Back to top

Classifica LANCET sui danni delle droghe (la tabella tradotta è tratta Focus)

Voto 

Commenti

ahahahaha Ridicoli!

pure gli steroidi ci han messo dentro!!
gli steroidi sono ormoni maschili, e tutti noi "maschietti" lì abbiamo!!
com'è che sono finiti in una tabella di droghe??
e com'è che creano pure dipendenza??

questa tabella è totalmente sbagliata, solo disinformzione..
io nn c'è lo con alcun tipo di droga, so che per alcune i danni fisici ci sono, ma questo nn vuol dire che se ci facciamo una riga di coca finiamo in comunità..
credetemi il nostro corpo sa resistere a molto altro.
il vero motivo per il fatto che alcune droghe sono giudicate dipende sempre e solo dalla nostra società, dal pensiero comune, da quello che ci impongono per giusto e per sbagliato..
Molti di noi sono stupidi, non pensano, fanno e credono a quello che gli viene detto e fatto passare per giusto.

ridicoli chi?

Allora guarda, mi sa che hai un po' di confusione...

Innanzi tutto gli steoridi sono ormoni sì. Gli steroidi anabolizzanti (proprio per questo) sono esattamente ciò che comunemente è chiamato doping: quindi è proprio normale che finiscano in una tabelle sulle sostanze stupefacenti.

Poi questa classifica fa l'esatto opposto di quello che le imputi tu: in praticafa proprio vedere che alcune sostanze considerate pericolosissime sono meno dannose di cose consuete.
Ti faccio presente che Lancet è una rivista scientifica di tutto rispetto e meriterebbe un ragionamentino un pochino più raffinato.

Niente di personale ma questo atteggiamento scialone è veramente un po' fastidioso

Buona fortuna con la vita...

Tu in pratica sostieni che l'eroina, la cocaina, l'LSD, l'MDMA, l'anfetamina, i barbiturici, siano considerati "sbagliati" solo per un'imposizione della società? Fatti di coca per un paio d'anni e vediamo a cosa sa resistere il tuo corpo.

Re: ahahahaha Ridicoli!

Guarda che queste "classifiche" considerano centinaio di fattori, tipo quantità utilizzate, frequenza e/o abuso, assunzione cocncomitante ad altre sostanze etc...
Quindi non vanno analizzate in maniera così superficiale, bensì bisogna tener conto di centinaia di cose ed interpretarle non considerandole in senso assoluto !
Se ti fai una pista di coca. probabilmente non succederà nulla, ma se ti fai 3 piste al giorno per qualche anno, allora tutto cambia ! Stesso esempio con l'eroina e la cosa si fa più drammatica !
La lista esce fuori da complicatissimi calcoli statistici, ed ha valore solo su grandi numeri, considerala come una linea guida e non come un dogma !
Gli steroidi sono comunque sostanze d'abuso, molto ma molto pericolose !

Cannabis

Rispetto i pareri di tutti, ma "danni sociali" la cannabis come me la spiegate?
al massimo amplia un casino le tue conoscenze, considerando che solitamente ci si trova in un gruppo di amici a fumarla e tutte le mille persone che conosci "grazie" a questa pianta.. Non capisco!!!

!

Non sei solo te che non capisci sai .....è una pianta che soddisfa un sacco di esigenze ...tanta gente purtroppo è ignorante ....fa meno male del tabacco eppure è illegale solo perchè i potenti non ci fanno soldi !

HAHAHA!!!

I potenti non ci fanno soldi?!?!
Come fai a saperlo?
Lo sai solo se c sei dentro carissimo!!! ..e se sei in mezzi a certi tramacci ti voglio conoscere! ahahah

HAHAHA!!!

I potenti non ci fanno soldi?!?!
Come fai a saperlo?
Lo sai solo se c sei dentro carissimo!!! ..e se sei in mezzi a certi tramacci ti voglio conoscere! ahahah

sfgdg

E' questo il problema! Quelle persone non sono amiche, ma sono legate alla sostanza come te, è l'unica cosa che vi tiene "uniti". Se viene a mancare ognuno per la sua strada. Se uno dei tuoi amici si sente male dopo aver fumato, sei così amico da chiamare il 118 o lo lasci crepare??

