Back to top

Sfogo e depressione?

Voto 
+
-171
-

Salve a tutti, come molti di voi sono qui per raccontare le mie vicissitudini perché non ho con chi parlarne, non mi voglio lamentare ma solo sfogarmi; c'è sicuramente chi sta peggio. 

Inizierò facendo una breve panoramica della mia situazione. 

Sono un a ragazzo di 18 anni, vivo con mia madre e mio fratello, mio padre morì quando avevo compito da pochissimo 8 anni. Mia madre è mio fratello litigano in continuazione e spesso vanno a finire col picchiarsi ed io sto la che guardo con le cuffiette aspettando che tutto finisca. 

Purtroppo non riesco a trasferimi non avendo un diploma (ho lasciato la scuola) fatico a trovarmi un lavoro fisso e cioè serve solo ad aumentare la mia instabilità. Ma giuro che appena ho un lavoro me ne vado, non voglio essere il classico ragazzo che vive fino a 30' anni con i sui genitori, lavoro da quando ho 14 anni e so essere molto indipendente. 

Ho iniziato con canne ed alcol ed ovviamente sigarette, troppe sigarette cazzo, a 13 e verso i 14 ho iniziato l utilizzo anche continuativo di altre sostanze tracui md, ketamina, coca, funghetti, medicinali vari ed altro finendo così in un tunnel depressivo dal quale tutt ora non riesco ad uscire e forse nemmeno voglio.

Recentemente la mia vita ha avuto un altro forte calo. Finalmente dopo tanto tempo mi sono innamorato di una ragazza, lei è la sorella di uno dei miei più cari amici. Dopo poco lei si è fidanzata con un altro mio amico e sono stato insieme per un pó di tempo, periodo nell quale io e lei abbiamo continuato a parlare.

Quando loro ruppero il loro rapporto ebbi l occasione di passare del tempo con lei e scoparci, solo che io ero follemente innamorato e per lei io ero solo uno con cui fare discorsi profondi e passare del tempo.

Finita questa settimana ho deciso di raccontare al suo ex, essendo un mio amico ciò che era avvenuto e nonostante lui sapesse che prima o poi io l avrei fatto con lei (ce lo dissimo quando stavano per iniziare la loro relazione che prima o poi ci avrei provato) lui ha smesso di parlarmi.

 

Come sicuramente qualcuno di voi saprà è dirà avere accanto una persona di cui si è innamorati e vederla fidanzarsi con altra gente che puntualmente poco tempo dopo dice che sono degli stronzi, ma nonostante questo le sono stato accanto perché comprendo che c'è una sofferenza repressa nel far ciò.

Così il mio tempo prosegue continuando a parlare con lei e a drogarmi sempre di più fino a quando di punto in bianco ha smesso di parlarmi pure lei.

Mi ha definito un tossicodipendente, una persona che porta a fondo gli altri insieme a sé stesso ed altre cose così. 

 

Ultimate la mia voglia di morire è aumentata a dismisura, non che prima né avessi voglia. 

Mi sto drogano sempre di più ed inizio a notare gli effetti sul mio corpo, ad avere crisi d astinenza e sbalzi d umore sempre più frequenti. 

 

Purtroppo oltre alla musica mi rimane poco nella vita e quando anch'essa non mi da soddisfazione allora tocco il fondo (il mio fondo, ognuno ha il suo). 

In fin dei conti questa storia è uno dei mali minori nella mia vita, ma è capitata nel momento più sbagliato ed avevo voglia di sfogarmi. 

Non so se ciò che ho scritto possa aiutare qualcuno, dubito; e non so se si capisca ciò che ho scritto, spero di essere riuscito ad esprimermi.

 

Auguro a tutta un buon proseguimento di vita, non vi drogate, siate razzisti verso i razzisti, confidate nel arte perché può salvarvi, confidate in voi stessi più di quanto lo faccia io ed amate il prossimo. 

Ascltatevi i pink floyd, jimi hendrix, led zeppelin, Robert Johnson ecc... 

 

- Pace - 

 

Commenti

Mi sono quasi commossa.

Mi sono quasi commossa.

