Back to top

vita di inganni!!!

Voto 

Ciao a tutti O.O in realtà non so come esporvi il mio problema...beh provo a iniziare presentandomi sono una ragazza di 23 anni che da 20 anni combatte contro le dipendenze della madre che variano da l'uso dell'eroina a quello del metadone al uso costante di marijuana e in fine la peggio bestia che l'uomo abbia mai scoperto l'alcool....ricordo di quando ero bambina; avrò avuto si e no 8 anni mi ritrovavo scaraventata giu dal letto da mio padre che si affrettava a caricarmi in macchina per evitare mia madre che faceva volare qualsiasi cosa avesse tra le mani....pultroppo mia madre all'età di 18 anni si è innamorata dell'uomo sbagliato che gli ha fatto scoprire il mondo dell'eroina dopo aver avuto un figlio ha deciso di lasciare quest uomo e mettersi con mio padre con il quale ha affrontato un lungo percorso di sert dove l'hanno torturata per anni con il metadone ho un ricordo indelebile che ogni tanto mi torna in sogno; quando mia madre faceva il sert io ero veramente piccola e ricordo che ogni mattina prima di andare all'asilo passavamo in questo edificio molto triste dove ci facevano passare da dietro in quanto mia madre aveva paura che incontrassi gente come lei, mi metteva su una seggiola, entrava dal dottore e ne usciva con questa busta di carta marrone, questo succedeva tutte le mattine prima di andare a scuola...e secondo me per un certo periodo mia madre era anche uscita da quel tunnel, mia madre e mio padre stavano bene economicamente e non mi è mai mancato nulla fino a quando la crisi si è fatta sentire mio padre smise di lavorare mia madre pure, quest'ultima dormiva tutto il santo giorno le liti si facevano sempre più pesanti e violente addirittura una sera provò ad investirmi con la macchina davanti a un sacco di gente che impietrita l'unica cosa che fece fu scappare via facendo finta di non vedere nulla....le cose sono ulteriormente peggiorate quando cominciò a lavorare in un bar all'ora degli aperitivi quello fu il delirio, tornava a casa ubriaca e cattiva come non mai ma ora però c'era una differenza NON LITIGAVA PIU CON MIO PADRE MA LO SFOGO ERO DIVENTATA IO....per anni ho preso botte a gratis x anni ho lottano contro un  muro di acciaio che diventava sempre più duro ed ora eccomi qui.....ho 23 anni faccio tirocinio ho solo un rimborso spese e nn mi posso concedere di andare via di casa con i miei pochi soldi devo anche dare i soldi a lei che mi dice che sono x andare a lavorare quando poi so che sono per comprare il fumo perchè oltre all bere questa donna si fuma un pacchetto di sigarette e una canna dietro l'altra come fossero aria.....questa situazione sta lacerando la mia vita ogni rapporto che ho riesce a rovinarmelo la gente mi scanza per paura di mia madre che è piccolina ma quando si incazza diventa davvero un lottatore di boxe, negli ultimi anni è diventata così secca che quasi sembra una malata terminale...ho una famiglia numerosa che però non sa come aiutarmi gli ho fissato x lunedi un incontro con un psicologo del asl ma nn credo che abbia intenzione di andarci.....ho bisogno di un consiglio prima di uscire pazza da questa storia qualche giorno fa ho trovato nel cassetto delle medicine anche degli antidepressivi e questa cosa mi fa davvero molta paura ormai vive in un mondo dove niente ha senso cammina per casa spengendo le sigarette per terra non c'è più nulla che stia in piedi nel suo mondo e io nn so davvero come fare ad aiutarla vi prego aiutatevi

Monica

Commenti

Re: vita di inganni!!!

guarda, la tua storia è talmente complessa che mi vien difficile improvvisare un commento, per certi aspetti assomiglia anche un pò alla mia, sicuramente la mia un pò meno drammatica. Ma aspetterei volentieri un intervento dalla redazione.
Mi sento di dire però che sei una ragazza forte e responsabile

Re: vita di inganni!!!

a me viene in mente solo una cosa... vattene!! se non ne hai la possibilità prova a chiedere aiuto al servizio sociale delle tua città. Hai già sopportato abbastanza.

