere del meta. erano almeno 25 anni che non ne prendevo. e mi ha fatto uno strano effetto:qualche minuto averlo preso, appena fuori casa, mi è salita un'ansia bestiale, pensieri tipo "cacchio un overdose fammi chiede re aiuto" che poi son passati. Adesso non sto proprio benissimo ma almeno sono presentabile. Pure io non ho intenzione di prendere altra ero, eppure la potrei avere abbastanza facilmente e pure tanta (taglio) ma sono stanco. ho un'età e non ce la faccio più con ste menate.

Come stai Povero Idiota? Io sto tenendo duro. Non ho fatto moltissime cose produttive e ad un certo punto er partita a prendere la roba ma poi sono tornata indietro. Ora sono a letto e ho chiesto ad una persona che mi ama molto di abbracciarmi. Mentre scrivo ho quest’abbraccio che mi fa stare tranquilla. Sono coperta dall’astinenza grazie ai cerotti, al momento ne ho 3 addosso per un totale di 40 mcg l’ora e l’unico sintomo che ho sono degli starnuti a raffica ogni tanto, caldo e freddo ogni tanto e i soliti dolori alla schiena.Spero di dormire stanotte perché mi sento stanca. Bisogna continuare a provarci anche se sappiamo che capiterà di inciampare, cadere o zoppicare un bel po’.

Ciao a tutti, è tutto il giorno che sto incollata a questa pagina e sono riuscita a starmene buona. Ho preso della melatonina e passiflora per la notte e spero tanto che mi aiutino a riposare un po’. Ho il terrore della notte perché anche se non devo dare retta a nessuno, il tempo non passa mai e il più delle volte in tv ci sono film di merda e televendite. Una gamba mi fa impazzire tanto che me la strapperei via e questi cerotti non mi coprono il dolore e neppure l’ansia. Ho bevuto già un paio di birre e fumato erba ma mi sento lucida e inquieta. Qualcuno ha avuto esperienze con questi cerotti alla buprenorfina chiamati Busette? È vero che nemmeno la roba mi copriva del tutto il dolore ma è possibile che un paio di pezzi di roba da strada fumata mi diano tutto questo malessere nonostante ora sono a 50 mcg l’ora di buprenorfina? Ho altri cerotti a disposizione ma sono andata via via aumentando da ieri e sembrano non funzionare molto e inoltre non saprei dove appiccicarne altri che sono tappezzata! È iniziato un film stupido su Iris. Proviamo a far passare il tempo..

La bpn normale non la puoi prendere?
Perché usi i cerotti?

Perché me li ha prescritti l’ortopedico. Prendevo tramadolo prima. Ciao Free, come stai?

Perché mi è stato prescritto dall’ortopedico che non ha idea dei casini in cui mi trovo. Tu come stai Free?

Salve.. ovviamente è andato uno schifo e sono andato dal tipo. senza soldi. per fortuna ho una certa nomea e quindi no prob.Penso sia dovuto al fatto che il meta era poco. domani ci riprovo. a momenti mi sento un fallito ma. comuqnue ho la voglia di riprovarci...

Povero Idiota buongiorno, hai preso il metadone oggi? Dai,su, cerchiamo di non fare i fessi. Il metano ti può coprire i dolori, ti starò vicino perché so cosa stai passando. Possiamo farci forza insieme.

Ciao e grazie x il supporto. sinceramente no, niente meta. il tipo mi ha dato i soliti 10g che cercherò di far durare fino a venerdì cosi sabato ci riprovo, con maggiori informazioni in merito all'assunzione di meta. Ieri sera, infatti, quando iniziò a passare la copertura del meta non sapevo potessi integrarla con una modica quantità e nel dubbio ho preferito tirar su di naso.
Dato il lavoro che faccio (quadro/dirigente) non posso permettermi di stare male o rischierei il posto. e allora si sarebbero uccelli amari

Povero idiota, non è che posso chiamarti in un altro modo? Tipo Pesce Nemo o che ne so? Mi dispiace chiamarti così...

Ho dormito 5 ore di fila stanotte e mi sono svegliata senza grossi dolori e senza aver fatto la pozza di sudore della notte scorsa. Forse i cerotti iniziano a funzionare. Per adesso zero voglia, spero di continuare a sentirmi bene.Ora mi alzo e preparo la colazione alla mia famiglia. Forza

Io sto bene, grazie Panda.
Dai, allora iniziamo questa giornata nella migliore delle nostre possibilità.
Buone H24 a tutti.

