Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Ho deciso di farla finita una volta per tutte.

Ciao a tutti,

dopo aver letto numerose discussioni sui Narcotici Anonimi, aver a lungo riflettuto se andarci o meno (nella mia città non c'è), tra mille dubbi e paranoie (probabilmente ingiustificate), ho deciso di non andarci, almeno per adesso. 

Però ho pensato di crearmi qui una sorta di diario, scrivendo programmi, successi ed insuccessi della disintossicazione che farò completamente da solo, nella speranza di rubare quell'energia positiva e quella spinta che confessarsi apertamente con tuoi pari sa dare, e sperando perché no, di trovare un po' di sostegno, da chi capisce la situazione, e soprattutto sono gli unici coi quali riesco ad essere sincero al 100%.

Specifico subito che la mia non vuole e non deve essere presa come una guida alla disintossicazione, io non sono un medico e agisco unicamente sulla conoscenza che IO ho del mio corpo, non funzionerebbe e anzi potrebbe essere dannosa per altre persone. Dunque se volete disintossicarvi, seguite i consigli del vostro medico, sempre.

Se la Redazione non gradisse questo mio post, è libera di cancellarlo.

ANALISI DELLA DIPENDENZA: assumo oppiacei,oltre che cocaina e cannabis, da molti anni, sempre riuscito a farne un uso consapevole con lunghe pause e nessuna dipendenza fisica. Poi vuoi per un motivo, vuoi per l'altro, da alcuni mesi ne sto facendo un uso giornaliero, e ho naturalmente maturato una dipendenza fisica. 

Gli oppiacei che sto usando sono: Ossicodone, Morfina Solfato, Oppio.

Mediamente in una giornata assumo dai 40 agli 80mg di ossicodone, uniti a Morfina, dai 50 ai 100 mg, e alle volte oppio, da 0,4gr a 1 gr. Naturalmente mai i dosaggi massimi tutti insieme, una giornata "tipo" potrebbe essere: 40 mg ossicodone, 60 mg morfina, oppure 80 mg ossicodone e 0,4mg oppio, ecc.

OBIETTIVI: Ridurre fino a zero la tolleranza, contenendo i sintomi fisici. Ho un lavoro da cui non posso assentarmi, e devo essere produttivo al massimo. Una volta sconfitta la dipendenza fisica, mantenersi pulito con un cambio radicale di stile di vita.

ARMI: Metadone, Ansiolitici/ ipnotici, clonidina,Marijuana, Imodium e Plasil.

Ho iniziato ieri, dunque oggi è la mattina del giorno 2:

GIORNO 1:  Presi 2 ml di metadone (concentrato) al mattino e 2ml alla sera. Ho diviso le somministrazioni in 2 perché ho notato che mi copre meglio, visto probabilmente il basso dosaggio. Presi 2 mg di Lormetazepam per dormire. Nessun sintomo fisico o psicologico, sono stato molto bene.

GIORNO 2: Preso 1 ml di metadone (concentrato) stamattina. Per adesso sto bene e sono concentrato.

ore 15.30 riscontrata un po' di diarrea (ma potrebbe anche essere stata causata dalla spaghettata allo scoglio di pranzo), risolto con 8mg di imodium.

La sera assunto 1ml di metadone (concentrato). Il craving si è fatto sentire, ma la Marijuana mi ha aiutato a resistere, e a sollevare l'umore.Presi 2 mg di Lormetazepam per dormire.

GIORNO 3: preso 0,5 ml di metadone (concentrato) stamattina. Sto bene e sono concentrato.

preso 0,5 ml di metadone (concentrato) 

Presi 2 mg di Lormetazepam per dormire.

GIORNO 4

Presi 0,2 ml di metadone (concentrato) al mattino e 0,2 ml alla sera.

Presi 2 mg di Lormetazepam per dormire.

 

DA OGGI IN AVANTI PULIZIA TOTALE DA OPPIACEI

 

Andrò via via aggiornando qui i progressi.