Re: vita di inganni!!!

se hai molti parenti possibile ke nn trovi nemmeno uno ke puo ospitarti? devi andartene xk dopo tutti qst anni di sicuro nn la cambi tu. ma in tutto ciò tuo padre dove sta?

Re: vita di inganni!!!

Che situazione...te li dico come lo dicessi ala mia migliore amica: vattene, prendi i soldi che puoi, accumula qualcosa magari e parti, ovunque troverai di sicuro una situazione migliore di quella attuale. Ricorda, non potrai essere tu a risolvere i problemi di tua madre, al limite restando li diventi solo l'oggetto sul quale scaricare la sua aggressività. Va via, lontano, magari all'estero, sicuramente avrai qualche amico o amica, qualche contatto...va via prima che sia troppo tardi, pensa alla tua vita, meriti sicuramente di meglio, e restando li non avrai mai nulla di buono.

Re: vita di inganni!!!

AVETE TUTTI PERFETTAMENTE RAGIONE MA HO PROVATO SULLA MIA PELLE CHE SCAPPARE NON SERVE I PROBLEMI TI INSEGUONO E SI SCAGLIANO SU DI TE ANCORA DI PIU' .....VORREI POTER FARE QUALCOSA X SALVARE LA SITUAZIONE VORREI POTERLA VEDERE TORNARE A SORRIDERE PERO' FORSE AVETE RAGIONE DEVO SMETTERE DI SPERARE IN UNA SOLUZIONE E APRIRE GLI OCCHI FORSE UNA SOLUZIONE NON ESISTE :(

Re: vita di inganni!!!

magari la soluzione esiste, ma è lei che la deve voler trovare, non tu, non tuo padre, non i tuoi parenti... hai scritto che le hai preso appuntamento dalla psicologa, ma che probabilmente non ci andrà: e allora a che serve?. Tu probabilmente hai fatto e stai facendo tutto il possibile, ma non basta. Accetta lo stato delle cose, non farti colpe che non hai, non caricarti di responsabilità che non sono tue. Tu dici che scappare non serve, e non capisco perchè dici così. ti devi liberare di tutta questa sofferenza, devi vivere la tua vita e costruire il TUO futuro. Un abbraccio

Re: vita di inganni!!!

Cacchio che situazione. Complimenti per la forza!! Devi subito rivolgerti ai servizi sociali e sentire se ti possono dare una mano, e magari pure anche a quell'altra... Casomai prova a sentire anche i carabinieri cosa ti consigliano. Così non puoi andare avanti. Vedi se puoi farla arrestare :-D , consideralo come terapia d'urto.

Ma tuo padre dov'è? Non potete andare a vivere voi due da soli? Oppure dei tanti parenti, proprio nessuno che vi possa dare una mano? Ospitare? Mi sembra strano, della serie, parenti serpenti. Ciao.

Re: vita di inganni!!!

Ne io viste fin troppe di situazioni come le tue...ripeto, non è tuo compito fare ne l'assistente sociale ne la crocerossina...i problemi di tua madre sono profondi, molti di noi che scriviamo su questo sito possiamo capirli, siamo più adulti di te e fidati, a restare hai solo da rimetterci. Se una persona arriva ad una certa età continuando ci comportamenti del genere, l'intervento e' necessario ma deve partire da una presa di coscienza da parte della persona stessa...
Tu sei giovanissima, vivi la tua vita fuori da questi casini, altrimenti saranno più i danni che potrai ricevere che altro...chi ti da questo consigli, sia io che gli altri utenti, forse abbiamo già vissuto e visto queste situazioni, le conosciamo, sappiamo l'evoluzione...e non è nulla di buono, saranno botte, urla, scenate, denunce, risse in piena notte, ricoveri, tso, sensi di colpa e depressioni...
Hai già avuto molto dolore dalla vita. Ascoltami. Barcellona, Londra, Amsterdam magari ti aspettano, dai, magari ti aspetta anche un grande amore, e finalmente cose belle. Ascolta chi ci è già passato.
Un abbraccio

Re: vita di inganni!!!