risp a sfgdg

gliamici che diceva il tipo prima sotto un certo punto sono corrette.
fumando cannabis trovi un casino di gente dato che di solito ci si riunisce in gruppi ma è anche vero che non tutti sono amici-amici dipende da quanto tempo hai a che fare con la persona con cui fumi.
Alcuni sono veramente stronzi e come hai detto tu se succede qualcosa se ne sbattono altri invece no...
Io si l'ho fatto di chiamare il 118 e sono quasi finito nella merda più totale ma per quel mio amico ne è valsa la pena...
E comunque dato che critichi tanto TU saresti così amico da farlo???

ripigliati

devi ripigliarti prima di sparare certe cazzate come fossero sentenze. Crepare per una canna?! e poi come ti permetti di giudicare? io fumo le canne solo con i Veri amici quelli che non hai tu rincoglionito. certo che ce nè di coglioni disinformati in questo mondo

Cannabis

Solo il fatto che si considera la Cannabis un elemento pericoloso a livello sociale fa capire quanto è ignorante chi scrive questi articoli!!lasciate perdere...

é arrivato l'illuminato

la classifica non dice questo, dice semplicemente che un uso assiduo e prolungato di cannabis puo portare a danni sociali quali apatia, depressione, paranoia... questa classifica l'hanno fatta degli scienziati l'ignorante sei tu

BAH

In realtà voi non sapete leggere o interpretare classifica che saprebbe leggere anche un bimbo di 5 anni. Quello che dovrebbe interessare i membri che sono in questa discussione per qnt riguarda la cannabis, è che è collocata agli ULTIMI POSTI tra TUTTI gli stupefacenti per quanto riguarda i DANNI FISICI provocati da questa sostanza e all' 11° se si guarda la dipendenza o i danni sociali. Chi consuma cannabis poco si preoccupa dei danni sociali o della dipendenza xkè qsti parametri dipendono dalla propria personalità, dal proprio carattere, dalla propria coscienza e dalla propria volontà. ALcuni Aspetti sono troppo soggettivi per essere generalizzati o fatti passare per verità quantificabili per quanto possa essere accreditata a livello scientifico questa rivista. Il danno fisico pertanto è l'unica cosa certa che dicono questi scienziati. Ragion per cui PER LA VOSTRA SALUTE sono più pericolose e dannose l'mdma, lsd, extasy che non la cannabis che presa da sola usata pura e con moderazione fa meno male anche del tabacco. QUESTO DICE LA CLASSIFICA. Il resto è opinabile. Aggiungo poi che alcune persone a me vicine sono rimaste paralizzaTE a vita o rincoglionite con problemi di scandire parole proprio a livello meccanico o con forti problemi di balbuzia, o decesse davanti a me per 2-3 pillole di ecstasy prese in discoteca anche associate ad alcoolici, sempre per rimanere nell'ambito delle droghe cosiddette LEGGERE dato che mdma e ecstasy sono considerate tali.Questi danni la cannabis non ne provoca nè abbinata all'alcool nè da sola. Ma perchè? Non confondiamo quello che ci ha dato la natura quando si è formato il mondo, con le merde chimiche che sono create dall'uomo. Certo Dio nn ha creato la maria per farla fumare, così come il papavero per farla tirare. Dato che la mariuana può essere anche bevuta a mò di thè per curare stress psicologici dovuti a stati di shock per esempio e quindi cancellare alla base la tossicità della combustione. E quando sono andato in Perù la foglia della pianta di Cocaina me l'hanno fatta masticare le guide del posto per non farmi sentire la fatica quando si camminava a 3mila mt di altitudine o di più. Ma non me la sono mai tirata perkè la tagliano con la monnezza con i reagenti più nocivi. Non sono d'accordo poi con il tizio che sostiene che i giovani non si sanno divertire senza droghe. Chi non le ha provate non può discutere di queste tematiche così come gli scienziati che hanno stilato la classifica non possono sapere di danni sociali o di dipendenza stando lì con un fottuto microscopio o con le analisi di un tossico tra le mani o con un suo esame psicologico. La scienza lavora con questi metodi QUASI CERTI e spara numeri perchè sa che quasi mai sbaglia o sbaglia di poco. Ma senza la DIRETTA ESPERIENZA nelle cose non si possono vendere dati, come pure verità rivelate.
E' solo la mia opinione .