Si Free, ce la metterò tutta anche perché fisicamente sto davvero bene. Devo concentrarmi su quello che ho. Per 13 anni ha funzionato occuparmi degli altri, poi sono tornata, sono riuscita fuori io con tutto quel casino che mi porto dentro. Sono una persona che sa donare tanto e che riesce a chiedere poco. Quando chiedo forse lo faccio nel modo sbagliato perché non mi torna indietro quello che desidero. Sarà un problema di poca chiarezza, sarà che non ho imparato a riconoscere i miei bisogni. Ricordo di aver letto che sei stata attaccata una volta perché dicesti che veniamo tutti da famiglie disfunzionali. I miei genitori sono davvero due brave persone, oneste e ricche di valori. Da piccoli siamo stati sempre seguiti e incoraggiati a studiare e fare sport e musica eppure sia io che mio fratello, ognuno con un percorso diverso ci siamo ritrovati dipendenti dall’eroina e da rapporti sentimentali incasinati. Invece i miei genitori si amano molto ma in qualche modo continuano a farci soffrire. Domani avrò il mio incontro con la terapeuta perché ho bisogno che mi aiuti a staccarmi dalle solite dinamiche con loro. L’altra volta mi ha fatto riflettere sul fatto che ho ancora bisogno che mio padre mi dica brava e che ci sto male perché lui invece mi fa notare solo i miei errori. Questo è un bel problema perché lui probabilmente brava non me lo dirà mai perché è fatto così, non ne è capace . Ogni volta che mi rapporto ai miei figli è come se fossi lì ad elemosinare amore anche da loro che invece sono due adolescenti e non vengono più ad accoccolarsi con me la notte , chiedono solo cose materiali e come è giusto che sia cercano di essere il più possibile diversi da me. Quello che vorrei ora è cercare di stare meglio per poterli aiutare ad essere se stessi senza il fardello di una madre malata.

Domani che vai dal terapeuta chiedigli se per caso soffri di gravi disturbi di codipendenza.
Se è un bravo terapeuta certamente li saprà riconoscere.
Le disfunzioni genitoriali non implicano il fatto che i tuoi genitori siano stati poco amorevoli o persone non perbene anzi
Ma implicano che abbiano trasmesso questo amore nel modo sbagliato inconsapevolmente.
Loro sono codipendenti e senza volere lo hanno trasferito a te che hai tutti questi problemi di relazioni.
Ti parla una che per questo sono tre giorni che piange.
Magari fossero cazzate, la realtà è sotto all iceberg, sotto il livello del mare.,dice Freud... La realtà non è solo la punta dell iceberg che vediamo spuntare....
La realtà non è quella che leggete distorta secondo la vostra mente tra le righe di ciò che scrivo
Ma è proprio cio che scrivo. Segnata sulla pelle.
Mi spiace.

Oltretutto se riesci a curare la tua malattia della codipendenza riuscirai ad evitarla ai tuoi figli.
Cambiando tu cambiano loro.
Eviterai a loro il tuo dolore.
Loro cercano le cose materiali perché non trovano affetto puro, non perché tu non vuoi dare ma perché non hai gli strumenti.
Stesso è valso per me e mia figlia.
Un percorso interiore di introspezione molto profondo con un professionista potrebbe aiutarti.
Come i gruppi di autoaiuto Codipendenti Anonimi o Narcotici Anonimi.

Cara Free, sicuramente domani le farò queste domande. Grazie del tuo aiuto, ne ho parecchio bisogno. Per il momento ho troppe cose sul fuoco e poiché i gruppi Na sono molto distanti da casa, cercherò di farmi bastare la terapeuta e gli scambi con gli utenti qui che ho visto essere una cosa di grande aiuto per me. Mi piacerebbe sapere di più sulla tua storia e sul tuo percorso. Un abbraccio grande

Gli scambi che hai qua credo che non ti possano aiutare.
Troppe cose sul fuoco eppure ti basterebbe poco per coinciliare tutto e stare meglio realmente.

È vero, probabilmente ci sono altri i passi che dovrei fare per stare meglio ma non li conosco.Sto usando questa pagina nei momenti in cui mi verrebbe di far cazzate in balia dell’ansia. Per il momento funziona, sto qua. Un po’ lavoro, un po’ mi butto sul letto e leggo o scrivo. Per oggi l’importante è non ricadere, è importante riconoscere che anche il mio corpo sta meglio e che posso tenere a bada i pensieri distruttivi. Devo solo arrivare pulita a stasera, nient’altro.

