Back to top

Voglio uscire al più presto possibile da questo tunnel

Voto 
+
-205
-

Ciao a tutti vi voglio raccontare la mia esperienza. Sono un ragazzo di Caserta di quasi 37anni. Ho iniziato a tirarmi l'eroina nel 1999 quando avevo 17 anni e a quell'epoca avevo un motorino precisamente un Piaggio Free che con i miei compagni giornalmente partivamo da Caserta e facevamo 27 kilometri per arrivare alle vele di Napoli a comprare le nostre dosi di eroina o di cobret. Fin quando la tiravo per il naso per me era tutto ok poi  a 18 anni mi presi la patente ho iniziato a bucarmi e li sono inizati i mie guai con la mia famiglia e con la legge. Mi ricordo ancora la mia prima pera che mi feci, stavo nella macchina in autostrada fermato sotto a un cavalcavia  con il mio amico e ci facemmo lo speed che come ben sapete sono eroina e cocaina mischiate. La droga dal 1999 fino al 2020 mi ha fatto rompere 6 macchine e sono stato arrestato 7-8 volte perchè io non solo mi drogavo ma mi prendevo anche i rivotril e poi andavo a fare le rapine,i furti, oltraggio a pubblico ufficiale,risse e altri reati minori.Ho avuto la fortuna di non essere mai abbandonato dalla mia famiglia pure quando stavo in carcere e ai domiciliari. Verso i 28-29 anni decisi di andare in comunità quando mi tolsero la patente i carabinieri ma dopo 4 mesi me ne andai dalla comunità e sono ritornato a drogarmi l'unica cosa buona è che smisi con la cocaina e mi bucavo solo di eroina,sono quasi 8 anni che non uso più cocaina. Quando a Napoli stavano chiundendo man mano quasi tutte le piazze di spaccio poi sono iniziato ad andare al parco verde di Caivano se prima facevo 27 kilometri al giorno per andare a comprare la droga a Napoli ora ne faccio 14 di kilometri per andare a Caivano. 2 Anni fa sono stato operato di appendicite in peritonite e siccome le mie vene sono quase tutte bruciate i dottori e gli anestesisti non sono riusciti a trovarmi nessuna vena alla fine mi hanno preso la vena centrale quella sul collo per farmi l'anestesia e i prelievi per tutto il tempo che sono stato ricoverato. Quando sono uscito dall'ospedale ho continuato a drogarmi e mi bucavo sui piedi. L'ultima volta che mi sono fatto di eroina è stato il 1 Marzo. Adesso è un mese e 10 giorni che non mi drogo e spero di non drogarmi più, sto solo andando al serd di Caserta a prendere i 40 cc di metadone al giorno, mi sono drogato per 21 anni, ragazzi voi non drogatevi poi è difficile uscirne io ancora non ne sono completamente uscito. A Maggio andrò a fare le visite alla commissione medica per riprendermi la patente e andare a lavorare e fare una vita normale. Concludo qui questo mio post augurandovi a tutti una buona Pasqua.

Commenti

Io ho smesso di fumare l

Io ho smesso di fumare l'eroina sostituendola col crack base, non so cosa sia peggio effettivamente, sicuramente un mese non basta (anche se per l'eroina forse è già tanto), io dopo 6 mesi ho ricominciato a fumare la base, non ce l'ho fatta, ho appena scritto qualcosa qua sul sito anche io, non so come aiutarti ma spero smetterai. Anche io ho avuto problemi legali, ho minacciato un tizio (che mi aveva minacciato per primo) con un coltello e il PM mi ha dato la pericolosità sociale e mi ha messo in una comunità per autori di reato psichiatrici perché non c'era posto in REMS.

Mi dispiace Fabio. Siamo in una brutta situazione. A Napoli poi dev'essere quasi impossibile uscirne...

Cyah!

Si lo so 1 mese è ancora

Si lo so 1 mese è ancora troppo poco, spero di non ricaderci più anche perchè per adesso devo stare pulito per riprendermi anche la patente di guida alla commissione medica. Questa quarantena da coronavirus a me personalmente mi sta facendo bene mi sta aiutando a smettere  

E' da quando sono costretto a

E' da quando sono costretto a stare in casa in pratica dal 8 marzo che non uso piu' niente ma non perche'  sono diventato bravo ma solo perche' non posso fare diversamente.

Una cosa e' avere liberta' di uscire e quindi poter scegliere altra cosa e' avere mani e piedi legati.

Come la volpe con l' uva e' chiaro che se l' uva e' fuori  portata tanto vale schifarla per sentirsi meglio.