Re: BAH

Mai sentito dire che ecstasy etc. sono classificate droghe leggere, forse ti sbagli. Tutte le droghe possono avere usi terapeutici, se somministrate dal medico e a dosi minime. Infatti le varianti del problema sono moltissime, alcune elencate anche da te. Però penso che qualche canna ogni tanto non faccia alcun danno, se però la facciamo fare ad una persona autistica il discorso cambia, questo per ribadire ciò che ho affermato prima e che giustamente affermi anche tu. Per quel che riguarda gli scienziati sono d'accordo devono concentrarsi sui danni fisici provati per l'appunto scientificamente, ma la coca non fa male perchè tagliata, per prima cosa pura non si può assumere, tantè ne dica qualcuno, ed anche se tu mangiassi foglie quotidianamente posso assicurarti che da grossi problemi psicologici, ho visto molte persone che ne hanno abusato non tornare più normali, brucia cellule che poi non si riproducono e la depressione può diventare cronica, oltretutto quasi sempre è associata all'alcol, una miscela devastante.

bho

secondo me,essendo io in primis un consumatore,i danni sociali riconducibili alla cannabis è "L'isolamento sociale" del gruppo di fumatori. Detto sinceramente per chi è pischello e fuma da svariati anni uscire con chi fuma è sempre meglio di uscire con chi non fuma,non per una questione di disprezzo ma solo perchè tra fattoni ci si ritrova meglio,si condivide lo stesso stato mentale. Quindi tra virgolette si inizia a snobbare chi non fuma.

Re: bho

Già! Bravo, si inizzia a snobbare chi non fuma. Quoto in pieno. E comunque a parte questo l'isolamento sociale è scaturito dal proibizionismo, e dai pregiudizi sociali: poco ma vero.

Bla bla bla

Sento tanti discorsi di persone che non si sanno divertire se non con qualche aiutino...che tristezza...che male c'è a stare male per delle vicessitudini della vita?che male c'è a vivere la vita a pieno senza rimbecillire o rallentarsi(mentalmente) anche solo con le canne?
Quello fa più male,no la mia fa meno male,la mia è prima della tua ecc ecc...
Ma non vi sentite quando scrivete?
E poi ci lamentiamo se le generazioni vanno peggiorando.
Alcuni di voi dicono che la cannabis aiuta a relazionarsi con gli altri e a fare amicizie?Ma avete così poca considerazione di voi che per certe cose hanno bisogno di certe altre?
Non sono bacchettone,tutt'altro, ma mi domando una cosa,non ho letto nemmeno un commento che dice che fanno male tutte,legali e non,e che sarebbe meglio non prenderle.Qui la società non centra niente perchè se ci sono persone bacchettone che dicono che le droghe illegali fanno peggio delle sigarette non significa che siano solo loro dentro una programmazione sociale e invece chi fuma o si droga illegalmente non sia soggetta ad alcuna programmazione di tipo sociale,perchè in entrambi i casi si sposa tipologie di "greggi"(Pecore) che per meglio scusino i nostri difetti personali.
Basterebbe accettarsi,con le nostre fragilità e sfruttare i nostri pregi senza ricorrere ad aiuti esterni che peggiorano il nostro TUTTO.
Siamo deboli e deboli rimarremo ma cio' non significa autodistrursi.

P.S.:Non ce l'ho con nesuno era solo una riflessione.

Smettiamola di essere così ipocriti...

Leggendo i vari commenti mi stupisco dell'ipocrisia che continua a sussistere nella nostra società... Invece di pensare a smettere di fumare o di bere litri e litri di vino si continua a discutere su quanto fa male questo o quello, la classifica è chiara e coincisa, tiene conto di 3 parametri:
danni fisici, dipendenza e danni sociali...
Tre fondamentali parametri per chi fa uso di droghe.
Droghe in generale, non c'è distinzione tra canna o bicchiere di vino, è inutile che si continui a pensare che chi ha fumato una canna sia "peggiore" di uno che ha preso una sbornia o si è fumato una sigaretta, sono tutte uguali, qua si sta parlando di un uso abituale, giornaliero...
Mi sembra scontato che se ti fumi 20 sigarette al giorno i danni siano maggiori di fumarsi un paio di canne, come mi sembra scontato che l'eroina sia peggiore dell'alcool...
Si sta parlando degli effetti a lungo termine, si sta dicendo che se ti fumi le cane tutti i giorni fa meno male di fumarsi 20 sigarette al giorno o bersi un paio di litri di vino, via su ragioniamo un minimo, uno non si può fumarsi venti canne al giorno ( anche perché dopo la terza si addormenta ) ma fumare 20 o 30 sigarette è molto più probabile.
Parliamo di droghe legali, di cui se ne abusi gli effetti sono più dannosi di altri, droghe che puoi comprare ovunque, droghe molto più dannose di altre poiché sono libere e non controllate, nessuno vi sta raccontando che bersi un bicchiere di vino fa meno male di calarsi una pasticca, si sta solo dicendo che se uno si fuma 20 sigarette al giorno probabilmente morirà prima di quello che si cala un paio di pasticche il sabato sera.
Il problema è uno e uno solo, le sigarette e l'alcool sono facilmente reperibili nella nostra società, le benzodiazepine vengono prescritte continuamente da tutti i medici curanti per normali mal di pancia, coliti, ansie e nonostante siano più pericolose di tante altre sostanze ritenute illegali, ai nostri figli basta girare l'angolo per poterle comprare...