Certo Panda,
In realtà questo forum può servire, anche a me è servito.
Ma non può e deve essere preso per un manuale di istruzioni ;alcuni utenti danno info scorrette in modo sempre inconsapevole, ovvio.
Ciò che conta è la realtà.
Hai perfettamente indicato il significato delle mie buone H24... BuoneH24 significa portarsi a casa le 24 ore pulite di non uso e tu lo stai applicando perfettamente.
Il tuo desiderio di condividere in maniera costruttiva poi sembra proprio l intuito giusto per farlo in un posto reale, non virtuale, con persone in carne ed ossa.
Di cui non leggi solo le lettere ma avverti gli stati d animo, che poi sono anche i tuoi.
Relazionarti con chi ha i tuoi stessi problemi ma frontalmente. Le condivisioni per me sono il segreto.

Gli altri passi li conosci
Perché te li ho indicati sopra.

Esiste anche la possibilità di intavolare riunioni via Skype coi Narcotici Anonimi. Concordo con Free che il forum vada usato con le molle, perché a volte determinati discorsi possono sortire l'effetto opposto, ovvero aumentarti il craving.
Ciao e in bocca al lupo

Sono d'accordo. In un forum come questo, stante la varietà di persone in transito e le differenti prospettive, non mi sorprenderebbe che da alcune discussioni possano sortire sostanziali “incrementi di craving”, per chi vi è ancora esposto.
Si leggono discorsi nostalgici di particolari qualità di roba. O si apprendono espedienti per la proficua fattanza.
Penso che determinati argomenti possano confliggere col “desiderio di smettere” e ostacolarne la realizzazione.
Non è un caso che nelle riunioni NA - e nei luoghi di recupero in genere - si tenda affettuosamente a “distrarre”, con varie strategie, chi orienta il discorso verso tracce mnestiche sensibili.
Buona giornata
Placido

Grazie ragazzi, le riunioni di Skype potrebbero essermi d’aiuto. Vediamo quanto tempo riuscirò a stare sola oggi per cercare un gruppo. Grazie davvero a tutti. Questo mio ultimo tentativo mi sta sembrando più facile, sarà perché ultimamente ne ho fatte tante di astinenze e mi sono rotta il cazz di continuare a remare contro la mia guarigione perché ci dovrà essere, per forza. Ho sprecato tanto tempo a stare male, tanto a tamponare. Ora non mi tampona più, non funziona più la roba per me. poiché il suicidio non è nei miei piani non posso far altro che curarmi.

"Dato il lavoro che faccio (quadro/dirigente) non posso permettermi di stare male o rischierei il posto. e allora si sarebbero uccelli amari"

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Motivo in più per farti seguire da medici competenti.
PoveroIdiota, lo so che sono ripetitivo, ma credimi lo dico per il tuo bene: stai facendo troppi pasticci, è un circolo vizioso: usi male la terapia, stai male, usi la roba. Cosi non ne uscirai mai.
Soprattutto se non puoi permetterti di stare male, come me, devi fare le cose bene, e da solo non ce la farai mai.

Hai provato le riunioni in Skipe Tirar?

No, non ancora.
In realtà ho avuto una breve ricaduta questo fine settimana, con l'oppio, mannaggia a me. Ero riuscito a stare lontano da tutto (a parte l'ossicodone) da mesi.
Questa settimana la voglio dedicare totalmente al recupero, perché non succeda più.

E vabbè...
Oggi mi sento particolarmente a rischio, sto passando attraverso una ventata di dolore.Mal di testa, inappetenza,senso di smarrimento.
Un po' d oppio mi darebbe il sollievo.
Mi sto preparando per andare al gruppo per ricentrarmi.
Non uso: solo per oggi. Vorrei comunque.
Vado nel mio cerchio ;la mia protezione.
Ho quasi sei mesi di pulizia
Anche da una sola birra.
Non ero così pulita da quando avevo 15.

Forza Free, mi dai grande coraggio! E anche tu Tirar, leggerti mi ha aiutata tanto. Non sarà questa ricaduta a farmi avere meno stima nei tuoi confronti.

La stima è importante averla nei propri confronti
Non nei confronti degli altri.
Il problema è proprio la stima.

Lo so che un problema è l’autostima ma è un problema anche non considerare gli altri ed essere concentrati solo sui propri fallimenti o magari successi.

Scusa Panda mi permetto di contraddirti.
La stima forzata nei confronti altrui
Non fa che scatenare problemi di relazioni
Quello che stamattina dicevo sulla codipendenza.
Mi spiace ma è proprio il nodo nel quale sono incastrata adesso...
Ma la stima più importante da ricostruire
È unicamente quella verso se stessi.
Quei noi stessi che per tanti anni ed in tanti modi...
abbiamo calpestato.