Fagli fare un t.s.o obbligatorio. Se non riesci a farla curare con la forza falla arrestare. Vedrai che dopo una 60ina di giorni di carcere esce molto più tranquilla. Male che vada la fai arrestare di nuovo e avendo la condizionale della prima volta stará dentro un paio di anni. Vai tranquilla che è il metodo migliore, purtroppo e tossici e gli alcolisti con problemi psichiatrici sono recidivanti e pericolosi, ma soprattutto non ascoltano nessuno. Se non ascoltano se stessi figurati se ascoltano gli altri, purtroppo è un fattore comune. Altrimenti un metodo molto in voga al momento è di imbottire di metadone il malato finché non gli esce dagli occhi, stabilizzarlo rendendolo una ameba e mantenendolo a vita a mantenimento con frequente aumento della dose. Questo è il metodo sert, ottimo per non avere tossici tra i coglioni che fanno girare le palle e che creano danni sociali in giro. Ottimo per la riduzione dei danni, ottimo anche per avere marionette addestrate e gonfie che non facciano casino in giro.

Re: vita di inganni!!!

Nessuno finisce in carcere semplicemente per una segnalazione di un familiare, tantomeno i TSO si elargiscono (fortunatamente) con tanta facilità, si tratta di un iter (e relativa procedura) assai complessi ed assolutamente inutili nel contesto in cui vive Lubna.
Cerchiamo di rimanere sul terreno di consigli praticabili e non deliranti,
grazie

Re: vita di inganni!!!

Scusate redazione, ma se una madre ha problemi psichici e non ne vuol
sapere di curarsi, sostenendo a spada tratta di essere apposto, resistendo
alle continue sollecitazioni, di un figlio, di più figli, facendo si che gli viene l'esaurimento nervoso anche agli altri, e dicendo che i pazzi sono quelli
che gli consigliano di curarsi o comunque di riguardarsi... Che si fa ?
Che si può fare ? Che cosa può fare un figlio per non soccombere a
queste situazioni ?

Re: vita di inganni!!!

Immagino che ti possa sembrare strano, ma questa e' la situazione di migliaia di famiglie..come già detto, il tso prevede tutta una serie di condizioni, e se anche venisse fatto, non sarebbe comunque risolutivo, anzi, forse si otterrebbe proprio il contrario. Non bastano venti giorni in un reparto psichiatrico per fa fronte a questi contesti, tantomeno il carcere ( con che accusa poi...).
Purtroppo sono cambiamenti che possono partire solo dalla persona interessata; poi sicuramente anche tutto il contorno potrà contribuire, ma secondo me resta fondamentale la propensione al cambiamento.

Re: vita di inganni!!!

credo che Marco volesse dire semplicemente che non si può far cambiare una persona se a questa non interessa cambiare. Anche se ciò vuol dire rovinare la vita di tutte le persone che la circondano. Gli unici strumenti che hanno una possibilità in più di sortire effetti sono la vicinanza, la comprensione, la pazienza; tutte cose molto difficili da portare avanti in situazioni come quelle della ragazza che ha scritto il post. Se con le buone non si ottiene nulla, è meglio allontanarsi, ma non provare con le cattive, perchè si otterrebbe ancor meno.

Re: vita di inganni!!!