Quello che noto e' che il desiderio aumenta con il passare del tempo ancora di piu' adesso che sono pulito e che la mente va' gia' a che cosa succedera' una volta finito questo periodo gramo.

Ci sara' gente che uscira' con bandiere a fare casino, il popolo in festa le solite menate sui telegiornali su quanto siamo stati bravi, che siamo un popolo eccezionale mentre nella mia testa ho gia'  qualche idea su quale tipo di festa mi fiondero'.

Almeno non me la racconto. 

 

Ciao, ho 39 e da più di 10

Ciao, ho 39 e da più di 10 anni uso eroina fumata sempre, senza saltare mai mai un giorno... Ora ne uso 3 gr al giorno.. A volte di più, a volte meno. Domani comincio la terapia con buprenorfina al sert, e oggi è l'ultimo giorno, veramente l'ultimo. Sono stanco, ho consumato un patrimonio, ho sempre debiti su debiti, basta. C'è la farò, sono deciso. Ho la nausea della roba, e chi sta cominciando deve lasciare perdere. Ti fiocchi, non ne esci facilmente, notti sveglio, crampi crampi.... Lasciate stare. 

Ciao, hai fatto bene in

Ciao, hai fatto bene in questi 10 anni a fumarla sempre e non passare a bucarti perchè quasi tutti quelli che si bucano con la siringa prendono HcV ovvero "epatite C". Anche io presi l'epatite C però grazie alla mia dottoresa del sert e al dottore delle malattie infettive dell'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta ho fatto la terapia per un mese e mezzo con i farmaci  RIBAVIRINA 200mg uno alla mattina e uno alla sera e SOFOSBUVIR 400mg uno al giorno dopo pranzo e adesso non ho più l'epatite C, quando faccio gli esami del sangue esce sempre negativo e sono molto contento. Al sert dopo tanti anni che ho preso il metadone la dottoressa e il dottore mi stanno facendo fare una nuova terapia con il LEVAMETADONE che è migliore che a differenza del metadone sollecita l’organismo in misura minore a livello di metabolismo e di eliminazione della sostanza. Io prendo Levametadone HCL sciroppo. 

Piu' che prendersi l' epatite

Piu' che prendersi l' epatite C rischiano la pelle.

Mi sono svegliato 3 volte con una siringa nel braccio di Naloxone e mi ritengo quindi fortunato a poterlo raccontare.

La 1a volta a casa mia poi in ospedale e l' ultima presso un autogrill autostradale dove mi ero chiuso in bagno "per fare un bisognino"

Solita trafila, ambulanza, sfondamento di porte e risveglio chiedendoti dove sei e checazzo sta succedendo cercando una volta realizzato di filarsela alla svelta prima che qualche genio pensi bene di chiamare gli sbirri, neanche il tempo di dire grazie.

Il levometadone (L-Polamidon®) come sintomi di dipendenza siamo a livelli leggermente minori ma e' pur sempre un derivato dagli oppiacei.

 http://www.federserd.it/files/ar/VSessione_Le_nuove_formulazioni_nella_terapia_della_dipendenza_Efficacia_e_implicazioni_nei_modelli_organizzativi_MARCO_RIGLIETTA.pdf

  Personalmente dopo anni di prendi e molla di metadone mi sono fatto l'idea forse tutta personale che in caso di astinenza sia piu' tollerabile quella da eroina che da metadone.

Soprattutto con l' eroina di adesso ed il metadone di adesso.

Per chi ovviamente per i motivi suoi non possa permettersi di concludere con successo una terapia a scalare come si deve protratta nel tempo o perche' non abbia la testa per farlo.

Cioe' non e' che uno scalare di metadone fatto come si deve sia necessariamente fattibile per tutti e soprattutto che funzioni per tutti.

Faccio il mio bel scalare di metadone e non ci penso piu', si magari.

Qualchevolta succede invece che finito la scalare a metadone ti trovi a rifarti e memore di come sei stato con il metadone quando hai provato a scalarlo potresti decidere che tutto sommato tanto vale grattarti il male che hai piuttosto che aggiungerne uno piu' subdolo.

Non e' facile uscire dalla roba ma uscire da anni di metadone qualchevolta e' anche peggio. 