Personale opinione (=

Per "danni sociali" si intendono effetti dell' intossicazione, costi per il sistema sanitario, servizio sociale e polizia.
Oltre che naturalmente, a livello familiare. Per coloro che hanno difeso la cannabis, personalmente interpreto la questione a livello di costi, non per quanto riguarda "le persone che conosci quando fumi".
Essendo la droga più diffusa, soprattutto tra i giovani - e io che sono una giovane lo vedo - è naturale che costi di più in quanto si tenta di arginare il problema con più forze dell'ordine, per limitarne l'uso.
Per "dipendenza" si intendono gli effetti piacevoli che la sostanza dà e la propensione a dare comportamento dipendente.
Non sono d'accordo nel voto assegnato all'ecstasy per quanto riguarda la dipendenza; chi fa uso di ecstasy lo fa per migliorare le interazioni sociali, perché non si sente "abbastanza sicuro", e credo si instauri una dipendenza ben più forte con la sostanza a differenza di quella che si crea tra il consumatore e la cannabis.
In ogni caso questa classifica è stata stilata da 77 psichiatri che hanno dato dei "voti" di pericolosità a queste sostanze e potrebbe essere soggetta a critiche personali, in quanto ognuno di noi ha esperienze diverse, dirette e non, con le droghe, l'alcol, il tabacco, eccetera. Una cosa che fareste meglio a fare comunque è informarvi un po' su tutto. Molto spesso la dipendenza da sostanze estremamente pericolose (eroina e cocaina per fare due nomi) deriva da una profonda disinformazione circa la natura e gli effetti del prodotto.

Dipendenza vs Esperienza

Dico la mia, e come tale dev'essere presa.

A mio parere è inutile parlare di guerra alla droga o cercare in tutti i modi di estirparla dalla società. Lo sappiamo, è inutile. La droga, intesa come maniera dell'essere umano di sperimentare stati di coscienza alterati, è vecchia come il mondo...o meglio, come l'uomo.

Inoltre, gli interessi politico-economici che ci sono dietro, sono troppo grandi perchè si possa pensare di "eliminare la droga" dal mondo (dio, quanto suona bigotto!!).

Secondo me sarebbe molto più utile concentrarsi, se non sulla prevenzione (che ha senso fino ad un certo punto...voglio dire, prevenzione di che??), sull'uomo stesso e sulla mentalità con la quale si approccia alla droga.

Un uomo forte, sicuro delle sue potenzialità, creativo e razionale allo stesso tempo, saprà sicuramente muoversi all'interno del mondo delle droghe con disinvoltura, approfittando di quello che le esperienze con esse possono dargli.

Poche cose aprono la mente come alcune esperienze fatte con determinate droghe. Il problema stà nel come queste esperienze vengono affrontate.
Se lo "sperimentatore" è alla ricerca di un evasione, perchè la sua vita fondamentalmente non gli piace, allora può essere pericoloso avere questo tipo d'esperienza; ma se lo sperimentatore è innamorato della vita, coltiva le sue passioni, sà essere felice e godersi questo magnifico viaggio, sopra questa gigantesca palla blu e verde che chiamiamo terra, non penso che avrà molte difficoltà ad arricchirsi di un esperienza al di fuori della sua coscienza, senza per questo cadere in un tunnel di dipendenza fisico-emotiva, che lo porterebbe alla distruzione.