Non lo so Free, sono andata a prendere la pizza per far mangiare i bambini. È presto per mangiare, me lo ha fatto notare anche il ragazzo della pizzeria. Eravamo sul divano a guardare Avanti un altro e mi è venuta voglia di piangere perché mia figlia ha detto una cosa cattiva al cane. Il cane sta invecchiando e non è colpa sua se ha un alito tremendo. Ho pensato a quando morirà e ho fatto un discorso vaneggiante su quanto sia meglio avere a che fare con gli animali piuttosto che con la gente. So che non è il meglio che potevo fare ma ho dei picchi incontrollabili di disperazione. Sono pulita ma non è questo il modo, non è abbastanza. Merda.

Sono le quattro, non ho pensato in maniera costante a piani per trovare la roba e arrivata a quest’ora posso dire che anche questo giorno è andato. Prima di pranzo mi sono messa un altro cerotto e sono a 60 mcg l’ora di buprenorfina. Non ho dolori di nessun tipo, solo brividi di freddo e umore poco stabile. Già il solo fatto di stare bene fisicamente aiuta molto e mi rendo conto che forse un salto al sert dovrei farcelo. Quello che più mi spaventa del sert è sentirmi riconosciuta dagli altri come tossica, che qualcuno che mi conosce possa vedermi lì e che la voce arrivi in questo paesino dove è sport nazionale mettere alla gogna un poveraccio e farne un caso di stato. Però la terapia giusta aiuta e come. Ho avuto parecchia fortuna con questi cerotti e qualunque mia ricaduta a differenza delle altre volte in cui fisicamente stavo male e non riuscivo a stare dietro ai miei impegni, questa volta ricadere sarebbe un capriccio. Ed io sono una che tende a fare la vittima piuttosto che capricci!

Fai attenzione con questi cerotti, considera che sono a lento rilascio e per arrivare al picco massimo, ovvero la piena potenza d'effetto, impiegano anche più di 2 giorni. Se ne metti troppi poi rischi di star male. Dai tempo al tempo.

Tirar, sono a 60mcg.Ho qualche brivido, pensieri idioti e momenti in cui bene o male faccio qualcosa di utile. Ora basta cerotti anche perché per riattaccarmeli ho dovuto usare un sacco di nastro rosa, sembro una mummia e ho poco spazio libero nel corpo. Sono alta 1,60, pelle e ossa da un po’.

Tirar in che senso star male? Perché sto avendo sbalzi d’umore e debolezza. No so con chi parlare eppure rispetto alle altre scoppie me la stavo vivendo meglio...

Ciao,
allora 60 microgrammi/ora sono 1,5 mg di buprenorfina al giorno. Non è un dosaggio alto, anzi. Però non continuare ad aggiungerne, o potresti averne troppi per la tua tolleranza.
La BPN è sempre un oppiaceo, e come tale un farmaco pericoloso.
Inoltre il tuo malessere è dato probabilmente da un sottodosaggio, ma coi cerotti è difficile e lunga la titolazione. Per questo sarebbe sicuramente meglio per te che andassi al SerD, e ti facessi somministrare i giusti farmaci dai medici. Staresti molto meno male.

Hai ragione, però non sono ancora convinta che sia il caso rientrare nel serd. Piuttosto non riesco a capire la mia difficoltà nel prenotare una cavolo di visita psichiatrica per avere una terapia che mi aiuti dopo l’astinenza. Eccetto un episodio di vomito dovuto al fatto che probabilmente non dovevo fumare tanto e bere liquidi a stomaco vuoto, me la sto vivendo piuttosto bene con craving sopportabile, cioè una specie di capriccio. Quanto ai dolori, non me li copriva nemmeno la roba, non so se per la cattiva qualità e bassa quantità comunque non serviva più a questo. Ho risparmiato già 200€ in pochi giorni. Ogni tanto mi pongo il problema che con questi cerotti sto barando, che mi stia illudendo di essere pulita ma non lo sono realmente. Poi penso: ma sticazzi! Quante bugie in meno ho detto? Quanti soldi, che comunque non avevo ,ho risparmiato? Quanto mi sento meno merda delle sere in cui mi prendeva male? Tutto qui. Ciao Tirar, mi piace molto leggerti e mi stai dando una mano.

È l’ora del pianto. Sono ricominciati i dolori e mi sento persa. Provo a fare dei respiri più profondi. Mi sento l’essere più impotente e inutile del mondo. Mi sento ancora più patetica immaginandomi con la stagnola. Zero vie d’uscita solo queste ore infinite e pensieri molesti. Mi faccio forza pensando che sia solo chimica, la biochimica nel mio corpo che non va. Faccio altri respiri. Mi sento molto sola.