Commenti

Chiedigli il xche .

lasciamo perdere..........c'e chi ha avuto troppe attenzioni e noi non possiamo fare nulla
CIASCUNO SI FARA' LA PROPRIA STRADA
.
T.P.M.
lo scalaggio si e' arrestato giusto ??
queste cose
fatte a casa,
continuando a lavorare,
finiscono tutte nello stesso modo;
ma vanno fatte,
anche 10 volte,
finche' non ci rende conto IN PROPRIO che questi "metodi casalinghi" non sono praticabili per un risultato efficacie
.
te l'ho detto in pvt come fare.........devi solo organizzarti con il lavoro
.
diversamente........uhmmmmmmm
Sugar

Ciao Sug!
Ho fatto 7-8gg senza alcuna sostanza, poi a causa di alcuni problemi fisici che ho, mi han ripreso la terapia.
E si, son ritornato punto e a capo, 70-80 mg al giorno di Ossicodone masticato. Evito però gli altri oppiacei, almeno quello.
Tra qualche settimana ho la visita algologica, in cui pensavo di chiedere di passare ai cerotti di buprenorfina.
Per adesso va cosi, e non ci posso fare nulla.

poi a causa di alcuni problemi fisici che ho
___________
ALLORA DEVI RESTARE COSI' COME SEI, NON CERTO TOGLIERTI TUTTO
se hai reali motivi a livello medico per prendere Oxy......non puoi disintossicarti
tornera' fuori il problema e dovrai tornare li'
poi rimarrai intossicato..........ma non in senso RICREATIVO
MA PER REALI MOTIVI
.
quindi, direi che il discorso finisce qui
Sugar

Ma se questi oppiacei non hanno molto in comune con l'eroina,visto che il flash è solo proprio di quest'ultima, qual'è il problema?tanto solo quella merda di eroina ti rende schiavo e ti fa pure impazzire,o no?

Eh si, ti sarai accorto che siam tutti pazzi ...

Hahahahaah xd.
È proprio vero siam tutti pazzi :D

Tpm. Dico la mia : X me togliere l oxi a confronto con la bpn ..è stata una passeggiata. L'ho usato X un anno regolarmente prescritto, poi sono partita X l estero " lavoro " mi ero portata appresso una considerevole scorta . Sappiamo bene che i contesti nuovi specialmente come ho fatto, io un cambiamento radicale " lavoro , casa , relazioni Aiuta molto . Il cervello impegnato in tanti fronti nuovi . Bè non me ne sono manco accorta e ho riportato a casa la mia scorta dopo quasi 2 anni . " che poi ho finito ... " adesso ne ho ancora a disposizione ma va in scadenza . Ora parlandone mi vien un brutto pensiero di trito . Siamo fatti così .

No, certo non lo faccio .

Sto impazzendo solo io allora

Si, infatti ho "sospeso" i buoni propositi di togliere tutto.
Il problema è separare l'uso medico da quello ludico. Ne ho prescritti 40 mg al giorno, e ne sto prendendo 80, frantumati.
L'altro ieri poi mi han dato anche un boccetto di Oramorph, che mi son quasi scolato tutto.
Non è per nulla facile.

Tanto per , da quanti ml era l oramorfh?

Flaconcino da 20ml, con concentrazione 20mg/ml.
In un flaconcino ci sono 400mg di morfina.
Diciamo che ne ho fatti andare 200-250 mg in 3 giorni. In teoria doveva durarmi mesi.
Ma è come dare il miele al bambino e dirgli di non mangiarlo. :-D
Il restante lo userò solo come va usato, ovvero per il dolore episodico intenso. Anche perché non me ne daranno altra..

Troppa roba tpm.

In accordo col medico algologico, passerò ai cerotti di buprenorfina.
Tutto questo per 6 mesi circa, dopodiché mi operano e se Dio vuole dovrei risolvere il mio problema fisico, e togliere davvero tutto.