Ciao,
Ti ringrazio per averci scritto e per aver trovato la forza di condividere con noi la tua disperazione.
Come hanno già ribadito i lettori, stai vivendo una storia molto complicata e carica di sofferenza, complimenti per restare a galla in questo mare di dolore.
Purtroppo non si può aiutare chi non lo vuole e quindi sarà difficile aiutare tua madre fino a quando la motivazione partira'dagli altri e non da lei stessa.
Date le circostanze credo che potrebbe esserti utile andare dallo psicologo e non per trovare la forza di comprare un biglietto aereo per il posto più lontano al mondo, ma per trovare la forza di accettare la condizione di tua madre, che al momento, da quanto scrivi, non sembra aver voglia di cambiare le cose.
Capisco la tua sofferenza, stai attraversando una fase di lutto, perché anche se realmente non è morto nessuno è come se ogni giorno morisse una parte di te insieme agli sbalzi di umore di tua madre.
Hai ragione quando scrivi che scappare non servirebbe a niente, se non a stare peggio, soprattutto perché faresti ciò che fa tua madre da una vita, usando sostanze.
Tu hai coraggio e sei diversa da lei, consapevole della situazione e bisognosa di un cambiamento, ascoltati, guardati dentro e mettiti in discussione, non si può chiedere agli altri di cambiare se non siamo noi i primi a farlo.
Alla luce di cio' il mio consiglio è quello di rivolgerti per te stessa a uno psicologo, che ti aiuti a gestire la tua vita, rispetto alla relazione con tua madre.
Oltre a poter chiedere un aiuto o una consulenza al servizio sociale del tuo territorio, ulte per capire quali sono le modalità necessarie a mettere tua madre in condizione di non continuare a distruggere te e se stessa.
Qualora avessi voglia e bisogno di appprofondire l'argomento potresti prenotare un chat e confrontarti direttamente con uno psicologo della redazione, per esporre i tuoi dubbi e trovare un aiuto per affrontarli.
Barbara Manzini sostanze.info

Re: vita di inganni!!!

Salve io ho il problema opposto,se vogliamo.Siamo tre generazioni,io mia madre e mia figlia ...io sono la drogata o perlomeno da come mi sento ora ero.Per farla breve non mi sono mai permessa di essere violenta con mia figlia,forse assente si quando ero nel pieno del pallone ma con mia madre...essendo lei il fulcro dei miei problemi mentali...con lei qualche volta si è arrivate alle mani,tra me e mia madre rapporto conflittuale eterno.Prima scalciavo e scalpitavo quando lei mi feriva oggi sono più cosciente e semplicemente scappo altrimenti essendo la drogata io resto il capo espriatorio,la situazione è delicata,nel centro c è mia figlia,contesa.

Re: vita di inganni!!!

Sono sempre quella Dell ultimo post allora mia madre nei suoi innumerevoli errori si è intromessa tra me e mia figlia con prepotenza insomma mia madre resta quel problema che avevo prima della dipendenza e lo é triplicato anche dopo...per il bene di mia figlia evito gli scontri ma soffro perché sono quegli scontri proprio che mi hanno portato alla droga.Come risolvere una situazione cosi complessa? Per il bene mio e di mia figlia? Non vorrei rischiare di impazzire!sono anche a scalaggio metadone e avverto tutto già troppo difficile per sopportare mia madre ma lei peggiora e non capisce!

Re: vita di inganni!!!

Ciao,
Ti ringrazio per averci scritto in un momento così delicato della tua vita. Complimenti, hai una chiara visione della situazione e mi sembra che i problemi che ti poni siano leciti e adeguati, non è da tutti essere così consapevoli e la consapevilezza è il primo passo verso la guarigione.
Dato che sei già in carico al Sert potrebbe essere opportuno iniziare un percorso psicologico, qualora tu non l'avessi ancora fatto, e cercare di coinvolgere anche tua madre, proprio nell'ottica del bene di tua figlia.
Prova a parlarne con i tuoi operatori di fiducia e facci sapere come va
Barbara Manzini sostanze.info

Re: vita di inganni!!!