Dovrebbe essere concepito come un viaggio, nel vero senso della parola: quando partiamo, in macchina, verso una meta, verrebbe in mente a tutti di controllare che la macchina sia in condizioni adeguate; ci si procurerebbe tutti qualche cosa per avere almeno una idea della direzione in cui andare e dell'itinerario da seguire; tutti insomma verificheremmo che ci siano tutte le condizioni necessarie affinchè l'esperienza viaggio possa andare a buon fine.
E così, io credo, dev'essere l'esperienza con la droga: bisogna sapere cosa si fa e a cosa si va incontro; e soprattutto sapere perchè lo si stà facendo, cosa si vuol "portare a casa", cosa si vuole imparare. I benefici che si possono trarre, da un'esperienza fatta secondo questa modalità, possono essere enormi, per quanto rimanga una cosa ESTREMAMENTE PERICOLOSA...mai dimenticarlo. Andreste a lanciarvi con dei paracadutisti, senza aver studiato prima come si apre il paracadute o senza aver controllato che sia tutto a norma? O che magari il gruppo di paracadutisti non sia un gruppo di kamikaze fondamentalista?http://www.sostanze.info/sites/default/files/smiley/sostanze_laugh.gif

Se è vero che ci si droga, perchè in fin dei conti, nel profondo del proprio inconscio, si desidera, in qualche maniera, morire o scomparire dalla vita, allora, se invece si è innamorati della vita e si vuole sperimentare qualche cosa al di fuori di quello che i nostri 5 sensi possono permetterci, per comprendere ancora meglio chi siamo e dove realmente siamo...beh, io non ci vedo nulla di male.

Insomma...curare la dipendenza, non l'esperienza... ma la dipendenza si crea soprattutto nella mente....http://www.sostanze.info/sites/default/files/smiley/sostanze_hello.gif

risposta a "DIPENDENZA VS ESPERIENZA" del 12.01.11

Ben d'accordo su molte delle cose che dici, tu cogli la complessità di esperienze che chi parla di guerra alla droga o chi parla di droghe soltanto in termini di danni e malattia non vuole certo cogliere.
Quando parliamo di prevenzione, nel nostro caso e in altri, vogliamo considerare invece le complessità che stanno dentro e che vanno anche oltre le esperienze che si fanno o si possono fare con le droghe.
Per questo è (e sarebbe) molto importante che fosse diffusa una informazione accurata sulle sostanze, sui loro rischi e anche sulle loro potenzialità, sulle modalità più sicure di farne esperienza.
Ma bisogna anche fare i conti con la realtà.
Da un lato molte droghe sono illegali e dall'altro vengono approcciate e utilizzate con troppa leggerezza e poca consapevolezza.
Di questo è fondamentale che se ne tenga in debito conto. Comunque è interessante anche entrare in merito a quello che tu dici: fa parte delle motivazioni e delle modalità con cui le persone si avvicinano alle droghe.
Ci chiediamo se possiamo essere sicuri che se una persona è forte e equilibrata è automaticamente sicura di avere un buon rapporto con le sostanze, cioè se riesce a fare un viaggio proficuo e senza che la macchina si rompa. Forse tutto questo dipende certamente dagli strumenti di cui una persona è dotata e che si è costruita, ma allora entrano in gioco anche la possibilità di avere un gruppo e un contesto con cui confrontarsi condividere esperienze e momenti critici, imparare dall'esperienza di altri in positivo e non solo in negativo, condividere modalità che hanno a che fare con il controllo dei momenti critici che si possono avere con e dalle droghe.
Se è vero che la dipendenza e la malattia è solo una parte della questione è importante anche approfondire la questione della costruzione e del controllo e dei paracaduti che le persone non hanno di per sè ma che si devono costruire.
Su questo non si parla mai e lo si da per scontato sia in senso positivo che negativo. Probabilmente è un grosso limite anche perchè non permette di smitizzare le certezza negative e i pregiudizi diffusi su questi temi.

Commento a "funghi allucinogeni"

lo studio pubblicato dal LANCET a cui ti riferisci è innovativo perchè considera, diciamo per la prima volta, sette categorie di rischio diverse e su questa base stila una classifica della pericolosità delle diverse sostanze. il punto è che considera gli aspetti di rischio per la salute individuale come ad esempio la probabilità di diventare dipendenti di una sostanza, le malattie correlate etc, ma considera anche e allo stesso livello di importanza anche i rischi sociali che il consumo di una sostanza comporta tipo, gli incidenti stradali, il coinvolgmento in atti di violenza, gli incidenti e la violenza familiare etc. per questa ragione nell'ultima versione del 2010, la fanno ogni 5 anni, l'alcool è emersa come la droga con maggiore fattore di rischio e la psilocibina ma anche l'mdma per dirne due tra quelle meno pericolose. per questo motivo gli effetti in se che una droga provoca come le allucinazioni non sono di per se un fattore di rischio particolarmente rilevante se, ad esempio, come succede spesso con i funghi allucinogeni li si assume in luoghi privati e privi di rischi ambientali particolari, in compagnia di amici o comunque in situazioni meno rischiose per gli altri rispetto ad altre sostanze. oltre a questo i funghi allucinogeni sebbene provochino allucinazioni non sono delle ssostanze particolarmente forti come effetti, hanno una durata breve (max un paio di ore), non hanno tagli pericolosi, non sono tra gli allucinogeni comparabili (LSD,etc) tra i piu potenti. questo spiega nell'insieme la loro valutazione sul rischio.