È un bel tunnel di merda il tuo ... in parte posso capire. Ho passato cose molto simili. 
Da completa estranea mi sento di dirti che hai bisogno di aiuto. Va accettato il crollo. 
Ti consiglierei uno psicologo ma servono soldi, oppure uno psi dell'usl del tuo comune ma i tempi credo che siano lunghi ... la cosa più fattibile sia partire dalle amicizie. Circondati di persone vere e che ti vogliano veramente bene! Ti auguro il meglio.

Ciao ti ringrazio per il tuo

Ciao ti ringrazio per il tuo dolce commento e mi dispiace che anche tu abbia passato momenti simili,ma sappi che ho già uno psicologo che mi segue da 4/5 anni. Il problema in questi casi è che non ho molta voglia di aprirmi essendo uno psicologo della asl che sono costretto a frequentare. 

Spero che a te vada meglio dai 

Ciao , quando infine hai

Ciao , quando infine hai consigliato di ascoltare quei gruppi mi son quasi commosso anche io , si capisce che sei un ragazzo sensibile e anche intelligente , ti prego chiedi aiuto prima che sia troppo tardi ( sei giovanissimo ma quel tunnel ti porta a fotterti gli anni più belli della tua vita in un battibaleno non te ne accorgerai neanche , fidati! ) , NA può essere un supporto valido se no prova anche a chiedere agli operatori di questo sito loro ti possono indirizzare al meglio , ma per favore non arrenderti . Sfoga tutto nella musica e nello sport . Valorizza quel malessere .  Non fare come il sottoscritto , non farti sconfiggere dal malessere . Ti mando un abbraccione . Buona fortuna ! È non mollare mai!!!! 
P.

Ei Ei tu! Non permettere a

Ei Ei tu! Non permettere a qualcuno di definirti o sminuirti. A prescindere che non si capisce chi stai portando a fondo oltre te stesso..i tuoi ? che si lanciano i bicchieri davanti a te?? bè parliamone...sì se continui su questa strada probabilmente chi ti vuole bene davvero potrebbe incappare in una discesa non facile. Per il resto hai 18 anniiiiii !! Hai una seppur vaga idea di quanta acqua deve passare sotto il ponte?? Capisco la cotta e il disarmo davanti a essa come se il tempo e lo spazio cessassero di esistere ma credimi tutto passa , tutto muta. Abbiala come certezza matematica. 

Per il resto per quanto è e ti possa sembrare una situazione difficile non entrare dentro la spirale del vittimismo! Non ne esci più ti toglie il potere dalle mani. Cercati un lavoro dove danno vitto e alloggio e inizi a uscire da casa, essere circondati dalla rabbia è invalidante. Scegli di più per te stesso. Hai più potere in quelle mani di quanto tu possa credere. 

 

 

Mi spiace molto per la tua

Mi spiace molto per la tua situazione, molti qui hanno passato cose simili e la ricetta universale non ce per nessuno di noi purtroppo. chidere aiuto serve sempre, però poi a chi chiederlo non è altrettanto scontato. la tua famiglia mi pare di capire sia qualcosa che crea il problema, piu che poterlo risolvere. gli amici pure. lo psicologo quasi inutile...

da quello che dici di positivo invece hai la voglia di lavorare, che spero si associ anche ad un lavoro effettivo: avere un lavoro, magari che non fa schifo al pipino, credo sia fondamentale. poi ce la musica: non so se siano anche feste o no, in ogni caso pure quelle per me possono essere molto positive. io solo andando a festival tekno e goa riuscivo a togliermi la roba, certo con tonnellate di tutto il resto ma almeno finita la festa mi sentivo una persona nuova. a casa invece la musica puo essere una medicina, anche se spesso quando si sta male di finisce per ascoltare musica che amplifica certi sentimenti.

consigli quindi? di sicuro uno importante e sicuro sono gli amici: trovane di buoni, che ti apprezzino, che trovi interessanti ma che non si devastano ogni giorno. lascia e manda indoculo tu gli altri se serve. con la tua famiglia invece non so: andare a vivere da solo potrebbe farti stare piu tranquillo, oppure essere l inizio del peggio. 

in bocca al lupo! Stupefatto

Aggiungi un nuovo commento