Grazie dottoressa Manzini del complimento,essere la drogata della situazione fa in modo che anche se sei nel giusto nessuno ti creda e soprattutto nessuno ti faccia i complimenti,anzi.Ma forse lei conoscendo a fondo i problemi legati alla dipendenza riesce a leggere una parte di vero nelle mie parole,anche io ho sbagliato tantissimo non lo nego avrei dovuto lottare piuttosto che affondare i miei problemi nella dipendenza.Io credo che mia madre abbia una grave forma di bipolarismo che io ho chiaramente ereditato ma che fortunatamente mia figlia non ha dopo tanti anni e tanti errori e tanta auto analisi riesco ad avere la sensibilità di percepire certi problemi nelle persone soprattutto quelle che mi stanno a cuore.Mia figlia mi è stata negata dal tribunale dei minori anni fa per la mia tossicodipendenza non voglio fare la vittima ma sono stata poi trattata dai servizi sociali dopo come una specie di assassina pur avendo una fedina immacolata mia madre nel frattempo si è cresciuta la bambina quasi nell illusione di esserne la madre,troppo spesso mi ha detto 'tu vai a drogarti'...e io giustamente l ho fatto ero nel pallone.Ora sono tornata con i miei subdoli fastidi del metadone,il mio mondo sgretolato da ricostruire ma un amore infinito per quella figlia a cui sono mancata da morire,i ruoli si sono invertiti innaturalmente e mia madre di accettare questo ritorno non ne vuole sapere,continua a oltranza con i suoi eterni dispetti che mi hanno rovinato la vita.Certo gli assistenti sociali per me non hanno fatto molto e non ho una grandissima fiducia ma ora un intervento loro è necessario,tenermi tutto dentro mi ha portato solo alla catastrofe.Ci dev essere un modo anche per far capire a questa donna come l ho capito io che poi tanto normale non è anche se non si è drogata nella sua vita.

Re: vita di inganni!!!

Ah sono sempre quella Dell ultimo post vorrei aggiungere che chi ha fatto intervenire il giudice dei minori per farmi togliere l affidamento della minore è stata proprio mia madre,non so fino a che punto abbia fatto bene questa cosa non mi è ancora chiara del tutto,io tante volte penso che se mia madre invece di escludermi e di contrastarmi mi avesse dedicato un po' d amore senza accanirsi su mia figlia io ne sarei uscita prima..o forse no,non lo so! Fatto sta che giuridicamente ora sono una madre spodestata e se dovesse succedere qualcosa ai miei genitori che sono anche anziani la bambina non andrebbe a me ma forse a una casa famiglia! Dovrei agire anche legalmente? Dottoressa lei conosce qualche associazione che può aiutarmi per avere un avvocato senza essere ridotta sul lastrico?grazie!

Re: vita di inganni!!!

Ciao,
Mi fa molto piacere che tu abbia riscritto per darmi qualche dettaglio sulla vostra difficile storia e relazione.
Sinceramente non conosco associazioni, ma se mi fai sapere da dove scrivi posso provare a consultarmi con i miei colleghi della redazione e capire se ci possono essere delle alternative valide al tuo caso.
Nel frattempo, se ne hai voglia, potresti prenotare una chat con uno psicologo, io ci sono a settimane alterne il martedi sera, perché confrontarsi in situazioni così complicate può essere un piccolo aiuto.
A presto
Barbara Manzini psicologa sostanze.info

Re: vita di inganni!!!