Tpm . Vedi di valutare bene questo passaggio , propio propio se non riesci a controllarti con sto oxi e pure l oramorfh, che come ti ho detto li conosco bene e capisco che se te li hanno prescritti la cosa è seria , xche prima di dare sti farmaci c'è ne vuole , Ed è tutta na procedura . Ma ti ripeto io quelli li ho tolti senza aiuti Mentre questi AZZ.. di 2 mg di bpn ..." SONO SENZA FINE ".

Purtroppo prendendo l'oxy, non riesco proprio a controllarmi.
Oddio, ci sono giorni che riesco a tenermi, ed altri che esagero.
Il cerotto che mi hanno dato rilascia 1,4 mg al giorno di buprenorfina, e conto di usarlo solo fino all'operazione.
Speriamo che non sia poi troppo difficile da togliere.

Non sto per nulla bene comunque oggi.
Il passaggio alla bupre non è cosi indolore come lo raccontano.

Abbi pazienza, ma cerca di capire quanto te ne serve X compensare l'uno con l'altro non è detto che ti basti questo1,4 . Ma devi stare in comunicazione con loro oggi è domani X trovare il dosaggio giusto . Se non stai bene inizialmente te ne serve di più e poi magari ti stabilisci a 1,4 . Chiamali .

Il dosaggio me l'hanno fatto loro, partendo dal dosaggio che attualmente prendo di Oxy, ovvero 80mg.
Credo sia più un problema di passaggio ad una molecola che non è agonista, a dare qualche problema.
Passerà nei prossimi giorni.

Io i primi gg di inizio bpn ero lì tutti i gg " tipo" la sera e la matt successiva e via così . Nel giro di 3 gg ho trovato il dosaggio e poi andata molto velocemente a 2 mg. Chiama oggi prima che arrivi il fine sett .

Il problema è che era una visita prenotata, in ospedale. Per rivederli devo prenotare un'altra visita e aspettare settimane.
Certo posso andare dal medico di base o mal che vada al pronto.

Mi hanno avvertito cmq che è possibile un iniziale malore "di assestamento". Anche perchè il cerotto, al contrario della pastiglia, rilascia 52 microgrammi all'ora, e non tutto insieme.
Il corpo deve abituarsi.

Se ne prendi il doppio o il triplo non cambia nulla , inportante che ti tolga il dolore X la mia esperienza 1,4 mi sembrano davvero pochi X te inizialmente . Ma tu saprai sicuramente il fatto tuo . Un abbraccio Mon .

Incredibile che devi avere app X il centro antalgico , mi spiace , non dovrebbe funzionare così . Da me una volta aperta la cartella, i primi gg la porta aperta senza preavviso . E così devrebbe essere ovunque. Ma l Italia è molto varia .

Purtroppo da me il centro Antalgico solo su prenotazione, poi in casi emergenze Pronto soccorso, o medico di base per aggiustamento dose.

Per adesso sto male, ma comunque riesco a lavorare, e questo è ciò che conta.
Non ho mutua né infortunio, ma la maledizione della partita IVA, dunque non posso permettermi di stare a casa..

Per adesso sto male, ma comunque riesco a lavorare, e questo è ciò che conta.
Non ho mutua né infortunio, ma la maledizione della partita IVA, dunque non posso permettermi di stare a casa..

Ciao tpm. Sono passati alcuni gg . Come stai Ti sei stabilizzato ? Il dosaggio ti è suff? O....

Ciao Mon!
Mi sono stabilizzato si. Però il dolore non è assolutamente controllato, come con l'oxycontin. Tra una settimana ho nuova visita in algologia per discuterne.
Tu come stai invece?

il dolore non è assolutamente controllato, come con l'oxycontin.
___________
paragonare
Ossicodone con Buprenorfina e'
come paragonare un Catterpiller con un Triciclo
.
OVVIO CHE NON SEI COPERTO
IL TUO CORPO DEVE ESPELLERE L'OXY, E STABILIZZARSI CON LA BUPRE
gia' tanto tu riesca ad alzarti dal letto e lavorare
SUGAR

In realta, da come dicono in algologia, dovrebbe essere efficace contro il dolore tanto quanto l'ossicodone.
In pratica poi non è cosi. Non sto male per astinenza, quella passati i primi 3 giorni poi si è stabilizzata. E' che non mi toglie il dolore, come faceva invece l'oxycontin.
Vedremo adesso alla prossima visita, cosa mi diranno, se alzare o passare ad altro.