mah

è solo la dose che fa il veleno... provare in dosi minime e accertate (nel senso che non le prendi in mezzo alla strada ma te la da qualcuno di "fidato") non causa eccessivi danni al corpo o quantomeno danni irreparabili.. basta pensare che in italia muoiono 80 persone al giorno per danni diretti o indiretti del alcool e solo un centinaio all'anno di droga...

mah

è solo la dose che fa il veleno... provare in dosi minime e accertate (nel senso che non le prendi in mezzo alla strada ma te la da qualcuno di "fidato") non causa eccessivi danni al corpo o quantomeno danni irreparabili.. basta pensare che in italia muoiono 80 persone al giorno per danni diretti o indiretti del alcool e solo un centinaio all'anno di droga...

legge

beh stando a questa tabella potremmo legalizzare lsd e l'mdma e illegalizzare tabacco e alcol...immaginate le persone in giro per strana tranquille che dicono:<< Aspetta un attimo che mi prendo una pastiglietta di ecstasy. oppure genitori che a tavola dicono:<< figliolo portami un po' di LSD. Ed un ora dopo si buttano dal balcona convinti di essere di fare paracadutismo...va beh apparte gli scherzi questa classifica non l'ho capita...

baggianate

qsta classifica è assurda......cm si fa a dire che la cannabis..."fa piu male" rispetto a lsd ecstasy solventi....allucinante....probabile che chi l'abbia stilata fosse anche lui sotto effetto....cannabis for life.....basta con qsti complotti !
una micc alla sera......è sacrosanta....

Re: classifica leggibile

non so proprio chi sia stato a scrivere ste cazzate, perche' non vedo come la cannabis (che fa parecchio bene alla salute umana, senza parlare della sua iestrema importanza per la vita dell'uomo) possa essere piu' pericolosa dell'ecstasy....a me sembra piu' che altro una presa per il culo....

Re: classifica leggibile

Ahahah ma perfavore! La cannabis più pericolosa dell'ecstasy?? Ahah non è mai morto nessuno per la cannabis, per l'ecstasy al telegiornale ne senti a valanghe! Questa classifica è un'emerita stronzata!

Re: classifica leggibile

hahahahaha ma che vi dice la capoccia?!?! la cannabis è usata il parecchi stati come medicinale... e voi scrivete che è più pericolosa dell LSD.....mah!!!
andatevi a fare una striscia che forse vi riprendete.... nemmeno dei medici ci si può piu fidare!!! proibizionismo del caxxo....ha dato lo start a tutta la mafia del mondo... e voi che scrivete ste cose siete schiavi del proibizionismo... faccio solo un esempio.... amsterdam, la cannabis è legale... m non mi pare che la vita media li su sia di 30 anni!!!
ignoranza...

Re: classifica leggibile

anche l'LSD è un medicinale anzi più precisamente è stato scoperto durante la ricerca dei poteri antidolorifici di determinati funghi e dava anche degli effetti molto positivi.L'effetto allucinogeno è stato scoperto per sbaglio e da quel momento è stato utilizzato per un po' come psicofarmaco. E la cannabis in genere viene fumata e quindi come qualsiasi tipo di fumo fa male , N.B. che è stata messa dopo il tabacco e l'alcool in fatto di pericolosità!

Re: classifica leggibile

Strano che l'ecstasy sia al 18esimo posto... credevo fosse molto piu dannosa... e mi stupisco soprattutto di come l'alcol essendo al 5° posto sia una sostanza legale (cosi come anche il tabacco) e sostanze come cannabis, lsd ecc siano illegali e per di piu paragonate dalla legge a eroina e cocaina... bah

Pagine

Aggiungi un nuovo commento