ciao il mio nome fittizio è alberto, ho quasi 35 anni e da dieci mi faccio di eroina. Sono appena uscito dal carcere dopo due anni di detenzione. In carcere venivano a trovarmi i miei genitori e la mia compagna che dopo il primo anno di detenzione ha pensato di lasciarmi perché ero molto aggressivo nei suoi confronti in quanto davo a lei una parte della colpa che a fatto si che passassi questi 2 anni di villeggiatura. Sono uscito pieno di belle intenzioni e dopo neanche due giorni ho cominciato a farmi. L'autodistruzioned è partita di nuovo e indovina a cosa do la colpa? All'aver vissuto negli ultimi due anni in un buco maledetto e al fatto di non aver più la mia neo famiglia che mi sono illuso di poter riprendere una volta libero, ma che alla fine si è allontanato da me per vedere se davvero fossi cambiato. Insomma mi sono dato la zappa sui piedi da solo prendendo in giro il sert [con urine fasulle ] ma soprattutto me stesso. Ho venduto il pc e la tele appena comprate perché vivo in un appartamento preso dai miei apposta per me 680 di affitto, e l'unica cosa di cui m'importa e drogarmi. Mentire a tutto spiano insomma come se volessi rovinare la mia vita definitivamente. Eppure c'è un mucchio di gente che mi tende la mano, in primis i miei genitori, gli operatori del sert che mi seguono da 13 anni. Vado dallo psicologo, insomma ho tutte le dritte del caso. Ma il punto e che se uno non vuole lottare, non ha la volontà di farlo, non arriva da nessuna parte. Ci sono dei sacrifici da fare e non tutti sono disposti a farlo per debolezza per paura di mettersi in gioco e di vedere magari di farcela, lo spaventa anche questo, perché si è sempre visto in quel modo e crede di non poter essere diverso da come si vede. Quindi onestà e sincerità con se stessi in primis e con gli operatori che ti aiutano del sert di conseguenza. Voglia di mettersi in gioco e di mettersi nell'ottica che tutto a un prezzo e smettere di farsi significa anche passare attraverso la depressione, ma se resisterò quel tanto che ci vuole, posso farcela. Affidarsi agli altri non è cosa facile ma lo psicologo aiuta veramente tanto basta crederci. E poi autostima tanta autostima perché chi si fa del male come me medesimo non si vuole bene per niente. Infine ci sono le comunità, che è una piena immersione nel duro percorso che porta alla lucidità e consapevolezza. Ma chi non ci crede e non si affida pienamente avrà vita breve in queste strutture protette . Le comunità hanno anche un mucchio di regole da osservare, quindi mettere in conto anche questo. Alla fine vi ho parlato di tutto un pò secondo la mia esperienza, non voglio cadere nella supponenza ma un pò di esperienza me la sono fatta. Liuba tanti auguri perché chi si vuole autodistruggere e difficile da fermare e a volte anche l'amore non basta, resisti finché non potrai andare via di casa. Ciao a tutti e grazie per l'ascolto

Re: vita di inganni!!!

Ok ok ma tu in realtà cosa vuoi fare della tua vita? Hai detto cose molto giusto e descritto alcuni meccanismi che possono starci, ma alla fine sei riuscito a vedere un po' meglio in te stesso cosa vuoi davvero fare?
Perché a questo punto hai gli strumenti e le possibilità per decidere, magari senza continuare a prendere in giro le persone a te care e soprattutto te stesso.
Ma se hai scritto questo cose vuol dire che dentro di te esiste anche la volontà forte di cambiare. Magari non tutto. Magari non così bruscamente. Ma comunque iniziare un cambiamento. In realtà sai che se vuoi adesso puoi bloccare la tua voglia di farti, magari mettendoti in terapia e prendendoti del tempo per riflettere. Poi verrà tutto naturale. Ma a questo punto della tua vita credo devo essere onesto con te stesso; e' successa la stessa cosa a me; alla fine anche le persone care si stancano e si allontanano e allora...? Scegliere significa sempre lasciare qualcosa; e non è facile lo so. Ma a un certo punto ne va della nostra stessa vita, almeno di quello che rimane. Meglio viverlo tranquillamente, magari con piccoli compressi. Continuare la vita da tossico non sarebbe comunque gratificante...quindi?
Ora in questo momento della tua vita la palla passa a te. Giocala bene, sai che puoi farcela...

