Informazioni, esperienze e notizie sulle sostanze psicoattive. Pubblica anche tu.

Domande agli Operatori

Cerca nell'archivio di 53069 risposte, o fai una nuova domanda, anche in forma anonima.

Scrivi una domanda e clicca su Invia (max. 250 caratteri).
  • Un nostro Operatore autorizzato (vedi chi siamo) risponderà presto alla tua domanda.
  • Il tempo di risposta potrebbe variare a seconda della difficoltà del quesito.
  • La domanda sarà nascosta a tutti finché non verrà pubblicata assieme alla risposta.
  • Una volta pubblicata, la risposta sarà leggibile a tutti nell'archivio. Se preferisci una risposta privata, usa il modulo di contatto.
Facoltativo: inserisci il tuo indirizzo email se vuoi ricevere un avviso quando verrà pubblicata la risposta.
Annulla
Cliccando su Invia autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali solo ed esclusivamente per rendere possibile questo servizio, secondo la policy del sito. Tali dati sono strettamente confidenziali e non saranno divulgati in alcun modo.

Cosa succede nella peggiore delle ipotesi durante e dopo un bad trip?

Vorrei sapere quali rischi si corrono durante un bad trip da assunzione di LSD e quali possono essere le conseguenze postume. Mi potreste inoltre dare consigli per creare la situazione adatta in modo che le possibilità di avere un bad trip siano minime? Trattandosi della prima volte non vorrei avere brutte sorprese.

Risposta:

 I rischi possono essere ovviamente diversi perchè dipendono essenzialmente dalla combinazione di fattori soggettivi di fattori ambientali e ovviamente dalla potenza della sostanza e dai dosaggi. Quando si parla di un “cattivo viaggio  “ si intende generalmente un esperienza in cui si entra in contatto con cose anche molto paurose, che causano disagio panico e  possono divenire vere e proprie esperienze di tipo psicotico nei casi più gravi e perdurare per molti giorni. Le conseguenze possono essere pesanti quando fosse sopravvenuta una crisi psichica grave e comportare periodi di trattamento psichiatrico. Generalmente non è un rischio delle prime esperienze in cui si è più portati a curare le condizioni che ci possono mettere in sicurezza come si intuisce dalla tua domanda. Proprio per questo è importante imparare a conoscere I propri limiti e a tenere bene in considerazione la situazione propria soggettiva, “Il set “ come ci si sente, quail sono le attese che si hanno verso l’esperienza, e altre condizioni che determinano appunto come e perchè si va ad affrontare un esperienza con la sostanza chimica psichedelica più potente che c’è. L’altro elemento è il “setting” cioè dove si va a fare l’esperienza e con chi si va, amici scelti o persone sconosciute, ovviamente potersi fidare di stare in una situazione di sicurezza  ( un posto dove non rischio di cadere in un burrone, persone che se ho bisogno di aiuto ci sono e persone con cui voglio condividere un esperienza anche interiore intense, esempi). Infine la sostanza: cosa so rispetto alla sua potenza, purezza, difficile se non impossibile analizzarla allora è meglio ricorrere ad informazioni da parte di chi l’ha già provata. Il dosaggio: per quanto difficile sia da gestire è un fattore importante e su questo un comportamento di sicurezza è assumere una dose di prova e nel caso risulti poco attiva integrare misuratamente dopo un po’ di tempo. Questo è utile per cercare di evitare di trovarsi di fronte ad altre sostanze chimiche che hanno effetti psichedelici ma con diverse caratteristiche ed intensità. Quindi per riassumere tenere bene in conto questi tre fattori set,setting, sostanza è il modo per ridurre I rischi da bad trip ma occorre tenere bene in conto che LSD è una sostanza molto potente con cui non si deve giocare.

Stefano Bertoletti sostanze.info