Ciao TPM, io sto abbastanza bene la piccola vacanza che ho fatto mi ha sbloccata da un periodo di stanchezza , ora mi sento più dinamica e mi son organizzata ad andare a camminare con dei camminatori : ) e questo mi da molto a livello fisico . X il resto sono ok , solo da togliere questi 2 mg soliti. ho chiesto app al mio doc X discuterne " ulteriormente ". Ti auguro di stare bene al più presto tieni duro e ti mando un buon pensiero positivo chissà che le energie viaggino anche attraverso il web : ) ciao . ---------Però sug credo che questo dosaggio sia bassino che ne pensi ?

Bene Mon, ne sono contento!
Vedrai che con la dovuta calma, riuscirai anche tu a toglierti sta bupre!

C'avete una forza notevolissima...evidentemente dovrò toccare il fondo

E dopo che tocchi il fondo che fai? Continui a scavare?

Probabile...

Tanto o si prova ad andare di sostitutivi o ci si fa di eroina,il mio cervello è cambiato una volta presa.... non sono demente fino a non capire questo....ne sono consapevole,mi ricordo bene come pensavo prima e come non riesco a fare manco 2+2 ora.....difatti speravo di crepare quel giorno,invece un cazzo,scusate,cazzo continuo a scrivere

Impressioni della BPN: tolto i primi giorni di malessere, dovuti al passaggio dall'ossicodone, devo dire che è una ottima molecola, non mette sonnolenza, anzi trovo che dia una leggera spinta di carica ed aiuti ad affrontare le giornate. Da quando la prendo non ho più assunto altri oppiacei legali o illegali.
Grande aiuto me lo sta dando anche la cannabis, che assumo vaporizzata sotto forma di Bedrocan infiorescenze, al 22% di THC, che però è una sativa, quando sarebbe più indicata una Indica, ma in farmacia è irreperibile.
Attualmente sto usando il cerotto da 70microgrammi/h, me lo hanno aumentato, e tiene abbastanza a bada il dolore che ho, anche se l'ossicodone era più efficace per questo.
Se tutto va bene a Gennaio avrò una risposta sul mio problema fisico e potrò cosi affrontarlo chirurgicamente, in modo da non aver poi più bisogno di antidolorifici.
In questo tempo sono andato agli Alcolisti Anonimi, 4-5 volte, ma non mi ci sono proprio trovato, e non son più andato.
Forse i Narcotici Anonimi saranno meglio?
Sto pensando di andarci anche se sono a 100km dalla mia città, una volta tolta la bpn.
Un saluto a tutti

Anonimi, 4-5 volte, ma non mi ci sono proprio trovato, e non son più andato.
Forse i Narcotici Anonimi saranno meglio?
Sto pensando di andarci anche se sono a 100km dalla mia città, una volta tolta la bpn.
_____________
QUESTE riunioni FUNZIONANO SE NE FAI ALMENO 1 PER SETTIMANA (da me c'e chi ne fa 2 o 3 o 4, ma da noi ci sono varie sedi, tutte entro 40/50 km massimo)
Farti 200 km ogni volta, secondo me ti passa entro breve, anche perché questo meccanismo, di sola CONDIVISIONE) si mette in moto dopo qualche frequentazione
Ti sei tolto Oxy......e ovvio che era (ed e') piu' efficace rispetto la Bpn
___________
" una volta tolta la bpn."
.
DOMANDA
che senso ha togliere la Bpn, se ti serve a livello di controllo del dolore ??
Ti riferisci al DOPO-INTERVENTO ??
per quello avrai modo di valutare, ma la mentalita' Td rimane lo stesso, rimane fissa li', nella testina, per anni e anni, tanti tanti anni (nel mio caso rimarra' per sempre, sono arrivato a 46, figurati)
Sugar

Secondo me la “mentalità tossica” può durare anni o per sempre, come può scomparire in un attimo. E in un attimo ricomparire.
Abbiamo margine di scelta in materia.
Direi che le sostanze ne sono lo specchio amplificatore, non la causa.