Ci sentiamo soli, ma soli non lo siamo mai, te lo dico x certo. Parlo ovviamente di chi non c'è più ma che ho la certezza ci guardi sempre da lassù. Anche qui non sei sola, vedi che c'è sempre qualcuno che prova a coccolarti un po', che cerca di darti forza....un abbraccio!!

Si ci si sente soli ( anche io ) ma ti sto seguendo. Ti leggo e immagino come stai . Dai tieni duro sono normali questi alti e bassi di umore .bisogna riequilibrare la chimica . X. La bpn ti dico che devi trovare la tua misura ( penso che non è facile con i cerotti ) e prenderla alla stessa ora tutti i gg . Io prendo la mia misura tutte le mattine cercando appunto di non avere sbalzi .

Buongiorno Moon, con i cerotti va abbastanza bene. Credo che 60 mcg l’ora bastino a coprire quel poco di roba che effettivamente c’era nel taglio. Pare che per i problemi che ho alla schiena non sia una molecola risolutiva ma mi copre l’astinenza. Ho un aspetto quasi normale e con un po’ di buona volontà posso portarmi avanti anche oggi. Purtroppo a volte il contatto con i miei figli o i miei genitori mi destabilizza molto, portandomi a desiderare un po’ di conforto. Intanto ho questa mattina da vivere, io e una casa incasinata quanto me. Ripulire un pezzetto alla volta è la mia missione! Grazie della tua vicinanza Moon, sembra una cazzata ma la tua vicinanza mi arriva forte e chiara e un po’ ci si sente meno soli.

Buongiorno ragazzi, terzo giorno senza... Nevica e ho deciso di non andare dalla terapeuta un po’ per via dei soldi, un po’ perché non mi va di affrontare un viaggio che mi porterebbe a due passi dalla roba. Mi rendo conto che in questa fase di semiastinenza( perché comunque con sti Benedetti cerotti va un po’ meglio rispetto a farsela a secco) dopo l’incontro con la terapeuta verrebbe spontaneo cercare il mio farmacista di fiducia per avere una coccola. Quindi ho deciso di starmene buona buona in casa e provare a mettere in ordine, a leggere o a cucinare oppure semplicemente guardare fuori dalla finestra il vento che sposta la neve da una parte all’altra. Ci sono brevi pause in cui tutto quel bianco si ferma e un raggio di sole fa splendere i cristalli spiaccicati a terra.Così mi sento anch’io, esattamente come il paesaggio fuori dalla finestra, tormentato, passivo, in qualche modo vivo e resistente. In questi giorni sto ricevendo molto conforto da un paio di amici ai quali ho raccontato quello che sto vivendo. Anche se non sono vicini a me, mi lascio confortare dall’affetto che mi dimostrano. Ora mi do una scrollata per arrivare a mezzogiorno nel migliore dei modi, ovvero respingendo quel pensiero fisso che mi rema contro. La doccia mi spaventa un po’ ma puzzo e dovrò farmi coraggio e spingere sotto la doccia questo mucchietto d’ossa dolenti. Buona giornata a tutti voi!

Ahahah anch'io mi sto concentrando X andare in doccia . La casa non la guardò in questi gg . Vado fuori a camminare .

Potessi io stare in casa... ed invece (per fortuna) lavoro. appena arrivato il bonifico e mi viene da piangere:la banca si è già succhiata €450 per cose loro. aggiungi il mutuo, l'assicurazione, la revisione etc sto mese son cavoli amarissimi. e la roba... porcavacca...deve durarmi fino a venerdi così sabato riprovo con il meta. mi sento proprio giù e sto nervoso e triste, ma non voglio farlo pesare ai colleghi quindi, come al mio solito, mi tengo tutto dentro. e quei pensieri non ti fanno dormire, per quanto fatto provi a stare. l'unica nota positiva è che adesso la stessa quantità di taglio-gusto-eroina mi dura di più. spero che così mi diventi un pochetto più leggero il passaggio al meta...