Ad maiora

Re: vita di inganni!!!

caro marco 75, nell'ultimo periodo mi sono calato un pò tanto nei panni della vittima, del poverino ecc. Ma nonostante questo dentro di me c'è una grande voglia di vivere senza la sostanza. In questi giorni però mi sto facendo per cui sono incoerente con il mio spirito. Non so se ti è mai accaduto, quella sensazione classica del tipo : mi spacco ancora un pò ma poi mi tiro fuori alla grande e poi finché non finisci i soldi continui ad andare ad acquistare. Insomma sono nel limbo ma mi rendo conto che devo quanto prima fare una scelta, un onesta tossicodipendenza oppure una vita consapevole? vissuta ahimè nelle sue più intime sofferenze ma altrettanto nelle sue gioie. Anche se l'umanità fa schifo in mezzo a noi comuni mortali ci sono persone meravigliose da conoscere, esperienze mai fatte, viaggiare e nutrirsi di conoscenza di altri luoghi e culture. Ma poi ti svegli qua, la nebbia, le tipe che se la tirano, l'indifferenza della gente, mi viene voglia davvero di chiudermi in casa e non uscire più . Però per farti un esempio a proposito di cose di cui vale la pena interessarsi, stasera mi sono collegato a questo sito ( cosa che faccio da qualche giorno) e ho trovato il tuo scritto. Mi ha fatto sentire meno solo, e che i miei casini in fondo sono i casini di tanti altri e se ci sosteniamo come hai fatto tu con me oggi, credo che a poco a poco ci sentiamo parte di un qualcosa che può darci un auto aiuto a uscire da certe grane. Ho letto il tuo post sul metadone, mi pare che rispondevi al siciliano, e un tizio diceva che eri una specie d'impostore perché secondo lui una persona che beve 120 mg di metadone non poteva fare un discorso come il tuo. Insomma da dove pensa che veniamo? Sono d'accordo inoltre con la tua opinione riguardo al dosaggio del farmaco sostitutivo, prendere delle dosi insignificanti per poi avere un craving ingestibile non ha senso. Guarda il caso mio come centinaia di altri, bevo 35 mg ma arrivo a sera che devo andare ad acquistare, non ce ne è più forte della mia volontà, ragion per cui se decidessi di disintossicarni dovrò alzare il margine del dosaggio perché così mi copre la scimmia e non tocco quella porcheria che vendono adesso nei campi. È un buon compromesso non credi? Evito di fare reati per procurarmi il denaro magari mi trovo un lavoretto, e via si va avanti. Premesso che io vado al sert ser la somministrazione, conosco un mucchio di insospettabili che bevono il metadone, ma per evitare di sputtanarsi lo comprano. E conducono le loro vite tranquillamente senza crearsi problemi con la famiglia, e i genitori. Perché dovrei essere da meno, poi man mano quando me la sentirò scalero anche il metadone e via un altro passo avanti. Marco 75 spero di argomentare nuovamente con te e con chiunque altro. Sosteniamoci a vicenda gente perché siamo troppi e la piaga si sta espandendo. Voglio dare un futuro meno tetro ai miei figli, perciò :-) carichi ragazzi, carichi! Dimenticavo di dirti il mio nome! non è alberto ma daniel. Ciao

genitori tossici merde

Da donna ti dico molla tua madre. È un'egoista e una tossica. Mi chiedo a) perché i tossici mettono al mondo i figli per poi trascinarli nella merda con loro...b)dopo le botte ea ronzaggine di tutti i tuoi parenti che ti hanno lasciato una responsabilità enorme per una ragazzina di 23 anni, vuoi ancora perderci tempo energie e rovinare la tua vita?
Scappa da lì. Se vuole essere aiutata deve muovere il culo e metterci del tuo, è lei tua madre non viceversa

Re: vita di inganni!!!

X il penultimo commento: Giudicare senza avere arte ne parte non giova proprio a nessuno.Uno può esprimere un opinione senza il bisogno di insultare o denigrare l'altro,se no parli esclusivamente per autocompiacimento.

Aggiungi un nuovo commento