Sono andato 1 volta a settimana, la prima settimana 2 volte.. nulla non mi ci trovo, anche perché il bere non è mai stato un problema per me, bevo poco e raramente, e non c'è nessun altro TD.
Si intendevo tolta la BPN post intervento.
Intanto la terapia del dolore me la toglieranno, e a quel punto riproverò da solo con appoggio ai NA e se non ce la facessi andrò al SerD.

tpm sai bene che, qualora l'intervento risolvesse i tuoi dolori, rimarrebbe il problema della TD che sai essere presente.
e il problema sarà che allora, almeno credo, dovrai farti seguire da un sert o qualcuno che ti segua e prescriva le stesse cose ma non per il dolore.
spero ovviamente tu non segua altre vie...
insomma hai capito no? hai già pensato al dopo?

Ciao,
si ci sto pensando. Pensavo di ritentare da solo con l'appoggio dei NA e nel caso ricadessi andare al SerD.

Ciao tirar. Contenta di sentire che hai trovato un equilibrio.

" Secondo me la “mentalità tossica” può durare anni o per sempre, come può scomparire in un attimo. E in un attimo ricomparire."
_______________
.
1. durare per anni SI
.
2. durare per sempre SI
.
3. scomparire in un attimo ..........NO, QUESTO DAVVERO DOPO 20 E PASSA ANNI NON LO CREDO PROPRIO
.
4. in un attimo ricomparire SI
.
ma fa lo stesso, penso sia necessario guardare al sodo, ossia al risultato
Non vedo l'ora di entrare in clinica, per poi uscirne pulito, e stavolta dovrei comportarmi in modo molto diverso; mi sono notevolmente rafforzato.........poi........poi........poi
CONTANO I FATTI
Sugar

Concordo

Sugar, non vorrei sembrarti troppo cerebrale o difficilmente comprensibile, come a volte mi rimproveri, ma forse, più che mentalità che “compaiono” e “scompaiono”, sarebbe opportuno adoperare il verbo PREVALERE.
Conoscere la “mentalità tossica” secondo me implica anche conoscere quella “non tossica”. E quindi ammetterne l'esistenza (almeno fra le proprie competenze “teoriche”), piuttosto che la definitiva scomparsa o ricomparsa (istantanea o meno).
Potremmo provare con l'aiuto di tutti i partecipanti a descrivere le caratteristiche dell'una e dell'altra. Penso che a poco a poco, senza neanche troppe difficoltà (ammesso che si sia sinceri), si riuscirebbe a convergere su “profili” abbastanza omogenei e coerenti, penso anche abbastanza condivisi in generale.
Io so bene, molto bene, che in certe condizioni una certa mentalità tende a prevalere. Fino a “soffocare” l'altra che sembra rinunciare a ogni possibilità di emersione (seppure intimamente se ne abbia coscienza).
Per la mia esperienza è solo una questione di equilibri, relativamente ai quali gli elementi ambientali, relazionali, psicologi e biologici interagiscono fra loro.
Alcuni fattori tendono a ridimensionare e anche a neutralizzare la “mentalità tossica” e a rivitalizzare e consolidare quella “non tossica”. Altri fattori sortiscono effetti opposti.
Secondo me è questione di imparare a destreggiarsi bene nell'individuare e regolare bene i vari fattori per conseguire le migliori condizioni possibili.
E in questo senso mi riferisco anche a un mio intervento precedente: forse non è solo questione di ricevere (attenzioni, farmaci, affetto, terapie...), ma anche di impostare nuove modalità di scambio e di relazione con l'ambiente circostante.