Caro Povero Idiota, è stato proprio il tuo stesso stato d’animo e gli stessi pensieri che mi hanno spinto a provarci di nuovo nonostante gli ultimi fallimenti. Fino a sabato mattina, giorno in cui ho fumato l’ultima briciola, benché coperta dalla sostanza , continuavo a sentirmi male, a non dormire e ad essere frustrata. Qualche ora fa mi è preso un po’ di sconforto perché ho vomitato e non riuscivo a spogliarmi i a tollerare l’idea dell’acqua sulla pelle. Una regola della comunità era tenere pulito perché il pulito ti mantiene. Mi sono fatta forza, ho fatto questa benedetta doccia e mi sento un po’ meglio. Sono passate anche le crisi di pianto. Mi rendo conto sempre di più che la terapia sostitutiva giusta sarebbe la cosa migliore. Questo arrangiarmi a modo mio costa più fatica e non so a quanto serva ma non devo correre con la mente. Devo fermarmi qui, alle cose che ho sistemato oggi in casa, alla doccia che sono riuscita a fare. Ora ho il pranzo da preparare e devo sbrigarmi ad uscire. Mi fa un po’ paura questa cosa per via del brutto tempo ma mi coprirò bene. Scappo. Povero idiota, per favore cambia nome, non aiuta te e neanche me chiamarti così.

... e stanotte un bell'attacco di ansia alle 4,giusto x non farmi mancare nulla. Questo sentirmi una merda mi ha portato a chiedere aiuto, o per lo meno iniziare a parlarne, con i miei. Hanno x fortuna capito che l'uso della sostanza è una causa, non l'origine dei miei mali. Stasera o fine settimana ne parlerò come si deve. Weekend che passerò sotto meta... Torniamo al lavoro, ora...

Bravissimo! Sai che anche io sto cercando di capire se parlarne con i miei o meno però al momento ho la fortuna di essere supportata da pochi amici vicini che mi stanno aiutando proprio fisicamente oltre che moralmente e poi ho amici lontani che mi fanno sentire meno sola. Forza Pove, hai fatto un grande passo avanti nel chiedere aiuto! Buona giornata

Io ho qualche giornata o mezze giornate libere , ma tranquillo lavoro e anche molto e le bollette che vuoi le abbiamo tutti . ... guai se non lavorassi .

Per fortuna io ho la possibilità di gestirmi il lavoro in maniera quasi autonoma, quasi perché ho dovuto lavorare a volte con una scoppia addosso da fare paura. Brutti momenti buttati nel cesso ricadendo. Questo in futuro non vorrei farlo mai più perché del tutto inutile.

Buondì! Quarto giorno, mi sento riposata dopo 6/7 ore di sonno. Era da un po’ che non dormivo senza interruzioni, anche quando usavo la roba mi ritrovavo alle 3 di notte immobile nel letto a pensare. Non so se per voi è lo stesso ma per me il pensiero di non riuscire a dormire è stato uno dei motivi di molte ricadute. Arrivavo stremata al quinto giorno e giustamente, poiché la vita fuori non andava con i miei stessi ritmi ma più veloce, ricorrevo alla sostanza per ritrovare energia. Puntualmente l’energia tornava lì per lì e poi via via la solita merda, insoddisfazione, debolezza.., insomma punto e a capo ad ogni ricaduta. Arrivo al mio quarto giorno con un’energia che sento crescere. Ieri sera ho mangiato due tazze di gelato alla crema con le fragole fresche, stamattina niente nausea al risveglio. Ora sto bevendo un cappuccino e il mio intestino sta ripartendo. Ho tanti impegni oggi e ho paura che mi faccia qualche scherzetto fuori casa, non so se prendere un Imodium per prevenire o se rischiare visto che non ho avuto grossi problemi finora. Oltre all’aumento dell’energia e al risveglio del mio corpo sto notando una diversa percezione del tempo. Nom sto provando la percezione della lentezza del tempo dei primi giorni di astinenza, che davvero per far passare 24 h vivevo ogni secondo come fosse un tempo dilatato, questa volta non sta andando così. Che dire? Mi sento protetta, coperta, aiutata da qualcosa. Non ve lo so spiegare, non me lo so spiegare perché buprenorfina a parte che indubbiamente mi sta aiutando, forse qualcosa dentro e fuori di me mi sta aiutando. Non sono credente, generalmente credo nella sfiga e nei colpi di fortuna. La smetto di tediarvi e parto con gli impegni della giornata. Buona mattina a tutti!!!

Buona mattina a te . La bpn da carica e forza fisica , ( sempre nella misura i impiego coretto )

Ciao Mon, un abbraccio!

Buongiorno Panda!
Sono contento di leggere che va meglio. Di solito è normale che i primi 2-3 giorni si patisca un po', quando si passa da un oppiaceo ad un altro.
Se trovi la tua stabilità coi cerotti, non preoccuparti di "barare", ma vivitela come se fossi pulita, anche perché quel che conta davvero è essere puliti dalle droghe di strada.
Il corpo, ma soprattutto la mente, hanno bisogno di tempo per guarire, e non bisogna avere fretta. Tieni la terapia finché ne avrai bisogno.