Ciao, grazie per questa

Ciao, grazie per questa spigazione così ben fatta sul levometadone mi ha fatto molto piacere leggerla tutta.Si in effetti il levometadone è pur sempre un derivato dagli oppiacei. Si hai ragione anche io la penso come te che è più tollerabbile l'astinenza di eroina che quella del metadone. Non è facile a scalare tutto il metadone e asciurne fuori

Vorrei ritornare a parlare su

Vorrei ritornare a parlare su l' HcV l'epatite C. Chi come me negli anni ha preso l'epatite C? Io adesso fortunatamente grazie alla nuova terapia che ho fatto sono riuscito a sconfiggere il virus, adesso quando mi faccio gli esami del sangue mi esce sempre negativo e ne sono troppo contento e felice. Ringrazio alla mia dottoressa del sert e al dottore delle malattie infettive dell'ospedale Sant'anna e San Sebastiano di Caserta.

I tossici di vecchia data

I tossici di vecchia data almeno quelli che sono rimasti e quelli che ho conosciuto TUTTI hanno dovuto fare i conti con l' epatite C.

Il l' ho beccata a 20 anni da un ragazzo andotosene tempo dopo per overdose il quale passandomi la spada dopo essersi fatto mi aveva anche avvisato "Guarda che credo di avere l' epatite".

A quell' eta ed a quei tempi era abbastanza normale scambiarsi le siringhe visto che per dartele in farmacia dovevi come minimo rapinarla dato che facevano una specie di obiezione di coscienza se un ragazzo chiedeva delle insulina.

Mi ricordo ancora come fosse oggi di una vecchia arpia di farmacista che alla mia richiesta di un pacchetto di siringhe da insulina mi chiese nome cognome documenti di dove fossi e poi voleva chiamare i carabinieri.

Poco mancava che volesse sapere anche il numero di scarpe.

Grazie a questo tipo di farmacisti integerrimi e probabilmente timorati di Dio che molti si sono ammalati.

E non si parlava ancora di AIDS. 

C'e da dire che ai tempi era considerato anche abbastanza normale rapinarle davvero le farmacie di notte non come ora che sembrano caveau della banca d' Italia.

Lo stesso per i vari serD in cerca di metadone.

Se avevi la sfiga di beccare qualcosa si andava in ospedale dove ti mettevano in quarantena in una stanza separata, venivi segnalato a non ricordo piu' che autorita' regionale e la cosa finiva li.

Poi con il tempo ti accorgevi che era diventata cronica  ma ancora non si parlava di curare la cronicita' ma solo la fase acuta.

Quindi te la portavi dietro per anni sperando che non si trasformasse in cirrosi o di dover fare un trapianto di fegato ma anche li si era agli inizi dei trapianti non era una cosa come adesso che al limite ci sono diversi precedenti e quindi potrebbe fare meno paura.

Poi anche io ho provato a mettere un po' la testa a posto e ho avuto la fortuna di conoscere una giovane dottoressa in un pronto soccorso con la quale mi sono aperto ed e' stato un poco come incontrare un angelo salvatore, quella e' stata la sensazione dopo anni di sberle che venivano da tutte le parti.

Sembrava che in qualche modo addirittura ci tenesse piu' lei di me.

Forse perche' quando ti fai in qualche modo e' anche vero.

Dire che eri tossico a qualcuno per farti aiutare ottenevi lo stesso tipo di empatia come quando ti si presenta sulla porta di casa quello del canone TV quando tu la TV ce l 'hai da una vita ma il canone non l' hai mai pagato, vorresti dargli fuoco.

Dopo un primo ciclo di ribavirina e interferone che non e' andato a buon fine con ripositivizzazione un secondo ciclo cambiando il tipo di interferone e finalmente la terapia questa volta ha avuto successo.

 

Anche io ho preso l'epatite

Anche io ho preso l'epatite più o meno sui vent'anni sempre con uno scambio di siringa però non ricordo di preciso con quale mio amico lo scambiata. Al sert ogni 8-9 mesi facevo sempre le analisi del sangue comprese quelle per HiV e HcV e fortunatamente l'HiV mi è uscita sempre negativa mentre l'HcV mi usciva sempre positiva. Lo avuta per più di 10 anni però non mi ha mai dato problemi fisici oppure dolori. Tre anni fa ne ho iniziato a parlare con la mia dottoressa del sert perchè avevo paura che in qualsiasi momento poteva diventare cirrosi,così la dottoressa mi prenotò subito una visita con il dottore delle malattie infettive dell'ospedale della mia città che mi fece fare la terapia con ribavirina e sofosbuvir. Dopo un mese e mezzo di terapia ho sconfitto il virus e adesso ogni volta che faccio le analisi del sangue l'epatite C esce sempre negativo negativo. Ringrazio la mia dottoressa del sert e il dottore dell'ospedale per avermi aiutato a sconfiggere questo virus. 

Aggiungi un nuovo commento