Io sto combattendo contro la mentalità tossica.
È quella che rimane dopo aver tolto le sostanze.
Combatto contro problemi grossi affettivi, contro dipendenza da internet, dipendenza dal cibo spazzatura, sigarette,comportamentale,dipendenza mentale.
Sono appena tornata dalla psicologa finalmente riscontro un ruolo determinante anche in lei, adesso il mio livello di umiltà mi fa valorizzare anche lei.
La mentalità tossica è un mondo difficile da espellere dopo tanti anni, abitudini e schemi.
Devi starci sempre a fare i conti.
Per tutta la vita.
Puoi imparare a gestirla rieducandoti.
Tirar io te l ho detto andare ad Alcolisti non ha tanto senso, tu sei tossico non alcolizzato. Non puoi trovare quello che cerchi li.
Le prime volte che vai oltretutto non attecchisci subito si deve un po' insistere. Una volta andata sei agganciato al programma, vuol dire che qualcosa di importante dentro te si sta smuovendo.

Sfidare se stessi non so quanto possa portare bene .
Ci siamo sempre sfidati raccontandoci un sacco di cazzate...
Questa sarà l ultima... Certo.
Qui c è gente che per togliere sostituitivi e rote varie...
Non si fa due gruppi in una settimana
Ma due... Tre gruppi in un giorno solo.
Internetto, pomeriggio, sera.
Con due gruppi a settimana per togliere il subutex ce fai er brodo.
Per toglierlo dovresti stare sempre riparato. ai gruppi o in una comunità, mai allo sbaraglio,da solo.
La urod che pulisce tutto magicamente ti prepara a una nuova ricaduta.
Devi soffrire se ne vuoi uscire.
È tipico della mentalità tossica oltretutto
Immaginare un mondo perfetto
Dal quale esci pulito come il culo di un bambino
È rientri senza problemi nella vita che ti aspetta gioiosa.
Invece ti aspetta solo la tua malattia della tossicodipendenza che non vede l ora di rifarti il culo.

Sì, confermo, un po' si deve soffrire.
Non è come lavarsi le mani.
Quasi una specie di contrapasso.
Prima si gode qualche mese per soffrire anche decenni.
Per uscirne è il contrario: qualche mese di difficoltà oscillanti - e di impegno intenso a denti stretti - per poi star bene a lungo, se si vuole.

Bisogna soffrire per apprezzare le cose.
Soffrire l astinenza per apprezzare la sobrietà.
Soffrire in tutto
Poiché siamo abituati a non farlo.
Come il contrappasso, il riscatto.
La concettualita' è alla base perché non siamo solo carne ma siamo anima e l anima chiede :
vuole in cambio TUTTO quel tempo perso.
Altrimenti non fa carte.
Io di percentuali non me ne intendo
Ma scommetto che queste urod
Servono solo alle cliniche a battere cassa.
Te hai dei numeri di statistiche da postare Placido di queste cliniche mordi e fuggi pic indolor Dell astinenza?!?!

No, non ne ho dati sul “mordi e fuggi” della sobrietà. I dati poi si possono raccogliere e organizzare in tanti modi.
Ma che le cliniche di “detox e via” ottengano risultati molto limitati è arcinoto a tutte le persone in buona fede.
Diverso se la fase di detox è accompagnata e seguita da progetti più impegnativi e iniziative più significative.

Fintanto che daremo ascolto...
A quel vecchietto di ottant'anni dentro di noi che delle emozioni della Vita non conosce perfettamente niente perché non le ha vissute... Ha vissuto solo la parte più squallida e quindi non lo sa che, in fede, esiste il mondo emozionale... quando la corteccia si riapre a nuove vedute...
Fintanto che non si capisce che il lavoro più grande da fare verso se stessi non è quello di timbrare il cartellino per entrare in fabbrica ... Dopo una vita non vita... Ma è quello di prendersi anche un anno sabbatico o sei mesi di pausa da tutto... Per concedersi di passare alle emozioni, sensazioni, sentimenti... La vita! Mi ricordo che venni presa per stupida ad andare tutti i giorni ai gruppi... Però io sto vivendo... e l unica cosa giusta che ho fatto negli ultimi vent'anni è stata questa... Concedermi di vivere non di esistere semplicemente.