Ogni mattina mi riappiccico i cerotti persi nella notte, tra qualche giorno dovrò sostituirli restando allo stesso dosaggio per un’altra settimana. Grazie Matar!

Oggi pomeriggio ho avuto una crisi che mi ha portata a chiamare il tipo. Fermi tutti, è già passata e non andrò da nessuna parte. Ho avuto una buona mattina, ho pranzato con gusto e scherzato come fosse un giorno normale, come una settimana fa quando ero coperta dalla sostanza, forse oggi stavo anche meglio. Poi è stato un continuo di schivare i colpi delle persone che amo. Da una parte c’era un componente della mia famiglia che chiameremo X che non voleva assumersi le proprie responsabilità, dall’altra parte Y che mi diceva che il comportamento di X era sbagliato e che dovevo fare qualcosa. Carica come una molla compressa ho iniziato la discussione con Y che proprio non ne voleva sapere e mi gettava in uno stato di frustrazione, ansia, rabbia. È da lì la telefonata. Poi Z, che difficilmente si dimostra comprensiva, è venuta ad abbracciarmi. Ho preparato il gelato con le fragole che al momento è il sostituto della birra che era diventata la sostituta della merda che mio padre al mercato comprò, alla Fiera dell’Est. Per due soldi. Sto meglio se riesco anche a riderci su ma ho rischiato, ho rischiato di brutto ma le cose non è detto che finiscano sempre nello stesso modo. Sono più serena, ho avuto fortuna.

Cara Panda,
ti capisco. Anche io ho sempre avuto il vizio di ricorrere al caldo abbraccio ogni volta che litigavo, o ero particolarmente stressato. Però pian piano sto imparando a gestire queste situazioni senza ricorrere all'aiuto esterno.
Se vuoi un consiglio cancella il numero del tipo. Lo so, è psicologicamente un passo enorme da fare, perché ci toglie quella sicurezza di averla sempre li a portata di mano, se vogliamo. Però è un passo necessario, fidati, e prima o poi lo dovrai fare. Ma non hai idea di quanto starai meglio dopo.

Non ci riesco, Tirar. Il pensiero al momento mi mette ansia. Però ho capito perfettamente che questo passo lo devo fare se voglio pararmi il culo.

Fidati che quando riuscirai a fare il passo, starai molto meglio. Ma ci vuole tempo, lo so bene.

Anche se non ho iniziato ad uscirne (giro di parole per non scrivere che sto ancora infognato) la molla che mi fa scattare la telefonata non è il caos insopportabile che mi circonda ma la sensazione dello stare bene e nel perverso meccanismo del volermi "premiare" con un tiro "tanto che vuoi che sia". si può essere così imbecilli?

Ogni scusa è buona ... sto troppo male e ho bisogno di una pausa . Finalmente Sto bene da tanti giorni allora mi posso permettere una pausa ,

In sostanza il premio perché si sta meglio è un po’ una cazzata come la teoria dell’uso ricreativo dell’eroina. Non ci può essere. Questo mi ha spinta a pensare che al momento non riesco ad accettare l’idea di smettere per sempre. Ci sto provando perché peggio di così non poteva andare ma vengo ancora confortata dall’idea che posso tornare indietro. Non so se sono riuscita a spiegarmi, non ho quella fissa come le altre volte però non ci voglio pensare a quello che sarà per sempre...

Concordo pienamente con Tirar... cancella tutti i contatti pericolosi. Trova la forza x farlo, sarebbe un enorme passo in avanti... hai fatto tanto in questi giorni... non buttare tutto!!

Fai bene Panda... a non pensare a quello che sarà per se sempre...
Prova a pensare al QUI ed ORA, lascia andare il per sempre...
Le frasi "non la userò mai più" sono controproducenti ed inutili e lasciano il tempo che trovano.
QUI ed ORA, Solo per Oggi non uso, senza pensare al passato o al futuro,
Senza uscirsene con frasi inutilmente fallimentari come
anche "questa è l ultima"
Adesso, in questa giornata, ho aggiunto un altro giorno di pulizia... Funziona, credimi!!!
Il numero cancellarlo o meno non ha importanza...
Perché se vorrai recuperare roba anche senza numero la ritroverai.
Ma pensare di stare pulita un giorno alla volta invece funziona!!!