Le cliniche convenzionate in Italia non sono del tipo "mordi e fuggi" e soprattutto non usano il metodo UROD, che fu sperimentato negli anni '90 e subito abbandonato, proprio per la scarsità di risultati.
La clinica convenzionata è solo la penultima parte di un lungo percorso, che porta alla guarigione.

Mi fa piacere saperlo e considero favorevolmente il fatto che esistano cliniche più serie di altre e metodi più “integrati”.
In ogni caso, per me e per altri, il ricovero in ambito sanitario non è mai stato necessario, perché, come l'esperienza di molti insegna, la dipendenza fisica (e psicologica) si può superare anche in altri modi.
Comunque, a mio avviso, per affrontare in modo organico un percorso di recupero si richiedono tempi ben più lunghi di quelli relativi alla semplice fase di ricovero.

L abbiamo detto, ormai credo sia quasi assodato.
Che la guarigione non consiste nel
Solo fatto di staccare le sostanze.
Per quanto sia molto dura da accettare
Questa è la realtà.
La guarigione è una parola così grossa
Così importante, così lontana...
Diciamo che guarire è quasi impossibile
Ci si può rieducare.
Ma fin quando i parametri saranno questi e quel vecchietto inconsapevole avrà voce, le cose per molti andranno molto bene così.
Io sono stata vecchietta inconsapevole fino ai 42 anni, ho avuto i parametri mentali di una vecchietta novantenne ignorante... Poi a 43 anni, adesso, ho la mente di una ragazza di 25 anni... Niente limiti alla conoscenza ed apertura mentale, i concetti ristretti fanno parte delle macerie del passato.

Il punto è ragazzi...
Che alla fine...
Noi non dobbiamo guarire dalle sostanze...
Ma da quello che ci fa soffrire Nell inconscio.
Il lavoro inizia quando togli le sostanze...
Altrimenti se non ci fai i conti...
Avrai ricadute
Comincerai a bere
avere comportamenti compulsivi
A rovinarti la vita anche senza sostanze.
Le sostanze tolte non tolgono il problema.
Se il problema non si risolve
Ritornerà in altre forme o anche in una ricaduta.
Per questo bisogna staccare dal lavoro e prendersi un po' di tempo per se, è fondamentale.

Comunque per darvi una buona notizia...
Esistono vari stadi di malattia mentale... legata alla tossicodipendenza..
Il mio è molto grave:quindi per me risulta molto più difficile farci i conti,
Io sono egocentrica e narcisista a livelli molto molto alti e gravi, ho problemi molto grossi di identità e di relazioni con l altro sesso e con l unica persona che amo, mia figlia.
Principalmente ho problemi grossi con me stessa.
A volte mi amo, altre volte penso che tutto questo non lo sto facendo per me è per me non l avrei mai fatto,
Ma solo per l amore per mia figlia.
Probabilmente sto entrando in co-dipendenza con lei, non lo so.
I sentimenti sono un casino quando ti rendi conto di averli e di averli in maniera così passionale e determinante...
Ma per vostra fortuna...
Non siete tutti come me...
Probabilmente per molti di voi il passaggio dalla follia delle sostanze alla rieducazione potrà essere molto più sotf del mio perché il grado di sofferenza interiore cambia da persona a persona...
C è chi si può vivere tutto in maniera molto meno aggressiva perché non ha il tumulto che ho dentro io...
È io auguro a tutti voi di arrivarci, davvero... Perché vale la pena riprendersi la Vita indietro, dopo averla offesa per anni.