Buongiorno, siamo al quinto giorno! Mi stupisco ad ogni risveglio di aver dormito così tanto, mi sento abbastanza bene. Ieri sera cancellato i numeri pericolisi ma mi sono accorta ,subito dopo averli uccisi, che nel telefono compaiono lo stesso, come fantasmi che Siri ripesca nella memoria di entrambe. Questa cosa dei numeri che non si cancellano del tutto ma restano sbiaditi in qualche posto, mi fa sorridere e mi fa anche male. Va be’, corro troppo con il pensiero e mi preoccupo. Sto facendo tardi, mi concentro sulle faccende di casa. Grazie Free, ho letto il tuo messaggio. Mi batterà forte il cuore prima di fare il tuo numero e sono già contenta! Voglio aggiungere che io ,qui su,mi sono fatta il mio gruppo di supporto: Free, Tirar, Up, Mon e Povero Idiota al quale penso molto perché nel fine settimana inizierà anche lui a provare a mantenersi sano. Buona mattina a tutti !

Non sono mica una Santa eh... che ti emozioni a contattare miss santità freestyle Hehehe (((
Mi definirei a metà strada tra una saggia e una matta, una che conosce le "saittelle" (saprai) e che conosce la fede...
Ma forse nella mia incompletezza sono completa.
Buona colazione quando vuoi, se non sto facendo altro,
Ci sono.

Oggi, onestamente, non mi va di fare nulla. Questo è uno stato d’animo pericoloso per me. Ho sempre cercato di correre per seminare l’ansia, di stancarmi molto fisicamente per restare con i piedi per terra. Complice il tempo oggi prevale l’apatia. Al momento è dura ma almeno non ho la fissa di cercare soldi e partire, in qualche modo per fortuna, non ho questa croce.

Ammetto di essere confuso e forse non capisco, ci puo' stare.
Va bene tutto, ciascuno a modo proprio fa' quello che puo' e crede di dover fare, non fa' una piega.
Quello che mi lascia stranito e' che mi pare sia abbastanza normale che una persona ricoperta dalla punta dei piedi ai capelli di cerotti a rilascio di oppiacei tipo omino della Michelin stia "abbastanza bene", sia un po' piu' serena, forse diversi altri che postano qui starebbero altrettanto abbastanza bene e probabilmente piu' sereni.
Saro' strano io ma che differenza fa' una volta finiti i cerotti?
Si riparte senza passare dal via?
Perdonate se potete la rudezza ma su questo tipo di barca una volta saliti potra' non piacere pero' si paga un biglietto ma se il biglietto e' un fac-simile una volta che il capitano della nave scopre che il biglietto non e' valido ti ripresenta il conto tutto per intero oppure ti lascia a terra.
Non voglio svilire le legittime aspettative di nessuno ne fare l' avvocato del diavolo quindi immagino sia solo un primo passo, un tamponare momentaneamente una situazione peggiore.
Probabilmente vado in confusione il quanto il mio personale tipo di approccio alla disassufazione e' di altro tipo e non e' detto che per forza si debba adattare a tutti, ma passa anche dall' accettazione della sofferenza come parte integrante di un percorso.
Non lo so, capisco che lo star male possa spaventare, ne so qualcosa, ma e' un poco come se per chi dovesse pensare di uscirne senza attraversare questa fase fosse un uscita incompleta, ma probabilmente come dicevo cio' che vale per alcuni non vale per altri.

Caro Willi, il senso è tenermi lontana dalla roba di strada, prendere contatti con professionisti che possono aiutarmi, cercare di portare avanti la mia vita che non si può al momento fermare per darmi tutto il tempo che mi serve per togliermi la roba di dosso. A quanto pare il dosaggio di buprenorfina che sto assumendo è abbastanza basso e dati i miei problemi fisici, l’uso di questo farmaco è lecito. Poi se i miei sfoghi qui siano un’‘illusione o un’opportunità questo non mi interessa. Mi spiace davvero se qualcuno sia turbato dall’uso dei cerotti o infastidito o cerchi di sminuire un risultato che invece sto avendo. 5 giorni in cui la stagnola non mi ha fottuto i polmoni, 5 giorni in cui mi ha cercato lo spacciatore e non viceversa, ho più soldi e ho dedicato più tempo anche alla mia famiglia non dovendo stare per strada a cercare la roba. Ognuno prenda quello che scrivo come gli pare, altrimenti mi ignori semplicemente come faccio io quando vedo che leggere un esperienza mi fa scattare il craving o mi mette a disagio. Non sono un Kamikaze incerottato di Droga, sto iniziando un percorso in modo diverso rispetto alle altre volte e non mi vergogno dell’aiuto della buprenorfina.